Distintivi Scout

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

Messaggioda Cottoneum » domenica 8 aprile 2007, 20:51

Michele Tuccimei di Sezze ha scritto:ricorda un po' i fumetti di paperino con il Gran Mogool pieno zeppo di medaglie... quella però credo fosse "satira"... :roll:


E a proposito, come funzionano le varie medaglie dei Boy Scout?
Perdonato l'ignoranza, ma non sono mai stato boy scout. :wink:
Avatar utente
Cottoneum
 
Messaggi: 826
Iscritto il: sabato 30 ottobre 2004, 23:15
Località: Milano

Messaggioda Ankon » lunedì 9 aprile 2007, 0:11

Se permettete sugli scout ne ho da dire a fiumi visto che ho 34 anni e ne faccio parte da 26!!!

Immagine

Tutte quelle "peccette" che vedete attaccate hannoil seguente significato:

Fazzolettone "da capo"
Immagine

Origini
Nel 1919 l'associazione scout inglese acquistò la tenuta di Gilwell Park, nella foresta di Epping, vicino Londra. Lo scopo era farne un luogo di formazione per i capi, richiesti in numero sempre maggiore da un'associazione in forte crescita. Alla conclusione del primo corso, B.-P. decise di lasciare a tutti i partecipanti un segno distintivo. Prese dunque i grani (che solitamente in Italia vengono chiamati tizzoni) di una collana appartenuta al capo Dinizulu, cui lui diede la caccia in Sud Africa nel 1888. Col tempo a questi due tizzoni si aggiunse anche il fazzolettone Gilwell e il portafazzolettone a Testa di Turco. Fra il 1922 ed il 1925, i capi che frequentavano il corso per capi branco ricevevano un distintivo diverso, detto Akela Badge, costituito da una zanna di lupo appesa ad un laccio di cuoio. Dopo poco, tuttavia, le insegne Wood Badge furono adottate per tutte le branche. I capi che completano la formazione Gilwell e ricevono il Wood Badge sono anche membri del gruppo scout Gilwell 1, l'unico gruppo composto solo di capi. Questo gruppo si riunisce ogni anno il primo venerdì di settembre a Gilwell Park per la Gilwell Reunion, che dura fino alla domenica.

Descrizione
Le insegne Gilwell sono composte di quattro elementi.

Fazzolettone Gilwell
E` un fazzolettone color grigio-rosato (tortora) all'esterno e arancione-rossiccio all'interno.Secondo la tradizione sono le braci rosseggianti dello Spirito Scout che covano sotto la cenere dell'Umiltà. Su un angolo è apposto un rettangolo del Tartan del Clan dei MacLaren, in ricordo della donazione effettuata da William De Bois MacLaren, che consentì l'acquisto della tenuta di Gilwell Park e la ristrutturazione dei primi edifici.
Inizialmente lo staff del campo usava un fazzolettone interamente composto da questo Tartan; poi, probabilmente per motivi di costo, se ne prese un semplice rettangolo, cucito su un angolo del fazzolettone, così come è oggi.


Tizzoni
Sono piccoli pezzi di legno di forma cilindrica, forati per farvi passare un laccetto di cuoio, e tagliati in modo da lasciare uno spigolo su entrambe le estremità che poi vengono annerite al fuoco. Come detto, i primi venivano dalla collana di Dinizulu. Questa collana, lunga oltre 3 metri, era composta di oltre 1.000 pezzi di legno di Acacia, anneriti col fuoco alle estremità, detti iziqu in lingua zulu. Erano assegnati come segno di riconoscimento ai guerrieri Zulu, ed era raro averne tanti come ne aveva Dinizulu. In occasione del primo campo scuola a Gilwell B.-P. si ricordò della collana e ne diede ad ogni partecipante al corso un grano. Il distintivo fu chiamato "Wood Badge" letteralmente "distintivo di legno". Inizialmente B.-P. aveva previsto che potessero essere uno o due da portare sulla giacca o sul cappellone a seconda della preparazione e del livello raggiunto. Nel 1922 queste distinzioni vennero abolite e furono adottati i due "tizzoni" da portare al collo per chi avesse superato tutti i livelli di formazione. Pertanto, contrariamente a quanto credono in molti, non sono pezzi di carbone dell'ultimo fuoco di B.-P., che quando iniziò a distribuirne aveva ancora oltre vent'anni di vita davanti a sé. Il termine Tizzoni (pur lasciando purtroppo la possibilità di equivoco sulla leggenda dell'ultimo fuoco) evoca comunque in chi li porta l'idea di prendere sempre parte ad un nuovo fuoco cui prendono parte B.-P. e tutti i capi che hanno completato i corsi Woodbadge. La collana originale è stata ricomposta dopo la morte di B.-P. ed è oggi visibile a Gilwell Park, in un piccolo ma interessante museo.
Gli allievi che hanno superato i corsi Gilwell ricevono due tizzoni. Ecco lo schema di tutte le possibilità:

1 tizzone: campo di base (non più usato, ora il minimo è due)
2 tizzoni: completata la formazione Gilwell
3 tizzoni: Assistant Leader Trainer (aiutante nei campi di formazione Gilwell)
4 tizzoni: Leader Trainer (chi dirige un campo di formazione Gilwell)
5 tizzoni: Gilwell Deputy Camp Chief (Vice Capo Campo di Gilwell Park, vedi più avanti per dettagli)
6 tizzoni: Gilwell Camp Chief (Capo Campo di Gilwell Park)
I sei tizzoni erano indossati inizialmente solo da B.-P. stesso. In seguito, ne diede un set a Sir Percy Everett, come riconoscimento dell'immenso lavoro fatto da questi per il movimento, dal campo a Brownsea nel 1907 in poi. Nel 1949, Sir Percy portò i propri sei tizzoni a Gilwell Park e li lasciò come distintivo del capo campo. Li indossò così John Thurman ed in seguito Bryan Dodgson. Nel 1983 ci fu una riorganizzazione degli incarichi, il ruolo di "Capo Campo" fu abolito, e i sei tizzoni passarono a Derek Twine, Executive Commissioner for Programme and Training (Commissario Centrale per il Metodo e la Formazione Capi). Dopo un'ulteriore ristrutturazione sono passati a Stephen Peck, Director of Programme and Development (Direttore del Metodo e dello Sviluppo).

I fazzolettoni multicolore invece sono quelli che portano tutti gli scout che non hanno fatto ancora l'iter formativo. Da considerare che il Gilwell si porta solo in occasioni particolari e non sempre. Eccone un paio di esempi:

Immagine
Immagine

Federazione Italiana scoutismo
Immagine
Ne fanno parte tutte le associazioni scout italiane (o quasi)

WOSM
Immagine
World Organization of the Scout Movement

WOGGGS
Immagine
World Association of Girl Guides and Girl Scouts

Stemma A.G.E.S.C.I.
Immagine
Associazione Guide E Scout Cattolici Italiani
E' quella di cui faccio parte io, ma ve ne sono d diverse. Questa è la piu diffusa seguite da CNGEI E FSE. I simboli di cui parlo sono Agesci.
Nasce dall'unione del trifoglio AGI (associazione guide italiane) dal giglio ASCI (associazione scout cattolici italiani) avvenuta decenni fà. Usato come simbolo di chi fà la promessa.

Stemma regionale
Immagine
Ovviamente diverso da regione a regione. In quello delle Marche è presente la Santa Casa di Loreto sotto cui sono in volo sette uccelli stilizzati che simboleggiano le 7 zone scout, 4 gigli a simboleggiare le provincie (da aggiornare) e l'ancora per la vocazione marinara della regione.

Gruppo di appartenenza
Immagine

Tutto il resto sono simboli del cammino che il ragazzo/ragazza fanno e delle posizioni che hanno e specialità che conseguono. Le tralascio perchè sarebbe lungo.

Se avete altre curiosità chiedete pure.
Avatar utente
Ankon
 
Messaggi: 40
Iscritto il: venerdì 2 febbraio 2007, 18:36
Località: Ancona

Messaggioda Marcello G. Novello » lunedì 9 aprile 2007, 0:40

Anch'io sono scout e ne vivo gli ideali e le avventure dal 25.12.1975 :D :wink:

Per quanto riguarda l'Assoraider, Associazione Italiana di Scoutismo Raider, l'art. 41 dello Statuto recita:

ENCOMI
Il Presidente Capo Scaut ha facoltà - su proposta di almeno un membro del Consiglio Nazionale, del Comitato Esecutivo Nazionale, del Comitato Tecnico Nazionale - di insignire dell’Encomio Semplice, dell’Encomio Solenne o di Medaglia al Merito (di prima, seconda e terza classe), gli iscritti dell’Associazione. Ha pure facoltà - su proposta di almeno cinque membri del Consiglio Nazionale, del Comitato Esecutivo Nazionale, del Comitato Tecnico Nazionale - di insignire di Medaglie di Benemerenza (di prima, seconda e terza classe), persone esterne all’Associazione.


A latere della predetta Associazione è esistito l'OSAR, Ordine Scout dell'Ala Rostrata.

Lo Statuto Associativo del CNGEI, Corpo Nazionali Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani, all'art. 10 recita:

ONORIFICENZE - Per premiare atti di valore compiuti dai soci, per il riconoscimento di meriti speciali o di eminenti servigi resi al CNGEI sono previste distinzioni al valore, al merito e di benemerenza. Esse, e il loro conferimento, sono stabilite dal regolamento.

In questo momento non sono riuscito a reperire questo regolamento ma so che esiste l'Ordine Scout di San Giorgio.

Immagine

Immagino che ogni altra associazione scout italiana (F.S.E., AGESCI, ecc.) possieda delle proprie distinzioni.

Se qualcuno è interessato posso postare delle immagini delle varie decorazioni degli scout americani.

Cordiali Saluti

Marcello G. Novello

P.S. Credo che il Dott. Aldrighetti, se la memoria non mi inganna, potrebbe aggiungere tanto a quest'argomento.

P.S. Nella foga non ci ho badato, ma siamo usciti decisamente fuori tema e avremmo dovuto aprire un topic a parte. Aspetto dunque la meritata tirata d'orecchie! :cry:
Marcello G. Novello
"Ogni rovescio ha la sua medaglia". Marcello Marchesi
Avatar utente
Marcello G. Novello
 
Messaggi: 1004
Iscritto il: giovedì 17 febbraio 2005, 20:07

Messaggioda L.de Bellis » lunedì 9 aprile 2007, 12:26

Carissimi Fratelli e Sorelle Scout di questo Forium,

Al levar del sole del primo agosto 2007, lo Scautismo entrerà nel suo secondo secolo di vita .
Quando i primi raggi del sole batteranno sulla pietra che a Brownsea ricorda il primo campo scout della storia, iniziato appunto l’1 agosto 1907, in tutto il mondo sarà L’ALBA DEL CENTENARIO. Tutti gli scouts e le guide del mondo, assieme a tutti coloro che nella loro vita hanno pronunciato la Promessa Scout, sono invitati a rinnovarla alle 8.00 del mattino del 1 agosto 2007 .
Secondo i fusi orari dei diversi paesi della Terra dunque, l’intera giornata del 1 agosto sarà scandita da migliaia di cerimonie dell’alba che si svolgeranno in tutti i paesi del mondo ed, in ciascun paese, ovunque vi sia un gruppo o unità di scouts che rinnovano la loro Promessa. Sarà così che il motto del Centenario “UN MONDO,UNA PROMESSA”, non sarà più un sogno, ma una stupefacente realtà.

Colgo l'occasione per inviarvi alcuni cimeli personali:

distintivo asci in metallo che si portava sul basco nero ( rover e capi)
borchia asci del cinturone.
mia promessa da lupetto con stella.
mia promessa da rover.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Buona Strada a tutti

Lorenzo de Bellis
Scout ASCI 1965/1974
Capo scout AGESCI 1975-1985
Capo Gruppo 1997-2000
Brevetto 1976 Wood Badge of Gilwell
Avatar utente
L.de Bellis
 
Messaggi: 835
Iscritto il: lunedì 15 agosto 2005, 17:07

Messaggioda Mario Volpe » lunedì 9 aprile 2007, 14:23

Mi è sembrato opportuno dividere la discussione sui distintivi degli Scout da quella sulle onorificenze "disordinate". Direi quindi - se siete d'accordo - di proseguire le due discussioni separatamente.

Cordialmente,

Mario Volpe
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3553
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Ankon » lunedì 9 aprile 2007, 15:36

Che io sappia, in AGESCI non esistono particlari benemerenze, medaglie, encomi od affini. Mi infromo meglio e faccio sapere. Quelle a cui si fa riferimento sopra soo solo del CNGEI.
Avatar utente
Ankon
 
Messaggi: 40
Iscritto il: venerdì 2 febbraio 2007, 18:36
Località: Ancona

Messaggioda Zaccheo » lunedì 9 aprile 2007, 15:56

Mario Volpe ha scritto:Mi è sembrato opportuno dividere la discussione sui distintivi degli Scout da quella sulle onorificenze "disordinate". Direi quindi - se siete d'accordo - di proseguire le due discussioni separatamente.

Gentilissimo sig. Mario Volpe,

trovo che la sua decisione di scindere i due diversi dibattiti sia molto saggia e, soprattutto, rispettosa nei confronti dell´associazionismo Scout verso il quale va tutta la mia stima e simpatia per la buona formazione umana e culturale (oltre che Cristiana, se si parla di realtá ecclesiale) che sa trasmettere ai propri membri, numerosi in tutto il mondo (a partire dalla terra di Svezia in cui mi trovo).
Non ho mai fatto parte di gruppi Scout....consiglierei, tuttavia, a chiunque di farlo.

Auguri :P di buona Pasqua!

Ferrante
"Gli Israeliti si accamperanno ciascuno vicino alla sua insegna con i simboli dei casati paterni" (Numeri 2,2)
Avatar utente
Zaccheo
 
Messaggi: 2241
Iscritto il: domenica 7 agosto 2005, 22:51
Località: Roma

Messaggioda Fabio Cassani Pironti » lunedì 9 aprile 2007, 16:07

Pregiatissimo Signor Volpe,

Concordo pienamente con la divisione da Lei effettuata.

La Sua competenza e la dedizione al Forum sono degne di ammirazione. Grazie!

Cordiali saluti,

Fabio Cassani Pironti
Fabio Cassani Pironti
 
Messaggi: 63
Iscritto il: venerdì 24 giugno 2005, 17:31
Località: Roma

Messaggioda L.de Bellis » lunedì 9 aprile 2007, 22:09

Ankon ha scritto:Che io sappia, in AGESCI non esistono particlari benemerenze, medaglie, encomi od affini. Mi infromo meglio e faccio sapere. Quelle a cui si fa riferimento sopra soo solo del CNGEI.


Corretto, non esistono in AGESCI,medaglie ecc.

Vi invio certo di fare cosa gradita, promessa-lupetto che si metteva sul maglione verde,promessa da esploratore per l'uniforme grigia,promessa da AE. per l'uniforme kaki, e la promessa dell'AGI.

Lorenzo de Bellis
Avatar utente
L.de Bellis
 
Messaggi: 835
Iscritto il: lunedì 15 agosto 2005, 17:07

Messaggioda pompiere » martedì 10 aprile 2007, 7:51

Che bei ricordi!
Avatar utente
pompiere
 
Messaggi: 232
Iscritto il: giovedì 10 marzo 2005, 14:38

Messaggioda MMT » sabato 28 aprile 2007, 16:20

Dimenticate gli Scouts d'Europa, F.S.E.
Immagine
Immagine

Michele :wink:
MMT
 
Messaggi: 4652
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda Ankon » lunedì 30 aprile 2007, 0:17

Ecco di seguito gli stemmi di tutte le realtà scout presenti in Italia

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Per il loro significato andate a controllare su
http://www.tuttoscout.it/links/
Avatar utente
Ankon
 
Messaggi: 40
Iscritto il: venerdì 2 febbraio 2007, 18:36
Località: Ancona

Messaggioda Giorgio Aldrighetti » lunedì 30 aprile 2007, 18:24

Agli amici e ai fratelli scouts,
mi permetto allegare una mia vecchia foto di quando avevo esattamente 35 anni, in divisa da scout dell'AGESCI, con le insegne del Wood Badge Gilwell, e con le decorazioni di cavaliere dell'OMRI e del Giglio di Benemerenza di terza classe, quest'ultimo conferitomi dal capo scout d'Italia dell'ASCI Associazione Scouts Cattolici Italiani in data 20.10.1974, registrato al n° 461.
Sabato e domenica 4 e 5 maggio sarò a Magenta (Novara) poichè in occasione del centenario dello scoutismo, mi ritroverò con tutti i capi scout che con me hanno frequentato il campo scuola per la branca lupetti a Colico nell'estate del 1971.
Con l'augurio di buona strada...
Giorgio
Avatar utente
Giorgio Aldrighetti
 
Messaggi: 409
Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 14:04
Località: Chioggia

Messaggioda Giorgio Aldrighetti » lunedì 30 aprile 2007, 20:56

Mi ero dimenticato di precisare che la foto è del 1978.
Ancora buona strada...
Giorgio
Avatar utente
Giorgio Aldrighetti
 
Messaggi: 409
Iscritto il: domenica 2 aprile 2006, 14:04
Località: Chioggia

Messaggioda San Celestino » mercoledì 2 maggio 2007, 3:49

xxx
Ultima modifica di San Celestino il sabato 14 novembre 2015, 3:41, modificato 1 volta in totale.
Se in vita non date un po' di voi agl'altri non rimarrà nulla di voi che valga la pena di vivere!
San Celestino
 
Messaggi: 480
Iscritto il: mercoledì 29 ottobre 2003, 17:12
Località: Roma

Prossimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti