Santi Maurizio e Lazzaro Ordine nobilitante?

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Messaggioda Antesterione » lunedì 22 ottobre 2007, 14:56

Più che altro, con tutto il rispetto, bisognerebbe accettare la possibilità che in casati così antichi, nel corso della loro storia, il passato possa nascondere o meno qualche lato oscuro, qualche membro meno "candido e puro" degli altri.

Mi sembrerebbe poco realistico, ragionando per assurdo, stabilire che solo XY abbia potuto dare adito a sospetti circa la sua condotta e la sua moralità nell'_intera_ storia di un casato.
Basti pensare che commenti e sentimenti di disprezzo, ad esempio,furono rivolti ai Savoia già alle origini del Trono Italiano da quelle persone che considerarono l'unificazione un violento e disonorevole abuso, un "atto terroristico" (diremmo oggi) contro la corona a cui avevano espresso sentimenti di fedelà e devozione... Accuse pesanti derivanti dai modi in cui l'unificazione fu raggiunta e poi,in seguito, dai modi con cui fu amministrata. Eppure, mi pare che nessuno si sognasse di mettere in discussione addirittura la legittima discendenza dei nuovi sovrani...

Non vi sembra che si possa cadere nell'eccessivo desiderio di "mettere a votazione" quel che più ci aggrada? Compresa la dignità della discendenza?

Allora perché decidere arbitrariamente di cambiare "partito" a favore di un parente , perché a questo punto, non eleggere come principe di fiducia un Signor Rossi senza alcun legame con quel casato, stimato e dalla condotta irreprensibile da almeno _una_ generazione. ;)

Siamo forse abituati troppo alla Repubblica, e quel che taluni chiamano Monarchia rischia di essere un'idea edulcorata da idealismo e utopia...

La devozione per un casato, dovrà necessariamente scontrarsi, nel tempo, anche con i difetti o gli errori di alcuni suoi rappresentanti. Ecco perché la necessità di un giuramento di fedeltà... e in generale della sola fedeltà, sarebbe troppo facile essere fedeli solo quando le cose vanno a meraviglia, no?
A l'heure où le mal a si souvent droit de cité parmi les hommes, et jusque dans les plus hautes institutions, le réveil de la vocation chevaleresque est une urgence, à laquelle le ciel n'a jamais tardé à répondre. P. Philippe-Emmanuel RAUSIS o.p.
Avatar utente
Antesterione
 
Messaggi: 535
Iscritto il: domenica 25 giugno 2006, 11:43

Messaggioda Mic » lunedì 22 ottobre 2007, 16:08

Rispondo sommessamente ma al tempo fermamente alle considerazioni testè lette.

E' vero sono orgogliosamente uomo di toga e di leggi visto che alla mia professione forense accoppio l'attività universitaria servendo con umiltà ma con altrettanta serietà le cattedre di diritto dell'economia dei trasporti e dell'ambiente e di diritto penale.

Il mio "in questa sede poco rileva" è da intendersi cosi come segue.

Ad un principe ereditario poco si addicono determinati comportamenti.
E se sole dirsi transeat per una volta, lo stesso non può affermarsi allorquando il cosiddetto principe ereditario con prorompente tempismo si rende protagonista di altre vicende di natura davvero scadente.
Certo non sarebbe stato meglio ai fini di un corretto svolgersi della propria "regale" vita essere indagati per una qualsiasi contravvenzione, ma quel che è certo è che essere coinvolti in una squallida storia di donnine e di videopoker è come spalare palate di letame dal proprio talamo (perdonate la crudezza dell'ardito paragone ma è quello che in questo momento mi sovviene pensando a quel che è capitato a V.E.)

Quanto al garantismo io ne sono un alfiere e lo dico con orgoglio: chiunque è innocente sino alla terza ed ultima sentenza della Suprema Corte, ma vi sono dei casi in cui chi è colpito da detrminate vicende in virtù del proprio status resta macchiato a vita.
Ricordate che Nostro Signore pareggia gli uomini al Trapasso e non in vita. Noi non siamo tutti uguali. Se qualcuno di importante incorre in un pasticcio, che sia colpevole o meno nella testa della maggior parte della gente resta sempre colpevole.

Detto questo Amedeo d'Aosta avrà fatto pure un errore di percorso e non dico che è uno stinco di santo, ma suvvia faccio appello alla vostra superba intelligenza: cosa è più grave una serata brava o ciò di cui la magistratura potentina pensa si sia reso autore V.E. ??

Attendiamo con serenità il giudizio dei Giudici anche se a noi importa poco.
A noi importa che la nostra Casa reale sia degna di una grande Nazione come l'Italia, o no??

Penso ad esempio che a parte l'eleganza dei suoi doppiopetto il principe Carlo d'Inghilterra non sia una bella figura, se fossi in Elisabetta II abdicherei in favore di William.

Può invece essere orgoglioso S.M. Re Juan Carlos, padre di un galantuomo.

Se fosse vivo Re Umberto, sarebbe fiero di suo figlio?? Di uno che gli fa (o gli avrebbe voluto)firmare strane lettere? di uno che contravviene alla tradizione ed alla legge di famiglia??

A voi la risposta.

Scusate l'eloquio particolarmente prolisso

(a scanso di equivoci, chi vi parla è di certo filoborbonico, ma profondamente rispettoso della tradizione regia italiana, il mio cognome riecheggia nelle menti dei più, in città, poichè l'ultimo deputato monarchico, nonchè sindaco della città et cetera et cetera...fu mio zio fratello di mio nonno paterno. In famiglia abbiamo numerosi decorati dell'ordine mauriziano, della Corona d'Italia, dell'ordine Civile di Savoia. Se vi fosse stata la monarchia il re sabaudo sarebbe stato il mio Re, ed io umile e devoto suddito)

Cordialmente
Michele
Ultima modifica di Mic il lunedì 22 ottobre 2007, 17:30, modificato 3 volte in totale.
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Messaggioda Luca Marcarini » lunedì 22 ottobre 2007, 17:10

Una precisazione vagamente OT sull'ultimo intervento di Michele, fatta solo per precisione di informazione e non per inutile pedanteria:
l'Ordine della Corona di Ferro non è mai stato conferito da Casa Savoia, probabilmente Michele intendeva dire "Ordine della Corona d'Italia" (sulla decorazione del quale era appunto raffigurata la Corona Ferrea).
L'Ordine di Savoia dovrebbe invece essere l' "Ordine Civile di Savoia" (in quanto l'Ordine al Merito Civile di Savoia è di recente istituzione - 1988 - e quindi postumo al periodo monarchico).

Cordialmente

Luca Marcarini
Luca Marcarini
 
Messaggi: 53
Iscritto il: lunedì 14 novembre 2005, 18:17

Messaggioda Mic » lunedì 22 ottobre 2007, 17:27

Assolutamente si gentile Luca,
grazie per la puntualizzazione!
Correggo il lapsus

Grazie
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Messaggioda MMT » lunedì 22 ottobre 2007, 18:17

Caro amico dobbiamo prendere in considerazione alcuni aspetti.
1. Lascia stare gli inglesi, e la Regina Elisabbetta cui non puoi sostituirti :wink:
2. gli spagnoli monarchici odiano profondamente J.C. e vedono di malocchio il matrimonio del figlio con una divorziata
3. Lo scrissi già in precedenza: se Umberto II avesse voluto diseredare il figlio lo avrebbe fatto con tanto di Bolla, documento, controfirmato e vidato, mentre alla sua morte madre e sorelle e gli altri esecutori lo riconobbero Capo della Real Casa. Poco importa ora che si siano tutti rimangiati la firma, quel che è fatto è fatto, specie se alla base ci sono dissidi patrimoniali ereditari :!:
Non dimentichiamo che nemmeno il suo Augusto Antenato, Vittorio Emanuele II, non aveva la coscienza pulitissima in quanto a nozze e non solo: i malevoli lo chiamavano "padre della patria" perchè dicevano che avesse lui stesso provveduto a ripopolare la nazione piuttosto che unirla...

In definitiva, noi non siamo davvero nessuno per decidere su questioni del genere: possiamo "tenere" per Amedeo d'Aosta piuttosto che Vittorio Emanuele... ma a noi non ci cambia davvero nulla!

Michele :wink:
MMT
 
Messaggi: 4654
Iscritto il: lunedì 13 gennaio 2003, 17:01
Località: Roma

Messaggioda Francesco Lupo » lunedì 22 ottobre 2007, 18:58

Caro bisconfratello dici :

(a scanso di equivoci, chi vi parla è di certo filoborbonico, ma profondamente rispettoso della tradizione regia italiana, il mio cognome riecheggia nelle menti dei più, in città, poichè l'ultimo deputato monarchico, nonchè sindaco della città et cetera et cetera...fu mio zio fratello di mio nonno paterno. In famiglia abbiamo numerosi decorati dell'ordine mauriziano, della Corona d'Italia, dell'ordine Civile di Savoia. Se vi fosse stata la monarchia il re sabaudo sarebbe stato il mio Re, ed io umile e devoto suddito)

Sei filoborbonico o il "Re sabaudo sarebbe stato il tuo Re e tu Suo umile e devoto suddito"? :twisted:

Personalmente sai che separo in maniera netta ed inequivocabile la mia devozione allo SMOCSG, tradizionalmente il più antico degli Ordini, e la mia assoluta devozione alla monarchia sabauda, se essere costantiniano implicasse una qualsiasi commistione ideologica con i Borbone sai cosa farei.
Per me che il costantiniano sia conferito dal Borbone o da qualsiasi altra dinastia non fa alcuna differenza, la mia devozione è SOLO per l'Ordine e San Giorgio.
L'Ordine non nasce borbonico, ispirato da Costantino Imperatore passa loro circa 500 anni dopo la sua storica nascita voluta da Isacco II a seguito delle note vicissitudini.
Francesco Lupo
 

Messaggioda Mic » lunedì 22 ottobre 2007, 19:38

Francesco Lupo ha scritto:

Sei filoborbonico o il "Re sabaudo sarebbe stato il tuo Re e tu Suo umile e devoto suddito"? :twisted:

.........


Quoque tu......

Fermo restando che sono filoborbonico, ciò non significa che io non riconosca che i Savoia hanno vinto una guerra (sul come e perchè si stanno ancora scrivendo libri di storia, io ho la mia idea e per amor di patria la tengo per me). Ergo, essendo io intellettualemtne onesto - me lo riconoscerai - e profondamente monarchico avrei il massimo rispetto per la Corona che sia Borbone o Savoia.
E' l'ideale che difendo, non la Casa che lo rappresenta. Su di essa mi compiaccio di avere le mie chiare, semplici e radicate idee.

Per questo vile affronto che mi hai fatto domani sera mi pagherai la pizza!! :evil: :twisted:
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Messaggioda Francesco Lupo » lunedì 22 ottobre 2007, 20:24

Domani sera siamo da "Faccia di vecchia", siccome so che ti piace di pizze te ne offro ben volentieri 2... 8)

Ci scusino gli utenti per l'uso improprio del topic.

Cordialmente.
Francesco Lupo
 

Messaggioda Mic » martedì 23 ottobre 2007, 8:48

Francesco Lupo ha scritto:Domani sera siamo da "Faccia di vecchia", siccome so che ti piace di pizze te ne offro ben volentieri 2... 8)

Ci scusino gli utenti per l'uso improprio del topic.

Cordialmente.



:1: :1: :1:
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Messaggioda Cronista di Livonia » martedì 23 ottobre 2007, 10:25

Signori,

mi sembra che il topic sia stato ampiamente dirottato (e non già dal discorso sulle pizze del Cav. Lupo), potrebbe cortesemente il Moderatore separare la questione dinastica (assolutamenmte fuori luogo) da quella cavalleresca ?

Cordialmente,

Il Cronista di Livonia
Cronista di Livonia
 
Messaggi: 1067
Iscritto il: lunedì 10 luglio 2006, 14:09

Messaggioda Mario Volpe » martedì 23 ottobre 2007, 12:10

Quando si trattano argomenti di natura particolarmente controversa come quello di questo topic, accade talvolta di leggere commenti un pò eccessivi o addirittura fuori dal contesto.
I pareri personali espressi nel topic da alcuni dei nostri frequentatori, possono non essere condivisi, ma ritengo che debbano comunque essere rispettati.
Non credo che separando gli interventi di questo topic in due sezioni si migliorerebbe più di tanto il livello dei suoi contenuti...
Mi aguro solo che toni ed affermazioni continuino a rimanere entro i limiti della correttezza, del rispetto reciproco e della rigorosità scientifica.
Ultima modifica di Mario Volpe il martedì 23 ottobre 2007, 12:53, modificato 1 volta in totale.
Si Deus nobiscum quis contra nos
(motto dell'Ordine di Filippo il Magnanimo - Assia-Darmstadt)
Avatar utente
Mario Volpe
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 3678
Iscritto il: sabato 1 aprile 2006, 18:58
Località: Roma

Messaggioda Francesco Lupo » martedì 23 ottobre 2007, 13:00

Buongiorno,

Chiedo ancora scusa agli utenti se ho appofittato del topic per scambiare qualche battuta con Mic...

Causa gli ultimi eventi e la comunicazione di S.A.R. Aimone di Savoia del 29 settembre u.s. in merito il conferimento degli Ordini della Realcasa, è difficile, se non impossibile, scindere l'aspetto dinastico da quello cavalleresco, sicuramente non si farà aspettare la risposta del sig.V.E.
Spero soltanto, come auspica l'ottimo dr.Volpe, che la discussione tra gli utenti mantenga sempre toni e livelli squisitamente cavallereschi...se poi non fomentassimo qualche piccola tenzone che cavalieri saremmo ?

Cordialmente.
Francesco Lupo
 

Messaggioda Mic » martedì 23 ottobre 2007, 13:04

Francesco Lupo ha scritto:Buongiorno,

Chiedo ancora scusa agli utenti se ho appofittato del topic per scambiare qualche battuta con Mic...

Causa gli ultimi eventi e la comunicazione di S.A.R. Aimone di Savoia del 29 settembre u.s. in merito il conferimento degli Ordini della Realcasa, è difficile, se non impossibile, scindere l'aspetto dinastico da quello cavalleresco, sicuramente non si farà aspettare la risposta del sig.V.E.
Spero soltanto, come auspica l'ottimo dr.Volpe, che la discussione tra gli utenti mantenga sempre toni e livelli squisitamente cavallereschi...se poi non fomentassimo qualche piccola tenzone che cavalieri saremmo ?

Cordialmente.



Bravo doublebrother,
quoto il tuo intervento.
Se Aimone di Savoia su delega del padre S.A.R. Amedeo d'Aosta decidesse di riconferire l'Ordine Mauriziano, questo potrebbe essere posto al vaglio del Ministero per un eventuale riconoscimento?
Magari sotto la categoria "Ordine dinastico NAZIONALE"??
In fondo mi pare che la L.178/51 sia un pò vecchiotta.
Che ne dite di lavorare su un progetto di riordino degli ordini e di ammodernamento della Legge??
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Messaggioda Francesco Lupo » martedì 23 ottobre 2007, 13:17

Buongiorno,

E' possibile leggere il decreto di S.A.R. Aimone di Savoia al seguente indirizzo :

http://www.realcasadisavoia.it/files/or ... to3_it.pdf

Cordialmente.
Francesco Lupo
 

Messaggioda Luca Bracco » martedì 23 ottobre 2007, 14:39

E per quale motivo Ordine Nazionale??

Luca Bracco
Luca Bracco
Luca Bracco
 
Messaggi: 992
Iscritto il: giovedì 2 novembre 2006, 12:43
Località: Sanremo

PrecedenteProssimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti