Emergenza medaglie: una soluzione

Divise, medaglieri personali, nastrini, autorizzazioni.
Uniforms, personal decorations, ribbons use and authorization.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda fabione 66 » sabato 18 febbraio 2012, 16:12

Merito ???
è come il futuro.....imperscrutabile,mutevole,astratto...
in concreto
Per le stesse pregevoli azioni
è infinitamente più probabile che un Generale venga meritoriamente riconosciuto che un Caporal Maggiore.....ancor meno per le stesse un Civile.
ps..
parlo del Merito quello vero...non acquisito sui banchi di scuola.
Fabio

"Dalla Meta lo Sprone"
Tutti gli Uomini nascono Uguali....poi Alcuni diventano Bersaglieri !
fabione 66
 
Messaggi: 1888
Iscritto il: venerdì 29 ottobre 2010, 10:53

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda Pantheon » sabato 18 febbraio 2012, 17:22

Non si comprende perchè bisogna arrivare alla contrapposizione tra graduati vs. ufficiali ecc.
Deve sempre prevalere la logica del conflitto ?
Tra le prime cose che dovrebbe imparare chi indossa le stellette vi dovrebbe essere di quella di stare al proprio posto.
Non vedo perchè un caporale dovrebbe sentirsi sminuito, per definizione, rispetto ad un generale.
Ho sempre ammirato coloro che, nel loro ruolo, hanno sempre dato il meglio in ogni circostanza distinguendosi tra tutti per meriti conseguiti in attività di servizio, nell'addestramento e nella formazione culturale/professionale continua: è meglio primeggiare nel prorprio ruolo che rivestire anonimamente gradi superiori, cullandosi su "allori" che non sono certo i tanto agognati nastrini.
Chi opera in questo modo dà lustro anche all'arma/corpo di appartenenza, supera l'autoreferenzialità raccogliendo magari l'apprezzamento di coloro che pur non essendo militari sono certamente in grado di riconoscere determinate qualità che non provengono dai nastrini di stoffa multicolor....Giusto in tema col carnevale....
Pantheon
 
Messaggi: 3163
Iscritto il: giovedì 8 aprile 2010, 13:29

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda fabione 66 » sabato 18 febbraio 2012, 17:55

Pantheon ha scritto:Non si comprende perchè bisogna arrivare alla contrapposizione tra graduati vs. ufficiali ecc.
Deve sempre prevalere la logica del conflitto ?


Se allude al mio post.
non vedo nessun conflitto nè contrapposizione,e non sto sminuendo nessuno...

ribadisco ..il Merito quello vero fatto di azioni pregevoli.
Fabio

"Dalla Meta lo Sprone"
Tutti gli Uomini nascono Uguali....poi Alcuni diventano Bersaglieri !
fabione 66
 
Messaggi: 1888
Iscritto il: venerdì 29 ottobre 2010, 10:53

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda Pantheon » sabato 18 febbraio 2012, 17:59

Io non alludo....Tengo a bada senza problemi squadre, plotoni, compagnie, reggimenti, brigate, divisioni, armate....di forumisti..... [arf2.gif]
Pantheon
 
Messaggi: 3163
Iscritto il: giovedì 8 aprile 2010, 13:29

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda ROBERTO B. » sabato 18 febbraio 2012, 18:25

Carissimo Pantheon,
hai centrato il problema!
Ognuno al suo posto!
Questo principio è uno dei primi che t'insegnano all'atto dell'incorporazione!
Non è compito del militare stravolgere gerarchia e disciplina, che stanno alla base delle vita militare e senza le quali non esisterebbe nessuna istituzione militare e nessuno soldato lo farebbe mai...
Però il merito non è parametro solo militare...anzi...
Quindi e speravo che dal mio discorso si comprendesse....se Tu (credo che Tu sia uff.le) superi brillantemente il corso ISSMI, ben venga, se il c.le supera il corso da dattilografo, ben venga anche lui.
Entrambi superando corsi militari avete acquisito un merito, quale dei due è più grande?
A mio avviso nessuno può stabilirlo...perchè ognuno dei due corsi ha un suo posto!
Ognuno segue il corso che deve superare.... ed ogni corso esprime il merito ed il valore di chi lo supera.
Quindi ognuno ha il suo merito e tutti (oppure nessuno) debbono essere rappresentati, sempre rammentando che esiste il foglio matricolare sul quale annotare i corsi effettuati.

A proposito di ognuno la suo posto...senza offesa ...ma è compito dei moderatori tenere a bada i forumisti... [arf2.gif]
Non rimarchiamo incarichi che non abbiamo!!!!! [arf2.gif]

ps mancano i btg!
Ultima modifica di ROBERTO B. il domenica 19 febbraio 2012, 8:22, modificato 1 volta in totale.
Del Re custodi e della legge schiavi sol del dover usi obbedir tacendo e tacendo morir, terror de' rei modesti ignoti eroi vittime oscure e grandi anime salde in salde membra mostran nei volti austeri nei securi occhi nei larghi lacerati petti...
ROBERTO B.
 
Messaggi: 100
Iscritto il: martedì 31 gennaio 2012, 20:28
Località: Palmi (RC)

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda fabione 66 » sabato 18 febbraio 2012, 18:48

ROBERTO B. ha scritto:Entrambi superando corsi militari avete acquisito un merito,
:?

Un Merito ?

ROBERTO B. ha scritto:Ognuno segue il corso che deve superare.... ed ogni corso esprime il merito ed il valore di chi lo supera.


valore e merito ?
[stretcher.gif]
Fabio

"Dalla Meta lo Sprone"
Tutti gli Uomini nascono Uguali....poi Alcuni diventano Bersaglieri !
fabione 66
 
Messaggi: 1888
Iscritto il: venerdì 29 ottobre 2010, 10:53

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda Cougarser » sabato 18 febbraio 2012, 19:26

Signori,
anzichè parlare di emergenza medaglie parlerei soprattutto di emergenza nastrini.
Sovente, si notano giovanissimi militari transitati nelle forze dell'ordine provenienti da forze armate che hanno una quantità di nastrini da far invidia a Comandanti di stazioni/Comandanti di compagnia. La cosa peggiore è che non esistono nella forza dell'ordine di appartenenza (quindi non sono regolamentati) determinati nastrini. Un esempio su tutti: esiste nell'Arma la specializzazione/qualifica di fuciliere scelto? La risposta è no. Eppure giovani militi della Benemerita portano questi nastrini al petto. Ma sarebbe legittimo? Io penso proprio di no. Hanno cambiato corpo/forza e la nuova, a differenza della passata, non autorizza a fregiarsi di questi nastrini propri di altri enti. E non mi risulta che esistano, parimenti, nastrini interforze.

Cordialmente.
Cougarser
 
Messaggi: 74
Iscritto il: mercoledì 27 luglio 2011, 1:47

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda ROBERTO B. » sabato 18 febbraio 2012, 19:30

Caro fabione!
Per merito ho già spiegato, e non vorrei ripetere per non dilungarmi!

da Treccani valóre s. m. [dal lat. tardo (in glosse) valor -oris, der. di valere: v. valere]. – 1. Riferito a persona indica: a. Possesso di alte doti intellettuali e morali, o alto grado di capacità professionale.

Merito: "Il fatto di meritare, di essere cioè degno di lode, di premio, o anche di un castigo: premiare, punire, trattare secondo il merito. In genere però ha senso positivo, e indica il diritto che con le proprie opere o le proprie qualità si è acquisito all’onore, alla stima, alla lode, oppure a una ricompensa (materiale, morale o anche soprannaturale), in relazione e in proporzione al bene compiuto....." (Treccani).

Quindi superare un corso significa aver effettuato attività meritoria ed aver espresso con il superamento del predetto corso il proprio valore.
Del Re custodi e della legge schiavi sol del dover usi obbedir tacendo e tacendo morir, terror de' rei modesti ignoti eroi vittime oscure e grandi anime salde in salde membra mostran nei volti austeri nei securi occhi nei larghi lacerati petti...
ROBERTO B.
 
Messaggi: 100
Iscritto il: martedì 31 gennaio 2012, 20:28
Località: Palmi (RC)

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda ROBERTO B. » sabato 18 febbraio 2012, 19:45

Carissimo Cougarser!
Che io sappia il militare ha un unico foglio matricolare che viene impiantato all'atto delle visite mediche/incorporamento.
L'aver prestato servizio dapprima nelle altre FF.AA. viene "ricollegato" all'atto dell'arruolamento nell'Arma. Pertanto per quei militi tutto ciò che deriva dalla vita militare ad es. periodi di licenza, medaglia d'anzianità di servizio , assegni d'anzianità, deriveranno dalla data d'ingresso nella vita militare e non da quella d'ingresso nell'Arma.
Ovviamente tutte le decorazioni, onorificenze, specializzazioni ecc.ecc. se appositamente trascritte sul foglio matricolare e previste da apposita normativa, possono essere portate.
Effettivamente come già hai capito e come si sta parlando in questo topic, tutti chi più ...chi meno ....siamo per l'abolizione dei nastrini di specializzazione, non tanto perchè facciano "sfigurare" militare più anziani, ma perchè ritenute un'inutile ripetizione del succitato foglio.
Saluti.
Del Re custodi e della legge schiavi sol del dover usi obbedir tacendo e tacendo morir, terror de' rei modesti ignoti eroi vittime oscure e grandi anime salde in salde membra mostran nei volti austeri nei securi occhi nei larghi lacerati petti...
ROBERTO B.
 
Messaggi: 100
Iscritto il: martedì 31 gennaio 2012, 20:28
Località: Palmi (RC)

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda fabione 66 » sabato 18 febbraio 2012, 19:58

Caro Roberto
Ho letto il tuoi post precedenti,lo faccio sempre,ma tengo a sottolineare che
Merito e Valore qui hanno un"certo" significato.....non meramente meritocratico.
Ciao
Fabio

"Dalla Meta lo Sprone"
Tutti gli Uomini nascono Uguali....poi Alcuni diventano Bersaglieri !
fabione 66
 
Messaggi: 1888
Iscritto il: venerdì 29 ottobre 2010, 10:53

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda adj » sabato 18 febbraio 2012, 20:40

ROBERTO B. ha scritto:da Treccani valóre s. m. [dal lat. tardo (in glosse) valor -oris, der. di valere: v. valere]. – 1. Riferito a persona indica: a. Possesso di alte doti intellettuali e morali, o alto grado di capacità professionale.

Quindi una medaglia la valore, sia civile che militare, premierebbe il "possesso di alte doti intellettuali e morali, o alto grado di capacità professionale"?
Come ha detto Fabione, bisogna saper contestualizzare i significati.

Per esempio, merito significa anche (Zanichelli, terza accezione): "Ricompensa, premio". Allora una ricompenaa al merito sarebbe una magnifica tautologia, cioè una "ricompensa alla ricompensa". [hmm.gif]
Avatar utente
adj
 
Messaggi: 3633
Iscritto il: domenica 21 gennaio 2007, 19:21
Località: Torino

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda ROBERTO B. » domenica 19 febbraio 2012, 9:58

Carissimo adj,
certo bisogna contestualizzare, forse dai miei (farneticanti) scritti, non s'evince o non sono riuscito (per mia colpa) a farlo, mi permetta, quindi, di fare un breve sunto (spero che nessuno l'abbia a male per questo).
L'inzio del topic proposto dall'ottimo falerista Elmar era

Elmar Lang ha scritto:Basterebbe:

1) eliminare i nastrini di qualifica;

2) proibire il porto di onorificenze non conferite da Stati Sovrani riconosciuti dall'Italia;

3) limitare il porto di nastrini unicamente agli ordini cavallereschi nazionali ed esteri; alle decorazioni al Valore, al Merito ed a quelle di Campagne.


Gli interventi successivi, hanno visto concordi la maggior parte dei forumisti.
Alcuni però hanno fatto notare che vi sono dei nastrini qualifica e/o spillette che ricordano al militare ed agli altri che lo incontrano che lo stesso ha espletato, durante la sua vita lavorativa alcuni corsi (non andiamo ora a specificare quali) che sarebbero piuttosto importanti.
Il sottoscritto quindi ha precisato che se a suo personale parere ( il basterebbe di Elmar implicava una valutazione soggettiva dei forumisti sull'argomento), non esistono corsi più o meno importanti e quindi ha lanciato la seguente provocazione :
se s'autorizza il porto dell'uno si deve autorizzare il porto di tutti gli altri;
in quanto, ad avviso dello scrivente, manca un criterio logico-oggettivo che possa determinare la maggior importanza dell'uno anzichè dell'altro.
E' stato quindi obiettato (giustamente ognuno ha la sua opinione al riguardo), che l'affermazione di cui sopra, risulterebbe sbagliata in quanto vi sono corsi che aprirebbero la carriera degli Uff. Sup. e corsi invece che non servirebbero a nulla (es. dattilografo).
Allorchè ho cercato di spiegare che ogni corso affrontato dal militare (in senso lato) è importante ed esprime il suo valore (inteso come capacità e doti personali) chiaramente se il militare riesce a superare i vari percorsi di studio che gli spettano dal proprio percorso di carriera.
In tal ottica ed in questo consensto ogni militare dovrebbe avere il merito (e ne ho dato la spiegazione) di poter indossare ogni distintivo e/o nastrino di specializzazione.
Da cui l'affermazione o tutti o nessuno ( i corsi) che ad alcuni sembra troppo democratica e lesiva della disciplina e della gerarchia e questo discorso è stato anch'esso affrontato.

Chiaramente (spero d'essermi spiegato meglio) il discorso esulava dalle decorazioni al "merito" ed al "valore", che tutti sappiamo.

Ps:in genere quando un militare viene premiato a mezzo elogio e/o encomio (che sicuramente non sono medaglie), viene quasi sempre utilizzata una dicitura "di rito" che recita " come prima attestazione di merito", questi "premi" vengono concessi anche per aver svolto bene incarichi che non prevedono l'esposizione a pericoli particolari, nè ricordo uno concesso ad un Ten. Col. (se male non ricordo) che era riuscito a regolare bene l'afflusso dei veicoli e quindi il corretto andamento delle operazioni per le olimpiadi invernali di Torino (giusto per raccontarLe un episodio a Lei più vicino).

Buona domenica!
Del Re custodi e della legge schiavi sol del dover usi obbedir tacendo e tacendo morir, terror de' rei modesti ignoti eroi vittime oscure e grandi anime salde in salde membra mostran nei volti austeri nei securi occhi nei larghi lacerati petti...
ROBERTO B.
 
Messaggi: 100
Iscritto il: martedì 31 gennaio 2012, 20:28
Località: Palmi (RC)

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda nicolad72 » domenica 19 febbraio 2012, 11:59

... io dietro certi discorsi penso ci sia o tanto rancore oppure tanta invidia (del tipo mi piacerebbe ma non posso allora...)

Andare ad equiparare il corso ISSM (ex tSG) con quella da dattilografo mi pare cosa assurda. E' come se si equiparasse una specializzazione universitaria o un dottorato di ricerca con l'attestazione professionale da parrucchiere (senza nulla togliere ai parrucchieri che servono pure loro)...

Gli incarici e le responsabiltà che si assume un titolato ISSM (ex tSG) non son quelle che si assume il qualificato dattilografo...ma è la forzata equiparazione tra le due cose che mi urta profondamente, e che trovo ontologicamente inaccettabile... equiparare un quarzo ad un diamante (perché di fatto questo si perora) ognuno ha una sua utilità, ma il prezzo ed il valore sono entrabi differenti, e di sicuro nel dire che son minerali entrambi squalifica (forse) il diamante ma non eleva (sicuramente) il quarzo...

... ma questo è il solito discorso in cui il più basso fa di tutto per assomigliare al più alto pur sapendo che non potrà mai giungervi... e penso che lascino il tempo che trovino, parole ammantate di populismo egualitario che non portano da nessuna parte!
Immagine Immagine

Dilige et quod vis fac
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 7900
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda ROBERTO B. » domenica 19 febbraio 2012, 13:12

Egr. nicola,

scusami se te lo dico ma forse (dico forse non t'offendere) hai dato un'interpretazione preterintenzionale!
Nessuno ha affermato ciò che tu dici!
Non c'è rancore...non c'è livore...ognuno al suo posto!
Nessuno ha parlato di maggiore e/o minore importanza, mi spiace che tu prenda certi interventi, sempre contrari all'ordine costituito (ordine.... stavolta di cui tu non fai parte attiva).

Mi quoto da solo:
"Allorchè ho cercato di spiegare che ogni corso affrontato dal militare (in senso lato) è importante ed esprime il suo valore (inteso come capacità e doti personali) chiaramente se il militare riesce a superare i vari percorsi di studio che gli spettano dal proprio percorso di carriera.
In tal ottica ed in questo consensto ogni militare dovrebbe avere il merito (e ne ho dato la spiegazione) di poter indossare ogni distintivo e/o nastrino di specializzazione."

Dove vedi volontà di arrivare dove non si può?

Secondo me (una mia opinione) stai andando un poco OT!

Si parla di emergenza medaglie...non emergenza riqualificazione FF.AA. (di cui tu attualmente non fai parte, se non nella componente in congedo) oppure emergenza attentato alla gerarchia militare.

Rammenta che aver frequentato il corso AUC (cosa che io ho fatto ben prima di te, tu hai affermato d'averlo fatto solo nel '98), anche allorquando tu fossi riuscito (volendo) a raffermare e poi a transitare in spe, ti avrebbe dato ben poche possibilità di carriera ed anche di frequentare il tuo corso in parola.

Ps il concetto di basso ed alto credo sia anacronistico.
In gerarchia militare ormai si parla di dipendenti al limite di sottoposti, anche i regolamenti cambiano con il variare del sentire della comunità ed utilizzano altri termini che potrebbero risultare forse meno dispregiativi.
Ergo ti pregherei di utilizzare altri termini, non perchè io mi ritenga offeso (ti ho già spiegato che per me non esistono esseri superiori e tanto meno inferiori inutile ora ripetermi) ma perchè chi legge i tuoi interventi potrebbe trarre di te un'idea sbagliata.

Santa domenica!
Del Re custodi e della legge schiavi sol del dover usi obbedir tacendo e tacendo morir, terror de' rei modesti ignoti eroi vittime oscure e grandi anime salde in salde membra mostran nei volti austeri nei securi occhi nei larghi lacerati petti...
ROBERTO B.
 
Messaggi: 100
Iscritto il: martedì 31 gennaio 2012, 20:28
Località: Palmi (RC)

Re: Emergenza medaglie: una soluzione

Messaggioda nicolad72 » domenica 19 febbraio 2012, 19:35

L'idea stessa di gerarchia statuisce l'alto ed il basso. Poi se il termine alto e basso ti infastidisce (che si anacronistico non lo so, ma non credo, lo sento utilizzare assai soventemente) puoi usare quello che ti pare superiore dipendente, responsabile operatore... ma il concetto non cambia, uno comanda l'altro deve ubbidire...

Il mio discorso - poi a fraintendere sono solo io (mi inchino alla sapienza di Vostra Immensità) - diceva... ha senso il distintivo ISSMI (o tSG) nessun senso quello da dattilografo, perchè il merito è differente e quello del primo è enormemente più qualificante del secondo, se poi ogni scusa è buona per addobbarsi e far credere che il corso da dattilografo sia una cosa difficilissima, roba che solo uno su di un milione supera, vabbé... famolo, ma questo non depone bene per il lustro della F.A.

Il resto delle cose su corso AUC e via dicendo... (mamma quante informazioni su di me... ti stai preparando un dossier) sono questioni personali... il cui uso trovo davvero poco gradevole e penso di non dover più dire altro.
Immagine Immagine

Dilige et quod vis fac
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 7900
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

PrecedenteProssimo

Torna a Uniformologia



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti