Cavalierato d'ufficio ad un nobile?

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: Cavalierato d'ufficio ad un nobile?

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » mercoledì 12 giugno 2024, 23:23

La questione è complessa. Semplificando: i cristiani che vogliono impegnarsi nella Chiesa scarseggiano e dunque non è il caso di rifiutare nessuno.
Confermo difatti che conosco parecchi sottufficiali che fanno parte del SMOC, in entrambi i rami napoletani.

La mia posizione personale su questo argomento è piuttosto inclusiva e.. spero che nessuno me ne voglia.
Credo fermamente che nella vigna del Signore ci sia posto per tutti.
Di conseguenza, ritengo che anche nei nostri Ordini Cavallereschi debba esserci spazio sufficiente per chiunque abbia il desiderio e la volontà di contribuire e lavorare per il bene comune.
Aprirsi a una maggiore inclusività non solo può arricchire l'Ordine con nuovi membri devoti e capaci, ma anche rafforzare la sua missione e i valori cristiani che lo guidano.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7296
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Cavalierato d'ufficio ad un nobile?

Messaggioda Accademista » giovedì 13 giugno 2024, 9:02

caro confratello,
mi trovi perfettamente d'accordo.

Aggiungo tra l'altro che il sottufficiale (maresciallo, per essere più precisi) dei nostri tempi (in realtà ante 2020), è comunque un laureato che segue una carriera a sviluppo direttivo nei suoi gradi apicali. infatti dopo una certa esperienza assume il comando di sotto articolazioni interne, e nei gradi da luogotenente e 1° luogotenente svolge comunque funzioni che possono essere equipollenti agli ufficiali inferiori.

la cosa interessante sarebbe capire cosa succederebbe se applicassimo lo stesso criterio di sbarramento al mondo "civile"..

cordialmente
Mores et Honores
Membro di Famiglie Storiche d'Europa
Socio IAGI
Accademista
 
Messaggi: 416
Iscritto il: domenica 24 maggio 2009, 12:54

Re: Cavalierato d'ufficio ad un nobile?

Messaggioda contegufo » sabato 15 giugno 2024, 14:18

la cosa interessante sarebbe capire cosa succederebbe se applicassimo lo stesso criterio di sbarramento al mondo "civile"..


a titolo di curiosità quale sarebbe il mondo "civile" ?

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 2733
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: Cavalierato d'ufficio ad un nobile?

Messaggioda Accademista » sabato 15 giugno 2024, 16:21

contegufo ha scritto:
la cosa interessante sarebbe capire cosa succederebbe se applicassimo lo stesso criterio di sbarramento al mondo "civile"..


a titolo di curiosità quale sarebbe il mondo "civile" ?

Saluti


se si parla di militari, il mondo civile è il resto non appartenente ad alcuna forza armata. senza essere né piccati né voler sottendere alcunché.
ad ogni modo la discussione sta tornando sugli stessi binari e argomenti di 15 anni fa. Quindi bon, sono andato offtopic. si parlava di cavalierato d'ufficio a un nobile, non di cavalierati a militari.

saluti
Mores et Honores
Membro di Famiglie Storiche d'Europa
Socio IAGI
Accademista
 
Messaggi: 416
Iscritto il: domenica 24 maggio 2009, 12:54

Precedente

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti