L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » giovedì 9 aprile 2020, 18:51

Buongiorno a tutte e a tutti.
Un complemento del Royal Almanach del 1814-1815.


https://gallica.bnf.fr/ark:/12148/bpt6k1041385q

Buon week-end di Pâsqua, nonostante il contenimento e il coronavirus.

A presto.

M. Balbe. [clapping.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » venerdì 10 aprile 2020, 11:31

Buongiorno a tutte e a tutti.

Un complemento sui punzoni di Bacqueville accompagnato da una scheda dei punzoni francesi.

Buon Venerdì Santo, signore.


Immagine
Immagine
Immagine

http://www.silvercollection.it/ASCASRECENSE.html


Immagine

Dei punzoni francesi.

Immagine
Immagine
Immagine

A presto.
M. Balbe. [cool.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » domenica 12 aprile 2020, 10:57

Salve a tutte e a tutti,

Il principe Joachim Murat ha effettuato le prime distribuzioni dell’Ordine Reale delle Due Sicilie, tenutosi il 25 marzo 2017, in un grande hotel parigino.

Tra i comandanti si noterà la presenza di alcune personalità del mondo napoleonico.


https://www.youtube.com/watch?v=VKIB0zm ... tion=share


I distintivi sono quelli dei tempi di Murat.


Immagine

Immagine

Immagine
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » domenica 12 aprile 2020, 10:58

Nessuno partecipa alla discussione? Non sembra gestire appassionato da questo ordine tuttavia prestigioso in Italia come in Francia.

Grazie, signor Tilius, per la sua gentilezza e per la disposizione dei miei articoli.

Buona festa e che Dio vi protegga.

Cordialment

M. Balbe [hmm.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » martedì 14 aprile 2020, 16:46

Ciao a tutte e a tutti voi

Vi propongo alcune foto del mio archivio sull’Ordine Reale delle Due Sicilie, sulla vendita di una parte dei pezzi della collezione del museo napoleonico di Monaco del principe Ranieri III.

1/ una bella stecca della fine del XIX secolo (Napoleone III).

2/ una cornice nera, composta da due decorazioni.

3/ una splendida stella di comandante dell’Ordine Reale delle Due Sicilie.

4/ Una magnifica stella della Gran Croce dell’Ordine Reale delle Due Sicilie.

Troverete i prezzi dei loro appalti, TTC, che cosa l’acquirente realmente sborsare per possedere le sue meraviglie.

Cari amici italiani, faccio come voi, cerco di mantenere il morale nonostante il contenimento, trascorro il tempo a riclassificare i miei dossier da fallici, e così partecipo al dibattito sull’Ordine Reale delle Due Sicilie.

Bisogna riconoscere che per il momento l’argomento è guardato, ma resta muto di ogni discussione?

Presto vi farò pervenire un altro argomento su una decorazione napoleonica franco-italiana.

Che Dio vi protegga.

Un saluto dal cielo.

M. Balbe [euro.gif]


Immagine

Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine


Immagine

[glasses3.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » martedì 14 aprile 2020, 18:04

Supplément

Immagine
Immagine

Immagine
Immagine

M. Balbe [euro.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » giovedì 16 aprile 2020, 17:45

Ciao a tutte e a tutti voi

Cari amici italiani, ecco alcune foto aggiuntive sull’Ordine Reale delle Due Sicilie della vendita del 29/09/2017 della casa di vendita tedesca Künker.

1/ Una magnifica targa di Gran Croce dell’Ordine Reale delle Due Sicilie.

2/ Il centro di questa targa. (Museo della Legion d’Onore). Foto Collezione privata.

3/ una splendida stella di Gran dignitario dell’Ordine Reale delle Due Sicilie.

4/ Il centro di stella di Gran dignitario dell’Ordine Reale delle Due Sicilie.

5/ Lo splendido ritratto del generale di divisione Giuseppe Lech con la targa Gran Croce dell’Ordine Reale delle Due Sicilie.

6/ Questa superba realizzazione del busto del re di Napoli in figurina.

Spero di avervi fatto condividere la passione per questo ordine che per me è uno dei gioielli più belli del periodo napoleonico.
Come noi, voi siete confinati e sottoposti alle sollecitazioni del coronavirus, per fortuna che abbiamo a che fare con le numerose faleristica napoleoniche.

Mi stupisce che nessuno contribuisca ad un dialogo su questa decorazione napoletana.

Presto per una prossima decorazione del Regno d’Italia.

Ciao.

M. Balbe [glasses3.gif]



Immagine

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine


Immagine


Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Immagine

Immagine

[yikes.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » sabato 18 aprile 2020, 16:32

Buongiorno,

Cari amici, questa è l’ultima tappa di questa decorazione consacrata questa volta al periodo della prima Restaurazione, dal 3 aprile 1814 al 21 luglio 1814, che vedrà l’abolizione di tutti gli ordini napoleonici.

Sotto la prima Restaurazione l’Ordine Reale delle Due Sicilie fu autorizzato per un certo tempo, dopo l’abdicazione di Napoleone I, e a seguito delle conseguenze della Campagna di Francia.

Il decreto del 19 luglio 1814 abolisce gli ordini dei fratelli dell’Imperatore, un secondo decreto d’ordinanza quello del 21 luglio 1815, divieto definitivo di portare questa decorazione ricordando il periodo napoleonico.

L’Ordine Reale delle Due Sicilie è definitivamente estinto il 21 luglio 1815, che sarà seguito dal decreto d’ordinanza del 28 luglio 1815 che vedrà la soppressione del porto dell’Ordine Imperiale della Riunione.

Spero di avervi fatto divertire, e di avervi fatto dimenticare per un po' la malattia del coronavirus che confina i nostri due paesi a casa.
In attesa dei vostri commenti.

Coraggo.

M. Balbe


Immagine
Ordre Royal des Deux-Siciles, taille ordonnance. largeur 40 mm.


Immagine
Immagine

Miniatura 19 mm.

Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine

Immagine

Addio [thumb_yello.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » sabato 18 aprile 2020, 16:57

[bLettera, richiesta di autorizzazione del del della decorazione dell’Ordine Reale delle Due Sicilie sotto il 1er Restauro, il 6 maggio 1814.][/b]

Immagine

[hmm.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » martedì 21 aprile 2020, 9:49

Ciao Caballero

Mi permetto di rispondere con il sito perché altri potrebbero porsi la domanda sulla cerimonia di consegna di questa decorazione da parte del principe Joachim Murat.

Questa cerimonia era tristemente privata, in uno dei saloni parigini, è la famiglia principesca dei discendenti del ramo diretto del re Gioacchino Primo Re di Napoli, che lo hanno organizzato per decorato a titolo fantasioso, personalità rappresentative del mondo artistico letterario, e di storici che fanno parte del dolce Vita napoleonico francese.

Non si tratta affatto di un’associazione o di un club in cui si può prendere la tessera di membro.

Ecco, avendo risposto, resto a vostra disposizione per qualsiasi altra domanda.

Un saluto dal cielo.

M. Balbe

Bonjour Caballero

Je me permets de vous répondre par le site car d’autres personnes pourraient se poser la question sur la cérémonie de remise de cette décoration par le prince Joachim Murat.

Cette cérémonie était tristement privée, dans un des salons parisiens, c’est la famille princière des descendants de la branche directe du roi Joachim 1er roi de Naples, qui l’ont organisé pour décoré à titre fantaisiste, des personnalités représentatives du monde artistiques littéraires, et d’historiens qui font partie dolce Vita Napoléoniens françaises.

Ce n’est nullement ni une association, ni un club, où l’on peut prendre une carte de membre.

Voilà, vous avoir répondu, je reste à votre disposition pour toutes autres questions.

Cordialement.

M. Balbe


https://www.youtube.com/watch?v=VKIB0zm ... tion=share

Fournisseur.

Adresse courriel : contact : antikcostume.com

Site Internet : http://www.antikcostume.com




https://www.antikcostume.com/ordre-roya ... a11407.htm


[thumb_yello.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » venerdì 1 maggio 2020, 9:57

Chers amis Italiens, bonjour à toutes et à tous.
Cari amici italiani, buongiorno a tutti.

Je poursuis seul se monologue de la revue de détail sur l’Ordre Royal des Deux-Siciles.
Seguo da solo il monologo della rivista di dettaglio sull'Ordine Reale delle Due Sicilie.

Cher collectionneur de phaléritique je m’étonne qu’après plus de 3400 vues aucun collectionneur n’ait pris la plume pour m’orienter sur les ouvrages concernant les almanachs des Deux-Siciles, je m’étonne aussi du peu de passion que suscite cet ordre pourtant d’un roi Napolitain, qui devrait émouvoir plus d’un Italien.
Caro collezionista di faleriche mi stupisce che dopo più di 3400 vedute nessun collezionista abbia preso la penna per orientarmi sulle opere riguardanti gli almanacchi delle Due Sicilie, mi stupisco anche della poca passione che suscita questo ordine pur di un re napoletano, che dovrebbe commuovere più di un italiano.

Je perds pas espoir qu’une personne vienne à mon secours sur mes recherches, et me faisant voir ainsi la perspective que les Italiens ont sur l’Ordre Royal des Deux-Siciles.
Non perdo la speranza che qualcuno venga a salvarmi sulle mie ricerche, facendomi vedere così la prospettiva che gli italiani hanno sull'Ordine Reale delle Due Sicilie.

Pour relancer ce dossier je vous fais profiter avec l’autorisation de Mr Jacques Declercq la lettre de nomination (brevet) dans l'Ordre Royal des Deux-Siciles, adressée au Sr Martel, chef de bataillon au 22ème léger, signée à Naples le 3 janvier 1812 par le Grand Chancelier de l'Ordre, le prince San Severino Bisignano, Conseiller d'Etat du Royaume de Naples.
Per rilanciare questo dossier vi faccio approfittare con l'autorizzazione del signor Jacques Declercq la lettera di nomina (brevetto) nell'Ordine Reale delle Due Sicilie, indirizzata a Sr Martel, comandante di battaglione al 22ème leggero, firmata a Napoli il 3 gennaio 1812 dal Gran Cancelliere dell'Ordine, il principe San Severino Bisignano, Consigliere di Stato del Regno di Napoli


Immagine

Lettera di nomina nell'Ordine Reale delle Due Sicilie, indirizzata a Sr Martel, Capo Battaglione al 22ème, leggero, firmata a Napoli il 3 gennaio 1812 dal Gran Cancelliere dell'Ordine, il Principe San Severino Bisignano, Consigliere di Stato del Regno di Napoli.

Collection monsieur Jacques Declercq. ©.


http://gen.declercq.free.fr/phaleristiq ... ICILES.htm

Son dossier dans la basse Léonore.
Il suo record nel basso Léonore.

MARTEL Etienne Marie Alexis 1773/08/02 Isère ; Rives LH/1753/74.


http://www2.culture.gouv.fr/public/mist ... E_1=MARTEL

En espérant qu’un collectionneur Italien se manifeste pour poursuivre cet exposer sur cet ordre Français-Napolitain.
Sperando che un collezionista italiano si faccia avanti per continuare l'esposizione su questo ordine Francese-Napoletano.


Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Immagine

À bientôt.
A Presto.

M. Balbe [yikes.gif]

Hier était le 157ème anniversaire de la bataille de Camerone le 30 avril 1863, l’héroïque résistance de la section du capitaine Danjou, ce jour-là 62 légionnaires résistèrent plus d'une journée à l'assaut de 2 000 soldats mexicains.
Ieri era il 157ème anniversario della battaglia di Camerone il 30 aprile 1863, l'eroica resistenza della sezione del capitano Danjou, quel giorno 62 legionari resistettero più di un giorno all'assalto di 2.000 soldati messicani.


Immagine
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » venerdì 8 maggio 2020, 9:51

Bonjour,
Buongiorno,

Je voulais vous informer des grains que peut produire un document historique de la vente à l'enchère d'une étude de commissaire-priseur peu connue, à une vente aux enchères d’une étude de commissaire-priseur très connu sur le marché Empire.

Volevo informarvi dei semi che può produrre un documento storico della vendita all'asta di uno studio di banditore d'asta poco conosciuto, ad un'asta di uno studio di banditore d'asta molto conosciuto sul mercato Empire.


Je citerais :
Première vente du document le 24 juin 2019, deuxième vente de même document le 7 décembre 2019. En 6 mois le vendeur a fait un bénéfice de 1831,00 €, pour un document, le commerçant est un très bon dénicheur.

Per citare un esempio:
Prima vendita del documento il 24 giugno 2019, seconda vendita dello stesso documento il 7 dicembre 2019. In 6 mesi il venditore ha fatto un profitto di 1.831,00 €, per un documento, il commerciante è un ottimo cercatore.


L’EMPIRE À FONTAINEBLEAU, SOUVENIRS HISTORIQUES

Vente du samedi 07 décembre 2019 à 16h00

Fontainebleau, 9-11, rue Royale 77300 Fontainebleau

Général Pajol 500,00 € + 20% = 600,00 €


Vente du vendeur à Osenat : 600,00 €.

Vente d’Osenat du document, mise à prix : 1800,00 €, Pris final 2860,00 € TTC.

Bénéfice pour le marchand en 6 mois : Frais d’Osenat 15% sur 2860,00 € - 15% = 2431,00 €. Prix du document 600,00 € - 2431,00 € = 1831,00 € de bénéfice.

A Bientôt.

Vendita di sabato 07 dicembre 2019 alle 16.00

Fontainebleau, 9-11, rue Royale 77300 Fontainebleau

Generale Pajol 500,00 € + 20% = 600,00 €



Vendita del venditore a Osenat: € 600,00.

Vendita di Osenat del documento, prezzo di offerta: 1800,00 €, Preso finale 2860,00 € IVA inclusa.

Utile per il commerciante, in 6 mesi: Spese di Osenat 15% su 2860,00 € - 15% = 2431,00 €. Prezzo del documento 600,00 € - 2431,00 € = 1831,00 € di utile.

A Presto.

M. Balbe.


Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine


Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine


[bGénéral Grouchy, 2000,00 € + 20% = 2400,00 €][/b]
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
A Presto.
M. Balbe. [yikes.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » lunedì 11 maggio 2020, 10:19

Saluto a tutti e a tutti,

Siamo finalmente confinati per un periodo che nessuno può rispondere il Covid-19 è ancora tra noi, ma la vita continua.

Sto indagando sulla vendita del noto mercante di antiquariato militare dei collezionisti, il signor Bertrand Malvaux.

Lo ringrazio per la sua generosità di avermi permesso di condividere con voi le sue foto sull'Ordine Reale delle Due Sicilie.

Cari amici italiani, avrei una richiesta da farvi e una domanda semplice.

Negli archivi italiani non avrebbe nessun almanacco su (L'Almanacco Reale Napoletano per 180-1809-1810-1811-1812-1813-1814-1815 sull'Ordine delle due Sicilie).

Nonostante tutti gli sforzi che faccio, per far sì che voi partecipiate a questo ordine e per aiutarmi sugli almanacchi, nessun italiano dalle regioni della Lombardia, alle regioni napoletane, e siciliane, da nord a nessun italiano può darmi un'indicazione sugli almanacchi dell'Ordine Reale delle Due Sicilie.


STELLA DI CAVALIERE DELL'ORDINE REALE DELLE DUE SICILIE, SECONDO TIPO, PRIMO IMPERO VERSO 1808-1809.

Venduto.

A forma di stella a cinque punte rivolta verso il basso, in oro smaltato rosso, le punte a zigolo sormontate da un'aquila imperiale sommata da una corona articolata, i centri in tre parti figurano, sul dritto il cavallo di Napoli su fondo d'argento ligneo cinge della leggenda su fondo blu «RENOVATA PATRIA», sul rovescio la Trinacria cinta dal nome del fondatore «JOS NAPOLEO SICILIARUN REX INSTITUIT», anello liscio, nastro. Punzone di controllo al gufo sulla croce della corona. H 6,9 cm, L 4,1 cm.

Stupendo.

Regno delle Due Sicilie.

Primo Impero (1808-1809).

STORICO.

Ordine Reale delle Due Sicilie, fondato da Giuseppe Bonaparte, re di Napoli nel 1808. L'ordine, risalente all'epoca napoleonica, fu in seguito conservato dalla dinastia borbonica-siciliana restaurata.

Quando Napoleone diede a suo fratello Giuseppe Bonaparte il Regno di Napoli, lo autorizzò a creare l'Ordine. L'ordine fu fondato dal re di Napoli il 24 febbraio 1808 come mezzo per premiare i più coraggiosi tra coloro che avevano aiutato le truppe dell'Imperatore alla «liberazione» del paese, o quelli che avevano reso importanti servizi allo Stato.

L'ordine era originariamente diviso in tre classi. Il numero massimo di membri era fissato a: 50 dignitari; 100 commensali; 650 cavalieri.

Il suo grande cancelliere fu Tommaso Sanseverino, quattordicesimo principe di Bisignano.

Giuseppe abdicò per prendere la corona di Spagna e fu sostituito da suo cognato Gioacchino Murat. Uno dei primi atti di suo cognato fu quello di riformare l'ordine con decreto del 5 novembre 1808, apportando alcune leggere modifiche allo statuto. Vengono aggiunte nuove classi (si noterà che si tratta delle stesse classi dell'ordine della Legion d'onore):

Gran croce,

Grand'Ufficiale,

Commendatore,

Ufficiale,

Cavaliere.

Nel 1815, in seguito al crollo del regime napoleonico nel sud Italia, il re Ferdinando I delle Due Sicilie rientrò nei suoi Stati nel 1815. Considerazioni politiche lo obbligarono a non abolire l'ordine delle Due Sicilie, che un decreto del 4 giugno dello stesso anno confermò.

Quattro anni dopo, nel 1819, lo stesso Ferdinando IV abolì l'istituzione e la sostituì con l'Ordine Reale e Militare di San Giorgio della Riunione (Italia). I cavalieri dell'ordine delle Due Sicilie che erano in servizio attivo ricevettero il nuovo ordine in sostituzione del precedente.

Riferimento: 14997

Prezzo sconosciuto, ma il prezzo di riferimento in Francia è di circa 12.500,00 € tasse incluse.



Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

STELLA DI CAVALIERE DELL'ORDINE REALE DELLE DUE SICILIE, SECONDO TIPO, PRIMO IMPERO VERSO 1808-1809.

Venduto.

Miniatura a forma di stella a cinque punte rivolta verso il basso, in oro smaltato rosso, le punte zigrinate sormontate da un'aquila imperiale e da una corona articolata figurano i centri in tre parti, sul dritto, il cavallo di Napoli su fondo d'argento ligneo cinge della leggenda su fondo blu «pro RENOVATA PATRIA», rovescio mancante, anello liscio, senza nastro.

H 2,4 cm, larghezza 1,3 cm.

Buona condizione, manca la parte centrale del rovescio.

Riferimento: 14998



Immagine
Immagine
Immagine

[bA presto per le vostre risposte. [hmm.gif] ][/b]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » venerdì 5 giugno 2020, 17:30

Buongiorno a tutti e a tutti

Cari amici

Vi faccio condividere la recente vendita della casa Piasa, di una rarissima lettera patente del regno di Napoli di Gioacchino Napoleone.

Mi permetto di chiedere informazioni su un comandante della cavalleria della guardia napoletana.

Sto cercando la data della sua nomina nell'Ordine Reale delle Due Sicilie.

Ricevette una lettera patente, e fu insignito del titolo di barone di Livron. Fatto il 15 marzo 1813. Sigillo di cera rossa alle grandi armi del Regno di Napoli con i suoi nastri in seta rossa e gialla.

Queste sono le informazioni e i ritratti che sono riuscito a trovare, che condividerò con voi.

Pierre Gaston Henri de Livron - Colonnello dei Chevau-léger della Guardia Reale napoletana.

L’uniforme bianca con paramenti amaranto ricorda in un primo momento quello dei cavalleggeri-leggeri di Berg, di cui una giacca è esposta al Museo dell'Emperi. Ma l'occhio attento del nostro amico Massimo Fiorentino, che ringraziamo qui, ci ha permesso di correggere questo errore.

È vero che il vulcano sullo sfondo costituiva un primo indizio inquietante. Si pensa naturalmente al Vesuvio. Sarebbe allora uno dei lancieri di Berg del secondo squadrone, chiamati a raggiungere il loro ex sovrano promosso re di Napoli nel 1808? Quelli del primo squadrone, come descritto da Guy Dempsey in Soldati Napoleonici (11 a.C. ) partono in Spagna e non raggiungeranno mai l'Italia, essendo assorbiti nella Guardia Imperiale. Purtroppo, non sembra che i 143 cavalieri del secondo squadrone siano stati accompagnati dal loro colonnello.

Il vestito ci dà la risposta. Quelle dei Lancieri di Berg non avevano brandeburgo al colle, e gli ufficiali sfoggiavano un liseré argent sull'esterno dei rovesci, paramenti e retroussi. Il nostro abito corrisponde perfettamente al modello grande indossato dai cavalleggeri della guardia reale di Napoli tra il 1810 e il 1813, ornato ad ogni bottone da occhiaie bianche a fiocchi. Fu nell'autunno 1813 che l'abito bianco fu soppresso ma con tolleranza del suo porto -secondo le fonti iconografiche -almeno fino alla fine della campagna del 1814.Altri elementi corroborano questa ipotesi. Le buffleteries sono bianche a Berg, mentre la tracolla porta-giberne del nostro ritratto è nera come spesso accade a Napoli.

La lastra dello shapska di Berg è stampata con il J coronato mentre quella di Napoli contiene il monogramma reale JN coronato e circondato da raggi di metallo argentato. La presenza di una racchetta è attestata sull'acconciatura del Granducato, come presso i Lancieri Polacchi, mentre il nostro colonnello ne è sprovvisto. Infine, quest'ultimo sfoggia i baffi con la mosca, alla moda dopo il 1810, e i Lancieri di Berg indossavano in quella data l'uniforme verde. A nostra conoscenza esiste un solo altro ritratto di cavalletto leggero della Guardia Reale pubblicato nella Sabretache, con brandebourgs fantasia ondulati nel gusto del primo periodo prima del 1810. Un dettaglio di uniforme si trova anche nel dipinto di Schmidt sulla presa di Capri al Museo Marmottan. I primi due colonnelli del reggimento furono Lafon Blaniac (1806), poi Strolz (1806-1808).

Nel 1808, de Livron comandò il reggimento, con il grado di maggiore, e divenne colonnello nel 1810, poi generale nel 1812. La coccarda ci porta l'ultima indicazione che ci mancava è semplicemente bianca e amareggiante, come è il caso dopo gennaio 1811, e non contiene il centro blu del periodo precedente. Questo ritratto fu dunque dipinto nel 1811, prima che de Livron fosse nominato generale.

Nato il 3 ottobre 1770 a Pau, Pierre Gaston-Henry, barone di Livron (1770-1831) iniziò la sua carriera al corpo dei carabinieri di Monsieur. Divenne poi fornitore dell'Esercito d'Italia e poi dell'Esercito d'Egitto, prima di entrare nel 1806 al servizio di Napoli: addetto dello Stato maggiore generale (1806), aiutante di campo del generale Reynier (1807), del re Murat (1811), maresciallo di campo e poi luogotenente generale della cavalleria della guardia napoletana (1812-1814); comandò come luogotenente generale la cavalleria della guardia napoletana durante l'ultima battaglia di Murat, a Tolentino il 2 e 3 maggio 1815 poi lasciò il Regno con MariaCarolina nel maggio del 1815. Tenuto prigioniero dagli austriaci, rientrò in Francia nel 1817 come maresciallo di campo onorario, cavaliere di SI-Louis nel 1818. Accompagnò nel 1824 il generale Boyer per organizzare l'esercito del pascià d'Egitto Mehemet Ali sul modello dell'esercito francese. Tenuto conto dei suoi legami con il pascià, fa parte della commissione incaricata di organizzare il ritorno dell'obelisco di Luxor in Francia al fianco di Champollion, ma muore prima di aver visto il suo insediamento in Piazza della Concordia,

amichevolmente.

M. Balbe

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine
Immagine

Immagine

Immagine

[yikes.gif]
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

Re: L’Ordre des Deux Siciles. L’Ordine delle Due Sicilie.

Messaggioda M. Balbe » giovedì 11 giugno 2020, 17:28

Bonjour

Je fais appel à votre savoir, une personne érudite dans les armées Italiennes pourrait-il m’aider à trouver ce colonel en uniforme blanc décoré de l’Ordre Royal des Deux-Siciles, et d’un Aigle d’or de la Légion d’honneur, serait-il possible de trouver sa date de nomination dans l’Ordre Royal des Deux-Siciles.

Je remercie d’avance toutes les personnes qui pourront m’apporter une aide dans cette recherche.

Merci.

Cordialement.

M. Balbe


Buongiorno

Mi rivolgo a voi per sapere se qualcuno che abbia studiato nell'esercito italiano potrebbe aiutarmi a trovare questo colonnello in uniforme bianca decorato con l'Ordine Reale delle Due Sicilie e un'aquila d'oro della Legion d'onore, sarebbe possibile trovare la sua data di nomina nell'Ordine Reale delle Due Sicilie.

Ringrazio anticipatamente tutti coloro che potranno aiutarmi in questa ricerca.

Grazie.

Cordialmente.


Sig. Balbe ;)

Immagine

Immagine
Immagine
M. Balbe
 
Messaggi: 56
Iscritto il: venerdì 27 gennaio 2017, 18:00

PrecedenteProssimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti