ordini "minori" presenti al tempo delle crociate

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Tilius, Mario Volpe, nicolad72

ordini "minori" presenti al tempo delle crociate

Messaggioda hermann73 » martedì 9 gennaio 2007, 21:45

Cari amici,

vorrei provare, insieme a voi, a ricostruire i frammenti storici di alcuni ordini minori che sicuramente sono esistiti nel Regno Latino di Gerusalemme all'epoca delle Crociate.
L'idea mi è nata leggendo il volume "Colonialismo Medievale. Il Regno Latino di Gerusalemme" del noto storico Joshua Prawer.
A pag. 328 della 2° edizione, dopo aver trattato dei tre Ordini più famosi e di quello"dei cavalieri lebbrosi o "di San Lazzaro", l'autore scrive:
"Vi erano anche altri Ordini meno conosciuti, che compaiono durante l'assedio finale di Acri nel 1291 oppure nelle mappe cittadine coeve: per esempio l'Ordine della Trinità, l'Ordine della Spada (Militia Spatae), l'Ordine dello Spirito Santo (Militia Sancti Spiritus), san Lorenzo dei Cavalieri (Sanctus Laurentius de Militibus)".

Intendo precisare che la mia ricerca ha esclusive finalità storiche (i citati ordini appartengono ad un definito passato). L'eventuale risultato, se il nostro Presidente è d'accordo, potrebbe eventualmente essere pubblicato sulla rivista dell'AIOC, citando tutti gli autori (o AA.VV.): sarebbe un lavoro collegiale secondo lo spirito che contraddistingue tutti i membri di questo forum.

In attesa di notizie (con citazione della fonte), giungano a tutti cordiali saluti.
hermann73
 
Messaggi: 109
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 14:06
Località: Roma

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » martedì 9 gennaio 2007, 22:02

Joshua Prawer non mi sembra poi cosi noto, considerato che ha pubblicato solo 7 libri che trattano tutti piu o meno lo stesso argomento. Occorrerebbe valutare anche altri storici.


Questa è la bibliografia completa di Joshua Prawer:

1. Crusader Institutions
A generous selection of poems by Hans Arp, Bertolt Brecht, Gunter Grass, Wilhelm Lehmann, Gottfried Benn, Yvan Goll, Nelly Sachs, Peter Huchel, Gunter Eich, Christine Lavant, Joannes Bobrowski, Paul Celan, Helmut Heissenbuttel, Ernst Jandl, Ingeborg Bachmann, Hans Magnus Enzensberger, and Gunter Kunert, printed in German, with an Introduction in...

2. The World of the Crusaders

3. Phoenix: The Crusaders' Kingdom: European Colonialism in the Middle Ages
The Crusades represented the opening chapter of European expansionism and the forerunner to the colonial movement that changed the face of history. Here shines a light on the Crusaders' crowning achievement: the Latin Kingdom of Jerusalem. In-depth descriptions show what a twelfth and thirteenth-century colony looked like; how it functioned and...

4. The History of the Jews in the Latin Kingdom of Jerusalem more books like this
From the Crusader conquest, massacres, and destruction in 1099, to the fall of the Latin Kingdom in 1291, Prawer vividly describes the Jewish community in Palestine: their internal organization, relation to Crusader institutions and conquerors, and attitudes toward neighboring Muslim rulers.

5. The Crusaders' kingdom; European colonialism in the Middle Ages.

6.The History of Jerusalem: The Early Muslim Period, 638-1099
This is an excellent volume, of interest to both students and scholars....A sumptuous feast for both mind and eye.--Norman A. StillmanState University of New York at Binghamton"This book is an impressive addition to Yad itzhak Ben-Zvi's series on Medieval Jerusalem . .

7.Histoire Du Royaume Latin de Jerusalem
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 6563
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Ordini "minori" presenti al tempo delle Crociate

Messaggioda alfabravo » martedì 9 gennaio 2007, 22:27

Goffredo di Crollalanza - Enciclopedia araldico cavalleresca - ed Forni
Raffaele Cuomo - Ordini cavallereschi antichi e moderni - ed Forni
Sono citati:
Ordine di San Biagio e di Santa Maria
Ordine dei SS. Cosma e Damiano
Ordine di Santa Caterina del Monte Sinai
Ordine dei SS. Giovanni e Tommaso
Ordine di San Gereone
I primi tre Ordini sono anche citati nell'opera di Bernardo Giustinian "Historie cronologiche dell'origine degli Ordini militari e di tutte le religioni cavalleresche - stampato in Venezia, 1692

Distinti saluti da Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Messaggioda hermann73 » mercoledì 10 gennaio 2007, 13:53

Ringrazio per le prime risposte, in particolare:

- sono ovviamente d'accordo con Bedini sulla necessità di valutare altri storici. Senza voler creare polemica, preciso che l'idea mi è nata leggendo il volume di J.Prawer, che è stato per anni professore di Storia dell'Europa medioevale all'Università di Gerusalemme, ha svolto indagini in loco sul Regno Latino di Gerusalemme, ha vinto prestigiosi premi internazionali (Rothschild Prize, etc.), in totale ha scritto 88 libri e articoli sul tema e, nell'intoduzione italiana alla seconda edizione del volume citato, è definito dal Prof. Franco Cardini, "grande storico" oltre che amico indimenticabile. Scrivo ciò, giova ribadirlo, per onestà intellettuale ed inoltre perchè credo che il prof.Prawer, nella sua posizione, avesse la possibilità di leggere fonti direttamente in Terrasanta. Questo è un vantaggio. Immagino che Bedini possa aiutarmi a trovare un articolo utile alla presente indagine: J.RILEY-SMITH, A note on Confraternities in the Latin Kingdom of Jerusalem, in "Bullettin of the Institute of Historical Research", 1971, pagg.301-8. Sarei molto grato.

- ringrazio Ritter per il prezioso contributo, gli chiedo, ove possibile, di citarmi esattamente le pagine e il volume richiamati, oltre che riportare il testo delle notizie scritte.

Nel ringraziarvi nuovamente, sintetizzerò ogni settimana (al lunedì) il risultato parziale dello studio (per questa settimana farò a breve un seguito).

cordialmente
hermann73
 
Messaggi: 109
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 14:06
Località: Roma

Messaggioda hermann73 » mercoledì 10 gennaio 2007, 14:57

nel continuare la ricerca da me prospettata, eccovi una prima sintesi settimanale.
Ringrazio gli utenti finora intervenuti.
Un primo commento: occorrerà col tempo distinguere gli Ordini dalle Confraternite presenti in Terrasanta al tempo delle crociate. Molto interessante si presenta l'Ordine di San Lorenzo dei Cavalieri, poichè si tratterebbe di un sodalizio di genovesi.

ORDINI “MINORI” PRESENTI AL TEMPO DELLE CROCIATE

· l'Ordine della Trinità:
citato a pag. 328 in Joshua Prawer - Colonialismo Medievale. Il Regno Latino di Gerusalemme – ed Jouvence, come presente durante l’assedio finale di Acri nel 1291 oppure nelle mappe cittadine coeve (null’altro nel volume).

· l'Ordine della Spada (Militia Spatae)
citato a pag. 328 in Joshua Prawer - Colonialismo Medievale. Il Regno Latino di Gerusalemme – ed Jouvence, come presente durante l’assedio finale di Acri nel 1291 oppure nelle mappe cittadine coeve (null’altro nel volume).

· l'Ordine dello Spirito Santo (Militia Sancti Spiritus)
citato a pag. 328 in Joshua Prawer - Colonialismo Medievale. Il Regno Latino di Gerusalemme – ed Jouvence, come presente durante l’assedio finale di Acri nel 1291 oppure nelle mappe cittadine coeve. Inoltre è scritto nella medesima pagina “L’Ordine dello Spirito Santo vede essersi sviluppato da una confraternita dello stesso nome come Ordine Militare”.

· san Lorenzo dei Cavalieri (Sanctus Laurentius de Militibus)
..citato a pag. 328 in Joshua Prawer - Colonialismo Medievale. Il Regno Latino di Gerusalemme – ed Jouvence, come presente durante l’assedio finale di Acri nel 1291 oppure nelle mappe cittadine coeve. Inoltre nella stessa pagina è scritto “L’ordine di San Lorenzo dei Cavalieri deve essere stato stato un Ordine speciale riservato ai cavalieri genovesi, dato che San Lorenzo era appunto il santo patrono di Genova: in quest’ultimo caso, potremmo ipotizzare alla base della sua fondazione un elemento culturale e seminazionale, simile a quello che aveva presieduto alla fondazione dei tedeschi Cavalieri Teutonici, dell’inglese Ordine di San Tommaso di Canterbury, dello spagnolo Ordine di San Giacomo”
..citato a pag. 307 in Alain Demurger – I Cavalieri di Cristo. Gli Ordini Religioso-militari nel Medioevo XI-XVI secolo – ed. Garzanti “altri hanno tentato di svilupparsi, ma non ne sappiamo molto: un Ordine di San Lorenzo dei Genovesi…”

· Ordine di San Biagio e di Santa Maria
..citato in Goffredo di Crollalanza - Enciclopedia araldico cavalleresca - ed Forni o in Raffaele Cuomo - Ordini cavallereschi antichi e moderni - ed Forni (da verificare l’opera e la pagina)
..citato in Bernardo Giustinian - "Historie cronologiche dell'origine degli Ordini militari e di tutte le religioni cavalleresche - stampato in Venezia, 1692 (da verifica pagina e testo)

· Ordine dei SS. Cosma e Damiano
..citato in Goffredo di Crollalanza - Enciclopedia araldico cavalleresca - ed Forni o in Raffaele Cuomo - Ordini cavallereschi antichi e moderni - ed Forni (da verificare l’opera e la pagina)
..citato in Bernardo Giustinian - "Historie cronologiche dell'origine degli Ordini militari e di tutte le religioni cavalleresche - stampato in Venezia, 1692 (da verifica pagina e testo)

· Ordine di Santa Caterina del Monte Sinai
...citato in Goffredo di Crollalanza - Enciclopedia araldico cavalleresca - ed Forni o in Raffaele Cuomo - Ordini cavallereschi antichi e moderni - ed Forni (da verificare l’opera e la pagina)
..citato in Bernardo Giustinian - "Historie cronologiche dell'origine degli Ordini militari e di tutte le religioni cavalleresche - stampato in Venezia, 1692 (da verifica pagina e testo)


· Ordine dei SS. Giovanni e Tommaso
citato in Goffredo di Crollalanza - Enciclopedia araldico cavalleresca - ed Forni o in Raffaele Cuomo - Ordini cavallereschi antichi e moderni - ed Forni (da verificare l’opera e la pagina)

· Ordine di San Gereone
citato in Goffredo di Crollalanza - Enciclopedia araldico cavalleresca - ed Forni o in Raffaele Cuomo - Ordini cavallereschi antichi e moderni - ed Forni (da verificare l’opera e la pagina)

BIBLIOGRAFIA

· Goffredo di Crollalanza - Enciclopedia araldico cavalleresca - ed Forni
· Raffaele Cuomo - Ordini cavallereschi antichi e moderni - ed Forni
· Alain Demurger – I Cavalieri di Cristo. Gli Ordini Religioso-militari nel Medioevo XI-XVI secolo – ed. Garzanti
· Bernardo Giustinian - "Historie cronologiche dell'origine degli Ordini militari e di tutte le religioni cavalleresche - stampato in Venezia, 1692
· Joshua Prawer - Colonialismo Medievale. Il Regno Latino di Gerusalemme – ed Jouvence
hermann73
 
Messaggi: 109
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 14:06
Località: Roma

Ordini "minori" presenti al tempo delle Crociate

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 gennaio 2007, 12:24

Da Goffredo di Crollalanza - "Enciclopedia araldico cavalleresca" - ed Forni, pag. 107

ORDINE DI SAN BIAGIO. Istituito dai Re d'Armenia, contemporaneamente a quello del Tempio. I cavalieri si distinguevano in ecclesiastici che predicavano e in guerrieri che combattevano gli infedeli. Appartenevano alla famiglia di San Basilio e portavano un abito bianco con croce rossa e l'immagine del patrono San Biagio. Questo Ordine non ebbe che un'esistenza effimera. (4)
(4) Cibrario, Ordini cavallereschi, II, 310

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Ordini "minori" presenti al tempo delle Crociate

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 gennaio 2007, 12:53

da Goffredo di Crollalanza - "Enciclopedia storico cavalleresca" - ed Forni
pag 165

ORDINE DI SANTA CATERINA DEL MONTE SINAI. Fondato nel 1063 o 1065 o 1067 da alcuni gentiluomini francesi allo scopo di difendere e tutelare il pellegrinaggio al sepolcro di Santa Caterina d'Alessandria sul Monte Sinai. Molti lo credono supposto, ma pare invece provato. I cavalieri si eleggevano un Gran Maetro e seguivano la regola di San Basilio e le Costituzioni dell'Ordine del Santo Sepolcro, di cui crediamo sia stato una diramazione. Vestivano di bianco eportavano per insegna una mezza ruota di martirio rossa, trapassata da una spada sanguinosa. Fu soppresso colla perdita di Terrasanta fatat dai cristiani (1). Il Cibrario (2) asserisce che si estinse solo nel secolo XVII citando tra gli ultimi cavalieri un d'Aubrai, barone di Bruyeres e segretario del Re di Francia.
(1) Clevel. Epist. de Ord. S. Basilii
Caramuele. Epist. V, n. 2342, p. 9
Mendo, de Ordinibus milit. pag. 7
Michioli, Tesoro Militare, p. 18
(2) Descrizione storica degli Ordini cavallereschi, II, 306

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Ordini "minori" presenti al tempo delle Crociate

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 gennaio 2007, 13:07

da Goffredo di Crollalanza - "Enciclopedia storico cavalleresca" - ed Forni
pag. 403

ORDINE DEI SANTI MARTIRI. Questo ordine, conosciuto pure sotto il nome dei SS. COSMA e DAMIANO, si vuole sia stato istituito in Palestina nel 1030 a fine di ricompensare i fratelli ospitalieri del loro zelo nella cura degli infermi e nel riscattare i cristiani caduti nelle mani degli infedeli. Fu posto sotto la regola di San Basilio e sotto il patronato del Santi martiri Cosma e Damiano che furono abilissimi nell'esercizio della medicina. dicesi che questi cavalieri si fregiassero di una croce rossa caricata di un cerchio che portava le immagini dei suddetti santi. alcuni recenti autori son d'opinione che questo ordine non abbia mai esistito, ed il P. Helliot crede che sia stata presa per una istituzione cavalleresca una congregazione di canonici regolari detti della Penitenza dei Martiri.(4)
(4) Diz. port. degli Ordini Religiosi e Cavallereschi
Maigne. Dict. encyclop. des ordres de Chev.
Cibrario, Descrizione storica degli ordini cavallereschi, pag. 374
Helliot, Hist. des Ordres - Par. I, cap. 34

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Ordini "minori" presenti al tempo delle Crociate

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 gennaio 2007, 13:14

da Goffredo di Crollalanza - "enciclopedia storico cavalleresca" - ed. Forni
pag. 310

ORDINE DI SAN GERIONE. Istituito secondo gli uni da Federico Barbarossa, secondo alytri da Federico II imperatore; ma non si conosce alcun testo positivo su questo soggetto. Taluni lo confondono con quello dei Porta Croce d'Ungheria; altri più assennatamente pensano che non abbia mai esistito.

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Ordini "minori" presenti al tempo delle Crociate

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 gennaio 2007, 13:39

da Goffredo di Crollalanza - "Enciclopedia storico cavalleresca" - ed. Forni

pag. 324
ORDINE DEI SANTI GIOVANNI E TOMMASO. Ordine religioso e militare creato verso il 1205 a San Giovanni d'Acri da gentiluomini crociati, allo scopo dis cortare i pellegrini che andavano a Gerusalemme e di combattere gli indeli. L'Ordine fu approvato da Alessandro IV, e Alfonso X Re di Castiglia chiamò i cavalieri in Ispagna per porli di fronte ai mori. Seguivano la regola di Sant'Agostino e il loro distintivo era una croce rossa, nel mezzo della quale erano le immagini dei due santi protettori, San Giovanni Battista e San Tommaso. Da principio l'istituzione rispose allo scopo de' fondatori, ma in seguito la scissura essendo entrata fra i suoi membri, gli uni si unirono all'Ordine gerosolimitano, mentre altri si costituirono in un nuovo Ordine, quello di San Tommaso, che non si sostenne gran tempo. (2)
(2) Diction. hist. portatif des Ordres
Maigne, op. cit.
Giustinian, op. cit.


pag. 584
ORDINE DI SAN TOMMASO. Ordine religioso e militare creato a San Giovanni d'Acri verso il 1205 da alcuni gentiluomoni vrociati sotto il nome di Ordine dei Santi Giovanni e Tommaso. La discordia essendosi introdotta tra i cavalieri qualche tempo dopo la fondazione, alcuni si aggregarono all'Ordine gerosolimitano, altri si costituirono in nuovo Ordine detto di San Tommaso che non sopravvisse a lungo. la decorazione era una croce rossa coll'immagine di san Tommaso che si portava sul mantello (1).
(1) Maigne, Op. cit.
Cibrario, Ordini cavallereschi, II, 319


Ritter
Ultima modifica di alfabravo il giovedì 11 gennaio 2007, 20:10, modificato 1 volta in totale.
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Ordini "minori"presenti al tempo delle crociate

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 gennaio 2007, 16:15

da Raffaele Cuomo - "Ordini cavallereschi antichi e moderni" - ed. Forni

pag 956
ORDINE DI SAN BIAGIO E SANTA MARIA. Antico fu questo Ordine in Palestina ed antico così che traccia della sua istituzione nè il Mende nè il Romano hanno potuto rinvenire. Scopo di tale fondazione era estirpare l'eresia e difendere la fede di Cristo. Gli ascritti all?Ordine militavano sotto la regola di San Basilio o di Sant'Agostino, non si sa bene. Si sa però che le insegne consistevano in una croce da cui pendeva una medaglia coll'effige di San Biagio.

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Ordini "minori"presenti al tempo delle crociate

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 gennaio 2007, 16:24

da Raffaele Cuomo - "Ordini cavallereschi antichi e moderni" - ed. Forni

pag 960
ORDINE DI SANTA CATERINA. Questo ordine fu da alcuni nobili fondato nel 1063, sotto la regola di San Basilio, al fine di custodire il sepolcro di Santa Caterina posto sul monte Sinai, ed alloggiare e scortare i pellegrini che si recavano a visitarlo, essendo una delle nobili imprese dela cavalleria del medio evo quella di tener sicuro il cammino che guidava ai santuari più venerati. Il numero dei cavalieri di Santa Caterina crebbe col tempo. Essi portavano un mantello bianco e per insegna una ruota a sei raggi traversata da una spada. Erano obbligati alla custodia del sacro luogo per due anni e facevano voto di castità. Cadute le circostanti contrade sotto la dominazione dell'islamismo, l?Ordine cessò di esistere e, per quanto sembra, le insegne concesse nel prosieguo da quei monaci a qualche pellegrino sono da considerarsi piuttosto come un ricordo devoto che come una decorazione cavalleresca.

Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Ordini "minori" presenti al tempo delle crociate

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 gennaio 2007, 16:37

da Raffaele Cuomo - "Ordini cavallereschi antichi e moderni" - ed. Forni

pag 966
ORDINE DEI SS: COSMA E DAMIANO o DEI MARTIRI. Durante le guerre sostenute in Palestina contro i musulmani che tendevano a recuperare i domini loro ritolti dagli eserciti crociati, furono colè eretti vari spedali per ricoverarvi e curarvi i feriti e gli infermi.
Molti nobili cavalieri si diedero ad assistere quegli sciagurati e a questa pia opera aggiungevano l'altra di soccorrere i poverelli, redimere gli schiavi, tutelare le vedove e gli orfani.
essi furono detti cavalieri dei Santi Martiri perchè la loro opera mettevano sotto la protezione dei santi Cosma e Damiano. Ottenuta che ebbero l'approvazione pontificia da Giovanni XX circa il 1024 o 1027 il quale assegnò loro la regola di San Basilio, assunsero definitivamente il titolo di Santi Martiri e di San Cosma e Damiano e si divisarono di una croce liscia rossa con l'effige dei lodati santi nel centro. Ritornata la Palestina sotto il dominio dei turchi, questi cavalieri furono scacciati da quei luoghi e così l'Ordine non ebbe più ragione di esistere. (1)
(1) E' opinione del Cibrario, confortato dall'Helyot, che il Giustiniani nel riconoscere l'esistenza di questo Ordine abbia scambiato per un Ordine cavalleresco l'Istituto dei canonici regolari della Penitenza dei Martiri.


Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Messaggioda Mic » giovedì 11 gennaio 2007, 16:45

Egregi signori,
correggetemi se sbaglio, ma io ricordo che già a quel tempo esistevano anche l'Ordine di San Maurizio e l'Ordine di San Lazzaro, che poi si unificarono.

Ricordo bene?
Memento Audere Semper
Belligerans Bello Et In Pace Famosa
Avatar utente
Mic
 
Messaggi: 707
Iscritto il: domenica 26 marzo 2006, 0:39
Località: Regno delle due Sicilie

Ordini "minori" presenti al tempo delle crociate

Messaggioda alfabravo » giovedì 11 gennaio 2007, 16:50

da Raffaele Cuomo - "Ordini cavallereschi antichi e moderni" - ed. Forni

pag. 971
ORDINE DI SAN GEDEONE. Tra i vari cavalieri crocesignati, alcuni ve ne furono detti di San Gedeone, i quali, per quanto da certi scrittori è riportato, furono creati da Federico Barbarossa verso il 1190 o da Federico II suo nipote in circa il 1228, imperatori che guerreggiarono entrambi in oriente contro i turchi.
Il viaggiatore Giovanni von Hoevel affermava aver veduto in Palestina cavalieri fregiati di una croce patriarcale, simile a quella usata dai Re d'Ungheria, piantata sopra tre monticelli color verde.
Altro non si conosce intorno a questo Ordine, avendo esso avuta vita assai breve.
Osserva in proposito di questo supposto Ordine, il Cibrario che questa potrebbe essere l'origine della croce patriarcale che campeggia nello scudetto di cui è caricata la croce del Santo Stefano d'Ungheria, e della concessione fatta a Santo Stefano, Re d'Ungheria, da Papa Silvestro II nell'anno 1000 di una corona d'oro insiemem ad una croce patriarcale, col diritto di farla portare innanzi a sè.


Ritter
alfabravo
 
Messaggi: 892
Iscritto il: venerdì 18 marzo 2005, 21:11

Prossimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti