Ordini Cavallereschi e Dame

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Ordini Cavallereschi e Dame

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 25 giugno 2021, 12:10

E' da un po' che ci penso: secondo me gli Ordini Cavallereschi tradizionali non avrebbero dovuto aprire alle Dame.
Inevitabilmente aprendo alle donne si è snaturata la natura cavalleresca di un ordine.
Penso in ultimo proprio all'OESSG nel quale oggi si toglie un simbolo millenario, l'investitura con la spada, per rispetto verso le dame.
Penso ai dinastici SMOC e OSSML i quali nati come ordini religiosi rigorosamente maschili, da non molti anni hanno aperto alle dame, e in un futuro potrebbero avere un Gran Maestro in gonnella.
Penso allo SMOM dove oggi i regolamenti dei Gran Priorati obbligano alle quote rosa e a inserire Dame nei Consigli delegatizi.
Taccio poi per carità di patria altre simili amenità.

Mi sono anche chiesto se io sia misogino ma se mi chiedo dove stiamo andando, osservo forse una direzione che non mi piace.
Avrei preferito che le Dame avessero propri ordini, riservati esclusivamente a donne.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7099
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Ordini Cavallereschi e Dame

Messaggioda Cronista di Livonia » venerdì 25 giugno 2021, 12:26

Personalmente sono assolutamente contrario a snaturare persino i circoli sociali, ove questi siano nati "per soli uomini", la trovo una aberrazione illiberale, figuriamoci gli Ordini cavallereschi militanti, ma...

pecunia non olet.

E quindi si e' allegramente aperto tutto a tutti perche' bisogna sostentare le opere di carita', amen.
Oggi le Dame in larga parte guadagnano quanto e forse anche piu' dei Cavalieri, in passato accadeva, ma era raro, spesso i loro patrimoni personali erano gestiti da padri, fratelli o mariti (anche oltre ogni decenza).

Esistevano sia i circoli che gli Ordini per le Dame, oggi stanno scomparendo sostituiti da quelli misti (ex-maschili, oggi allargati). Me ne dispiace assai, ma non e' in mio (e temo nemmeno nostro) potere cambiare le cose.
Cordialmente,

Il Cronista di Livonia
Cronista di Livonia
 
Messaggi: 1076
Iscritto il: lunedì 10 luglio 2006, 14:09

Re: Ordini Cavallereschi e Dame

Messaggioda Primo » venerdì 25 giugno 2021, 15:26

Sebbene siano passati oltre 130 anni dall'ingresso delle Dame nell'OESSG, mi risulta difficile capire la loro utilità. Nell'ultimo regolamento porteranno gli oli profumati, come dove e quando è ancora da definire. Molte di loro sono anziane ed acide, alcuni cattivelli dicono che a vederle viene voglia di lasciare il portafogli e scappare via per lo spavento! Le poche Dame dello SMOM , fortunatamente, hanno una presenza limitata, molte di loro non sanno come vestirsi ed il mantello che portano è più un pastrano che un abito da cerimonia. Per i Costantiniani peggio ancora perchè le Dame portano lo stesso mantello dei cavalieri creando una confusione gender incredibile.
Primo Contardi [angel]
Lascia tutto quello che hai e porta la Croce
Avatar utente
Primo
 
Messaggi: 19
Iscritto il: sabato 23 gennaio 2021, 10:32

Re: Ordini Cavallereschi e Dame

Messaggioda Primo » domenica 27 giugno 2021, 7:37

A proposito di sparate del nuovo gran maestro dell' OESSH, ho trovato questa Sua lettera del 2020 che oggi si è riflessa nel nuovo statuto, cioè l'apertura alle suore come fossero Dame, ma senza alcun contributo economico, ma solamente spirituale:

La vita consacrata e l’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme
Nel corso degli anni, dietro qualche manifestazione di interesse da parte di religiose che si chiedevano se, ed eventualmente come, entrare a far parte della nostra Istituzione Pontificia, l’Ordine si è posto la questione della loro possibile appartenenza all’interno dei propri ranghi. In passato, in qualche caso, si è provveduto a dare loro un’onorificenza ma è possibile pensare a vie alternative? Ora il Gran Maestro desidera avviare una discussione a tal proposito ispirato dalla storia della Venerabile Suor Chiara di Gesù. Alla fine di agosto, in occasione della visita che solitamente compio alle Clarisse di Nardò (Lecce), quest’anno, incontrando la piccola Comunità di uno dei più antichi monasteri di Clarisse (1256) abbiamo parlato della Venerabile mistica Suor Chiara di Gesù, al secolo Isabella D’Amato (1618-1693), Serva di Dio, di cui è in corso la Causa di Beatificazione. Si tratta di una figura bella di donna consacrata che, lasciando l’agiatezza del nobile casato, dedicò la sua vita alla preghiera e all’amicizia con Cristo povero e sofferente. L’amore alla croce di Cristo portò Suor Chiara ad un’intima relazione spirituale, rivivendo Ella in sé, quale dono mistico del Signore, il mistero della sofferenza e del suo amore. Le Religiose mi hanno poi chiesto circa l’attività dell’Ordine del Santo Sepolcro in Terra Santa; una di loro mi ha detto: “Sa che abbiamo trovato tra le carte appartenute alla Venerabile la sua adesione ad un’Associazione in favore della Terra Santa?”. Incuriosito ho chiesto la riproduzione del documento che vedete in foto. In effetti, si tratta dell’adesione di Suor Chiara alla “Confraternita dei Luoghi Santi di Gierusalemme”, organizzata dai Francescani nel Regno di Napoli; nel 1677 Suor Chiara di Gesù fu ammessa tra i benefattori della Terra Santa, beneficiaria al tempo stesso “di tanti beni spirituali, e di tanti Sacrifici celebrati negli stessi luoghi consacrati con il prezioso Sangue del nostro pietosissimo Gesù”. Fin dall’inizio del mio mandato quale Gran Maestro dell’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme mi sono chiesto perché tra i Membri dell’Ordine si trovino, oltre a uomini (Cavalieri) e donne (Dame) laici, anche vescovi (Gran Priori), sacerdoti e religiosi (in qualità di Priori, cappellani e membri), ma non religiose (pur, pare, con qualche rara eccezione). Il nostro Ordine ha una spiritualità profonda che affonda le sue radici nel grande mistero della Redenzione; inoltre, ha un impegno partecipativo in generosità (contribuzione finanziaria) verso la Chiesa Patriarcale di Gerusalemme e le sue opere, sviluppando numerose iniziative di amicizia e di solidarietà spirituale verso le comunità che abitano la Terra di Gesù. Poiché le religiose (e si può dire altrettanto per i religiosi) a motivo del voto di povertà non possono adempiere all’impegno finanziario in modo stabile et ex proprio, vengono tagliate fuori dal nostro Ordine. Ci si domanda se, per quante lo desiderino e nel rispetto del carisma proprio di ogni Istituto religioso, non si possa prevedere la possibilità di aderire al nostro impegno per la Terra di Gesù apportando il loro ricco contributo spirituale. Suor Chiara di Gesù è un esempio in questa direzione che può ispirarci. La sua spiritualità francescana, il suo ascetismo verso la Croce del Signore, il suo profondo amore per Cristo crocifisso, la sua preghiera ci indicano che esiste uno spazio da offrire alle religiose nel nostro Ordine, attendendo da esse il contributo spirituale e la ricchezza che con la preghiera esse possono apportare al bene della Terra Santa, alla pace in quella Regione, alla convivenza tra le comunità in spirito di vera fratellanza. Non va dimenticato, inoltre, che già tanti istituti religiosi, maschili e femminili, sono presenti in Terra Santa e operano con grande impegno e generosità nella Chiesa e nella composita società di quella Regione. L’eventuale apertura, con adeguata formula, alle religiose non può non arricchire l’impegno a noi affidato dalla Sede Apostolica in un contesto di inclusività che dà l’idea di un corpo che agisce all’unisono. Di fatto, un gran numero di Istituti religiosi femminili operanti nella Terra di Gesù ha il supporto del nostro Ordine in istituzioni pastorali, educative e caritative di grande spessore. In questo spazio di dialogo inaugurato attraverso l’Angolo del Gran Maestro, mi pare dunque opportuno condividere con voi questi pensieri per cogliere indicazioni e suggerimenti. Fernando Cardinale Filoni
[cheers.gif]
Primo Contardi
Lascia tutto quello che hai e porta la Croce
Avatar utente
Primo
 
Messaggi: 19
Iscritto il: sabato 23 gennaio 2021, 10:32


Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti