Conti Spini Lamenti di Albino

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Conti Spini Lamenti di Albino

Messaggioda Wapro » martedì 4 aprile 2006, 15:03

Egregi,

mi aggancio all'argomento trattato nella sezione di Araldica e alle informazione gentilmente fornite da carissimo MCS per chiedere assistenza ai carissimi amici di questo forum nella ricerca di informazioni riguardo i "Conti Spini Lamenti di Albino" il cui stemma è trattato nella sezione Araldica visualizzabile al "link" :

http://www.iagiforum.info/viewtopic.php?t=2421

Grazie
Stefano
Avatar utente
Wapro
 
Messaggi: 55
Iscritto il: martedì 28 marzo 2006, 20:39
Località: Monferrato

Re: Conti Spini Lamenti di Albino

Messaggioda Antonio De Battisti » domenica 26 settembre 2010, 15:30

Gentile Wapro,
la fonte è l' Enciclopedia storico-nobiliare di Vittorio Spreti.

SPINI
Arma : D'argento al ramo di spino di verde, fiorito di rosso.
Immagine


Alias : Partito da un filetto di rosso : nel 1°troncato d'azzurro e di rosso alla fascia caricante la troncatura ed al mezzo palo scendente verso la punta lungo la partizione, il tutto d'argento ; nel 2°d'argento allo spino secco di nero nascente dalla partizione, posto in palo e nodrito sulla campagna erbosa di verde. (Da una raccolta di poesie a ricordo delle nozze del conte Giovanni Spini con una LOCATELLI nel 1777. Raccolta Camozzi, numero 3506. Stemma presentato per il ricon. della nobiltà, il 28 febbraio 1820, da Filippo, Marco Antonio e Pietro qm. Giovanni).
Immagine


Alias : D'argento alla pianticella di spino sradicata, col tronco nodoso al naturale, fogliata di verde e fiorita di rosso. (Raccolta Camozzi, numero 1870 : Spini d'Albino ovvero Da Spino).
Immagine


Alias : Partito : nel 1°troncato d'azzurro e di rosso alla fascia caricante la troncatura e al mezzo palo scendente verso la punta lungo la partizione, il tutto d'argento ; nel 2°di nero pieno. (Manganoni, pagina 54 ; Pagano, pag. 133. Spino discesi da Spino).
Immagine


Alias : Partito : nel 1°d'oro al cipresso di verde nodrito su la campagna erbosa dello stesso ; nel 2°troncato d'azzurro e di rosso alla fascia caricante la troncatura ed al mezzo palo scendente verso la punta lungo la partizione, il tutto d'argento. (Pagano, pag. 133 ; Raccolta Camozzi, num. 1861 ; Manganoni, pagina 64. Nel primo punto, invece del cipresso, anche uno spino).
Immagine


Alias : D'oro al monte di tre cime di verde, movente dalla punta, e sostenente sulla vetta più alta mediana un'aquila di nero coronata del campo. (Raccolta Camozzi, n. 1868).
Immagine


Alias : Inquartato : nel 1°e 4° partito da un filetto di rosso : a) troncato d'azzurro e di rosso alla fascia caricante la troncatura e al mezzo palo scendente verso la punta (SPINI) ; nel 2°e 3°d'azzurro troncato da una fascia di rosso carica di tre quadrifogli d'oro, accompagnata in capo da un giglio ed in punta da una corona all'antica di cinque punte, il tutto d'oro (NOLI de' GHERARDI). (Raccolta Camozzi, n. 2565. Albino, sul palazzo Spini).
Immagine


La famiglia SPINI ebbe origine e cognome da Spino, paesello della Valle Brembana ; ma si trasferì ad Albino nella Valle Seriana, dove, particolarmente coll'industria e col commercio della lana e della seta, si arricchì e costruì una roggia che ancor oggi si denomina Roggia Spini.

E' ben noto a Bergamo PIETRO Spino, figlio di Pellegrino (* 13-X-1503 + 10-IV-1585). Per molti anni fu tra gli anziani del Comune di Bergamo ; scrisse poesie anche in dialetto e pubblicò, nel 1569, la vita di Bartolomeo Colleoni (Venezia, Percaccino ; ristampata a Bergamo dal Santini, 1732, ed a Trieste da Colombo-Coen, 1859).

Suo figlio MARCANTONIO ne compose la biografia, della quale trovasi copia manoscritta nella Biblioteca Civica, ricavata dall'originale che era nella libreria del conte Giacomo Carrara. Altra copia ne trasse il padre Barnaba Vaerini e se ne giovò per la sua opera sugli Scrittori di Bergamo.
Un bel ritratto di Pietro Spino si conserva nella Biblioteca di Bergamo, dono Sozzi.

Dalla Corona di Spagna gli Spini acquistarono il feudo di Gatera Magioca col titolo di conte, che venne confermato dal Senato Veneto con deliberazione 15 novembre 1687.
Nel 1695 vennero pertanto iscritti nel Libro d'Oro dei veri titolati, col titolo di conte :
- GIOVANNI e CARLO qm. Bernardo
- GIUSEPPE BERNARDO, GIUSEPPE FILIPPO e MARCANTONIO, figli di Carlo

Avevano palazzo in Bergamo nel Borgo S. Tomaso, ora delle Canossiane.
Due ritratti degli Spini, opera di Giambattista Moroni, sono all' Accademia Carrara, uno di Bernardo, l'altro di Pace Spini, nata RIVOLA.
http://commons.wikimedia.org/wiki/File: ... ni_019.jpg

Nel Consiglio di Bergamo entrarono :
- PEREGRINO nel 1523
- PIETRO, 1546
- BERNARDO, 1548
- GIROLAMO, 1564
- MARCANTONIO, 1581
- ANNIBALE, 1615
- GIUSEPPE conte, 1720, ed altri di seguito fino a
- GIOVANNI, 1761-1787
- FRANCESCO, 1764-1797
- VINCENZO, 1797-1799
- FILIPPO, 1799

Ottennero la conferma della nobiltà :
FILIPPO, MARCANTONIO e PIETRO quondam Giovanni, 28 febbraio 1821.

Nell' Elenco del 1828 sono iscritti :
FILIPPO, MARCANTONIO e PIETRO

Nell' Elenco del 1840 sono iscritti :
FILIPPO e PIETRO, poi GIOVANNI, BARTOLOMEO e VINCENZO

Da Giovanni e da una nobile dei conti di ROSATE è nata ANGELA in Brevi.

La famiglia è iscritta nell' El. Uff. Nob. Ital. col titolo di nobile (mf) e nobile dei conti (mf), in persona di :
Paola, di Bartolomeo, di Marcantonio
Angela, di Giovanni, di Marcantonio, ved. Brevi.


Cordiali saluti
Antonio De Battisti
 
Messaggi: 1223
Iscritto il: martedì 6 gennaio 2009, 18:28


Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti