Nunziatura Apostolica

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Nunziatura Apostolica

Messaggioda FP » sabato 26 luglio 2008, 18:27

Cari colleghi,
quali requisiti doveva avere un prelato per essere nominato nunzio apostolico a cavallo tra il XIV e il XVIII secolo? Inoltre c'è un elenco o un'opera che noveri le varie nunziature apostoliche coi relativi nunzi succedutisi nei secoli? Vorrei trovare notizie su un nunzio apostolico dal cognome Vecchioli o de Vecchiolo.Ho controllato e non è stato un Cardinale di S.R.C. Forse fu Vescovo (come generalmente capitava)...
Grazie anticipatamente,
F.P.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1467
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda Antonio Pompili » sabato 26 luglio 2008, 20:46

Carissimo,
i miei studi di storia ecclesiastica sono un po' impolverati... E ancor più lo sono quelle poche nozioni di storia del diritto canonico che ho acquisito a suo tempo.
Ma se ricordo bene la figura del nunzio è di istituzione abbastanza "recente" tra le varie figure di legati pontifici. Di fatto i primi nunzi cominciarono ad operare intorno al XV secolo, ma solo dal XVI secolo si delineò in modo più chiaro la figura di questi prelati che svolgono legazione stabilmente non solo presso le Chiese particolari ma anche presso Stati e autorità civili.
Se riuscirò a risalire ad altri dati sarò lieto di portartene a conoscenza.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3525
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda Zaccheo » sabato 26 luglio 2008, 22:57

Caro Franz,
qualche preliminare notizia sull'origine e la funzione della Nunziatura Apostolica e sulle persone che la compongono puoi trovarla su Wikipedia: http://it.wikipedia.org/wiki/Nunzio_apostolico .

Tra i requisiti posseduti dai sacerdoti chiamati a questa importante e diplomatica funzione di rappresentanza della Santa Sede presso uno stato estero vi è senza meno la conoscenza del Diritto (canonico, internazionale, pubblico - relativo allo stato in cui si opera -, ecc.) e delle lingue (l'ex nunzio di origine indiana Ivan Dias, oggi cardinale, ne conosce correttamente 8 o 9: :D un vero record!), oltre ad altri specifici studi. I Nunzi apostolici di oggi (ma credo anche quelli del passato, come si è detto, non remotissimo) si formano culturalmente presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica di Roma (con sede nell'omonimo palazzo, antistante la Basilica di S. Maria sopra Minerva).
E' consuetudine che essi, in considerazione del singolare ufficio di Chiesa che svolgono (ufficio, che li rende speciali nel panorama ecclesiastico e diplomatico), ricevano, qualora non l'avessero, la consacrazione episcopale. Ai Nunzi apostolici, in virtù di quest'ultima prerogativa, è solitamente affidata una Sede vescovile o arcivescovile titolare (e, dunque, non residenziale).
Consequenzialmente tra i compiti di questi rappresentanti della Santa Sede vi è anche quello di presiedere, quando non diversamente disposto, il rito per le nuove ordinazioni episcopali nell'ambito dello stato nazionale di loro competenza.

La Nunziatura Apostolica fa capo alla Segreteria di Stato della Santa Sede. Molto probabilmente un ufficio preposto conserverà elenchi, notizie ed archivio dei vari uomini di Chiesa che nel corso del tempo si sono avvicendati in questo difficile compito apostolico.

Sperando di esserti stato utile ti saluto, :wink: rammentandoti di far vistita ai tuoi luoghi di origine nel corso di ciò che resta dell'estate.

Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2240
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda Guido5 » domenica 27 luglio 2008, 10:56

Caro Francesco,
"Hierarchia catholica Medii Aevi, sive Summorum Pontificum, S.R.E. Cardinalium, Ecclesiarum antistitum series..." di p. Remigio Ritzler OFM Conv. e altri confratelli, ristampata dal "Messaggero di S. Antonio" di Padova, ha certamente quanto cerchi. Devi però cercare negli indici perché il monumentale lavoro è organizzato per diocesi e i Nunzi, almeno quelli recenti, sono arcivescovi "titolari".

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5064
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda FP » domenica 27 luglio 2008, 23:51

Vi ringrazio davvero per le risposte. Domani sarò a Roma e cercherò di visionare l'opera suggerita dal caro Guido.
Avrete presto notizie :wink:
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1467
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda Antonio Pompili » lunedì 28 luglio 2008, 0:43

Zaccheo ha scritto:Tra i requisiti posseduti dai sacerdoti chiamati a questa importante e diplomatica funzione di rappresentanza della Santa Sede presso uno stato estero vi è senza meno la conoscenza del Diritto (canonico, internazionale, pubblico - relativo allo stato in cui si opera -, ecc.) e delle lingue (l'ex nunzio di origine indiana Ivan Dias, oggi cardinale, ne conosce correttamente 8 o 9: :D un vero record!), oltre ad altri specifici studi.

I non meglio precisati studi "specifici" - lo so per certo perchè uno dei miei più cari amici li sta compiendo - sono "stile diplomatico", "storia della diplomazia", "diplomazia ecclesiastica" e simili. Ma non so se nei secoli passati - almeno prima della nascita dell'Accademia Ecclesiastica - quindi nel periodo indicato dal caro Francesco, esistesse una così definita ratio studiorum in vista del servizio diplomatico alla Santa Sede.

I Nunzi apostolici di oggi (ma credo anche quelli del passato, come si è detto, non remotissimo) si formano culturalmente presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica di Roma (con sede nell'omonimo palazzo, antistante la Basilica di S. Maria sopra Minerva).

Anche se esula un po' dalla richiesta di Francesco possiamo precisare che l'Accademia Ecclesiastica è nata nel 1701 con il nome iniziale di "Accademia dei Nobili Ecclesiastici" (sarà Pio XI a dare all'Istituto il nome attuale).

Allora attendiamo notizie caro Francesco! :wink:
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3525
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda Zaccheo » lunedì 28 luglio 2008, 1:34

Palazzo Severoli a Roma (Piazza della Minerva), dal 1706 sede della Pontificia Accademia Ecclesiastica (all'epoca, come ricordato dal caro Antonio, denominata "Accademia dei Nobili Ecclesiastici"):


Immagine


antonio p. v. g. ha scritto:Allora attendiamo notizie caro Francesco! :wink:

Sì, tienici aggiornati :D messere Arquati!

Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2240
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda FP » lunedì 28 luglio 2008, 11:55

Cari amici,
vi ringrazio per l'attenzione dedicatami!Dunque, sono stato alla Biblioteca Casanatense a Roma ed ho esaminato sia il testo suggerito dal caro Guido, sia il solito Italia Sacra di Ughelli. Nell'Ughelli, alla lettera V ho trovato i seguenti vescovi italiani:
Vecchia Petrus
de Vecchiano Hieronymus
de Vecchis Carolus

Ho esaminato questi nominativi nel dubbio che il cognome potesse essere stato modificato dall'autore, ma nessuno è l'uomo che cerco.
Dunque il Vecchioli o de Vecchiolo non è stato neanche vescovo. Nell'opera Hierarchia Catholica Medii Aevi purtroppo non ho riscontrato niente di interessante, stante il fatto che non conosco la diocesi in cui eventualmente il Nunzio Vecchioli ha operato (mi sembra di aver capito che il testo raggruppi in ciascuna diocesi i vescovi e tutti gli ecclesiastici che hanno operato in essa ed io so solo che il Vecchioli era aquilano). Secondo voi che posso fare ancora? So solo un cognome, l'area di provenienza e un arco di tempo molto ampio: XV-XVIII secolo :roll:
A presto :wink:
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1467
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda FP » lunedì 28 luglio 2008, 12:05

Ulteriore commento: la versione di Italia Sacra che ho visionato fu ultimata nel 1733 da Nicola Coleti; dunque fino a quell'epoca non sono esistiti vescovi col cognome che cerco. Da quanto mi è stato riferito dubito fortemente che il Nunzio di cui cerco notizie sia vissuto nel Settecento. Il sospetto è che sia vissuto a cavallo tra XV e XVI secolo.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1467
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda FP » lunedì 28 luglio 2008, 12:10

Altra cosa: mi citate il nome di un Nunzio dei sec. XIV-XV che non sia stato vescovo? Non è anomalo che un Nunzio non abbia ottenuto il titolo di vescovo?
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1467
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda dpascale » lunedì 28 luglio 2008, 13:06

Gentile Francesco,

conosco il caso di un certo Bartolomeo Guidotti di Bologna, che ricevette la tonsura chiericale alla fine del '300 e all'inizio del '400 fu Nunzio nel Regno d'Ungheria, creato da Papa Giovanni XXIII. Sicuramente non era vescovo, tanto è vero che poco dopo si sposò ed ebbe dei figli. Il problema è che so veramente poco su questo personaggio e dunque non ho notizie sulle sue attività in qualità di nunzio, né se all'epoca con il termine "nunzio" si intendesse quello che intendiamo noi oggi.

Spero che queste scarne notizie le (ti? :) ) possano essere utili


Daniele
dpascale
 
Messaggi: 1159
Iscritto il: sabato 2 giugno 2007, 18:42

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda FP » lunedì 28 luglio 2008, 13:53

Ti ( :D ) ringrazio, aspetto il parere di altri amici sulla questione...devo dire che se ne sa molto poco.
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1467
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda Antonio Pompili » lunedì 28 luglio 2008, 23:23

FP ha scritto:Altra cosa: mi citate il nome di un Nunzio dei sec. XIV-XV che non sia stato vescovo? Non è anomalo che un Nunzio non abbia ottenuto il titolo di vescovo?

Continuando e approfondendo alcune indicazioni che avevo sopra dato, posso dire che la prima figura di nunzio, di fatto, fu accreditata presso il Regno di Spagna nel 1492. La seconda si incontrerà nella Repubblica di Venezia nel 1498.
A partire dal secolo successivo, presso i più importanti Stati nazionali.
Comunque non credo ci siano stati casi di nunzi non insigniti della dignità epicopale.
Potrebbe esser che nelle figure di legati esistenti già dall'epoca medievale (legati nati, missi e a latere) ci fosse qualche eccezione.
Ma devo ancora compiere qualche indagine per poter offrire dati certi a riguardo.
Dando uno sguardo al panorama attuale possiamo dire che la caratteristica propria del "nunzio" è l'accreditamento presso un governo, mentre i "delegati apostolici" rappresentano il Santo Padre presso le chiese particolari. Infine gli "osservatori" rappresentano la Santa Sede presso gli organismi internazionali. Si tratta evidentemente in quest'ultimo caso di una categoria di legati di recente comparsa. Tra di essi possono esserci anche sacerdoti o addirittura dei laici.
Ultima modifica di Antonio Pompili il martedì 29 luglio 2008, 22:33, modificato 1 volta in totale.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3525
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda Guido5 » martedì 29 luglio 2008, 0:42

Cari amici,
confermando, per quel che mi consta, quanto dice don Antonio, faccio un esempio inconsueto: mons. Claudio Rangoni (1559-1621), nominato vescovo di Reggio Emilia il 16 dicembre 1592, fu contemporaneamente Ordinario in quella diocesi e, dal 1598 al 1607, Nunzio Apostolico in Polonia. Una presenza particolarmente importante perché secondo Krzysztof Rafal Prokop fu lui, e non l’arcivescovo Karnkowski, a consacrare - nella domenica “Laetare” del 1601, il 1° aprile - mons. Wawrzyniec Gembicki attraverso il quale passa la “successsione apostolica” per la cosiddetta “catena polacca”, condivisa da meno del 2% dell'attuale episcopato ma che comprende tra gli altri anche papa Pio XI. Non si conosce, per il momento, quando e da chi Claudio Rangoni sia stato consacrato vescovo.

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5064
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Nunziatura Apostolica

Messaggioda FP » martedì 29 luglio 2008, 1:31

Grazie a tutti. E' vero: un nunzio apostolico è un legato pontificio accreditato presso uno stato nazionale. Dubito che una carica così elevata sia stata ricoperta da ecclesiastici che non siano stati almeno vescovi. In molti casi i nunzi erano e sono addirittura cardinali :wink:
~ Tua vivimus luce ~
FP
 
Messaggi: 1467
Iscritto il: giovedì 20 marzo 2003, 15:39

Prossimo

Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti