d'Este

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

d'Este

Messaggioda ilvicerè » mercoledì 20 gennaio 2010, 3:17

Gent.mi amici,
nel fare una ricerca su un ramo della mia famiglia residente in Tortorici (Me) ho incontrato più volte la famiglia d'Este - d'Esti (Deste - Desti) che aggiunge il mio cognome al suo portandolo tutt'oggi. Mi sono chiesto se per caso potesse trattarsi di un ramo cadetto dei duchi di Ferrara, Modena e Reggio, trovando la mia congettura, lontana dalla verità; in realtà cercando sul web mi sono imbattuto in un articolo in cui parla chiaramente dell'arrivo di tale famiglia a Tortorici nel 1536. Che ne pensate?
Grazie
ilvicerè
 
Messaggi: 373
Iscritto il: mercoledì 28 gennaio 2004, 19:06
Località: Messina

Re: d'Este

Messaggioda Antonio De Battisti » giovedì 21 gennaio 2010, 21:00

Gentile Il Vicerè,

spulciando tra le mie carte, ho rinvenuto questo testo che avevo fotocopiato anni orsono da una rivista, scordando, però, d'indicarne la fonte.
Alla luce di quanto esposto, ritengo pressoché verosimigliante l'avvicendarsi di tali fatti e accadimenti.


I Duchi d' Este in Sicilia
" I risultati di recenti ricerche condotte in archivi pubblici e privati della Sicilia uniti ai documenti già esistenti o di cui si aveva notizia (si allude, in particolare, a quanto contenuto nell' Archivio Araldico di Palermo, completamente distrutto nell'estate 1943 per eventi bellici) hanno fatto prendere consistenza alla ipotesi, peraltro già prospettata, che un ramo della Casa ducale d' Este si sia trapiantato in Sicilia.

Tali notizie sono compendiate in una recente pubblicazione sulla famiglia DESTI di Tortorici , sui suoi personaggi principali e sul < Monte Frumentario > da loro istituito.

L'ipotesi non è inverosimile perchè anche altre famiglie vantano e forse con buon fondamento, una analoga origine.
E' necessario tenere presente, infatti, che la Casa d' Este, derivante dal grande ceppo obertengo che originò anche i MALASPINA, i PALLAVICINO, i MASSA-PARODI, e che, a sua volta, diede origine ai BRUNSWICK, fu sempre assai ramificata e altrettanto ricca di prole naturale (proprio a causa della sua nascita spuria il duca CESARE, successo al cugino Alfonso II nel 1597, fu costretto a rinunciare a Ferrara e a ritirarsi a Modena nel 1598).

Gli estensi di cui si tratta, non ben inquadrati nell'ambito della famiglia ma probabilmente naturali o discendenti di naturali, risultano stanziati a Modena prima che la città diventasse capitale del ducato ed emigrarono nella seconda metà del secolo XVI a Tortorici, in Sicilia.
Si ignorano le cause di tale migrazione anche se alcuni documenti farebbero intravedere intrighi di corte e contrasti col ramo ducale.
Ciò potrebbe spiegare la scelta di un luogo così lontano e il silenzio in cui vissero nei primi tempi del loro soggiorno siciliano.

E' certo, comunque, che al loro giungere in Tortorici, i membri della famiglia si inserirono subito nel < ceto nobile >.
Ciò è confermato dal fatto che per oltre tre secoli molti di essi furono chiamati a ricoprire importanti cariche pubbliche e svolsero funzioni di rango elevato sia nella magistratura sia nel clero.

E' noto, infatti, che in quasi tutte le città demaniali dell'isola in forza di antiche consuetudini o di privilegi locali, sempre convalidati dall'autorità viceregia, i candidati alle più importanti cariche cittadine dovevano appartenere al < ceto nobile >, o quanto meno al < ceto civile >.

Nella città di Tortorici , che si riscattò dal dominio feudale l'anno 1628 divenendo la 41^città demaniale del Regno di Sicilia, coloro che ricoprivano le varie cariche municipali ricevevano in antico l'appellativo di < Magnificus > e in un secondo tempo quello di < Nobilis >, poichè ad essi, qualora fossero appartenuti al < ceto civile > e non a quello < nobile >, veniva ufficialmente riconosciuta la < dignità nobiliare > che investiva anche i discendenti.

Ora, in documenti esistenti a Tortorici e risalenti al 1586 e ad anni posteriori risultano citati i quattro fratelli DOMENICO, ANTONINO, CESARE e GIACOMO < d' Este > (i primi due già defunti nel 1586), tutti e quattro qualificati come < Magnifici >.
Ciò prova la nobiltà della stirpe, l'antico insediamento nella città, e, ciò che è più importante, il fatto che, allora, il cognome della famiglia fosse ancora incorrotto. (In seguito la grafia oscillò tra D' ESTE, DESTE, DESTI ...).

Dal soprannominato ANTONINO nacquero VINCENZO, da cui derivano gli attuali DESTI (e DESTI-BARATTA ), e FRANCESCO (+ 1637), capostipite del ramo D' ESTE-ORIOLES in cui si perpetuò il nome originario della famiglia.

Oggi i discendenti di questa vivono ancora in Sicilia e in vari altri luoghi d'Italia.

Lo stemma usato tratto da una scultura esistente sul portale di un palazzo della famiglia, porta un leone rivolto e una barca sormontati da una stella ed è completamente diverso dalle insegne della Casa ducale estense ".

a.l.
Immagine

Cordialmente
ADBdT
Antonio De Battisti
 
Messaggi: 1223
Iscritto il: martedì 6 gennaio 2009, 18:28


Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti