Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda Tilius » lunedì 20 luglio 2009, 12:09

Reale Arciconfraternita dei SS. Giovanni Battista ed Evangelista dei Cavalieri di Malta ad Honorem di Catanzaro.
Il post che avevo a suo tempo aperto (in termini faleristici) sull'argomento é ben presto irrimediabilmente scivolato in diatriba su nastrini & Co. (che strano! non capita mai, no no no... [nonono.gif] ) tant'é che l'ottimo Moderatore, nel trasloco faleristico verso la nuova stanza all'uopo creata, ha giustamente ritenuto di mantenerlo nella stanza principale.
Ne apro quindi uno nuovo per mostrare quanto segue:

Immagine
Immagine
Immagine

La qualità é infima Immagine (smalti a freddo, o meglio, come gli esperti ci insegnano, "smalti epossidici non raserati"; pezzi ottenuti per pressofusione in lega metallica non identificabile, dorata con effetto "cioccolatino", forse addirittura a vernice; nastro sintetico senza nemmeno l'ombra di marezzatura).
Il venditore sosteneva trattarsi di insegna di Gentiluono di Sua Santità (... Immagine ...) e ne voleva 450 € (... Immagine Immagine Immagine ...). Trattandosi di persona alquanto simpatica & gentile, non ho insistito e, limitandomi ad annuire, l'ho lasciato con le sue convinzioni.
La "cocolla" nell'ultima immagine presumo accompagni l'insegna.

Volevo chiedere a Lord Acton se 'insegna che lui ha in collezione é di qualità migliore (dalla foto a suo tempo inserita non é dato capirlo).

Immagine
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12860
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » lunedì 20 luglio 2009, 12:51

Tilius ha scritto: La "cocolla" nell'ultima immagine presumo accompagni l'insegna.


Qualche mese fa, all'Eremo di Camaldoli, ho partecipato ad una messa della delegazione campana di questa Arciconfraternita, presieduta da mons. Antonio Riboldi, vescovo emerito di Acerra, e membro della stessa.
I confratelli indossavano appunto la cocolla e al collo la croce delle due foto postate dal gentile Tilius.
Onestamente, in quella occasione, non ho fatto caso alla qualità delle insegne riproducenti la croce di Malta ad honorem.
A presto
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1810
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda nicolad72 » lunedì 20 luglio 2009, 12:56

... comunque in qualcosa sono un unicum

a mia memoria, poi magari qualcuno - più esperto di me - mi saprà smentire, ma non ricordo di aver mai visto una insegna (onorifica?) con due corone (o copricapi se la Tiara non la vogliamo considerare una corona... ma aridicamente la famiglia è quella) una sovrapposta all'altra...

... unico caso al mondo?
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10972
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » lunedì 20 luglio 2009, 13:07

nicolad72 ha scritto:... comunque in qualcosa sono un unicum

a mia memoria, poi magari qualcuno - più esperto di me - mi saprà smentire, ma non ricordo di aver mai visto una insegna (onorifica?) con due corone (o copricapi se la Tiara non la vogliamo considerare una corona... ma aridicamente la famiglia è quella) una sovrapposta all'altra...

... unico caso al mondo?


Gentile Nicolad72, ha ragione. Non ci avevo fatto caso, ma è un pò come mettersi due cappelli sulla testa... non ha molto senso. Qualcosa di simile si vede nei grandi stemmi di cadetti di famiglie nobili, dove compaiono due corone, ma non penso proprio che sia questo il caso.
A mio avviso l'Arciconfraternita dovrebbe optare per l'uno o l'altro copricapo. A presto.
Ultima modifica di Pasquale M. M. Onorati il lunedì 20 luglio 2009, 13:15, modificato 1 volta in totale.
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1810
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda adj » lunedì 20 luglio 2009, 13:14

Interessante, siamo giunti al quadriregno. [king.gif]
adj
 

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda Luca Bracco » lunedì 20 luglio 2009, 18:07

Nicola!!!
La tiara è la corona della Santità Nostra il Papa!!!

Riunisce il potere sulla Chiesa Trionfante, Militante e Sofferente!


Stasera mi dovrai offrire il dolce....e anche il resto della cena!
Luca Bracco
Luca Bracco
 
Messaggi: 992
Iscritto il: giovedì 2 novembre 2006, 12:43
Località: Sanremo

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » lunedì 20 luglio 2009, 18:14

bè, pensandoci bene, la stessa tiara è costituita da tre corone sovrapposte l'una all'altra. [king.gif]
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1810
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda nicolad72 » lunedì 20 luglio 2009, 19:25

Luca Bracco ha scritto:Nicola!!!
La tiara è la corona della Santità Nostra il Papa!!!

Riunisce il potere sulla Chiesa Trionfante, Militante e Sofferente!



Tu sai che so cos'è la tiara... e se insisti altro che dolce... tutta le cena mi faccio pagare...

Ma noto che è posta sopra una corona reale... unico caso di corona posta su altra corona!!!!
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10972
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda Lord Acton » lunedì 20 luglio 2009, 20:36

Tilius ha scritto:Volevo chiedere a Lord Acton se 'insegna che lui ha in collezione é di qualità migliore (dalla foto a suo tempo inserita non é dato capirlo).

E' di qualità notevolmente superiore e il passante del nastro è completamente diverso, inoltre il nastro è di ottima qualità e la miniatura che ho, oltre ad essere di migliore qualità, ha anche un nastro più consono. Il distintivo non lo ho... ma, che a me risulti, il distintivo dell'Arciconfraternita è completamente diverso e non ha la croce di Malta.

Ora devo andare... a cena... poi Vi racconteremo... :D [glasses3.gif]

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2890
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda Luca Bracco » martedì 21 luglio 2009, 15:08

Cosa possiamo raccondare my Lord? La tagliata di tonno che vi siete mangiati tu e Nicola o la mia pastasciutta????
Luca Bracco
Luca Bracco
 
Messaggi: 992
Iscritto il: giovedì 2 novembre 2006, 12:43
Località: Sanremo

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda Lord Acton » mercoledì 22 luglio 2009, 11:05

Potremmo anche relazionare sul carpaccio di tonno e sull'ottimo Pigato bevuto... a si... giustamente... tu su questi ultimi non sei competente...

Lord Acton
Amiamo il servizio straordinario... le imprese giudicate assurde o impossibili (A. Dumas)
Lord Acton
 
Messaggi: 2890
Iscritto il: giovedì 10 aprile 2003, 13:42
Località: Napoli

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda pierpu » venerdì 24 luglio 2009, 21:44

Lord Acton ha scritto:
Tilius ha scritto:Volevo chiedere a Lord Acton se 'insegna che lui ha in collezione é di qualità migliore (dalla foto a suo tempo inserita non é dato capirlo).

E' di qualità notevolmente superiore e il passante del nastro è completamente diverso, inoltre il nastro è di ottima qualità e la miniatura che ho, oltre ad essere di migliore qualità, ha anche un nastro più consono. Il distintivo non lo ho... ma, che a me risulti, il distintivo dell'Arciconfraternita è completamente diverso e non ha la croce di Malta.

Ora devo andare... a cena... poi Vi racconteremo... :D [glasses3.gif]

Lord Acton

la questione interessa molto anche me: le insegne di cui sono in possesso sono in effetti identiche a quelle di Lord Acton (nastro seta marezzata cocme si intravede nella foto da Egli postata) e complessivamente di qualità superiore a quelle delle prime foto....
pierpu
 

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda soragni ugo » giovedì 21 aprile 2011, 16:51

egr. Faleristi
sono in possesso della croce sopra postata ma senza la tiara ed il nastro completamente rosso . Che cos'è?????
La corona reale è del tipo come quella postata da Lord Acton e non come quella postata all'inizio.
ugo
soragni ugo
 
Messaggi: 259
Iscritto il: martedì 27 luglio 2010, 21:59

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda infidel85 » giovedì 21 aprile 2011, 19:22

Tilius ha scritto:La qualità é infima Immagine (smalti a freddo, o meglio, come gli esperti ci insegnano, "smalti epossidici non raserati"; pezzi ottenuti per pressofusione in lega metallica non identificabile, dorata con effetto "cioccolatino", forse addirittura a vernice; nastro sintetico senza nemmeno l'ombra di marezzatura).


Di recente ho parlato con un gioielliere che a suo tempo lavorò con molte ditte mondiali di gioielleria.
Gli ho chiesto se ha mai usato gli smalti a caldo, mi ha detto di si ma oggi mi dice che non li usa più nessuno poichè sono altamente tossici, se qualche vecchia gioielleria ne ha ancora li potrebbe usare ma solo per smaltire le scorte.
Ergo da qui a breve non vedremo più produzioni con smalti a fuoco.
PER LE VOSTRE VACANZE VENITE IN CALABRIA WWW.RUGAGRANDE.IT
infidel85
 
Messaggi: 52
Iscritto il: domenica 2 maggio 2010, 12:00
Località: tra ROCCELLA JONICA e COSENZA

Re: Cavalieri di Malta ad honorem di Catanzaro

Messaggioda Elmar Lang » sabato 23 aprile 2011, 10:33

Esistono effettivamente delle norme che impediscono l'uso di certi smalti colorati, a causa dei componenti altamente tossici (sali di mercurio, di cadmio, ecc.), a meno che il laboratorio non sia dotato di impianti di sicurezza e di protezione individuale; impianti il cui costo rende antieconomico il lavoro di smaltatura a caldo. Da qui -oltre alla facilità di lavorazione- la diffusione degli smalti "plasticosi". In altri paesi europei (ad esempio la Spagna e la Francia, ma sicuramente anche l'Austria), la smaltatura a caldo viene eseguita normalmente. Per non parlare dei paesi dell'Est Europeo.

A presto,

Elmar Lang
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3387
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Prossimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti