Una carrellata di Collari

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Messaggioda Antesterione » lunedì 24 settembre 2007, 23:26

Ringraziando per l'oggetto di questa discussione e per le bellissime immagini che ci avvicinano almeno visivamente a queste Alte distinzioni onorifiche, mi permetto (ovviamente...!) di inserire anche un'immagine che ho reperito rapidamente sul sito della luogotenenza di Sicilia, raffigurante il Collare e la placca di Cavaliere di Collare dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Immagine
Immagine
A l'heure où le mal a si souvent droit de cité parmi les hommes, et jusque dans les plus hautes institutions, le réveil de la vocation chevaleresque est une urgence, à laquelle le ciel n'a jamais tardé à répondre. P. Philippe-Emmanuel RAUSIS o.p.
Avatar utente
Antesterione
 
Messaggi: 535
Iscritto il: domenica 25 giugno 2006, 11:43

Messaggioda Mario Volpe » martedì 25 settembre 2007, 0:07

Giusto, il S. Sepolcro...
A me invece è capitata tempo fa questa immagine di un diverso modello di collare. Qualcuno sa di che si tratta ?

Immagine
Ultima modifica di Mario Volpe il martedì 25 settembre 2007, 11:24, modificato 1 volta in totale.
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3677
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda equites » martedì 25 settembre 2007, 0:12

Mario Volpe ha scritto:Giusto, il S. Sepolcro.
A me invece è capitata tempo fa questa immagine di un diverso modello di collare. Qualcuno sa di che si tratta ?


Azzardo un'ipotesi.

La croce mi sembra simile a quella di un commendatore e il taglio della decorazione appare piuttosto moderno.
Forse potrebbe essere una personalizzazione del grado di commendatore creata per un ecclesiastico (per intenderci, da portare sopra la mozzetta).
equites
 
Messaggi: 826
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 22:17
Località: Taranto

Messaggioda Antesterione » martedì 25 settembre 2007, 0:24

Mario Volpe ha scritto:Giusto, il S. Sepolcro.
A me invece è capitata tempo fa questa immagine di un diverso modello di collare. Qualcuno sa di che si tratta ?



Purtroppo, al momento non ho con me i miei libri, alcuni dei quali mi sarebbero molto utili per poter confrontare quest'immagine... mi riservo (se non risponderà nessuno con ulteriori informazioni) di riprendere in futuro l'argomento.
A l'heure où le mal a si souvent droit de cité parmi les hommes, et jusque dans les plus hautes institutions, le réveil de la vocation chevaleresque est une urgence, à laquelle le ciel n'a jamais tardé à répondre. P. Philippe-Emmanuel RAUSIS o.p.
Avatar utente
Antesterione
 
Messaggi: 535
Iscritto il: domenica 25 giugno 2006, 11:43

Messaggioda Zaccheo » mercoledì 26 settembre 2007, 11:09

Gentilissimo Mario Volpe,

come al solito lei è stato capace di rinfrancarci gli occhi e....l'animo con la meravigliosa ed ordinata "carrellata di collari" appartenenti ad alcuni dei più antichi e celebri ordini dinastici.

Un sincero :D ringraziamento!

Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2243
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 26 settembre 2007, 11:59

Grazie di cuore caro Ferrante, questi "topic illustrati" sono un piccolo riflesso del fascino suscitatomi - tra gli altri - dagli aspetti più propriamente tecnici ed "estetici" della materia cavalleresca.
Un'estetica che talvolta si trasforma in una forse eccessiva magnificenza e voglia di apparire, ma che continua pur sempre a rappresentare attraverso l'uso di queste insegne i principi e gli ideali dell'onore e della cavalleria.
Se questi miei interventi riescono a raggiungere anche un minimo di attenzione tra voi che condividete i miei interessi, il mio obiettivo è già raggiunto e le tante ore trascorse sul PC per predisporli, sono state spese bene...

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3677
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda equites » mercoledì 26 settembre 2007, 14:22

Mario Volpe ha scritto:Se questi miei interventi riescono a raggiungere anche un minimo di attenzione tra voi che condividete i miei interessi, il mio obiettivo è già raggiunto e le tante ore trascorse sul PC per predisporli, sono state spese bene...

Cordialmente,

Mario Volpe


Egregio dott. Volpe, mi creda se le dico che in questi giorni mi è ancora più gradito acedere a questo Forum per scoprire i suoi nuovi interventi ed apprezzare le immagini ed i commenti che ci regala.
più che attenzione direi che lei suscita una vera gioia, non solo negli appassionati di faleristica, ma anche in tutti coloro che, più semplicemente, apprezzano quanto di bello riescono a fare le mani dell'uomo.

Spero vivamente che lui possa continuare a stupirci con le sue dotte e sempre emozionanti "pillole" e sarò ampiamente soddisfatto nell'apprendere che il mio entusiasmo la ripaga, seppure in modesta misura, dell'impegno da lei profuso nell'arricchire la nostra conoscenza e questo Forum! :D




P.S. Rimango convinto del fatto che l'ultimo collare è una personalizzazione del grado di commendatore per un ecclesiatico ed attendo che l'amico Antesterione, profondo conoscitore dell'Ordine in oggetto, confermi o meno le mie impressioni.
"...e per rincalzo il cuore"
equites
 
Messaggi: 826
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 22:17
Località: Taranto

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 26 settembre 2007, 14:39

equites ha scritto:Egregio dott. Volpe, mi creda se le dico che in questi giorni mi è ancora più gradito acedere a questo Forum per scoprire i suoi nuovi interventi ed apprezzare le immagini ed i commenti che ci regala.
più che attenzione direi che lei suscita una vera gioia, non solo negli appassionati di faleristica, ma anche in tutti coloro che, più semplicemente, apprezzano quanto di bello riescono a fare le mani dell'uomo.
Spero vivamente che lui possa continuare a stupirci con le sue dotte e sempre emozionanti "pillole" e sarò ampiamente soddisfatto nell'apprendere che il mio entusiasmo la ripaga, seppure in modesta misura, dell'impegno da lei profuso nell'arricchire la nostra conoscenza e questo Forum! :D

P.S. Rimango convinto del fatto che l'ultimo collare è una personalizzazione del grado di commendatore per un ecclesiatico ed attendo che l'amico Antesterione, profondo conoscitore dell'Ordine in oggetto, confermi o meno le mie impressioni.


Grazie infinite...

P.S. si anch'io sono in attesa di lumi da Antesterione.
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3677
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Lynx » giovedì 27 settembre 2007, 11:54

...non ho parole dott. Volpe....

Complimenti davvero :wink:
Lynx

Audaces Fortuna Iuvat
Avatar utente
Lynx
 
Messaggi: 114
Iscritto il: giovedì 22 febbraio 2007, 14:24

Messaggioda Elassar » giovedì 27 settembre 2007, 13:00

Mi associo ai complimenti sin qui rivolti al Dott. Volpe dagli altri forumisti.

Come sempre, Lei è impareggiabile!

Elassar
Non nobis, Domine, non nobis, sed nomini tuo da gloriam
Avatar utente
Elassar
 
Messaggi: 534
Iscritto il: domenica 16 marzo 2003, 10:46
Località: Catania

Messaggioda Antesterione » sabato 20 ottobre 2007, 2:22

Mario Volpe ha scritto:Giusto, il S. Sepolcro...
A me invece è capitata tempo fa questa immagine di un diverso modello di collare. Qualcuno sa di che si tratta ?

Immagine


Posso riaffrontare il caso di questo collare. Innanzitutto un grazie di cuore al caro Dott. Volpe per aver fornito l'immagine di un vero esemplare, (come di consueto), ma in questo caso, come vedremo, tale immagine è piuttosto "preziosa".

Premessa:
Verso la metà del XIX secolo, si (ri)affermò una consuetudine, tra i Cavalieri del Santo Sepolcro di N.S.. Di tale consuetudine a me resta traccia in un testo di Jean-Pierre de Gennes, che riporta anche un'immagine disegnata da Pasini Frassoni, pubblicata nel suo libro "Il Sacro militare Ordine del Santo Sepolcro"(1888). In sintesi, i Cavalieri facevano uso di un collare d'oro, quando indossavano l'uniforme dell'Ordine. In realtà quest'usanza è antichissima e si rifaceva alla stessa investitura del Cavaliere. Il custode di terra santa infatti, poi il Patriarca, consegnava simbolicamente l'insegna dell'ordine al Cavaliere, la quale era sostenuta da una catena d'oro (la si è vista anche in altri topic di questo forum, assieme alla spada che si ritiene per antichissima tradizione, la spada di Goffredo di Buglione) , conservati nel tesoro della Custodia.
Apro una parentesi.
Johannes Iperii, abbate, nel suo Chronicon sythiense S. Bertini, (redatto anteriormente al 1383) al cap. XLI, parte IV, (De principio ordinis Militarium) parla di "cavalieri del Santo Sepolcro che indossano delle croci sui loro abiti da laici", non abbiamo tuttavia descrizioni precise di tali croci. Una descrizione di questo collare la offre proprio un testo del rituale di investitura redatto alla fine del XV secolo e conservata in Vaticano. (Codex Latinus 9233 De modo ac ritu creandi Milites Ss. Sepulchri Domini Nostri Jesu Christi". Il disegno riproduce esattamente quella spada e quella croce con collare(catena) d'oro che abbiamo potuto vedere in foto in altro topic. Quelli conservati nella custodia di Terra Santa.
Dunque i cavalieri della metà del XIX secolo non avevano inventato nulla. Inoltre pare che tale croce con catena (collare) d'oro fosse riprodotto anche nel diploma. Tale collare non era prescritto da nessuna parte formalmente, ma Valerga lo tollerava per i Cavalieri investiti a Gerusalemme (Pasini Frassoni faceva menzione di ciò attorno al 1908).
I Conti Palatini, Cavalieri del Santo Sepolcro, fecero uso di almeno sei tipi diversi di collare, appunto, su uniforme.

Veniamo a noi
L'esemplare in questione viene riprodotto con disegno da R. Stiot nel suo "Ordine dei Cavalieri del Santo Sepolcro", il quale, a detta di Jean-Pierre de Gennes, non sembra conoscerne l'origine.

La presenza del Trofeo militare lo colloca temporalmente dopo il 1907. Il suo porto era certamente "irregolare", ma come si è accennato, tollerato.

Ebbene. Jean-Pierre de Gennes, che si è avvalso della diretta collaborazione del Comm. Dr. Berthod (luogotenenza di Francia, un vero esperto storico dell'Ordine, oltre che una persona squisita) nel suo "Insegne e decorazioni dell'ordine equestre del santo sepolcro di gerusalemme, dalle origini ai nostri giorni" (2002), sostiene di non conoscerne alcun esemplare, riporta il disegno di R. Stiot che riproduce esattamente il collare della foto in alto, mettendolo in elenco come VI ed ultimo modello. Ecco che sarebbe molto interessante capire dove sia custodito ora quel collare (e dove sia stato forse messo all'asta)... :)

Conclusioni
Forse continuiamo a saperne poco o nulla, ma ci sono buoni elementi per sostenere si tratti certo di una decorazione irregolare, ma non inventata di sana pianta, e in uso presso alcuni Cavalieri e che si riallaccia evidentemente alla croce originaria usata nel cerimoniale d'investitura dell'Ordine.
Il luogo in cui questo collare è stato rinvenuto sarebbe interessante per determinarne l'uso in una determinata Luogotenenza dell'Ordine.
Ho riportato prima, "Conti Palatini" per sottolineare come tale usanza (o abuso) non fosse una semplice esagerazione priva di alcun fondamento, ma tollerata in virtù di un diverso spirito di appartenenza.


Ad ogni modo non si tratta di un collare da "Cavaliere di Collare", nella sua irregolarità è più vicino, concettualmente, a quelle insegne personalizzate e impreziosite di cui si è parlato in altra discussione.

Grazie ancora per la bella foto,
(ne ha per caso la versione a risoluzione normale o solo l'anteprima?)


Andrea
Ultima modifica di Antesterione il sabato 20 ottobre 2007, 17:23, modificato 2 volte in totale.
A l'heure où le mal a si souvent droit de cité parmi les hommes, et jusque dans les plus hautes institutions, le réveil de la vocation chevaleresque est une urgence, à laquelle le ciel n'a jamais tardé à répondre. P. Philippe-Emmanuel RAUSIS o.p.
Avatar utente
Antesterione
 
Messaggi: 535
Iscritto il: domenica 25 giugno 2006, 11:43

Messaggioda cassinelli » sabato 20 ottobre 2007, 10:06

Aggiungo il Collare al Merito del Santo Sepolcro (non più conferito dal 1977).

Grazie!

Immagine
Alessio Cassinelli Lavezzo
Avatar utente
cassinelli
 
Messaggi: 1913
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2006, 21:40
Località: Milano

Messaggioda Reginella » sabato 20 ottobre 2007, 10:45

Che meraviglia, grazie per aver inserito queste immagini e cominciatoun topic così interessante!!
MCM

"Non ristare!"
“SINT VT SVNT AVT NON SINT”
Avatar utente
Reginella
 
Messaggi: 904
Iscritto il: lunedì 2 ottobre 2006, 14:27
Località: Modena

Messaggioda Mario Volpe » sabato 20 ottobre 2007, 13:58

Grazie ad Andrea per le interessanti indicazioni...
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3677
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 14 novembre 2007, 13:00

Ritengo doveroso aggiungere a questa breve carrellata un'insegna di Gran Collare dell'Ordine di Enrico il Leone del Ducato di Brunswick. La decorazione di quest'Ordine rimane certamente una delle più elaborate e ricche del panorama europeo:

Immagine

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3677
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti