N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Rivista di araldica, genealogia, ordini cavallereschi

N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda AndreaSperelli » martedì 19 aprile 2011, 23:53

Carissimi,

ho da poco ricevuto il centesimo numero del nostro caro periodico, e sono veramente felice per l'importante traguardo raggiunto da Nobiltà. Per dovere di precisione e correttezza vorrei però segnalare un piccolo errore a pagina 51, è riportata infatti un' immagine come con la dicitura "Francesco IV", ma purtroppo non si tratta del penultimo Duca di Modena ... attualmente non saprei dirvi chi è, ma sicuramente non è Francesco ;) .

Cari Saluti,
A.S.
Honneur, Valeur, Distinction, Considération
Avatar utente
AndreaSperelli
 
Messaggi: 773
Iscritto il: sabato 13 gennaio 2007, 1:33

Re: N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda Guido5 » mercoledì 20 aprile 2011, 1:22

Caro A.S.,
dovrebbe trattarsi infatti di suo nipote, Alfonso Carlo di Borbone-Spagna, secondo figlio di Giovanni Carlo di Borbone-Spagna, conte di Montizón e dell'arciduchessa Maria Beatrice d'Austria-Este, figlia appunto di Francesco IV duca di Modena. Quanto al centesimo numero della rivista va segnalato il "topic" a http://iagiforum.info/viewtopic.php?f=6&t=12735

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 4759
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda contegufo » domenica 24 aprile 2011, 21:02

Salve

Anch'io ricevuto il numero 100 però non capisco del perchè sia stato dato uno spazio così importante ad un articolo il lingua spagnola che non tutti comprendono quando si sarebbe potuto fare una traduzione.
Dal mio punto di vista se si vuole pubblicare un articolo in lingua straniera questo dovrebbe esser fortemente sbilanciato rispetto agli altri articoli in italiano. L'articolo suddetto conta oltre 30 pagine centrali.

Cordialmente
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 1774
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda Tilius » venerdì 20 maggio 2011, 8:30

É assolutamente normale che riviste (e raccolte di atti, aggiungo io) di respiro internazionale rechino interventi in lingua straniera.

"Punti di vista" autarchici sono perfettamente legittimi... ma un filino (auto)limitanti.

Cordialità.
Maurizio Tiglieri

Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9508
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda contegufo » venerdì 20 maggio 2011, 23:11

Dal mio punto di vista se si vuole pubblicare un articolo in lingua straniera questo dovrebbe esser fortemente sbilanciato rispetto agli altri articoli in italiano. L'articolo suddetto conta oltre 30 pagine centrali.


Il che vuol dire che si facciano pure articoli in lingua ma che abbiano un peso relativo.

C'è un detto che suona così: "il giornale lo fanno i lettori" ed io aggiungo "quelli italiani".
L'unica cosa che posso dire è di aver avuto in privato la solidarietà di altri abbonati, a fine anno farò il bilancio dopodichè posso anche non rinnovare e la vita continua lo stesso!


Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 1774
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda nicolad72 » sabato 21 maggio 2011, 13:57

contegufo ha scritto:"il giornale lo fanno i lettori"


Vero, ma "Nobiltà" non è un giornale...
Immagine Immagine

Dilige et quod vis fac
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 7962
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda pierfe » sabato 21 maggio 2011, 15:58

Sinceramente 2 di questi interventi mi hanno fatto sorridere durante il mio viaggio in Brasile per una serie di conferenze genealogiche, dove il numero 100 di Nobiltà è stato apprezzato e commentato positivamente per vari motivi, uno dei quali è che arrivare dopo quasi 18 anni al numero 100 senza intererruzioni è cosa molto rara e fa oggi del nostro Paese un punto di riferimento sicuro nelle scienze documentarie della storia, tanto che grazie al nostro lavoro abbiamo avuto l'incarico di organizzare il VII Colloquio Internazionale di Genealogia dell'Accademia Internazionale di Genealogia del quale sono il 2° Vice Presidente.
Detto questo voglio dire che Nobiltà non è un caffè che si può giudicare dal primo sorso (qui intendo il primo numero della rivista letto) ma è una rivista internazione di araldica, genealogia, ordini cavallereschi e scienze documentarie della storia stimata senza riserve in tutto il mondo che persegue un discorso continuativo di serietà documentale.
Il giudizio su Nobiltà deve essere dato anno per anno dopo aver letto le 640 pagine che sempre vengono pubblicate (delle quali solo una piccola ed insignificante parte è in lingua straniera).
Nobiltà non è neppure un quotidiano italiano che logicamente non può ospitare in integrale articoli in varie lingue, ma una rivista scientifica abituata a pubblicare anche in francese, inglese, spagnolo, portoghese (come del resto faceva già la Rivista Araldica ai tempi in cui usciva puntualmente e quasi tutti i mesi).
Nobiltà è letta dalle autorità araldiche del mondo e conservata in tutte le biblioteche capoluogi di provincia della nostra Nazione e non solo...
E' strano che sia sfuggito il motivo per cui è stato pubblicato l'articolo (del resto molto apprezzato visti i commenti positivi che ho ricevuto sia per posta che per email) che segnala un evento epocale nella storia delle attuali concessioni nobiliari, in questo caso del Regno di Spagna, nel quale sono contenute tutte le concessioni effettuate dall'attuale sovrano e la classe sociale a cui appartengono i graziati (chi l'ha letto bene ha inteso cosa vuole dire l'Autore che è uno dei più stimati e famosi studiosi iberici di diritto nobiliare).
Detto questo anche in questo numero c'è un breve articolo in spagnolo scritto da un bolonio attualmente professore universitario in Spagna, una firma che certo non mi perdo per colpa di qualcuno che non riesce a leggere e comprendere una lingua neolatina ed europea.
Nobiltà non è imposta a nessuno e tanto meno è imposta l'appartenenza all'Istituto Araldico Genealogico Italiano anche perchè le nostre file sono già piene dell'elite degli studiosi e degli appassionati di queste materie.
Ritengo poi che potrebbe essere di stimolo anche per chi non lo ha mai fatto ad approfondire una lingua non lontana e già scritta e parlata nel secoli passati in varie parti del nostro Paese sia a nord che a sud.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 1721
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Re: N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda contegufo » lunedì 23 maggio 2011, 7:48

pierfe ha scritto:Detto questo anche in questo numero c'è un breve articolo in spagnolo scritto da un bolonio attualmente professore universitario in Spagna, una firma che certo non mi perdo per colpa di qualcuno che non riesce a leggere e comprendere una lingua neolatina ed europea.

Pier Felice degli Uberti


Carissimo Pierfe

Sono contento di averLa fatta sorridere, almeno ho allietato la trasferta sudamericana, tuttavia in ossequio alla verità il breve articolo consta di 33 pagine e rappresenta non solo per l'occasione quello più lungo ma equivale a circa il 25% dell'intero numero 100 cioè un quarto!

La soluzione sarebbe oltretutto semplice e cioè rendere disponibile la traduzione che per Lei sarebbe immediata in una zona del sito criptata e solo per gli abbonati salvando così capra e cavoli.
Così chi ha i titoli per leggere in lingua sarebbe felice e altrettanto lo sarebbe il popolo grasso detto anche il terzo stato poco avvezzo verso altri idiomi.

E' una soluzione praticabile?
Grazie.

Cordialità
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 1774
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda pierfe » lunedì 23 maggio 2011, 11:16

contegufo ha scritto:
pierfe ha scritto:Detto questo anche in questo numero c'è un breve articolo in spagnolo scritto da un bolonio attualmente professore universitario in Spagna, una firma che certo non mi perdo per colpa di qualcuno che non riesce a leggere e comprendere una lingua neolatina ed europea.

Pier Felice degli Uberti


Carissimo Pierfe

Sono contento di averLa fatta sorridere, almeno ho allietato la trasferta sudamericana, tuttavia in ossequio alla verità il breve articolo consta di 33 pagine e rappresenta non solo per l'occasione quello più lungo ma equivale a circa il 25% dell'intero numero 100 cioè un quarto!

La soluzione sarebbe oltretutto semplice e cioè rendere disponibile la traduzione che per Lei sarebbe immediata in una zona del sito criptata e solo per gli abbonati salvando così capra e cavoli.
Così chi ha i titoli per leggere in lingua sarebbe felice e altrettanto lo sarebbe il popolo grasso detto anche il terzo stato poco avvezzo verso altri idiomi.

E' una soluzione praticabile?
Grazie.

Cordialità


Penso che non ha capito per me il numero 100 è già passato! Quando dico in questo numero mi riferisco al numero 101 e non più al numero 100... e per la verità sto già preparando il 102...
In poche parole mi riferivo ad un altro articolo in spagnolo [jump.gif] che vedrà nel numero 101.
La sua idea è geniale non lo nascondo, ma avrebbe dei costi che non sono sostenibili per l'IAGI e aggiungo per nessuna altra organizzazione di questo settore di nicchia nella nicchia, mi creda è già un miracolo che la rivista esca ed aggiungo anche perchè nessuno di noi riceve un solo centesimo di euro per questo lavoro.
Lei parla di 33 pagine e da solo si rende conto quanto costerebbe una traduzione con termini del settore (ci vuole uno specialista nelle nostre materie), ho sotto le mani tutte le riviste (che sono pochissime) di scienze documentarie della storia del mondo e nessuna effettua traduzioni in altre lingue ad eccezione di quella finlandese che dedica 2 pagine finali a dare un estratto di tutti gli articoli, e neppure quella in russo e quella georgiana scrive in altre lingue...
Mi creda con un poco di buona volontà si intende bene il senso di un articolo in una lingua neolatina.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 1721
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Re: N° 100 . Gennaio / Febbraio 2011

Messaggioda nicolad72 » lunedì 23 maggio 2011, 17:54

Io lo spagnolo non lo conosco... con un po' di buona volontà e qualche minuto in più di tempo l'articolo l'ho letto tutto... forse non ne ho potuto apprezzare le finezze stilistiche... ma la sostanza del contenuto me la son goduta tutta.

Io, in tutta sincerità, non vedo dove risieda il problema.
Immagine Immagine

Dilige et quod vis fac
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 7962
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia


Torna a Nobiltà



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti