L'ultimo sultano. Come l'impero ottomano morì a Sanremo

Discussioni ed informazioni sui tutti i testi che si possono reperire di araldica, genealogia, storia di famiglia, ordini cavallereschi e sistemi premiali / Discussions and information regarding all available texts on heraldry, genealogy, family history, orders of chivalry and systems of merit

Moderatori: Antonio Pompili, Alessio Bruno Bedini

L'ultimo sultano. Come l'impero ottomano morì a Sanremo

Messaggioda contegufo » martedì 8 febbraio 2011, 20:58

Salve

Propongo oggi un testo recentissimo sulla fine dell'impero ottomano:

L'ultimo sultano. Come l'impero ottomano morì a Sanremo

Brossura: 320 pagine
Illustrazioni n° 35 b/n f.t.
Editore: Lindau (01 gennaio 2011)
Collana: I leoni
ISBN-10: 8871808991
ISBN-13: 978-8871808994
Prezzo € 24,50

IL LIBRO

Il 20 maggio 1923, in treno e sotto scorta, l’ultimo sultano-califfo dell’Impero ottomano arriva a Sanremo e si installa, per quella che crede la parentesi di un breve esilio, nella villa già abitata da Alfred Nobel. Maometto VI coltiva la speranza di tornare in patria da vincitore e attende il crollo di Mustafa Kemal, il generale che lo ha detronizzato e ha fondato una nuova Turchia. Per tre anni l’esule lavora alla realizzazione del suo obiettivo: difende il proprio ruolo di capo della dinastia contro il cugino a Nizza, riceve emissari di una società segreta islamica, incontra il re d’Italia al Casinò, si congratula con Mussolini per lo scampato pericolo di un attentato, dà fondo al denaro che si era portato da Costantinopoli e tenta approcci con il Vaticano per un’inedita alleanza tra islamici e cattolici contro l’ateismo che avanza da Est. La sua corte è popolata da spie, mogli infedeli, eunuchi ubriaconi, feroci circassi con il demone della roulette, parenti spericolati e un medico depresso che un giorno viene trovato con un proiettile nella testa. Suicidio o omicidio? A chi toccherà la prossima volta? Cosa sta succedendo all’ombra del grande parco contiguo a quello dove vive il piccolo Italo Calvino? La magistratura italiana inizia caute indagini e i carabinieri intensificano la sorveglianza della villa.
Riccardo Mandelli ricostruisce in questo libro una storia avvincente e mai raccontata prima, in cui si intrecciano le trame britanniche per assicurarsi il petrolio iracheno e abolire l’istituzione panislamica del califfato, le velleità coloniali del fascismo, la strenua lotta di Atatürk per creare uno stato laico. Attraverso la storia di Maometto VI Vahdeddin e l’agonia del grande impero che da secoli incombeva sull’Europa appaiono in una luce sorprendente le contraddizioni che ancora oggi lacerano il Medio Oriente voluto dalle potenze occidentali dopo la prima guerra mondiale.

Saluti
Immagine
Avatar utente
contegufo
 
Messaggi: 1758
Iscritto il: sabato 1 maggio 2010, 21:13
Località: Repubblica di Lucca

Re: L'ultimo sultano. Come l'impero ottomano morì a Sanremo

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 16 febbraio 2011, 15:31

Un paio di immagini della villa (poi denominata - chissà perché - Castello di Devachan) ove visse e morì Maometto VI Vahdeddin...

Immagine

Immagine

Immagine
ed una un po' più attuale

Immagine
Immagine Immagine

Dilige et quod vis fac
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 7893
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: L'ultimo sultano. Come l'impero ottomano morì a Sanremo

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 16 febbraio 2011, 15:58

In questo topic invece, l'ultima immagine del Sultano che lascia il suo palazzo di Istambul:

viewtopic.php?f=6&t=9697
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3139
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma


Torna a Bibliografia Araldico-Genealogico-Cavalleresca



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti