Uso decorazioni su smoking

Per discutere, di tutto un po' sulle nostre materie / Discussions of a general nature on our topics

Moderatore: Guido5

Uso decorazioni su smoking

Messaggioda adriano » lunedì 15 febbraio 2010, 19:20

Cari amici del Forum,
avevo letto che generalmente le decorazioni non si usano sullo smoking in quanto non abito prettamente da cerimonia, ma evidentemente, vista l'autorevolezza della fonte, http://www.smomdgproma.org/documenti-vari/Ballo_Napoli.pdf, è possibile utilizzarle anche sullo smoking.
La mia domanda è se, dando per pacifico l'uso della decorazione piccola sullo smoking, secondo voi, l'uso resta limitato solo a questa oppure anche eventualmente anche alla grande e/o alla rosetta?

un saluto a tutti.
adriano
 
Messaggi: 37
Iscritto il: lunedì 13 agosto 2007, 13:32

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda nicolad72 » martedì 16 febbraio 2010, 15:45

E' una prassi che si sta diffondendo sempre più... da molti (tra i quali vi sono io) non condivisa, ma ciò non ferma il dilagare di questo modo di indossare le decorazioni. (forse fra tutti è il meno osceno)

Evidentemente, molti si vergognano ad indossare la cravatta bianca, unico abito civile sul quale possono essere indossate le grandi decorazioni.

La Cravatta Nera è un abito informale, che si usava per andare nei locali a bere, a sentire musica, a ballare. Non è un abito da cerimonia. Le Decorazioni si usano in contesti cerimoniali o di una certa importanza. Da qua la norma di galateo che non prevede l'uso di decorazioni sullo smoking.

Queste le ragioni, ma in questo periodo di relativismo assoluto... ognuno pensa solo a soddisfare il proprio ego e a dare libero sfogo alle proprie vanità.
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9775
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda adriano » martedì 16 febbraio 2010, 17:13

E' una prassi che si sta diffondendo sempre più... da molti (tra i quali vi sono io) non condivisa


Però in questo caso l'ospite e redattore dell'invito, non è un singolo privato ma è un espressione del principale ordine cavalleresco esistente. Questa autorizzazione di fatto, nobilita lo smoking ad abito sufficientemente formale da poter essere utilizzato con le decorazioni.

ma ciò non ferma il dilagare di questo modo di indossare le decorazioni. (forse fra tutti è il meno osceno)


a quali usi e modi osceni ti riferisci?

la cravatta bianca, unico abito civile sul quale possono essere indossate le grandi decorazioni.

La Cravatta Nera è un abito informale, che si usava per andare nei locali a bere, a sentire musica, a ballare. Non è un abito da cerimonia. Le Decorazioni si usano in contesti cerimoniali o di una certa importanza. Da qua la norma di galateo che non prevede l'uso di decorazioni sullo smoking.


Probabilmente, e ipotizzo solo il mio parere, dietro questa autorizzazione, vi è una promozione "sul campo" dello smoking, anche perchè in effetti oggi non è più quell'abito SOLO per andare a bere o a ballare com'era un tempo, ma è diventato, di fatto, anche un abito che definisce un certo livello di formalità di una cena / invito (anche con la dicitura cravatta nera sull'invito).

ciao
adriano
 
Messaggi: 37
Iscritto il: lunedì 13 agosto 2007, 13:32

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda nicolad72 » martedì 16 febbraio 2010, 19:13

Il frack costa troppo (bisogna andare da un sarto a farselo fare), non tutti sono in grado di portarlo e non si usa sovente... lo smoking è più facile riciclarlo in qualche altra occasione... è questione di portafogli... di chi vuol giocare a fare il nobile quando non ne ha le possibilità...

Il resto son tentativi di giustificare....
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9775
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda Guido5 » martedì 16 febbraio 2010, 20:45

nicolad72 ha scritto:... è questione di portafogli... di chi vuol giocare a fare il nobile quando non ne ha le possibilità...

Mah, io sapevo che l'abito non fa il monaco... Dunque, il saio non basta per fare un frate ma per essere nobile è indispensabile avere un frac nell'armadio?

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5012
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda equites » martedì 16 febbraio 2010, 21:54

nicolad72 ha scritto:E' una prassi che si sta diffondendo sempre più... da molti (tra i quali vi sono io) non condivisa, ma ciò non ferma il dilagare di questo modo di indossare le decorazioni. (forse fra tutti è il meno osceno)

Evidentemente, molti si vergognano ad indossare la cravatta bianca, unico abito civile sul quale possono essere indossate le grandi decorazioni.

La Cravatta Nera è un abito informale, che si usava per andare nei locali a bere, a sentire musica, a ballare. Non è un abito da cerimonia. Le Decorazioni si usano in contesti cerimoniali o di una certa importanza. Da qua la norma di galateo che non prevede l'uso di decorazioni sullo smoking.

Queste le ragioni, ma in questo periodo di relativismo assoluto... ognuno pensa solo a soddisfare il proprio ego e a dare libero sfogo alle proprie vanità.


Concordo in pieno!


Guido5 ha scritto:Mah, io sapevo che l'abito non fa il monaco... Dunque, il saio non basta per fare un frate ma per essere nobile è indispensabile avere un frac nell'armadio?



Beh.... si! Meglio se è un frac d'epoca, magari lo stesso indossato da quell'avo a cui si somiglia tanto, come testimonia il ritratto appeso nella galleria degli antenati! [euro.gif]

Scherzi a parte, l'abito non fa il monaco, come dice il proverbio ed il frac non fa il nobile, come ci ha magistralmente ricordato il Principe di Lampedusa, però.... tu come giudicheresti un allegro signore che indossa le sue belle miniature melitensi su un frac blu elettrico con papillon color argento? [yikes.gif]
"...e per rincalzo il cuore"
equites
 
Messaggi: 826
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 22:17
Località: Taranto

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda Maurizio Cosentino » domenica 21 febbraio 2010, 19:47

Al riguardo, ho letto una interessante nota a pagina 78 del libro di Fabio Cassani Pironti, "Ordini in ordine". L' uso delle decorazioni sullo smoking, viene considerato dall'autore, come aspetto da codificarsi.
...sed sunt quoque qui scire volunt ut aedificent / et charitas est. / Et item qui scire volunt ut aedificentur, / et prudentia est.
Maurizio Cosentino
 
Messaggi: 229
Iscritto il: martedì 3 novembre 2009, 14:30
Località: Napoli

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda nicolad72 » lunedì 22 febbraio 2010, 0:43

Un modo diplomaticamente corretto per dire: "la trovo una pagliacciata, ma poichè in molti lo usano e non voglio farmi troppi nemici... dico che è un uso ancora da codificare, poi chi ha orecchie intenda"

Ma questa è la mia interpretazione.... as usual

Guido5 ha scritto:io sapevo che l'abito non fa il monaco


Verissimo, ma penso che tu sappia che non lo fa il monaco, ma lo dimostra... ed in questo caso è indice di quel more nobilium che della cavalleria dovrebbe essere una premessa indefettibile...

anche se oggi, per citare il vecchio caro Cicerone (giusto per lasciar riposare in pace Esopo... troppo spesso tirato in ballo da acluni protagonisti di un suo famoso racconto), O tempora o mores!
Immagine
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 9775
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda Qohelet » lunedì 22 febbraio 2010, 7:18

Nessuno più di me, e credo di averlo più volte manifestato su questo forum, auspicherebbe il ritorno di abiti civili adatti alle circostanze, agli orari, all' etichetta. Possiedo un frac che ho perfino usato in qualche occasione e (incredibile a dirsi) un tight che mi è stato parecchio utile nel Regno Unito. Quindi non ne faccio una questione di taccagneria, ma di buona educazione e di pragmatismo.
Occorre prendere atto che in questi tempi di basso impero l' abito formale per antonomasia è diventato lo smoking, e mica solo per girare per bische clandestine dell' Upper West Side: anche all' Ordine di Malta ed in tutti gli altri Ordini (posso produrre un fascicolo di inviti come quello postato, con un po' tutti i mittenti), alla prima della Scala, al ballo del Consolato Austriaco, a quello dei 100 e non più 100, alle cene di gala del circolo del Giardino e dell' Unione. Non parliamo poi di una cena sia pure in un ottimo ristorante: qualora ci si presentasse in smoking si verrebbe scambiati per il cameriere, è di rigore un completo bleu scuro....
Possiamo (ripeto, io per primo) tutti in coro piangere e scuotere la testa su questo stato di cose, possiamo sollecitare attraverso influenti membri del forum i cerimonieri degli Ordini (io ci ho provato [zip.gif] ), ma occorre acnhe prendere atto di uno status quo che è inoppugnabile, e che appare oramai anche "codificato" dalgi inviti ufficiali che ci piovono addosso un po' dappertutto.
Ora, magari sono solo io a vederla così, ma a me parrebbe assurdo che sul più scialbo completinotrebottonimezzofortefacis utilizzato per andare tuti i giorni in ufficio un cav, comm, gr. uff. potesse apporre la rosettta dell' Ordine e sullo smoking indossato in cerimonie o ricevimenti ufficiali assolutissimamente nulla. Ma certo, è vero che lo smoking è nato come abito disimpegnato per broccolar localacci, ma oggi non è più così, ed i cerimonieri ne hanno preso atto. Posso dissentire in linea di principio, ma debbo convenire su quella pratica.
Anche perchè se sugli inviti c'è scritto (e c'è scritto) cravatta nera e miniature, io che faccio, mi presento in frac perchè in linea di principio in quella circostanza il frac sarebbe adeguato? Mah...
Sulla rosetta portata al bavero dello smoking non ho grosse perplessità, mentre per questioni di gusto del tutto personale non ci vedrei troppi nastrini: se proprio si volessero portare le miniature (e dato che sugli inviti è specificato, non metterle specie in circostanze ufficiali può essere considerato indelicato) trovo molto più elegante la catenella con tre, tre, tre miniature appese. Ma questo, ripeto, è una questione di gusto personalissimo. Con molta stima

Andrea
Andrea
"Se questi erano i miei torti, preferisco le mie sventure ai trionfi dei miei avversari"
Qohelet
 
Messaggi: 532
Iscritto il: giovedì 28 giugno 2007, 12:10
Località: Milano, Pavia

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda adriano » lunedì 22 febbraio 2010, 9:59

Maurizio Cosentino ha scritto:Al riguardo, ho letto una interessante nota a pagina 78 del libro di Fabio Cassani Pironti, "Ordini in ordine". L' uso delle decorazioni sullo smoking, viene considerato dall'autore, come aspetto da codificarsi.


Non ho letto questo noto libro, e non so se scrive altro sull'argomento, ma mi sembra che liquidi troppo velocemente la questione, C'è qualcuno degli amici del forum che per caso ha letto il testo "vestire gli onori" ? Magari approfondisce un po di più come ha già fatto Andrea "Qohelet", a cui volevo anche chiedere:

Qohelet ha scritto: trovo molto più elegante la catenella con tre, tre, tre miniature appese


scusa l'ignoranza, ma cos'è questa catenella? E perchè tre miniature tre?

Ed infine ritieni che questa tendenza, porterà ad ufficializzare (su inviti formali come questo), anche l'uso delle grandi decorazioni sullo smoking?

ciao e grazie
adriano
 
Messaggi: 37
Iscritto il: lunedì 13 agosto 2007, 13:32

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda Qohelet » lunedì 22 febbraio 2010, 11:31

Sulle grandi decorazioni la vedo difficile, più che altro per questioni di disuso effettivo delle medesime: parlavo l' altro ieri con un neoinsignito di prestigiosissimo ordine equestre il quale mi domandava l' uso corretto delle decorazioni; al termine della complessa spiegazione mi ha replicato: "Va bene, ma perchè devo spendere soldi per la croce e la miniatura che tanto non metto? Compero la rosetta e i soldi che risparmio li do all' Ordine". Non sono riuscito a dargli proprio tutti i torti.
Va inoltre considerato il fatto che una giacca da smoking, in quanto tagliata in modo diverso, "porterebbe" malissimo (per questioni di peso) le placche ed altrettanto male le sciarpe di grande croce, non disponendo di un gilet ed andando comunque portata abbottonata.
Trovo che le decorazioni da collo non starebbero così male, anche perchè la differenza di colletto tra una camicia da smoking ed una da frac è minima, e lo sparato si usa pure sullo smoking; credo che sia solo una questione di consuetudine. Si incaricherà il tempo di codificarlo o di lasciarlo nel limbo del cattivo/dubbio gusto: di certo una decorazione da collo starebbe meglio su uno smoking che sulle cravatte delle uniformi militari, dove pure è prevista.
Sulle tre miniature tre, mi rifaccio ad un' inveterata consuetudine che prevede di pessimo gusto ostentare troppa roba tutta assieme: primo perchè sarà mia premura onorare l' Ordine o gli Ordini che mi ospitano in quella circostanza (ad esempio ad una serata dello SMOM posso portare assieme Malta, San Gregorio e Benemerenti, eviterei la commenda dell' Ordine del Bagno perchè, quantunque prestigiosissima, è conferita da un Sovrano non cattolico) , secondo perchè se ho tredici gran croci e nove grandufficialati non li devo portare tutti, la gente lo sa già [euro.gif]
Con molta stima

Andrea
Andrea
"Se questi erano i miei torti, preferisco le mie sventure ai trionfi dei miei avversari"
Qohelet
 
Messaggi: 532
Iscritto il: giovedì 28 giugno 2007, 12:10
Località: Milano, Pavia

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda T.G.Cravarezza » lunedì 22 febbraio 2010, 12:26

Concordo in toto con il preciso Qohelet. Ormai l'uso dello smoking come "secondo abito formale da sera" è, de facto, una realtà. Ci mancherebbe, anche presentarsi alla prima della Scala in jeans è una realtà, ma questo non mi impedisce di andare in smoking, fossi anche l'unico. Specificato ciò, però, io stesso indosso lo smoking alla prima della Scala, non il frac (un tempo si sarebbe usato il frac). Quindi, pur approvando quanto scrive il nostro Nicola, dobbiamo ormai accettare la realtà e siccome lo smoking non è paragonabile al jeans e al completo, ma è pur sempre un capo particolarmente elegante, con un bel taglio, ormai codificato, ritengo che l'uso di una rosetta e di due o tre miniature possa essere accettabile, soprattutto se indicato dal padrone di casa sull'invito.
Come scrive Qohelet è assurdo che per andare al lavoro posso indossare la mia rosetta sull'abito e per una serata formale il mio smoking debba essere spoglio. Ci mancherebbe, personalmente non muoio per questo, però appare evidente che sia un controsenso.
I casi sono due.
1) Da domani tutti, compreso il nostro Nicola, passiamo ai fatti e ci presentiamo al prossimo cambio di un comandante militare o alla parata del 2 giugno in tight, alla prima della Scala, agli auguri del corpo consolare cittadino e al ballo dei cento e non più cento in frac e alla cenetta romantica con la nostra fidanzata nel ristorantino sotto casa in smoking.
2) Accettiamo lo stato di fatto delle cose e consideriamo ormai lo smoking come "secondo abito formale da sera" e codifichiamo l'uso delle decorazioni anche su di esso. Personalmente consiglierei una rosetta o due o tre miniature (sia a nastro che con catenella). Su un aspetto però non transigo: vietato l'uso delle decorazioni in formato normale. Almeno quelle lasciamole al frac.
Altre soluzioni non ci sono. Parliamoci chiaro, ormai a parte in Vaticano (e anche lì solo in determinate circostanze) e in qualche occasione presso le ambasciate, l'uso del frac è completamente cessato. Inoltre, se siamo onesti, addirittura lo smoking non vive vita facile, perchè mi capita spesso di osservare che anche in occasioni in cui ci starebbe bene, gli organizzatori preferiscono il classico "abito scuro", perchè al giorno d'oggi non solo non si possiede un frac o un tight, ma non si possiede più nemmeno lo smoking e mi è capitato più volte di sentire critiche per la richiesta della "cravatta nera" da parte di personalità anche istituzionali e di rilievo che non avevano quel capo o se lo avevano ormai era stretto e avrebbero dovuto rifarselo.
Insomma, la teoria è una cosa, la pratica è un’altra.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6092
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda Tilius » lunedì 22 febbraio 2010, 15:09

Qohelet ha scritto:...se proprio si volessero portare le miniature (e dato che sugli inviti è specificato, non metterle specie in circostanze ufficiali può essere considerato indelicato) trovo molto più elegante la catenella con tre, tre, tre miniature appese.
Andrea

La precisazione della "piccola decorazione" (a differenza della "cravatta nera", quella sì oggettivamente inderogabile...) più che una richiesta vincolante, credo la si debba intendere come una indicazione preventiva onde evitare che qualcuno, in assenza della medesima, si lanci nello sfoggio di formati non propriamente adatti... [bangin.gif]
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11699
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda Qohelet » lunedì 22 febbraio 2010, 15:51

Non saprei: forse pecco d' ottimismo, ma trattandosi dello SMOM presumo che sia chiarissimo a tutti che con la cravatta nera, di norma, non si porta assolutamente nulla al di fuori di un paio di gemelli dell' Ordine, quindi mi ostino a ritenere che quella non sia una preventiva limitazione ma un' esplicito invito ovvero un' autorizzazione. Non so come ci si regoli altrove, ma a Milano il cerimoniere non esita a fulminare qualcuno che si presenti in Delegazione con la rosetta ed un abito senza cravatta, quindi do per assodato che tutti conoscano le norme di base. Ripeto, a costo di sembrare ottimista, nella fattispecie illustrata a me pare un' esplicita autorizzazione. Ne ho viste di consimili in mauali di cerimoniale dell' OESSG e di diverse ambasciate. Con la consueta stima

Andrea
Andrea
"Se questi erano i miei torti, preferisco le mie sventure ai trionfi dei miei avversari"
Qohelet
 
Messaggi: 532
Iscritto il: giovedì 28 giugno 2007, 12:10
Località: Milano, Pavia

Re: Uso decorazioni su smoking

Messaggioda equites » domenica 28 febbraio 2010, 16:47

Questa discussione mi sembra sia arrivata a conclusioni simili a quella sull'uso delle uniformi degli ordini cavallereschi: la maggioranza degli astanti concorda sull'opportunità, per non dire la necessità di usare il frac in determinate occasioni, d'altra parte non possiamo fare a meno di prendere atto che anche a livello istituzionale si sta cominciando a preferire una abito da sera meno formale.

Il pragmatismo, spesso forzato, alle volte impone dei sacrifici, tuttavia non è detto che si debba rimanere inermi. So bene che in più di una occasione diversi forumisti hanno l'opportunità di incontrarsi (alcune sono state indicate da Qohelet) e credo quindi che non sia difficile accordarsi per indossare tutti il frac. Magari all'inzio saremo (o sarete) in pochi, ma in seguito non è detto che non si possa innescare una positiva tendenza!
Ultima modifica di equites il sabato 6 marzo 2010, 17:14, modificato 1 volta in totale.
"...e per rincalzo il cuore"
equites
 
Messaggi: 826
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 22:17
Località: Taranto

Prossimo

Torna a Piazza Principale / Main Square



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti