Fotoriproduzioni dei catasti onciari

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Fotoriproduzioni dei catasti onciari

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 12 gennaio 2006, 15:09

Nel corso del XVIII secolo numerosi comuni del regno di Napoli hanno redatto il proprio catasto onciario, documento preziosissimo che ancor'oggi dopo 250 anni fotografa esattamente qual'era la situazione demografica [e spesso anche socio-culturale] di quei comuni ..

.. ho bisogno delle copie dei catasti di alcuni comuni, che attualmente sono conservati all'archivio di stato di Napoli .. pensate possa richiedere delle copie per lettera o devo recarmi sul posto personalmente?
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6783
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda eugubino » giovedì 12 gennaio 2006, 18:21

Cos'è un catasto onciario?

Mi incuriosisce.
Avatar utente
eugubino
 
Messaggi: 1567
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2005, 15:29
Località: Gubbio

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 12 gennaio 2006, 18:42

Questo è un buon link che sto seguendo ..

http://www.italyworldclub.com/genealogy/catasti.htm
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6783
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda eugubino » giovedì 12 gennaio 2006, 18:47

Mi sembra però di capire che non si tratta di una catasto particellare, ma solo descrittivo.

Sbaglio?
Avatar utente
eugubino
 
Messaggi: 1567
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2005, 15:29
Località: Gubbio

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 12 gennaio 2006, 19:18

Da quanto ne so ogni università (comune) decise di adottare il metodo che piu gli garbava.. sia particellare che "per persona" .. ovviamente la maggior parte dei comuni adottarono il metodo "per persona" [non conosco nessuna università che alla metà del '700 abbia adottato il metodo particellare] poichè era piu semplice da capire e probabilmente anche da realizzare..

.. in pratica è stato un vero e proprio censimento delle persone e delle cose e si capisce per quale motivo è particolarmente importante :D
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6783
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda mct » giovedì 12 gennaio 2006, 20:18

i catasti Onciari erano una sorta di dichiarazione dei redditi di allora... :shock: ;
I nullatenenti non apparivano affatto, pertanto si può benissimo dire che comparivano solamente le famiglie che avessero qualcosa da censire;
sono molto utili per la ricerca genealogica in quanto riportano i nomi, le date e la condizione del nucleo famigliare vivente in un'appartamento/palazzo (capofamiglia, figli, nipoti, servi ecc.);
:wink:
"Bóg nam radzi"
Avatar utente
mct
 
Messaggi: 593
Iscritto il: lunedì 7 aprile 2003, 13:28
Località: Roma

Messaggioda dome72 » giovedì 12 gennaio 2006, 21:40

Proprio qualche settimana fa ho consultato il catasto onciario di Martina Franca (TA). Se ne conserva copia anche presso l'AS di Napoli.
Si tratta di un docuemnto eccezionale che fornisce non solo un censimento patrimoniale nel Comune, ma anche un censimento delle anime e un minimo di genealogia dei nuclei familiari. Un vero segno dell'Illuminismo.
Pensate che ci sono anche sezioni dedicate ai forestieri che avevano proprietà in quel Comune, alle vergini o alle monache, agli emigrati ancora possidenti nel comune, ecc...
Anche io penso che chi non aveva redditi e crediti non era censito.
I registri sono enormi, dubito quindi che l'AS ne faccia delle copie.
Avatar utente
dome72
 
Messaggi: 126
Iscritto il: giovedì 16 giugno 2005, 21:44
Località: Martina Franca (TA) - Reggio Emilia

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 12 gennaio 2006, 22:05

Ho trovato nel sito dell'archivio di stato di Napoli http://www.archiviodistatonapoli.it alcune informazioni ..

Ricerche per corrispondenza e via email
Informazioni sul materiale documentario si possono chiedere all'indirizzo [url]marinafittipaldi@archiviodistatonapoli.it[/url], dichiarando le proprie generalità.
L'Archivio di Stato di Napoli fornisce al richiedente informazioni archivistiche e bibliografiche attraverso la ricerca negli inventari degli archivi conservati e nei cataloghi dei libri posseduti.

Le risposte vengono fornite via email o per posta ordinaria: in questo secondo caso il richiedente deve inviare il francobollo o un coupon internazionale per la risposta.


Scriverò a questa dottoressa Fittipaldi e vedremo cosa dice.. :D
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6783
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » giovedì 12 gennaio 2006, 22:12

Sarà certamente :wink: un caso, caro Alessio, ma...

...il cognome Fittipaldi è :P tipicamente calabrese!

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » giovedì 12 gennaio 2006, 22:17

fra' Eusanio da Ocre ha scritto:Sarà certamente :wink: un caso, caro Alessio, ma...

...il cognome Fittipaldi è :P tipicamente calabrese!

Bene :D vale


Si caro Fra Eusanio .. ma dell'alto cosentino e della lucania tirrenica.. dunque c'entra poco con la parte ionica :D
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6783
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda eugubino » venerdì 13 gennaio 2006, 10:04

Alessio Bruno Bedini ha scritto:.. in pratica è stato un vero e proprio censimento delle persone e delle cose e si capisce per quale motivo è particolarmente importante :D


già!! :wink:
Avatar utente
eugubino
 
Messaggi: 1567
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2005, 15:29
Località: Gubbio

Messaggioda gpel55 » venerdì 13 gennaio 2006, 11:06

Amici,
visto che l'argomento pare interessarvi, vi segnalo questo sito (ancora agli inizi) che ha come progetto l'informatizzazione di tutti i Catasti Onciari del Regno di Napoli. Speriamo che il progetto vada in porto.

http://www.onciari.net

Saluti
G.P.
gpel55
 
Messaggi: 77
Iscritto il: giovedì 6 maggio 2004, 16:58
Località: Roma

Messaggioda eugubino » venerdì 13 gennaio 2006, 12:58

Formulo i miei migliori auguri perché questa iniziativa possa andare in porto.
Avatar utente
eugubino
 
Messaggi: 1567
Iscritto il: mercoledì 17 agosto 2005, 15:29
Località: Gubbio

Messaggioda dome72 » venerdì 13 gennaio 2006, 14:23

Si ma cosa significherebbe informatizzare in questo caso? Riportare il contenuto di tutte le pagine del catasto onciario? O solo l'informatizzazione degli indici dello stesso?Considerate che per il solo Catasto onciario di Martina Franca (TA) so che a Napoli sono presenti 12 volumi (da 300 pagine l'uno)!
Avatar utente
dome72
 
Messaggi: 126
Iscritto il: giovedì 16 giugno 2005, 21:44
Località: Martina Franca (TA) - Reggio Emilia

Messaggioda mct » venerdì 13 gennaio 2006, 18:10

gpel55 ha scritto:Amici,
visto che l'argomento pare interessarvi, vi segnalo questo sito (ancora agli inizi) che ha come progetto l'informatizzazione di tutti i Catasti Onciari del Regno di Napoli. Speriamo che il progetto vada in porto.

http://www.onciari.net

Saluti
G.P.


Grazie!
Davvero interessante!
Speriamo Bene!
M.
"Bóg nam radzi"
Avatar utente
mct
 
Messaggi: 593
Iscritto il: lunedì 7 aprile 2003, 13:28
Località: Roma

Prossimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti