L'armadio di Goering

Per approfondire la conoscenza delle decorazioni, della loro conservazione e compravendita.
Deepening knowledge about decorations, their preservation and buy and sell.

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Tilius » mercoledì 18 agosto 2010, 13:55

Pasquale M. M. Onorati ha scritto:... era "cugino" dei Savoia.
A presto.
PMMO


Pasquà, la dicitura corretta era "cugino del Re".
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12822
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Tilius » mercoledì 18 agosto 2010, 13:58

Pasquale M. M. Onorati ha scritto:non capisco il perchè non venisse radiato dal novero dei "cugini scomodi" dei Savoia


Perché c'era la guerra e il tempo di occuparsi di queste [...]ate era poco.
Conclusa la guerra, venne la forca (o il cianuro) a espungere dai ruoli i due personaggi summenzionati.

PS: e, ribadisco, si diceva "cugino del Re".
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12822
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Pantheon » mercoledì 18 agosto 2010, 13:59

Tilius ha scritto:
Pantheon ha scritto:
Tilius ha scritto:
Mario Volpe ha scritto:Peccato comunque non poter distinguere meglio le varie distinzioni ricevute (nè le iscrizioni riportate sulla parte superiore delle cassettiere).

La scritta al centro, in alto é ">>>>>>>>>>>> SI VIS PACEM PARA BELLUM <<<<<<<<<<<<".



Potevano essere inserite altre scritte ?

???
Sul bordo superiore delle tre casettiere di cui si compone il mobile ci sono delle scritte.
Io ho letto (ipotizzato con buona confidenza) la scritta della cassettiera centrale.
Non penso che fossero rimovibili/sostituibili.


La Tua lettura Tillius è corretta e cone sempre tempestiva...Il mio intervento si rifariva ad altro (al temperamento bellicoso del soggetto) come poi chiosato elegantemente dal nostro Moderatore... ;)
Pantheon
 
Messaggi: 3277
Iscritto il: giovedì 8 aprile 2010, 13:29

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Tilius » mercoledì 18 agosto 2010, 13:59

Tilius ha scritto:
Pantheon ha scritto:
Tilius ha scritto:
Mario Volpe ha scritto:Peccato comunque non poter distinguere meglio le varie distinzioni ricevute (nè le iscrizioni riportate sulla parte superiore delle cassettiere).

La scritta al centro, in alto é ">>>>>>>>>>>> SI VIS PACEM PARA BELLUM <<<<<<<<<<<<".



Potevano essere inserite altre scritte ?

???
Sul bordo superiore delle tre casettiere di cui si compone il mobile ci sono delle scritte.
Io ho letto (ipotizzato con buona confidenza) la scritta della cassettiera centrale.
Non penso che fossero rimovibili/sostituibili.


...o meglio, nulla nell'immagine autorizza a pensarlo.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12822
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » mercoledì 18 agosto 2010, 14:53

Tilius ha scritto:
Pasquale M. M. Onorati ha scritto:non capisco il perchè non venisse radiato dal novero dei "cugini scomodi" dei Savoia


Perché c'era la guerra e il tempo di occuparsi di queste [...]ate era poco.
Conclusa la guerra, venne la forca (o il cianuro) a espungere dai ruoli i due personaggi summenzionati.

PS: e, ribadisco, si diceva "cugino del Re".


Che strano...però c'era tempo per decorare i generali americani e firmare diversi provvedimenti nobiliari. [hmm.gif]
Secondo me non si è voluto trovare il tempo!
Hai ragione, si diceva "cugino del Re" che, per inciso era un Savoia.
A presto.
PMMO
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1810
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Tilius » mercoledì 18 agosto 2010, 16:27

Pasquale M. M. Onorati ha scritto:Secondo me non si è voluto trovare il tempo!


Pasquale, al di là dei furori inquisitori da autodafè, per quale motivo non si sarebbe voluto trovare il tempo?
Quale vantaggio sarebbe derivato dal mantenere sotterranee connivenze con la marmaglia nazista?
Semplicemente, c'erano altre incombenze ben più gravi e stringenti e pratiche (ad es. ingraziarsi le forze di occupazione americane).
Quello che a te sembra un atto tanto doveroso e improcrastinabile, a me sarebbe sembrato un gretto atteggiamento da voltagabbana tutto teso a darsi una veloce ripulita dalle passate connivenze col regime e da passate allenze invero scomode (non che in effetti l'intero atteggiamento della Monarchia in quegli anni cruciali non fosse ANCHE tutto questo... ma allora appunto per questo perché pubblicizzarlo ulteriormente con delle piccolezze, oltretutto...).
Ribadisco il concetto già espresso in altra discussione: revocare qualcosa di erratamente concesso non allevia di una virgola la gravità dell'errore compiuto a suo tempo.
La pubblicizza e la rimarca soltanto.
Ergo (realpolitik), soprattutto in certi periodi (e il bilico in cui si trovata la monarchia fra il '43 e il '46 é certo uno di questi momenti...) meglio evitare pubblicità negativa totalmente non necessaria.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12822
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Pasquale M. M. Onorati » mercoledì 18 agosto 2010, 19:19

Tilius ha scritto:
Pasquale M. M. Onorati ha scritto:Secondo me non si è voluto trovare il tempo!


Pasquale, al di là dei furori inquisitori da autodafè, per quale motivo non si sarebbe voluto trovare il tempo?


Forse perchè, almeno fino alla fine del 1944 nessuno era certo della sconfitta di Hitler e, soprattutto, perchè non si sapeva che fine avesse fatto la povera Principessa Mafalda di Savoia, ma queste, lo ammetto, sono congetture del tutto personali, anche perchè dal 25 aprile 1945 in poi non mancò il tempo per le "epurazioni". Resta comunque il fatto che i Savoia, in quegli stessi anni, pur cercando di ingraziarsi gli Alleati con alte onorificenze, non trovarono nessun generale americano o diplomatico del Nuovo Mondo "degno" d'indossare il Collare della Santissima Annunziata. Evidentemente, tra gli Alleati, non c'era nessuno al livello di Goering e Von Ribbentrop. A presto.
PMMO
Fructum affert in patientia
Pasquale M. M. Onorati
 
Messaggi: 1810
Iscritto il: venerdì 4 giugno 2004, 17:34
Località: Caserta - Terra di Lavoro

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Pantheon » mercoledì 18 agosto 2010, 19:48

[offtopic.gif] ...Ma mica più di tanto....Immagine

...Impiccheranno [...] con una [collare] corda d’oro.... [dev.gif]
Pantheon
 
Messaggi: 3277
Iscritto il: giovedì 8 aprile 2010, 13:29

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 18 agosto 2010, 20:41

... è un privilegio raro!
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10928
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Pantheon » mercoledì 18 agosto 2010, 21:28

...Ma sempre privilegio "E'".... [dev.gif]
Pantheon
 
Messaggi: 3277
Iscritto il: giovedì 8 aprile 2010, 13:29

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Tilius » giovedì 19 agosto 2010, 1:12

Pasquale M. M. Onorati ha scritto:Evidentemente, tra gli Alleati, non c'era nessuno al livello di Goering e Von Ribbentrop. A presto.
PMMO


Pasquale, le concessioni che tanto ti affliggono vennero fatte dal Re su pressioni dirette di Mussolini, nel periodo in cui l'alleanza con la Germania veniva considerata vitale (Patto d'Acciaio & annessi vari...). Di suo, senza costrizioni esterne, il Re non avrebbe certo insignito dell'Annunziata due personaggi che, per loro proprio rango, erano ben al di sotto degli standard di quell'ordine. Cessata quindi la "cattività" del regime, il Re riprese semplicemente in mano le sue prerogative, e tornò a riservare l'Annunziata ai criteri che l'avevano in precedenza contraddistinta, senza concederla a cani & porci. That's all.
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12822
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Cronista di Livonia » giovedì 19 agosto 2010, 6:18

Vedo che per alcuni la storia e' un'opinione. La sconfitta di Hitler era certa sin dai primi del '43 e forse gia' dal tardo '42 con l'ingresso in guerra degli USA ed il collasso delle truppe dell'Asse ad El Alamein e Stalingrado. Persino i nostri tanto criticati governanti (Mussolini incluso!) cercarono una via d'uscita sin dai primi del '43.
La dichiarazione di Casablanca da parte degli Alleati (resa pubblica il 12.2.1943) con la quale si proclamava di voler accettare solo al resa incondizionata del nemico ne e' prova sufficiente.

L'Annunziata ad un generale? ma stiamo scherzando? Il collare dell'OSSA si concede di norma a Capi di Stato o di Governo, altissime cariche dello Stato (come p.es. il Presidente del Senato), Cardinali, Principi Reali e similia. Le concessioni a Goering e Ribbentropp furono gia' al limite in quanto erano dei "semplici" Ministri, ma la pressione mussoliniana non mi sembra si possa mettere in dubbio. I Savoia trovarono eccome, almeno tra gli americani, chi accetto' Gran Croci a piene mani.
Vedo che si continua a non leggere cio' che scrivo (ho citato Eisenhower e Marschall solo poco piu' su) e che si preferisce, come al solito, distorcere i fatti a proprio piacimento per poter sbandierare tesi discutibili.
L'Annunziata e' stata accettata (e questo lo ho gia' scritto poco piu' su) da Sovrani regnanti dopo la seconda guerra mondiale senza che nessuno battesse ciglio ed ancora stiamo a questionare sul fatto che non si sia trovato chi la accettasse?
L'ultima concessione fatta ad un inglese risulta essere quelal del 1915 al futuro Edoardo VIII (all'epoca ancora semplice Principe di Galles), nonostante l'alleanza nella Grande guerra non vi furono altre concessioni, perche' mai avrebbero dovuto essercene tra il 1944 ed il 1946 quando gli alleati maltrattarono i Sovrani di casa Savoia sino quasi all'indecenza?

Cordialmente,

Il Cronista di Livonia
Cronista di Livonia
 
Messaggi: 1067
Iscritto il: lunedì 10 luglio 2006, 14:09

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Tilius » giovedì 19 agosto 2010, 7:57

Cronista di Livonia ha scritto:perche' mai avrebbero dovuto essercene tra il 1944 ed il 1946 quando gli alleati maltrattarono i Sovrani di casa Savoia sino quasi all'indecenza?


Concordo su tutto tranne la nota "pietistica" in chiususra.
Maltrattati?
Si può essere pro o contro la causa monarchica, ma, proprio nell'ottica di una corretta lettura storica, i tardivi pentimenti della monarchia sul finire della guerra certo non davano loro diritto a migliori trattamenti.
Trattamenti, quali che furono, ampliamente guadagnati con 20 anni 20 di prona sottomissione e complicità al regime. [nonono.gif]
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12822
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Pantheon » giovedì 19 agosto 2010, 7:59

Cronista di Livonia ha scritto:Vedo che per alcuni la storia e' un'opinione. La sconfitta di Hitler era certa sin dai primi del '43 e forse gia' dal tardo '42 con l'ingresso in guerra degli USA ed il collasso delle truppe dell'Asse ad El Alamein e Stalingrado. Persino i nostri tanto criticati governanti (Mussolini incluso!) cercarono una via d'uscita sin dai primi del '43.
La dichiarazione di Casablanca da parte degli Alleati (resa pubblica il 12.2.1943) con la quale si proclamava di voler accettare solo al resa incondizionata del nemico ne e' prova sufficiente.

L'Annunziata ad un generale? ma stiamo scherzando? Il collare dell'OSSA si concede di norma a Capi di Stato o di Governo, altissime cariche dello Stato (come p.es. il Presidente del Senato), Cardinali, Principi Reali e similia. Le concessioni a Goering e Ribbentropp furono gia' al limite in quanto erano dei "semplici" Ministri, ma la pressione mussoliniana non mi sembra si possa mettere in dubbio. I Savoia trovarono eccome, almeno tra gli americani, chi accetto' Gran Croci a piene mani.
Vedo che si continua a non leggere cio' che scrivo (ho citato Eisenhower e Marschall solo poco piu' su) e che si preferisce, come al solito, distorcere i fatti a proprio piacimento per poter sbandierare tesi discutibili.
L'Annunziata e' stata accettata (e questo lo ho gia' scritto poco piu' su) da Sovrani regnanti dopo la seconda guerra mondiale senza che nessuno battesse ciglio ed ancora stiamo a questionare sul fatto che non si sia trovato chi la accettasse?
L'ultima concessione fatta ad un inglese risulta essere quelal del 1915 al futuro Edoardo VIII (all'epoca ancora semplice Principe di Galles), nonostante l'alleanza nella Grande guerra non vi furono altre concessioni, perche' mai avrebbero dovuto essercene tra il 1944 ed il 1946 quando gli alleati maltrattarono i Sovrani di casa Savoia sino quasi all'indecenza?

Cordialmente,

Il Cronista di Livonia



[thumb_yello.gif] [thumb_yello.gif] [thumb_yello.gif] A quanto pare vale sempre il detto "REPETITA IUVANT"... ;)
Buona giornata a Tutti.
Pantheon
 
Messaggi: 3277
Iscritto il: giovedì 8 aprile 2010, 13:29

Re: l'armadio di Goering

Messaggioda Cronista di Livonia » giovedì 19 agosto 2010, 8:49

Caro Tilius,

grazie per il concordo su tutto, per il resto spero nessun pietismo, ma solo pura verita'. Basta leggere l'opera dello storico, senz'altro filo-sabaudo, ma onesto, Francesco Cognasso.
Re Vittorio Emanuele, forzato da CNL ed anglo-americani alla luogotenenza, non pote' cedere i poteri al Luogotenente a Roma, come originariamente fatto intendere, perche' ritenuto indegno di entrarvi, inoltre quando il Re d'Inghilterra visito' Napoli, dove i Sovrani d'Italia erano relegati per la loro indegnita', questi furono fatti sloggiare in fretta e furia perche' indegni di risiedere vicino al monarca britannico (ed a costui avrebbe dovuto dare l'OSSA? per cosa? per questo tipo di trattamento? dove la co-belligeranza era da intendersi come soggezione ed umiliazione a piu' non posso?) e queste non furono le uniche umiliazioni subite. Inflitte, sottolineo, al Sovrano che bene o male aveva licenziato Mussolini e traghettato l'Italia dall'altra parte dello schieramento bellico. Bella gratitudine!
Con lezioni cosi' non mi stupirei di avere in futuro piu' Mussolini ed Hitler, ovvero gente che lotta fino all'ultimo uomo sacrificabile per proprio tornaconto, al posto di gente pronta a cercare un accordo con il palese vincitore.
Cordialmente,

Il Cronista di Livonia
Cronista di Livonia
 
Messaggi: 1067
Iscritto il: lunedì 10 luglio 2006, 14:09

PrecedenteProssimo

Torna a Faleristica



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti