RE DI SPAGNA E COSTANTINIANO

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Messaggioda Luca Bracco » mercoledì 24 ottobre 2007, 22:51

direi da don Carlos...
cerco nei miei libri

luca bracco
Luca Bracco
Luca Bracco
 
Messaggi: 989
Iscritto il: giovedì 2 novembre 2006, 12:43
Località: Sanremo

Messaggioda pierfe » giovedì 25 ottobre 2007, 10:14

Il Re di Spagna è Balì cavaliere gran croce di giustizia decorato del Collare del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio e Cavaliere dell'Insigne Ordine di San Gennaro ricevuto per entrambi da suo zio S.A.R. l'Infante Don Alfonso di Borbone Due Sicilie e Borbone, Duca di Calabria nel 1960.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2225
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Messaggioda Luca Bracco » giovedì 25 ottobre 2007, 13:41

Veramente SAR don Alfonso era il padre di SAR don Carlos e quindi la nomina è avvenuta dopo lo "scisma" da parte del ramo cd spagnolo.

Luca Bracco
Luca Bracco
Luca Bracco
 
Messaggi: 989
Iscritto il: giovedì 2 novembre 2006, 12:43
Località: Sanremo

Re: RE DI SPAGNA E COSTANTINIANO

Messaggioda Andrea Conti » giovedì 25 ottobre 2007, 23:45

Stefano Durazzo ha scritto:gentli amici,


il RE di spagna è

Cavaliere di Gran Croce di Giustizia con Collare dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio .


è stato insignito prima dello scisma? se si da carlos o da carlo?



... Se non erro, il Gran Magistero del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio è conteso ed esercitato attualmente da don Carlos di Borbone Due Sicilie e Borbone Parma, e da don Ferdinando di Borbone Due Sicilie (non don Carlo, che è il figlio di questi e che dell' Ordine è Gran Prefetto - così come, specularmente, ne è Gran Prefetto il figlio di don Carlos, don Pedro).
O no?
Per quanto poi riguarda a quale dei due Ordini - dei due rami dell'Ordine - appartenga il Re Juan Carlos, credo che sia quello presieduto da don Carlos, che è suo cugino - la mamma del Re ed il padre di don Carlos erano fratelli - e che dal 1993 è oltretutto Presidente del Reale Consiglio degli Ordini Militari della Corona di Spagna.

Andrea Conti
__________________
FULGOR NON TERRET
Avatar utente
Andrea Conti
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sabato 13 maggio 2006, 21:00
Località: Siena

Messaggioda Luca Bracco » venerdì 26 ottobre 2007, 0:08

Lo Stato Spagnolo e la Corona di Spagna in più di una dichiarazione (un paio addirittura dovrebbero essre sentenze) riconosce quale Capo della Famiglia Reale delle Due Sicilie SAR l'Infante don Carlos di Borbone.

Luca Bracco
Luca Bracco
Luca Bracco
 
Messaggi: 989
Iscritto il: giovedì 2 novembre 2006, 12:43
Località: Sanremo

Messaggioda Francesco Lupo » venerdì 26 ottobre 2007, 13:41

Stefano Durazzo ha scritto:chi ha orecchie per intendere... :wink:


...le mie orecchie non riescono ad intendere, il dr. Durazzo sarebbe così gentile da spiegarsi ? Intanto rispolvero Il Gran Magistero dell'Ordine Costantiniano di San Giorgio del compianto dr. Ettore Gallo già Presidente della Corte Costituzionale, Gran Croce di Merito dell'Ordine e Presidente del Consiglio Giuridico Magistrale dell'Ordine.
Se non altro per sintonizzare meglio le mie orecchie.

Cordialmente.
Francesco Lupo
 

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 26 ottobre 2007, 14:03

L'argomento è stato già dibattuttuto diverse volte e in http://www.iagiforum.info/viewtopic.php?t=159 abbiamo due pareri autorevoli con tanto di fonti di Alfonso Marini Dettina e Guy Stair Sainty.

Da un punto di vista giuridico il discorso mi sembra abbastanza chiaro sulla legittimità del ramo spagnolo pur se "de facto" ormai è legittimato anche il ramo francese.

Consiglio di leggere i due interventi prima di postare vostre "impressioni" o pareri :wink:
Ultima modifica di Alessio Bruno Bedini il venerdì 26 ottobre 2007, 14:04, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6808
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda nicolad72 » venerdì 26 ottobre 2007, 14:03

Non avrei piacere a veder trasposte su questo forum diatribe dinastiche che non ci interessano!
Grazie!
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10636
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Messaggioda Francesco Lupo » venerdì 26 ottobre 2007, 14:54

Buonasera,

Ho letto il topic postato da A.B.Bedini, e sono assolutamente daccordo con nicolad72, di conseguenza trovo la battuta del sig. Durazzo un pò...forzata, innescare querelle dinastiche non porterebbe a nulla, l'Ordine Costantiniano è uno, francamente mi infastidisce ed addolora la competizione che di volta in volta si innesca con i confratelli.
Mi chiedo chi e come si potrebbe porre fine alla questione...riflettendoci per noi Cavalieri cambierebbe ben poco...alla fin fine è solo una questione di "poltrone", avere Gran Maestro Don Carlos o Don Ferdinando non sposterebbe di un millimetro la buona fede e l'orgoglio di essere e comportarsi da Cavaliere Costantiniano di tutti i confratelli, indipendentemente dalla Gran Maestranza.

Cordialmente.
Francesco Lupo
 

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 26 ottobre 2007, 15:14

Riporto sempre da quel topic:

Approfittando dell’indipendenza e del carattere speculativo della sede accademica, Marini Dettina individua possibili criteri risolutivi del conflitto privilegiando l’ipotesi del compossesso dell’Ordine, sistema di gestione che, come mostra il primo capitolo, fu già in uso nel secolo XVI. A monte la considerazione che “l’esercizio del Gran Magistero dell’Ordine è il problema più delicato, ma non il più importante, poiché tutti i Cavalieri Costantiniani dovrebbero mirare per prima cosa al rispetto delle finalità religiose, assistenziali e benefiche, ancora comuni alle due realtà equestri. Utile punto di partenza, onde evitare ulteriori eventuali divisioni, sarebbe da un lato il riconoscimento della nullità e conseguente inefficacia della ‘rinuncia’ di Cannes e degli atti che la presuppongono, e dall’altro l’accettazione di uno stato di fatto con l’impegno a trovare una soluzione di diritto”.


Spero questo possa chiudere ad ogni polemica
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6808
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Messaggioda Francesco Lupo » venerdì 26 ottobre 2007, 15:21

Buonasera,

A.B.Bedini con la citazione ha centrato l'obbiettivo. Indipendentemente da chi comanda sta a noi essere in ogni caso ottimi soldati.

Cordialmente.
Francesco Lupo
 

Messaggioda cassinelli » sabato 27 ottobre 2007, 13:51

Il SMOCSG - Gran Maestro S.A.R. Ferdinando di Borbone delle Due Sicilie - ha Delegazioni in Gran Bretagna, Irlanda, Belgio, Germania, Francia, Portogallo, Spagna, Svizzera, Polonia, Ungheria, Malta, Stati Uniti, Messico, Brasile, Giappone.

Direi che è molto ben riconosciuto a livello internazionale!

In Italia ha Delegazioni in tutte le regioni.

Per ulteriori informazioni:

http://www.realcasadiborbone.it/ita/ordcost/del.htm
Alessio Cassinelli Lavezzo
Avatar utente
cassinelli
 
Messaggi: 1895
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2006, 21:40
Località: Milano

Messaggioda equites » sabato 27 ottobre 2007, 14:01

[quote="Stefano Durazzo"]io ritengo l'ordine francese per certi versi preferibile di quello spagnolo: fa molte più attività, consente di conoscere tante persone nuove, consente spesso di frequentare il gran maestro... insomma è più presente e più aggregante. questo ovviamente per chi abita nelle regioni dove tali attività vengono svolte, o addirittura per chi ha la fortuna di abitare nella capitale morale d'italia, ovvero Napoli.
[quote]

Mi pare, gentile sig. Durazzo, che anche questo suo intervento sia abbastanza fuori luogo, poichè io stesso ho dato ampia segnalazione di attività, direi molto qualificate, in Italia.
Peraltro, come si è giustamente osservato in numerose occasioni ed anche in questa discussione, NON è la frequentazinoe del Gran Maestro che fa un buon Cavaliere

Ci tengo a precisare che questo intervento non vuole essere polemico, quanto piuttosto un invito a ben considerare i propri interventi prima di renderli pubblici.
"...e per rincalzo il cuore"
equites
 
Messaggi: 826
Iscritto il: lunedì 20 agosto 2007, 22:17
Località: Taranto

Messaggioda Mic » sabato 27 ottobre 2007, 14:15

Concordo in linea generale con tutti gli interventi.
Fermo restando che i soldati devono essere bravi.....e su questo non ci piove, sarebbe opportuno capire una volta per tutte chi è che comanda.

Posto che l'appartenenza all'Ordine Costantiniano non è una mera esibizione di collari e medaglie, ma un modo di interpretare la sacra milizia al servizio del romano Pontefice e della sua Chiesa, io amerei che coloro che sono deputati a governare l'Ordine (tanto quello spagnolo quanto quello napoletano) lo facciano facendosi sentire e facendo capire ai cavalieri che sono loro vicini non già a parole ma con fatti concreti.
Personalmente non ho ancora ricevuto neanche l'investitura ufficiale.
Ho diplomi, mantello, collare, rosette,cravatte, decreti di nomina e pergamena, ma non sono ancora stato investito.
E ancora devo dire grazie di appartenere alla delegazione della Sicilia Occidentale che è di gran lunga la più operosa d'Italia.

Ho terminato la lettura del libro del Collega Dettina e sono costernato.
Attendo di leggere la pubblicazione di Ettore Gallo.
Dopodichè preparerò un parere di sintesi che sottoporrò alle "autorità".
In ultimo utilizzerò i miei buoni uffici per presentare un ddl di modifica e aggiornamento della L.178/51, in modo da mettere ordine agli Ordini.
Dal 1951 sono cambiate moltissime cose, non ultima l'avvenuta disputa del legittimo esercizio del Gran Magistero Costantiniano.
Nel 1951 non esisteva ancora alcuna disputa e quindi in Italia esiste l'equivoco abbastanza salomonico di autorizzare entrambi gli Ordini.
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Messaggioda cassinelli » sabato 27 ottobre 2007, 14:31

Ecco alcune - significative - pagine dal testamento di S.A.R. Alfonso di Borbone, Conte di Caserta (1927-1932).

Non è nella mia indole creare dissidi... ma a volte credo che sia necessario "fare ordine".

Comunque, scusate.

Immagine

Immagine
Alessio Cassinelli Lavezzo
Avatar utente
cassinelli
 
Messaggi: 1895
Iscritto il: martedì 26 dicembre 2006, 21:40
Località: Milano

Prossimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti