L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » domenica 6 giugno 2021, 11:09

M. Balbe ha scritto:Immagine
Immagine

Signore e signori

Potrebbe dirmi se nella capitale a Roma o a Torino avrebbe un negozio di antiquariato militare e di Phaléistique.
Se avesse delle foto.

Né ha in Italia un'opera specializzata sull'Ordine Reale delle Due Sicilie, quale?

Cordialmente.

M. Balbe


[king.gif] [thumb_yello.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda Elmar Lang » mercoledì 9 giugno 2021, 8:07

Salve,

mi dispiace enormemente, ma purtroppo a Roma o a Torino non vi è nessun negozio specializzato in Ordini e Decorazioni come furono a Parigi i negozi di Mr. Reboul o di JP Stella (anch'essi non più esistenti). Fino ad alcuni anni fa, in v. del Babuino vi era il negozio di Aldo Soligo, specializzato in armi antiche, ma con una notevole scelta di splendide onorificenze. Purtroppo, anche questo negozio non esiste più.

Libri sulle onorificenze italiane? Eccetto i ben noti, magnifici volumi compilati dall'Amb. Dr. Spada, al momento, esiste solo l'opera di A. Brambilla, pubblicata qualche anno fa: eccezionalmente approfondita e documentata, non è però dedicata anche agli ordini cavallereschi, ma si limita alle sole decorazioni. E' comunque un volume importante e fondamentale, sulla faleristica italiana.

La cosa migliore, quando la vita tornerà alla normalità, sarà frequentare le fiere specializzate, in particolare "Militalia" a Milano-Novegro, ove collezionisti e commercianti specializzati si ritrovano e dove si possono trovare ottimi oggetti.

A presto e cordialmente,

E.L.
Non fidatevi mai delle statistiche, se non siete stati voi a falsificarle. (P. Kalpholz)
Avatar utente
Elmar Lang
 
Messaggi: 3448
Iscritto il: mercoledì 6 ottobre 2004, 10:02
Località: Nord Italia

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » domenica 13 giugno 2021, 18:46

Salve, signor Elmar Lang,

Vi ringrazio per la vostra cortese risposta per le opere dell'Ambasciatore Antonio Spada, bisogna riconoscerlo, sono dei libri stupendi, conosco questi libri, E la cosa interessante delle varie opere è che purtroppo le foto delle decorazioni nei suoi libri sono state tutte rubate e poi probabilmente fuse per recuperare l'oro e l'argento, tutto questo è molto triste vedere e persone prestano a tutto per soldi.

Sì purtroppo il signor e la signora Fabrice Reboul si sono ritirati, chiudendo il Louvre degli antiquari, uno dei più grandi mercanti di falegnameria, con il signor Jean-Pierre Stella, e la sua boutique. Ai Soldati dell'Antico, anche lui si è ritirato, Jean-Pierre Stella abita ormai le Landes. Sono riuscito a scattare alcune foto dell'interno del negozio con le decorazioni, e la Militaria che c'era. Un ricordo raro per me. Un po' come il negozio di Fabrice Reboul.

Conosco anche l'opera di Alessandro Brambilla. Le medaglie Italiane negli ultimi 200 anni - Parte I - 1784-1900: Seconda edizione. Certosa di Pavia, 2010. È la nuova edizione del vol. 1, pubblicato nel 1985 e ristampato nel 1997 con vol. 2, rivisto ed ampliato.

Immagine
Avete anche il lavoro di Barac Borna Tomes 1-2-3-4.
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Noi abbiamo la monumentale opera del signor Jean-Pierre Collignon.
Immagine
Tutte le sue opere sono in vendita presso la maison Pratt, rue 49 rue de Richelieu 75001 PARIS -
Immagine

Questo libro monumentale diventa il riferimento per le decorazioni francesi: Medaglie dell'antica Francia 1452 e 1587, medaglie dei piloti 1692, Ordini di San Michele 1469, Santo Spirito 1578, San Lazzaro e Nostra Signora del Monte Carmelo 1607, San Luigi 1693, Merito Militare 1759, Medaglione delle Due spade 1771, Decorazioni e insegne della Rivoluzione francese 1789-1795, la legione d'onore delle origini alla fine del Secondo Impero 1802-1870, la corona di ferro 1805, ordini dei fratelli dell'Imperatore (Olanda, Due Sicilie e Napoli, Spagna, Westfalia), ordini e decorazioni della Restaurazione, della Monarchia di Luglio e della Seconda Repubblica, decorazioni e medaglie del Secondo Impero, Araldi Re d'Armi, Orfani militari, utensili di fabbricazione.

Ordini e Decorazioni Ordini di Cavalleria. Il prezzo di questa opera rimane elevato, non è per tutte le borse.

Nessun falegname specialista ha pubblicato un'opera sull'Ordine delle Due Sicilie, per quanto riguarda questi beni un ordine napoletano del Regno delle Due Sicilie. Giuseppe Bonaparte creò il 24 febbraio 1808, e fu sostituito da suo cognato Gioacchino Napoleone, (Murat), fu quello di riformare l'ordine con un decreto in data 5 novembre 1808.

Le decorazioni del Regno delle Due Sicilie di Gioacchino Napoleone, sono così rarissime come da noi in Francia ?

Vedo la gestione degli utenti di Internet che severo ha 15552 visualizzazioni in 4 mesi per avere che alcune risposte, è raro vedere le persone che frequentano questa tribuna prendere la parola, or messo alcune persone piacevoli che rispondono alle alcune domande che faccio.

Ancora nessuna risposta sugli Amanacco del Regno delle Due Sicilie, come avevo postato in prima pagina.

Avrete foto dell'Ordine delle Due Sicilie, tipicamente italiano, di modelli realizzati da orafi italiani. Di Giuseppe Bonaparte e di Gioacchino Napoleone (Murat)?
Vi ringrazio anticipatamente per l'interesse che dimostrate nel guardare questa rubrica dedicata all'Ordine delle Due Sicilie Napoleonico.

A presto e cordialmente.

M. Balbe

PS: Per compiacere il Sig. Elmar Langir, ecco alcune foto del negozio del Sig. Jean-Pierre Stella, purtroppo oggi scomparso.

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
[yikes.gif] [euro.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda Mario Volpe » mercoledì 16 giugno 2021, 17:25

Qui un breve articolo sull'Ordine, pubblicato sulla rivista La Gazzetta dell'Antiquariato di qualche anno fa:

http://www.lagazzettadellantiquariato.i ... e-sicilie/
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3719
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » venerdì 3 settembre 2021, 15:25

Bonjour à toutes et à tous

Je voudrais tout d’abord remercié Mario Volpe pour sa suggestion de l’article sur l'Ordre Royale des Deux-Siciles, je l’avais déjà lu, merci car même.

Je profite de la trouvaille d’un brevet de l'Ordre Royale des Deux-Siciles, pour le partager avec vous.

Lettre de nomination au rang de chevalier de l'Ordre Royale des Deux-Siciles, datée de Naples le 1er juillet 1809.

À Charles de Longchamp (1768-1832), ancien militaire, auteur dramatique et surintendant des théâtres à Naples.

Lettre signée du prince San Severino Bisignano, grand chancelier de l'Ordre Royale des Deux-Siciles.

Signature de Joachim Murat comme roi de Naples, (Joachim Napoléon).

Sur papier en-tête de la grande chancellerie de Royale des Deux-Siciles.

Époque : 1er Empire. Dimensions : 33 x 21,5 cm.

Comportant une déchirure au niveau du pli du feuillet.

Prix 500,00 €.

Cordialement.

M. Balbe.

Buongiorno a tutti e a tutti

Vorrei innanzitutto ringraziare Mario Volpe per il suggerimento dell'articolo sull'Ordine Reale delle Due Sicilie, l'avevo già letto, grazie perché anche.

Approfitto della scoperta di un brevetto dell'Ordine Reale delle Due Sicilie, per condividerlo con voi.

Lettera di nomina al rango di cavaliere dell'Ordine Reale delle Due Sicilie, datata da Napoli il 1º luglio 1809.

A Carlo di Longchamp (1768-1832), ex militare, drammaturgo e sovrintendente dei teatri di Napoli.

Lettera firmata del Principe San Severino Bisignano, Gran Cancelliere dell'Ordine Reale delle Due Sicilie.

Firma di Gioacchino Murat come re di Napoli (Gioacchino Napoleone).

Su carta intestata della grande cancelleria di Reale delle Due Sicilie.

Epoca: 1º Impero. Dimensioni: 33 x 21,5 cm.

Comportanti una lacerazione all'altezza della piega del foglio.

Prezzo 500,00 €.

Cordialmente.

M. Balbe.


[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1789]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1790]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1791]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1792]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1793]Immagine[/url][/url]
[thumbup.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » sabato 4 settembre 2021, 9:57

Bonjour,

J’ai oublié de poser une question relative à la signature de Joachim Napoléon sur cette lettre d’avis qui servait de brevet à l’époque.
Que pensez-vous de cette signature, est-ce bien celle de Joachim Murat ?

La trace d’encre au début de la signature (trainais), n’est-elle pas suspecte ?

Avez-vous déjà vue une lettre d’avis de l’Ordre Royal des Deux Siciles signée à la fois par le grand chancelier le prince San Severino Bisignano, et le roi de Naples Joachim Napoléon.

Est-il normal qu’au-dessous il y est écrit roi des Deux Siciles ?

Pour ma part c’est la première lettre que je trouve signée par les deux, toute celle que j’ai eu l’occasion de rencontrer porter le griffe du prince San Severino Bisignano.

J’attends avec impatience vos réponses.

Cordialement.

M Balbe

Buongiorno

Ho dimenticato di porre una domanda relativa alla firma di Gioacchino Napoleone su questa lettera di parere che all'epoca fungeva da brevetto.

Cosa ne pensa di questa firma, quella di Joachim Murat?

La traccia d'inchiostro all'inizio della firma (trainais), non è sospetta?

Avete già visto una lettera di parere dell'Ordine Reale delle Due Sicilie firmata sia dal Gran Cancelliere il Principe San Severino Bisignano che dal Re di Napoli Gioacchino Napoleone.

È normale che sotto è scritto re delle Due Sicilie?

Da parte mia, è la prima lettera che trovo firmata da entrambi, tutta quella che ho avuto modo di incontrare con l'artiglio del principe San Severino Bisignano.

Attendo con ansia le vostre risposte.

Cordialmente.

M Balbe [euro.gif]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1794]Immagine[/url][/url]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » martedì 9 novembre 2021, 19:10

Buongiorno a tutti e a tutti

Volevo condividere con voi un libretto realizzato da un amico. L'aiutante-comandante Josef Szumlanski.
Sarà decorato con l'Ordine Reale delle Due Sicilie.

Questa è la sua storia.

Molto cordialmente.

M. Balbe


Josef Szumlanski.

Nacqueintorno al 1765 e morìnel 1839 a Lviv (Ucraina), all'età di 74 anni, a causa di postumipolmonari. Riposa al cimiteroLychakiv (nell'attualeUcraina). Atto di sepoltura N, 52. Tomo IV, pagina: 8.

Sul piano strettamentecronologico, la città alla sua morte si chiamava o Lxow in Polonia, o Lemgerg in tedesco, poichéquestacittà, la seconda in importanzadopoCracovia in Galiziapolacca, si trovava in Austria.

Erafiglio di TomaszSzumlanski (pronunciachoumlagne'ski), e della sua prima moglie, RozaliaGlebocka (pronunciagwembotska), (cioè... «Rosalie la profonda».

È diventatomilitare il 1790 al suodellarepubblicaNobiliare (Rzeczpospolita), si è distintodurante l'insurrezione di Kosciuszko (guerradellaPoloniacontro la Russia), Iniziale campagne come semplicesoldato. Partecipò alla battaglia di Zielena il 18 giugno 1792. Sottotenentenel 1793. Fu presente ai combattimenti di Raclawice il 4 aprile 1794, all'assedio di Varsavia e alla battaglia di Maciejowice il 10 ottobre 1794. Tutte queste campagne glihannopermesso di raggiungererapidamente il grado di maggiore.

Dopo la cadutadell'insurrezionenelsuopaese, il trattatodel 1795 chedivideva la Poloniatra l'Austria, la Prussia e la Russia, fece parte delle legionipolacche in Italiaorganizzate da Jan Henryk Dabrowski checombattono in Italia a fianco dei francesi, a partire dal 1797.

Partecipò alla presadellafortezza di San Leo.

Si trovò 1º luogotenente al 7º bis di Ussarosotto il comando di Bonaparte durante la spedizione in Egitto, dovepartecipò ai combattimenti di Chebreiss il 13 luglio 1798, delle piramidi il 21 luglio 1798 e di Salachia.

Al suoritornodall'Egitto, vienecatturatodaiturchi e si ritrovaprigionierosull'isola di Sifnos, nell'arcipelago delle Cicladi, possesso turco. Vi trascorre un anno e mezzo come schiavo, incatenato.

La sua salvezzaverrà dal principe Adam Kazimierz Czartoryski checomprerà la sua libertà.

Una volta rilasciato, Josef Szumlanskiaffonderàgiornifelicia Istanbul, frequentandoragazze di diverse ambasciate, pur mantenendolegami con il suosalvatore.

In seguito, raccomandato dal principeCzartoryski, per treanniprestòservizionell'esercitorusso come comandante di squadrone (Rotmistrz) e come maggiorenelreggimentodeidraghi di Smolensk.

Nel 1805 eragiàcolonnello, capo di squadrone al 2èmelancierenel 1806. Saràpresente ad Austerlitz il 20 dicembre 1805, ma sul versante russo.

Nel 1806 passòall'esercitopolacco.

Una volta creato il ducato di Varsaviadall'imperatoreNapoleonenel 1807, si unì al principe Josef Poniatowski. Il 3 febbraio 1807, un documentoemanato dal generale di brigataBavillelo nomina comandantedella piazza d'armi di Pülstuck , ha il grado di comandante di battaglionepolacco. Fu maggioredel 1º reggimento di lancieridella prima legionepolacca.

Un documentodatato 22 marzo 1808, firmato dal generale di divisioneLemarois, governatore di diverse province dell'Italia centrale e aiutante di campo di napoleone 1º: certificache il maggiore Josef Szumlanski (si è distintoparticolarmente in tutti gliaffari in cui ha combattuto alla testa di questocorpo ,caricando il nemico, uccidendomolti e facendoprigionieri...). Confermandoquestodocumento, questaletteradelgenerale Gouvion-Saint-Cyr.

Da Varsavia, 13 maggio 1807:


Il generaleGouvion, governatore di Varsavia, ha inviato al signor conte Alexander Potoçki, ministrodellapolizia, la seguentemoneta:

...... al quartier generale di Varsavia, il 12 maggio. Se le truppepolacchedavanti a Danzica e Graudenz, e alla divisioneZaionczek, si coprono di gloria, quelle che sono partite di recente da Varsavia, per servire il generaleLemarois, competono con zelo e coraggio con queste prime. Il generaleLemarois, che ha passato la Narew il 9 maggio, con la sua divisione, mi diceche è molto contentodelsecondo dei lancieridella prima legionepolacca. Un distaccamento di questacavalleria,Con solo 100 cavalli, ieri ha avuto un brillante affare a Zatory, contro 300 cosacchi, di cui 30 sono statiuccisi, un numerosimileferito, e il resto messo in rotta. Il maggioreSzumlanski, cheera alla spedizione d'Egitto, comandante di questilancieri, ha avuto solo cinqueuominiuccisi e dueferiti; è rientrato al campo senzaesserestatonemmenoinseguito dal nemico, ecc...

Generalesenatore, governatore delle città e province di Varsavia. Gouvion.


Aiutante-comandante, capo di statomaggiore di divisione, con nomina del 20 marzo 1810.

Si trovanellacampagna di Russia, alla Beresina, 26/ 29 novembre 1812.

Memorie di Krasinski:

C'eraunasanguinosabattagliatra i tiratorinellaforestadall'altra parte dellaBeresina, gliuominicadevano come spighe, ed è durantequestalotta su entrambi i latidelfiumeche si produsse, sul ponte riservatoalleautomobili, la terribilecatastrofe di cui tutti conservano la memoria, ma in cuiperiscono ben pochipolacchi. Il principe Poniatowski, chegiacevamalatonella sua auto, correva grandi pericoli.L'imperatoreavevadato l'ordineche l'automobile del principe seguissesempredurante la marcia la divisionedellaguardiaimperiale, poi la legionedellaVistolacheera stata assegnata alla guardia. Maarrivando alla Beresina, in mezzo alla folla e all'ingombro delle automobili, quelladel principe fuseparata dalla valorosafalangepolacca. Gliufficialicheaccompagnavano il principe tentaronoinvano di facilitargli il passaggio; infine il colonnelloSzumlanski, il suo primo aiutante di campo, incontrò il distaccamento di gendarmi d'élite, e metà con le sue preghiere, metà con offerte di denaro,

Ottennechecatturassero il malatosotto la lorocustodia. I gendarmi al grido di:«Per ordinedell'Imperatore! » Urtarono la folla, gettarono dei carri in acqua e riuscirono a far passaredall'altra parte del ponte il capo dell'esercitopolacco, il cuidestino non eraquello di essereannegatonellaBeresina: erano le tredopomezzanotte. Gliaiutanti di campo riuscironoancora a portare l'auto al bivaccodelcolonnelloHornowski, checomandava il 10º reggimentodelladivisione Dombrowski....


Fu fattoprigioniero aLeipzig, (16-19 ottobre 1813).

Dopo la cadutadel primo Impero Josef Szumlanski ha intrapresopassipressoilgovernofrancese per riceveresaldi non riscossi.

Un documentodatato 1819 riportagliarretratiriguardanti la Legion d'onore, la somma assegnata è di 1222 franchi e 26 centesimi.

Il Congresso di Vienna ripartiscenuovamente la Poloniatra i vincitori. Il regno di Poloniafucostituito con Varsavia come capitale, in unione con l'Imperorusso, e dotato di unacostituzione il 15-27 novembre 1815.

La rivoltadel 1830 portòlozar ad abolire la costituzione. Tuttavia un nuovostatutofupromulgato il 14-26 febbraio 1832.

Un documentodel 12 novembre 1816 aVarsaviagliriconosceva la somma di 2999 fiorinipolacchi, e 19 Grosh come pagamento dei saldi non riscossiper il mese di novembre e dicembre 1811, gennaio ad aprile 1812, gennaio 1813.

In seguito alla sua richiestadel 14 luglio 1830, un documento di Varsavia, datato 19 agosto 1830, alla testa dellacommissione centrale di liquidazionedelRegno di Polonia* gliriconosce un versamento di 10023 franchi e 10 centesimi.

*La commissione centrale di liquidazionedelregno di Poloniafucreatanel 1824 e servita da intermediario per liquidare i contitra il dipartimento delle finanzedelregno e i protagonistidelmomento, (governofrancese, cittàlibere di Cracovia, ex militari al soldodella Francia).

Cavalieredell'ordinemilitaredelducato di Varsavia (Virtuti militari) croce di terza classe, il 1ergennaio 1808. (3ème classe, attribuita ai generali di brigata, colonnelli e comandanti. 504 attribuzionisotto il ducato di Varsavia).
Certificatofirmato dal Ministrodella Guerra, il Principe Josef Poniatowski.

MembrodellaLegion d'onore il 29 gennaio 1808, l'esercitosassone. (L'esercitopolaccoprestagiuramento al re di Sassonia e all'imperatorenapoleone, in qualità di protettoredellaconfederazione del Reno). L[b]
etterafirmataLacépède, GranCancellieredellaLegion d'onore.

UfficialedellaLegion d'onore l'11 ottobre 1812, colonnelloincaricato dei dettaglidellacavalleriapolaccadel 5ème Corpo d'armata*. LetterafirmataLacépède, GranCancellieredellaLegion d'onore.
Cavalieredell'OrdineReale delle Due Sicilie il 24 novembre 1813, letterafirmata, il Principe San Severino Bisignano, GranCancelliere e Consigliere di StatodelRegno di Napoli.

*Minuto di decreto al quartier generaleimperiale a Smolensk, il 24 agosto 1812. Grande esercito, 5º corpo. Sono nominatinellaLegion d'onore......(Szumlanski, aiutante- comandanteincaricato dei dettaglidellacavalleria, fa parte della lista i cuinomi sono cancellati!) Dopo la presa di Smolensk, Napoleonefecedistribuire 89 decorazioni al corpo d'armatapolacco.

Josef Szumlanski ha sposato Anne Pienczykowska, figlia di Stanislas di nobiltàpolacca. La coppia ha avutoduefigli. Stanislaochesaràcapitano, attivodurante l'insurrezionedelgennaio 1863 e Sidonia sua figliasaràcontessaSidoniaReviczky, dama dell'Ordinefemminiledella Croce Stellatae dama delPalazzo di sua maestà l'Imperatrice e Regina d'Austria -Ungheria.

Fonti:
[/b]
Sito di genealogiapolacca. http://www.mogilno.in/3120/ciekawej-opo ... tynuowanie
L'esercitodelDucato di Varsavia, Malibran, pagina 150.
Corrispondenzadel principe Poniatowski, pagina 296.
Ritratto, olio su tela non firmato di 1815 (101x74mm). Dono di Boleslaw-Ulanowski.1918. Museo di Cracovia.
Memoriemilitari 1812, 1813,1814, Josef Grabowski, pagina33.
Corrispondenza di Napoleone I, pezziineditiriguardanti la Polonia, 1801/1815, Gebethner& Wolff, 1911, Page62.
GirolamoNapoleone e la Polonianel 1812. Abel Mansuy, 1931, pagina 257.
A romance Without translation, PyotrBurah.
Le campagne napoleoniche. Alain Pigeard.
Le memorie di Rasinski.
La Polonia e i polacchi. Josef Zauski.
Ricercainformazioni in questolibro:
B.Starzynski: ipolacchidecorati con LH, 1803-1814, Lejay, 1899.
Forsedovrebbeesserci un riassuntodella sua carrieramilitare.
Mr G. L.

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1828]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1830]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1831]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1837]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1836]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1838]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1839]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1840]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1841]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1842]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1843]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1844]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1845]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1846]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1847]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1848]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1849]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1850]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1851]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1852]Immagine[/url][/url]

[url]
[/url]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » mercoledì 10 novembre 2021, 12:02

Questo è il seguito del comandante Josef Szumlanski.


[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1880]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1881]Immagine[/url][/url]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » mercoledì 10 novembre 2021, 12:15

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1888]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1883]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1884]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1885]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1886]Immagine[/url][/url]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » mercoledì 10 novembre 2021, 12:19

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1889]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1890]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1891]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1892]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1893]Immagine[/url][/url]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » mercoledì 10 novembre 2021, 12:27

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1894]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1896]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1897]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1898]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1899]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1900]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1901]Immagine[/url][/url]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » mercoledì 10 novembre 2021, 12:33

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1902]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1904]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1905]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1906]Immagine[/url][/url]
[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1907]Immagine[/url][/url]

Molto cordialmente.

M. Balbe [euro.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » mercoledì 17 novembre 2021, 14:43

Buongiorno a tutti e a tutti

Il y a 206 ans, le 13 octobre 1815, disparaissait Joachim Murat, l’une des principales personnalités de l’épopée impériale. Officier de cavalerie mythique de la Grande Armée, maréchal puis prince de l’Empire, il fut également nommé roi des Deux-Siciles en 1808.
À ce titre, il fut le grand organisateur de l’ordre royal des Deux-Siciles institué par son beau-frère, Joseph Bonaparte.

Le musée conserve plusieurs œuvres liées à ce personnage :

Une miniature sur laquelle il porte l’insigne de la Toison d’or et les grands cordons de la Légion d’honneur et de l’ordre royal des Deux-Siciles.

Un dessin du projet de collier institué par Murat en 1811 pour quelques dignitaires et princes de la famille royale.

Le collier de l’ordre royal des Deux-Siciles de son fils, le prince Achille Napoléon, composé de 15 maillons figurant les armoiries des villes et provinces du royaume.

206 anni fa, il 13 ottobre 1815, scomparve Gioacchino Murat, una delle principali personalità dell'epopea imperiale. Ufficiale di cavalleria mitica della Grande Armata, maresciallo e poi principe dell'Impero, fu anche nominato re delle Due Sicilie nel 1808.
A questo titolo fu il grande organizzatore dell'ordine reale delle Due Sicilie istituito dal cognato, Giuseppe Bonaparte.

Il museo conserva diverse opere legate a questo personaggio :

Una miniatura su cui reca l'emblema del vello d'oro e i grandi cordoni della Legion d'onore e dell'ordine reale delle Due Sicilie.

Un disegno del progetto di collana istituito da Murat nel 1811 per alcuni dignitari e principi della famiglia reale.

Il collare dell'ordine reale delle Due Sicilie di suo figlio, il principe Achille Napoleone, composto da 15 anelli raffiguranti gli stemmi delle città e province del regno.



[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1919]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1920]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1921]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1922]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1923]Immagine[/url][/url]

[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1924]Immagine[/url][/url]

Molto cordialmente.

M; Balbe. [glasses3.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda Don Luigi Costa » mercoledì 17 novembre 2021, 19:06

M. Balbe ha scritto:Est-il normal qu’au-dessous il y est écrit roi des Deux Siciles ?


Mais non, c'est pas normal. D'abord, le Royaume des Deux Siciles a ete cree en 1816. Ensuite, en general, les rois ne precise pas leur fonction, sous leur signature. Enfin, l'encre de la signature est beaucoup moins pale (ou beaucoup plus noire) que celle du texte.
Don Luigi Costa
 
Messaggi: 56
Iscritto il: mercoledì 10 novembre 2021, 20:05

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » domenica 21 novembre 2021, 12:37

Bonjour Don Luigi Costa

Merci pour te réponse pertinente, tu as tout a fait raison Joachim Napoléon n’était bien que Roi de Naples et non Roi des deux Siciles.

Je pense qu’un collectionneur mal veillant a rajouter l’écriture de Roi des Deux Siciles il y a déjà un petit moment l’écriture et l’encre ne sont pas en accord avec le document.

Joachim Murat , né le 25 mars 1767 à Labastide-Fortunière, Quercy, maintenant dans le département du Lot) et mort le 13 octobre 1815 au château de Pizzo (royaume de Naples), est un militaire français, haut dignitaire du Premier Empire. Fait maréchal d'Empire et prince français par Napoléon Ier, il est également grand amiral de l'Empire, grand-duc de Berg, puis roi de Naples à partir de 1808 sous le nom de Joachim Ier.

Il est le beau-frère de Napoléon Ier par son mariage avec Caroline Bonaparte, sœur de l'Empereur.

Ciao Don Luigi Cost

Grazie per la risposta pertinente, hai perfettamente ragione Gioacchino Napoleone non era che Re di Napoli e non Re delle due Sicilie.

Credo che un collezionista malintenzionato abbia aggiunto la scrittura di Re delle Due Sicilie già da un po' di tempo la scrittura e l'inchiostro non sono in sintonia con il documento.

Joachim Murat, nato il 25 marzo 1767 a Labastide-Fortunière, Quercy, ora nel dipartimento del Lot) e morto il 13 ottobre 1815 nel castello di Pizzo (Regno di Napoli), è stato un militare francese, alto dignitario del Primo Impero. Fatto maresciallo dell'Impero e principe francese da Napoleone I, fu anche grande ammiraglio dell'Impero, granduca di Berg, poi re di Napoli a partire dal 1808 con il nome di Gioacchino I.

Era cognato di Napoleone I per il suo matrimonio con Carolina Bonaparte, sorella dell'Imperatore.

A presto e cordialmente.

M. Balbe [clapping.gif]


[url][url=https://servimg.com/view/19101961/1925]Immagine[/url][/url]
M. Balbe
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

PrecedenteProssimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti