Informazioni utili per cominciare una ricerca genealogica

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Informazioni utili per cominciare una ricerca genealogica

Messaggioda lucio » sabato 15 gennaio 2005, 0:46

Buonasera a tutti i presenti ed ai futuri lettori di questo topic, mi chiamo Salmoiraghi Luciano sono di Milano e sono un novizio della genealogia (anzi forse è meglio dire che sono un ignorante della materia).
La mia richiesta è alquanto "facile", ma nel contempo inverosimilmente complessa e di non pronta soluzione: "cosa devo fare per cominciare una ricerca genealogica della mia famiglia?"
So che purtroppo tedierò qualcuno di voi con le mie richieste di informazioni, ma daltronde per me è proprio l'inizio della ricerca e non so quindi da che parte girarmi.
In realtà un minimo semino da piantare ce l'ho:
1) Ho chiesto ai vari parenti più informazioni possibili
2) Mio padre anni fa ha chiesto ad un coinquilino che lavorava in comune di rintracciargli qualche data e qualche nome dei suoi parenti, costui ha chiesto ad un altro amico che gli ha scarabocchiato dei nomi e delle date (fino al 1824 per i Salmoiraghi e fino al 1854 per i Pirovano, da parte di madre)
3) con l'unico strumento a mia disposizione fino ad ora (il computer) ho scandagliato la rete in caccia di informazioni (per lo più sull'origine dei cognomi, la loro distribuzione in Italia ed figure storiche che lo portavano), fortunatamente grazie ad internet ho trovato questo forum che mi sembra possa essere un buon punto di inizio e di continuazione.
Riassumendo cosa devo fare? Immagino di dover cercare dei certificati (nascita, vita e morte) dei nomi in mio possesso, ciò è possibile anche se non si è direttamente i figli della persona di cui si chiedono informazioni o no? E dove devo andare a Milano?
Ringrazio fin da subito tutte le anime pie che in questa avventura vorranno aiutarmi anche solo con qualche dritta su archivi o che altro.
Saluti
Luciano
lucio
 
Messaggi: 63
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2005, 23:55
Località: Milano

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 15 gennaio 2005, 13:25

Intanto cominci a scrivere al comune chiedendo copia autentica degli atti di nascita, di matrimonio e di morte dei sui ascendenti conosce le date precise.

Una volta ricevuti questi dati certi faccia ipotesi (per quelli di cui non conosce date precise) e continui con le richieste.

Soprattutto non si scoraggi alle prime difficoltà :D :D :D
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7029
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda MMT » sabato 15 gennaio 2005, 16:13

Caro luciano BENVENUTO! :P

Le consiglio anche di visionare gli atti di battesimo matrimonio e morte e soprattutto gli stati delle anime, che dovrebbero essere conservati all'archivio diocesano, riguardanti le parrocchie in cui vissero i Suoi predecessori.


Saluti,
Michele Tuccimei di Sezze
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda Franz Chiarizia de Molise » domenica 16 gennaio 2005, 2:17

Caro amico
incominci ad andare in Libreria e comprare un Buon testo che la possa aiutare in questo cammino..ce ne sono tanti in commercio...Poi per i restanti dubbi ci siamo qui noi... :P :P
Cordialmente
Francesco Chiarizia de Molise
"...io non domando per la mia antica nobiltà, ne cariche ne onori..."
Generale Pietro Odoardo Chiarizia 1815

Turbo Procella e Ria Stagion Non Teme
Socio I.A.G.I
Socio A.I.O.C
Avatar utente
Franz Chiarizia de Molise
 
Messaggi: 686
Iscritto il: martedì 3 agosto 2004, 14:34
Località: Roma

Messaggioda lucio » domenica 16 gennaio 2005, 4:43

Grazie a tutti per l'incoraggiamento, lavoro permettendo partirò a spron battuto a stressare gli addetti comunali.
Per curiosità qualcuno di voi sa se all'Anagrafe di Milano esiste un ufficio preposto per questo genere di richieste.
Saluti
Luciano Salmoiraghi
lucio
 
Messaggi: 63
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2005, 23:55
Località: Milano

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » domenica 16 gennaio 2005, 12:04

lucio ha scritto:Grazie a tutti per l'incoraggiamento, lavoro permettendo partirò a spron battuto a stressare gli addetti comunali.
Per curiosità qualcuno di voi sa se all'Anagrafe di Milano esiste un ufficio preposto per questo genere di richieste.
Saluti
Luciano Salmoiraghi


Non credo. Penso che come per tutti i comuni italiani occorra rivolgersi all'ufficio di stato civile o anagrafe almeno per i documenti post 1866. Per quelli pre 1866 alcuni comuni hanno istituito l'archivio storico.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7029
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda FP » domenica 16 gennaio 2005, 15:23

Caro Luciano,
io ho avuto la fortuna di avere una bisnonna ancora in vita fino a due anni fa e una prozia con una memoria da elefante ancora in vita...Per di più ho avuto la fortuna di trovare tutto ciò che mi serviva anche nella mia cittadina, addirittura atti miracolosamente rimasti illesi dalle bombe della 2° Guerra Mondiale. Ma lei non si scoraggi!

Al comune di Milano, riuscirà facilmente a risalire ai suoi avi fin verso il 1860, e, se il comune non avrà deciso di portarli in Archivio di Stato, potrà anche trovare gli atti di nascita, matrimonio ecc. anche fino, forse, al 1800 circa. L'ufficio che dovrà consultare è ovviamente quello anagrafico.
Poi dovrà spostarsi necessariamente alla Parrocchia o all'Archivio diocesano in cui i suoi avi sono stati battezzati, cresimati e sposati. Arriverà, con un po' di fortuna e molta pazienza, fino al 1560 massimo; in casi di estrema fortuna anche abbastanza oltre, fino al 1450/1500.
Per andare oltre, dovrà consultare gli archivi notarili del XV,XIV,XIII secolo (e penso che oltre non sarà possibile andare) e vedere se i suoi avi erano menzionati e aggiungere un rametto in più al suo albero genealogico.

Le riporto gli indirizzi più utili:

ARCHIVIO STORICO DIOCESANO
Responsabile mons. Bruno Bosatra
Indirizzo via San Calimero 13, Milano
Tel. 02/58499801
e-mail archivio@diocesi.milano.it

Archivio di Stato di Milano
Via Senato, 10, 20121 Milano
Tel. 02 7742161 (centralino)
Fax 02 774216230
e-mail asmi@cilea.it

Controlli anche, nel catalogo in linea dell'archivio, che ci siano i documenti che le interessano:

http://213.156.63.135/redir.html?pag=main.html

A presto, ci faccia sapere.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1561
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Messaggioda lucio » domenica 16 gennaio 2005, 18:57

Le prime informazioni che posso condividere sono sull'origine dei due cognomi: Salmoiraghi (paterno) e Pirovano (materno).
Entrambi sono dei cognomi tipici Lombardi, ed entrambi derivano da toponimi di luoghi della Lombardia.
SALMOIRAGHI è diffuso nell'alta Lombardia ed è formato dal nome antico dell'attuale SUMIRAGO (prov. di Varese) che in non meglio precisati atti notarili del XIII sec. era chiamata SALMOIRAGO o SALMORAGO.
PIROVANO è anch'esso diffuso in Lombardia soprattutto a Milano, è formato dal Toponimo Pirovano, nome di un antico castello ed ora di una località e di un gruppo di case presso CASTELMARTE (prov. di Como).
Sebbene abbia facilmente rintracciato il paese di Castelmarte non ho ancora individuato questa località o gruppo di case che portavano il nome pirovano, certamente esistito visto che alcuni nomi storici come alcuni arcivescovi di Milano riportavano il cognome da Pirovano, vedi Oberto da Pirovano (vescovo dal 1146 al 1166), Algisio da Pirovano (vescovo dal 116 al 1185) e Uberto da Pirovano (dal 1206 al 1211).
Ho rintracciato anche la zona in cui era situato il castelo Pirovano: era posto tra le terre di alcune delle dodici Pievi che appartenevano al Contado della Martesana (tra Missaglia, Bartiacum (Barzago) e Cassiciagum (Cassago)).
Chiaramente non mi aspetto di trovare dei documenti o dei legami con questi personaggi, ma perlomeno di sapere dove si sono originati i due cognomi.
lucio
 
Messaggi: 63
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2005, 23:55
Località: Milano

Messaggioda Cottoneum » domenica 16 gennaio 2005, 20:52

La seconda moglie del mio trisavolo si chiamava Fanny Pirovano.
Di lei ci rimane solo un ritratto, e sappiamo solo che era un'ereditiera di famiglia nobile.

Cordiali saluti
Avatar utente
Cottoneum
 
Messaggi: 826
Iscritto il: sabato 30 ottobre 2004, 23:15
Località: Milano

Messaggioda lucio » lunedì 17 gennaio 2005, 2:20

lll
Ultima modifica di lucio il giovedì 5 giugno 2008, 17:16, modificato 1 volta in totale.
lucio
 
Messaggi: 63
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2005, 23:55
Località: Milano

Messaggioda lucio » lunedì 17 gennaio 2005, 13:03

Va bene che mi avevate detto di non scoraggiarmi e che la strada per la conoscenza è lunga e difficoltosa, ma questa mattina ho pensato: "Ecco è già finito tutto".
Stamane ho contattato l'ufficio centrale anagrafe del comune di Milano per richiedere alcuni certificati di nascita, matrimoni e morte dei parenti che ho elengato nel mio post precedente, ho detto di dover effettuare una ricerca personale e l'operatore mi ha smistato ad un altra operatrice, probabilmente dell'ufficio certificati storici.
A questo punto la signorina mi dice che se non avevo una Motivazione Giuridicamente valida non potevano esaudire la mia richiesta e dopo un pò mi passava un altro impiegato che si affrettava a dirmi che non era possibile effettuare ricercehe per alberi genealogici o affini, che dovevo avere una motivazione valida (ripetendo giuridica).
Visto la mia insistenza mi ha detto di provare a rivolgermi a qualche azienda di ricerca araldica... perchè loro si e io no?
E terminava dicendomi che potevo provare lo stesso ad inoltrare richiesta ma che probabilmente sarebbe stata scartata dal funzionari preposto perchè tali ricerche d'archivio richiedono troppo tempo e loro sono in sottonumero.
Cosa ne pensate? Che devo fare? è utta una finta o sono realmente spacciato??
Grazie mille a chiunque mi dia l'imbeccata giusta
lucio
 
Messaggi: 63
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2005, 23:55
Località: Milano

Messaggioda Grimaldi » lunedì 17 gennaio 2005, 14:36

Egr. sign. Lucio,
benvenuto sul forum e complimenti per l'attaccamento dimostrato verso i suoi avi. Ho letto i suoi interventi e resto in attesa di vedere dove arriverà con le sue ricerche. Per quanto riguarda l'ostruzionismo dei soliti "burocrati" esso nasconde spesso ignoranza e/o pigrizia.
Ad ogni modo faccia presente a questi "signori" che lei ha il DIRITTO di avere gli atti che chiede e loro ne hanno il DOVERE.
Ricordi loro che sia il Codice civile (art. 450 http://www.studiocelentano.it/codici/cc/lItXIV.htm ) che altre leggi (come la 241/1990 http://www.giustizia.it/cassazione/leggi/l241_90.html ) le danno tale diritto ed impongono loro il detto dovere.
Inoltri una domanda in merito al direttore dello Stato Civile che le interessa, citando tali articoli e leggi, specificando che se entro 30 gg. non le risponderanno o se glielo negano debbono loro GIURIDICAMENTE motivarlo!
In tal caso potrà ricorrere al T.A.R. che le darò senz'altro ragione (la Legge è dalla sua) e potrà procedere contro questi impiegatucci saccenti ed ignoranti.
Ci tenga informati.
Ultima modifica di Grimaldi il martedì 18 gennaio 2005, 13:19, modificato 1 volta in totale.
Grimaldi
 

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » lunedì 17 gennaio 2005, 17:29

lucio ha scritto:...(omissis)...un altro impiegato che si affrettava a dirmi che non era possibile effettuare ricercehe per alberi genealogici o affini, che dovevo avere una motivazione valida (ripetendo giuridica). Visto la mia insistenza mi ha detto di provare a rivolgermi a qualche azienda di ricerca araldica... perchè loro si e io no?...(omissis)...


...quante risposte si potrebbero dare a quest'ultima, semplicissima domandina! :twisted:

Bene :D vale
"Quando il mediocre plagia il maestro, ne copia anche gli errori"
---
Detestabile è la falsa umiltà
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda lucio » lunedì 17 gennaio 2005, 17:43

Qualcuno potrebbe segnalarmi qual'è il certificato o l'attestazione che mi può essere maggiormente utile e che dovrei richiedere.
Ad esempio, se volessi ufficializzare le date per i miei parenti secondo voi cosa dovrei richiedere?
Un certificato di nascita? Un certificato di morte? Uno di matrimonio? Un certificato storico di famiglia?
Esiste insomma un documento che mi riporti date di nascita, matrimonio e morte con relativi luoghi ed in più i figli e la moglie?
Ringrazio sempre per le informazioni che mi fornite e sottolineo anchio come altri che la forza di questo forum stà proprio nella condivisione delle conoscenze, ognuno a suo modo apporta contributi che possono aiutare a scalare montagne
Ultima modifica di lucio il giovedì 5 giugno 2008, 17:17, modificato 1 volta in totale.
lucio
 
Messaggi: 63
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2005, 23:55
Località: Milano

Messaggioda Grimaldi » lunedì 17 gennaio 2005, 18:06

Caro signore,
in generale le converebbero..... tutti i documenti che trova!
In sostanza però l'Estratto è più dettagliato del Certificato, ma deve richiederlo con l'articolo della legge che specifica paternità e maternità (chieda agli impiegati come usano identificarlo loro, perchè ho notato che vari uffici hanno dei "nomignoli": "art. 5", "genitori", ecc.).
Lo Stato di famiglia, anche quello storico, che comprende solo i nuclei più recenti (da fine '800), a volte può contenere errori (come gli atti stessi) e quindi occorre far riferimento sempre all'atto originario.
Ci tenga informati.
Grimaldi
 

Prossimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 17 ospiti

cron