Trabucco della Torretta

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Messanensis, Alessio Bruno Bedini, GENS VALERIA

Trabucco della Torretta

Messaggioda Mario Trabucco » mercoledì 27 aprile 2011, 13:55

Ecc. mi Signori,

come molti novelli utenti di questo forum anche io comincio subito dalla storia della mia famiglia. Da quasi quindici anni ormai, seppur in maniera molto discontinua, porto avanti un lavoro di ricostruzione genealogica iniziato con mio nonno e proseguito in suo ricordo anche dopo la sua scomparsa.

Premetto che sono riuscito a ricostruire, attraverso gli archivi di stato civile e di stato, sia diplomatico che notarile, la linea diretta che collega me a don Tommaso Trabucco, patrizio napoletano nato a Cava de' Tirreni nel 1690 e morto a Palermo nel 1761, padre di quel Salvatore che poi acquisì la signoria sul feudo della Torretta di Marineo nel 1773. Da quel poco che sono riuscito a conoscere, la famiglia di provenienza di Tommaso era ben radicata a Napoli (ove aveva un palazzo in via San Liborio e una cappella familiare nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a Toledo) e godeva di una certa agiatezza, derivante da possedimenti familiari nel salernitano (Cava, Vietri, Minori) e da qualche buona attività commerciale intra ed extra Regno. Inoltre alcuni membri della famiglia avevano preso l'incarico di Real Tesoriere di Marina.

A quel che pare la famiglia Trabucco si era stabilita a Napoli a partire da un tale Nicolò Trabucco, mastro di campo al servizio di Carlo V, quindi direi intorno al 1535. Un altro Tommaso, forse un suo pronipote dallo stesso nome, avrebbe donato 30000 ducati per la fondazione del monastero di San Francesco di Sales all'infrascata intorno al 1690, a sentir la notizia riportata dal Ceva Grimaldi (1857, pag 466).

Nondimeno esistono testimonianze di vari membri della stessa famiglia a Cava e a Minori anche nei secoli precedenti (per es. un Giovan Vincenzo Trabucco, figlio di Domenico, che ebbe la portolania di tutte le terre del ducato d'Amalfi, o un Tommaso che fu scelto come arbitro in una contesa tra le comunità di Scala e Minori), riportate da Matteo Camera nel suo volume del 1881, Memorie storico-diplomatiche dell'antica città e ducato di Amalfi, cronologicamente ordinate e continuate sino al secolo xviii, che però non ho potuto ancora consultare se non per quel poco che concede quel magnifico strumento che è Google Books.

Ritengo che il discorso si stia già ingarbugliando così, e che quindi sia il caso di passare alle domande che vorrei porre:

- qualcuno ha maggiori informazioni sulla famiglia Trabucco a Napoli? Esiste ad esempio uno stemma?
- che collegamento può esserci tra il Tommaso n. 1690, tesoriere di marina, che si spostò a Palermo e i Trabucco che a Napoli fecero costruire il palazzo di via San Liborio all'architetto Nicola Tagliacozzi Canale? Tommaso è detto patrizio napoletano: è dunque un cadetto di una famiglia già stabilita a Napoli?
- e che collegamento c'è tra i Trabucco che già stavano intorno a Cava e quelli napoletani? Sono membri della stessa famiglia?
- chi è dunque il Nicolò Trabucco che sarebbe giunto a Napoli al seguito di Carlo V? Esistette mai e da dove venne?

Come vedete le domande sono molte, e vi assicuro che non sono tutte (vi sono delle presenze anteriori anche in Sicilia, per esempio), ma sono sicuro che con l'aiuto della vostra passione potremo mettere via via un po' d'ordine.

Vi ringrazio in anticipo,

Mario Trabucco
Ultima modifica di Mario Trabucco il venerdì 14 ottobre 2011, 15:18, modificato 2 volte in totale.
Mario Trabucco della Torretta

INQUIRENDO VERITATEM PERCIPIMUS
Avatar utente
Mario Trabucco
 
Messaggi: 33
Iscritto il: lunedì 18 gennaio 2010, 21:39
Località: Exeter, UK

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda GENS VALERIA » mercoledì 27 aprile 2011, 16:17

Benvenuto nel forum, Mario !
Complimenti per la bella ricerca che stai facendo e per i buoni risultati finora ottenuti . Suppongo tu abbia già visionato ciò che la rete mette a disposizione, ad es:
http://www.ilportaledelsud.org/cognomi_t2.htm
http://www.regione.sicilia.it/benicultu ... toreti.htm

Che dire? Auguriamoci che qualche utente abbia dati note che possano essere di aiuto.

Mi permetto, per esperienza, di darti un consiglio. Grazie ( anche ma soprattutto ) all’anagrafe sacramentale si possono ottenere i dati che potranno confermare la tua linea genealogica fino a metà del XVI Secolo .
Parti dal dato certo che hai ( Tommaso Trabucco, patrizio napoletano nato a Cava de' Tirreni nel 1690 e morto a Palermo nel 1761) e prova a risalire per mezzo degli atti di battesimo, matrimonio , morte , stato delle anime .
Nel caso specifico dal certificato d battesimo puoi ricavare il nome di padre e madre e da qui risalire all’atto del loro matrimonio, ricavando i dati dei loro genitori.
Contatterei la diocesi di Amalfi-Cava de’ Tirreni , con un po’ di pazienza e di fortuna dovresti riuscire ad “agganciare” Tommaso Trabucco e verificarne la provenienza .

Saluti toto corde :D
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 5285
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda Mario Trabucco » giovedì 28 aprile 2011, 13:21

Grazie del consiglio. Effettivamente è la procedura che ho utilizzato per ricostruire le generazioni più lontane, ma è ovvio che vien più facile fare queste ricerche in loco piuttosto che chiedere a qualcuno di farle a distanza. Nella vostra esperienza è successo che mandando una mail ad un archivio diocesano abbiate ricevuto notizia su un soggetto della vostra ricerca?
Ultima modifica di Mario Trabucco il giovedì 28 aprile 2011, 14:30, modificato 2 volte in totale.
Mario Trabucco della Torretta

INQUIRENDO VERITATEM PERCIPIMUS
Avatar utente
Mario Trabucco
 
Messaggi: 33
Iscritto il: lunedì 18 gennaio 2010, 21:39
Località: Exeter, UK

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda GENS VALERIA » giovedì 28 aprile 2011, 14:02

Non facilissimo , ma è possibile . Sarò stato fortunato ma, per un quarto familiare, sono riuscito a risalire di otto generazioni senza staccarmi dal PC.
La prassi per una ricerca genealogica eseguita scientificamente è quella di contattare il responsabile dell' archivio diocesano ( nel tuo caso prova la diocesi Amalfi - Cava dei Tirreni ) ed informarsi sulle parrocchie che avevano cura delle anime nel periodo interessato nonché l' ubicazione dei relativi registri parrocchiali .

Potrai così contattare i responasabili dei registri ( diocesani e/o parrocchiali ) consigliarti e chiedere di una persona fidata al quale affidare una piccola ricerca per tuo conto .

Un'occhiatina a
viewtopic.php?f=3&t=2822
la darei.

[thumb_yello.gif]
Chi è ... è , chi non è ... non può essere.

Sergio de Mitri Valier Immagine
Avatar utente
GENS VALERIA
Moderatore Forum Genealogia
 
Messaggi: 5285
Iscritto il: domenica 24 giugno 2007, 22:39
Località: Chiavari

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda Mario Trabucco » giovedì 28 aprile 2011, 14:30

Proverò sicuramente ma intanto continuo con le fonti a mia disposizione.
Ecco il quadro integrato con qualche aggiunta:

- 1469, 22 maggio: viene pagato a Michele Trabucco, organajo, il compenso per 40 giorni di lavoro da lui eseguiti per la fusione di canne per l'organo della Chiesa della Trinità di Cava (Prot. di Not. Pietropaolo Troisi di Cava, anno 1469, f. 205 - G. A. G. Filangieri, Documenti per la storia, le arti e le industrie delle provincie napoletane, 1891, vol VI, p. 480)

- 1535 ca.: Nicolò Trabucco, mastro di campo al servizio di Carlo V sarebbe andato a stabilirsi a Napoli dalla Spagna (F. Ceva Grimaldi, Delle notizie del bello, dell'antico e del curioso della città di Napoli per gli [sic!] signori forestieri, 1792, p. 54)

- 1570 ca.: la famiglia Trabucco è detta avere dimora a Napoli (F. Ceva Grimaldi, Delle notizie del bello, dell'antico e del curioso della città di Napoli per gli [sic!] signori forestieri, 1792, 54-55)

- 1579, 25 gennaio: professione benedettina di Don Paolo Trabucco di Minori presso l'abbazia cassinese di Cava de' Tirreni (P. Guillaume, Essai historique sur l'abbaye de Cava d'apres des decuments inedites, 1877, p. CXXX)

- 1581: Rainaldo Trabucco ed altri familiari commissionano lavori per il loro nuovo palazzo alla Fratta, nel Borgo grande di Cava (Not. Giov. Fr.co Costa di Cava, anno 1581, fol. 102 e sgg. - G. A. G. Filangieri, Documenti per la storia, le arti e le industrie delle provincie napoletane, 1891, vol VI, p. 14, 26)

- 1585, maggio: un Giuliano Trabucco è riportato tra i tormentati durante il processo per l'uccisione di Giovan Vincenzo Starace ( G. A. Summonte, Historia della cittá e regno di Napoli, Napoli 1748, p. 217)

- 1588: Giovan Vincenzo Trabucco, figlio di Domenico di Minori, e che aveva dimora sia a Minori che a Napoli, ottiene la portolania di tutte le terre di Amalfi. Morì celibe lasciando una eredità di 100.000 ducati, andata ai fratelli Agostino e Marcello, a scapito delle sorelle Feliciana e Maria (Registro dei privilegi del XVIII conte di Miranda, an 1588, f. 163 v - M. Camera, Memorie storico-diplomatiche dell'antica città e ducato di Amalfi, 1881, to.II, p. 433)

- 1600-1601: Tommaso Trabucco di Scala, "unus ex principalibus et sapientibus Scalae" e marito della nobile Angela Grisone, viene scelto per arbitrare una contesa tra le città di Scala e Ravello per il diritto di precedenza dopo il Sindaco d'Amalfi (Prot. Not. Nicolantonio Sorrentino di Scala, an. 1600-1601, f. 50 v - Camera 1881, I, 271-272)

- 1612, 26 agosto: Tommaso Trabucco fa testamento presso Not. Baldassarre Sorrentino (Camera 1881, II, 433)

- 1603, 18 ottobre -1677, 15 gennaio: vita del Padre Don Michele Trabucco, nato a Napoli da Gasparo e Sidonia Cafaro di Cava. Allievo novizio di Padre Don Carlo Carafa nel 1622; poi maestro di filosofia dei chierici. Nel 1641 fonda la Congregazione dei Preti Missionari della Solitudine, approvata dal vescovo di Nola nel 1650 e con sede a San Pietro a Cesarano. (P. D'Ippolito, Vita del Padre Michele Trabucco, 1697, con ritratto in rame)

- 1641: il padre Don Francesco Trabucco, rettore della casa scolopica di Santa Caterina, compare citato in 4 lettere di San Giuseppe Colasanzio (nn. 3701, 3709, 3775, 3777). Egli aveva vestito l'abito nel 1622 e fatto la professione solenne nel 1624. Morì di peste nel 1656. (L. Picanyol, Epistolario di San Giuseppe Colasanzio, VII. Lettere dal 3001 al 3800, 1954, p. 451)

- 1656: oltre al sopracitato Francesco muore nella pestilenza di Napoli anche un tale Aniello Trabucco, "speziale manuale alla Porta di San Gennaro" con tutta la famiglia, eccetto un nipote (V. D'Onofrio, Giornali di Napoli dal 1660 al 1680: vol. 1, 1943, p. 84 e 127)

- 1679: Antonio Trabucco è intermediario di due partite di merci presso la Dogana di Vietri (M. Mafrici a c. di, Rapporti diplomatici e scambi commerciali nel Mediterraneo moderno: atti del convegno Fisciano 23-24.10.2002, 2004, pp. 225-226)

- 1693: Tommaso Trabucco dona 30.000 ducati per la costruzione di parte del monastero di S. Francesco di Sales all'Infrascata a Napoli (F. Ceva Grimaldi, Delle notizie del bello, dell'antico e del curioso della città di Napoli per gli [sic!] signori forestieri, 1792, 54-55)

- 1714-1715: il Canonico Don Andrea Trabucco, "professor delle leggi ed Accademico Ravvivato" di Benevento, ed il fratello Ignazio, sono attestati in questa città (Rivista Musicale Italiana, XIII (1906), p. 677, 722; Camera 1881, II, 433 e nota 7)

- 1730-31: Don Andrea Trabucco, sacerdote dell'arcidiocesi metropolitana di Benevento, è coinvolto nel complotto ordito dalla famiglia Corsini ai danni del cardinale Niccolò Coscia, segretario di papa Benedetto XIII. Suo è un libello anonimo che accusa il Cardinale, del quale ammette poi la paternità in preda al rimorso in un altro scritto in cui confessa "a quali mezzi erano ricorsi i nemici del Cardinale per denigrarlo e demolirlo". (Fonte)

- 1736, 10 settembre: Antonio Trabucco aveva fatto il modello per 24 candelieri da porre dietro il coro della chiesa di (qui finisce l'anteprima di Google) che comunque vengono rifiutati per quelli realizzati invece da Michelangelo Venier (A. Sartori - M. Luisetto, Archivio Sartori: documenti di storia e arte francescana, vol. 4, p. 307)

- 1756: Tommaso Trabucco è a Palermo, e fa realizzare lavori di trasformazione delle case di Giulio Benso per farle diventare il suo palazzo di abitazione, nella Via dei Bottai (Archivio di Stato PA)

- 1759: Francesco Pagano, scultore, realizza il ritratto di Tommaso Trabucco, allora Regio Tesoriere Generale della Marina e personaggio in vista a Napoli, tra i pagatori della erigenda guglia dell'immacolata (Napoli Nobilissima, XX (1981), p. 29)

- 1761, 26 novembre: muore Tommaso Trabucco, patrizio napoletano della città di Cava, rettore della Chiesa e del Convento di San Giovanni Battista la Nazione Napoletana a Palermo, nella quale viene sepolto e commemorato da un monumento scolpito da Emmanuele Gabriele (fonte: iscrizione funeraria)


Per ora questo è quanto, ma prometto di integrare. [sweatdrop.gif]

EDIT: aggiunta nota anno 1585
EDIT 2: aggiunto Tommaso Trabucco 1693 (indicazione M. Brivio)
Ultima modifica di Mario Trabucco il mercoledì 4 maggio 2011, 13:32, modificato 2 volte in totale.
Mario Trabucco della Torretta

INQUIRENDO VERITATEM PERCIPIMUS
Avatar utente
Mario Trabucco
 
Messaggi: 33
Iscritto il: lunedì 18 gennaio 2010, 21:39
Località: Exeter, UK

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda Mario Trabucco » sabato 30 aprile 2011, 15:37

Non è che per caso qualcuno di voi ha maggiori notizie su una cappella gentilizia Trabucco all'interno della chiesa di Santa Maria delle Grazie a Toledo (anche nota come S. Maria di Loreto), sita nella via Toledo a Napoli?

So solo che c'è una lapide sepolcrale realizzata da Antonio di Lucca nel 1759, e dei ritratti di Tommaso Trabucco e della moglie, realizzati pare, da Francesco Pagano nello stesso anno.

Qualsiasi nota, foto, indicazione bibliografica sarebbe benaccetta.
Mario Trabucco della Torretta

INQUIRENDO VERITATEM PERCIPIMUS
Avatar utente
Mario Trabucco
 
Messaggi: 33
Iscritto il: lunedì 18 gennaio 2010, 21:39
Località: Exeter, UK

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda Mario Trabucco » lunedì 2 maggio 2011, 16:00

Intanto ecco la linea diretta che va da Tommaso a me:

Giuseppe Trabucco (Cava ?)
|
Don Tommaso Trabucco (Cava de' Tirreni, 1690 - Palermo, 26 novembre 1761)
|
Don Salvatore Trabucco, Signore della Torretta di Marineo (Palermo, 1 gennaio 1726 - 27 ottobre 1786)
|
Don Giuseppe Trabucco, Barone della Torretta di Marineo (Palermo, ca. 1765 - 10 ottobre 1831)
|
Bar. Cav. Giovan Battista Trabucco della Torretta (Palermo ?? - ??)
|
Bar. Giuseppe Trabucco della Torretta (Palermo 27 settembre 1835 - 1908)
|
Bar. Vincenzo Mario Trabucco della Torretta (Palermo 22 dicembre 1862 - 18 febbraio 1942)
|
Ten. Col. Bar. Giovanni Trabucco (Palermo 14 luglio 1895 - 7 marzo 1980) [mio bisnonno]
|
Bar. Pietro Trabucco (Palermo 1924 -1999) [mio nonno]
|
mio padre
|
Mario Trabucco [me]
Mario Trabucco della Torretta

INQUIRENDO VERITATEM PERCIPIMUS
Avatar utente
Mario Trabucco
 
Messaggi: 33
Iscritto il: lunedì 18 gennaio 2010, 21:39
Località: Exeter, UK

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda M.Brivio » martedì 3 maggio 2011, 21:04

Gentilissimo,
se abitassi a Napoli Le darei volentieri una mano, visto che ultimamente passo molto tempo negli archivi.
In ogni caso, posso dirLe quanto segue:


Da fonte messa in link un Tommaso Trabucco, maestro di campo al servizio della Spagna, nel 1693 finanzia con 30mila ducati la costruzione di un locale per monache all'Infrascata di Napoli. Poichè era di Napoli o vicinanze, ricopriva una carica tutto sommato considerevole, aveva ingenti somme di denaro e si chiamava Tommaso, direi che, per pura ipotesi, potrebbe essere quasi sicuramente parente del Tommaso Suo ascendente, nato nel 1690. Probabilmente, addirittura, potrebbe esserne nonno, se fosse padre di Giuseppe Trabucco. Per verificare questo però bisognerebbe visionare atti di battesimo e matrimonio, per cui, in sostanza, Le consiglio la strada consigliata da Gens Valeria.

http://books.google.com/books?id=oo0KAA ... co&f=false

In questo link invece ci sono notizie su un D. Giuseppe Trabucco, datate 1625, ma relative a Palermo. Spero possano esserLe d'aiuto

http://books.google.com/books?id=u1sUAA ... co&f=false
M.Brivio
 
Messaggi: 665
Iscritto il: sabato 23 dicembre 2006, 17:29

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda Mario Trabucco » mercoledì 4 maggio 2011, 0:56

Gentilissimo Brivio,

anzitutto grazie per la segnalazione. Devo ammettere che pur essendo in possesso dell'informazione su Tommaso e i suoi 30.000 ducati al monastero dell'Infrascata, ho dimenticato di inserirla nell'elenco sommario che avevo pubblicato poco sopra. In ogni caso la Sua cortesissima segnalazione è stata molto gradita. Va però segnalato che il Ceva Grimaldi nel testo da Lei richiamato attribuisce a Tommaso la qualifica di "mastro di campo al servizio di Spagna", erroneamente ritengo, poiché questa era stata da lui più propriamente attribuita al suo avo Niccolò in altro testo più puntuale (vide supra). Forse l'autore ha fatto confusione o ha semplicemente epitomato un po' frettolosamente dalle sue note.

Per quel che riguarda invece Don Giuseppe Trabucco (Palermo 1576 - post 1626), Giudice della Gran Corte del Regno in vari bienni tra il 1604 e il 1622 come riportato dal Villabianca, non ho ancora avuto modo di fare ricerche approfondite. Egli è comunque uno di quei personaggi cui facevo riferimento nel primo post:

Come vedete le domande sono molte, e vi assicuro che non sono tutte (vi sono delle presenze anteriori anche in Sicilia, per esempio), ...


Per esempio, oltre a lui, in Sicilia abbiamo:

- ca. 1622: un Mario Trabucco, medico dell'università di Caltagirone segnalatosi nell'epidemia di quell'anno. Per il suo contributo fu creato nobile il 4 ottobre 1622 da Fernando d'Aragona. Alcune sue opere sono conservate nella Biblioteca Comunale di Caltagirone, tra cui un De morbis puerorum et mulierum ( Chaudon, L. M., Dictionnaire universel, historique, critique, et bibliographique, 1812, tomo XVII, pag. 276, s. v.; Amico e Statella, V. M., Dizionario topografico della Sicilia, Palermo 1855, tomo I, p. 206; Libro d'oro della nobilità dell'imperial casa amoriense, Roma, vol. I, p. 282, s.v.; Amati, A., Dizionario corografico dell'Italia, 1868, p. 157)

- ca. 1550 - 1645: a Carini un nucleo di Trabucco costituito dalla linea Pietro - Ippolito (sp- 1595) - Giuseppe (1613-1672) - Vincenzo (n. 1645) e loro familiari. Pietro è detto proveniente da Palermo, e di Vincenzo si perdono le tracce, presumo quindi che sia tornato a Palermo. In ogni caso la cartografia IGM fino agli anni '70 riportava ancora l'indicazione di certe "Case Trabucco" nel territorio di Carini, che malgrado le ricerche non sono riuscito a localizzare; la traccia toponomastica è comunque significativa (Fonte: archivi parrocchiali e riveli di Carini, carta IGM 1:25000 del territorio di Carini)

- 1565, 18 dicembre: il Notaro Vincenzo Trabucco redige un atto con il quale il Consiglio Civico di Gela concede 4500 ettari di terre demaniali al Duca di Terranova come compenso per la realizzazione della diga in contrada Grotticelli. ( Fonte )

- 1603: un Vincenzo Trabucco, patrizio di Gela, ottiene il titolo di Don.

- ca. 1535 esiste notizia di un Aurelio Trabucco, stuccatore, che realizza una statua di Sant'Antonio in una chiesa di Mussomeli (qui vado a memoria, ma ricordo che la fonte era un repertorio di artisti siciliani)
Ultima modifica di Mario Trabucco il giovedì 13 ottobre 2011, 20:38, modificato 1 volta in totale.
Mario Trabucco della Torretta

INQUIRENDO VERITATEM PERCIPIMUS
Avatar utente
Mario Trabucco
 
Messaggi: 33
Iscritto il: lunedì 18 gennaio 2010, 21:39
Località: Exeter, UK

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda Mario Trabucco » domenica 8 maggio 2011, 12:54

Ritorniamo per un momento a Napoli.

Leggo su G. Fiengo, Architettura napoletana del Settecento, Bari 1993, che il Palazzo Trabucco a Napoli fu costruito tra il 1732 e il 1738. Purtroppo non sono in grado di visionare tutto il libro, ma ho l'impressione che venga anche citato un contratto tra Tommaso Trabucco e Nicola Tagliacozzi Canale, il famoso architetto, che avrebbe realizzato anche i mobili e le decorazioni interne, compresa una cappella (p. 48). Inoltre ci sarebbe un resoconto di una disputa sorta con il monastero di S. Maria della Carità per le opere del palazzo (p. 137).

Qualcuno ha per caso possibilità di accedere a questo libro e può darmi maggiori dettagli? Le pagine da controllare bene sarebbero: 7, 48 e 137, inoltre l'indice analitico.

Grazie a tutti
Mario Trabucco della Torretta

INQUIRENDO VERITATEM PERCIPIMUS
Avatar utente
Mario Trabucco
 
Messaggi: 33
Iscritto il: lunedì 18 gennaio 2010, 21:39
Località: Exeter, UK

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda bluesboy94 » venerdì 18 settembre 2020, 0:35

Volevo segnalare l'esistenza anche di una Villa Trabucco a Torre del Greco. Qui i Trabucco vengono riportati nell'elenco delle famiglie nobili del Regno di Napoli con la lettera T, ma non c'è alcuno stemma http://www.nobili-napoletani.it/Stemmario-T.htm. Il palazzo napoletano in via San Liborio è visitabile almeno nel cortile (con la grandiosa scala aperta), per il resto è un condominio privato (ho intravisto dietro una finestra del primo piano nobile un soffitto affrescato con dei putti svolazzanti dal quale pendeva un bel lampadario di cristalli; ma ripeto non ci si può entrare). Infine la Chiesa di Santa Maria delle Grazie a Toledo venne totalmente rifatta nella prima metà dell'Ottocento e presenta solo una serie di quadri neoclassici più delle sculture marmoree di Tito Angelini e delle statue lignee sei-sette-ottocentesche, ergo i ritratti funebri di Francesco Pagano non ci sono più.
Ultima modifica di bluesboy94 il venerdì 18 settembre 2020, 0:40, modificato 1 volta in totale.
bluesboy94
 
Messaggi: 24
Iscritto il: sabato 23 marzo 2019, 0:00

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda bluesboy94 » venerdì 18 settembre 2020, 0:38

Ironia della sorte, ho prontamente trovato tra delle foto della Villa Trabucco di Torre del Grecco il probabile stemma "napoletano".
https://scontent-mxp1-1.xx.fbcdn.net/v/ ... e=5F88D15B
bluesboy94
 
Messaggi: 24
Iscritto il: sabato 23 marzo 2019, 0:00

Re: Trabucco della Torretta

Messaggioda luigirusso66 » martedì 22 settembre 2020, 8:28

Per la famiglia Trabucco di Napoli si potrebbe visionare i Manoscritti di Serra di Gerace presso l'Archivio di Stato di Napoli. Si possono visionare la computer presso la sede o chiedere direttamente le copie
https://www.archiviodistatonapoli.it/
Se si è interessati potete contattare il sottoscritto luigirusso07@libero.it per avere informazioni in più.
luigirusso66
 
Messaggi: 40
Iscritto il: mercoledì 18 dicembre 2019, 13:54


Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti