Militari e "cavalierati"

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Militari e "cavalierati"

Messaggioda kyros » mercoledì 16 giugno 2021, 14:19

Illustrissimi,
di seguito riporto il link allo speciale di Report Difesa sulla eventuale "... situazione inopportuna che assume il Militare quando entra a far parte - con impegno solenne ed a tutti gli effetti - degli ordini cavallereschi autenticamente 'militanti', dotati di personalità giuridica di diritto canonico e di diritto internazionale pubblico."

https://www.reportdifesa.it/wp-content/uploads/2021/05/Speciale_Numero_5_2021.pdf

Buona lettura
Allegati
rd.jpg
Con i sensi della mia più alta stima

Ciro dr.Urselli
Avatar utente
kyros
 
Messaggi: 65
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 19:24
Località: Grottaglie (Ta)

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Accademista » lunedì 21 giugno 2021, 23:07

l'autore era investito degli stessi ordini di cui parla prima del congedo? (sono curioso)
ad ogni modo è sempre lo stesso argomento, e lo stesso autore.

saluti
Accademista
 
Messaggi: 366
Iscritto il: domenica 24 maggio 2009, 12:54

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda nicolad72 » martedì 22 giugno 2021, 10:01

Ed ignora - non so se volutamente - che la normativa italiana equipara le onorificenze smom a quelle nazionali.
Un dettaglio assolutamente irrilevante.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11034
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Guardia Nobile Pontificia » martedì 22 giugno 2021, 19:30

Io piuttosto evidenzierei, al di là del congedo, che un militare- ufficiale generale delle Forze Armate Italiane , quindi vincolato dal giuramento di fedeltà alla Patria, abbia giurato fedeltà ad un' altro stato straniero come generale comandante( la Gendarmeria)....mi sembra paradossale soprattutto leggendo l' articolo...
Guardia Nobile Pontificia
Guardia Nobile Pontificia
 
Messaggi: 357
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2007, 22:18

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda kyros » mercoledì 23 giugno 2021, 9:24

"...grazie ad un accordo di collaborazione con l' Italia, il Corpo della Gendarmeria fu composto esclusivamente da militari dell’Arma dei Carabinieri prescelti a rotazione tra quelli in servizio rispettivamente nella Legione Carabinieri Reali di Ancona e nella Legione Carabinieri di Bologna, posti sotto il comando di un Ufficiale appositamente designato dal Comando Generale dell'Arma. Tali militari per lo svolgimento del servizio sammarinese indossavano l'uniforme della Gendarmeria". Anche l'attuale comandante della Gendarmeria di San Marino, colonello Maurizio Faraone, proviene dai ruoli dell' Arma dei Carabinieri.

Guardia Nobile Pontificia ha scritto:Io piuttosto evidenzierei, al di là del congedo, che un militare- ufficiale generale delle Forze Armate Italiane , quindi vincolato dal giuramento di fedeltà alla Patria, abbia giurato fedeltà ad un' altro stato straniero come generale comandante( la Gendarmeria)....mi sembra paradossale soprattutto leggendo l' articolo...
Con i sensi della mia più alta stima

Ciro dr.Urselli
Avatar utente
kyros
 
Messaggi: 65
Iscritto il: domenica 10 luglio 2005, 19:24
Località: Grottaglie (Ta)

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Guardia Nobile Pontificia » mercoledì 23 giugno 2021, 23:35

[quote="kyros"]"...grazie ad un accordo di collaborazione con l' Italia, il Corpo della Gendarmeria fu composto esclusivamente da militari dell’Arma dei Carabinieri prescelti a rotazione tra quelli in servizio rispettivamente nella Legione Carabinieri Reali di Ancona e nella Legione Carabinieri di Bologna, posti sotto il comando di un Ufficiale appositamente designato dal Comando Generale dell'Arma. Tali militari per lo svolgimento del servizio sammarinese indossavano l'uniforme della Gendarmeria". Anche l'attuale comandante della Gendarmeria di San Marino, colonello Maurizio Faraone, proviene dai ruoli dell' Arma dei Carabinieri.

Certo.....ma non ha pubblicato un articolo contradditorio!!! Resta il fatto che è abbastanza "strano" giurare fedeltà a due nazioni....Umberto II al momento di lasciare l'Italia sciolse le Forze Armate dal giuramento di fedeltà alla sua persona(non dal giuramento alla Patria)!!!....chi ha giurato fedeltà all'Italia....è stato forse sciolto da questo vincolo?....mah
Guardia Nobile Pontificia
Guardia Nobile Pontificia
 
Messaggi: 357
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2007, 22:18

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda nicolad72 » giovedì 24 giugno 2021, 8:51

La Patria consente, le norme e la prassi amministrativa mi appaiono univoche e costanti nel tempo (sia durante il regime monarchico che in quello repubblicano). Quindi di che cosa parliamo se non di inutili rigidismi e polemici (e aggiungerei anche vacui) esercizi retorici fondati su presupposti errati.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11034
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Cronista di Livonia » giovedì 24 giugno 2021, 14:41

Concordo pienamente con Nicola, di cosa stiamo parlando (piu' l'autore dell'articolo che noi)? E' ammesso e regolamentato con norme dello Stato da sempre. Non e' una materia nuova, sollevare dubbi mi fa supporre che chi scrive sollevandoli non conosca la materia.
Molto cordialmente,

Il Cronista di Livonia
Cronista di Livonia
 
Messaggi: 1076
Iscritto il: lunedì 10 luglio 2006, 14:09

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Guardia Nobile Pontificia » giovedì 24 giugno 2021, 21:16

Certamente non è una nuova materia...si trattava di condividere o meno l'articolo! Io sono semplicemente di diversa opinione..
Guardia Nobile Pontificia
Guardia Nobile Pontificia
 
Messaggi: 357
Iscritto il: mercoledì 16 maggio 2007, 22:18

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 25 giugno 2021, 11:42

Cari amici, permettetemi di andare un pochino controcorrente .. anche per aggiungere un po' di pepe alla discussione e per scuotere queste calde giornate di fine giugno.

Sebbene oggi non ci siano pericoli per la nostra Repubblica, ho sempre sostenuto che l'appartenenza ad Ordini "stranieri" o anche a dinastici appartenenti a famiglie ex sovrane che non abbiano mai riconosciuto ufficialmente lo Stato Italiano, stridesse in qualche modo con il giuramento fatto.
Se ricordate la discussione di molti anni fa in cui il Ministro Frattini accettò le insegne Costantiniane, diversi di noi si chiesero se ciò fosse lecito considerando che i Borbone non hanno mai ufficialmente rinunciato alle loro pretensioni sull'Italia.
Insomma se proprio vogliamo essere pignoli chi giura "di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina e onore tutti i doveri del mio stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni" non potrebbe prestare altri giuramenti di fedeltà.... non si possono servire due padroni! ;)


Apro poi un altro capitolo: spesso gli stessi amici militari esagerano!
Che senso ha far parte di 2-3-4 Ordini militanti?
In determinati casi la questione è patologica e ne abbiamo discusso in diversi topic del forum.
Sarei più che favorevole a mettere un freno: vuoi far parte di un Ordine Cavalleresco? Bene! Però uno e basta!
Anzi mi sembra che l'impegno vero in un solo Ordine sia già sufficientemente gravoso .. come si riesce contemporaneamente a far parte di diversi Ordini?

Sperò di aver dato qualche nuovo spunto di discussione sotto la calura esitva ;)
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7097
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Accademista » venerdì 25 giugno 2021, 18:30

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Cari amici, permettetemi di andare un pochino controcorrente .. anche per aggiungere un po' di pepe alla discussione e per scuotere queste calde giornate di fine giugno.

Sebbene oggi non ci siano pericoli per la nostra Repubblica, ho sempre sostenuto che l'appartenenza ad Ordini "stranieri" o anche a dinastici appartenenti a famiglie ex sovrane che non abbiano mai riconosciuto ufficialmente lo Stato Italiano, stridesse in qualche modo con il giuramento fatto.
Se ricordate la discussione di molti anni fa in cui il Ministro Frattini accettò le insegne Costantiniane, diversi di noi si chiesero se ciò fosse lecito considerando che i Borbone non hanno mai ufficialmente rinunciato alle loro pretensioni sull'Italia.
Insomma se proprio vogliamo essere pignoli chi giura "di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina e onore tutti i doveri del mio stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni" non potrebbe prestare altri giuramenti di fedeltà.... non si possono servire due padroni! ;)


Apro poi un altro capitolo: spesso gli stessi amici militari esagerano!
Che senso ha far parte di 2-3-4 Ordini militanti?
In determinati casi la questione è patologica e ne abbiamo discusso in diversi topic del forum.
Sarei più che favorevole a mettere un freno: vuoi far parte di un Ordine Cavalleresco? Bene! Però uno e basta!
Anzi mi sembra che l'impegno vero in un solo Ordine sia già sufficientemente gravoso .. come si riesce contemporaneamente a far parte di diversi Ordini?

Sperò di aver dato qualche nuovo spunto di discussione sotto la calura esitva ;)


Egregio Dott. Bedini,
io rimodulerei i due punti/quesiti da lei posti estendo la stessa domanda anche ai c.d. "civili" (non vedo perchè un militare non potrebbe impegnarsi veramente in due ordini ad esempio e un civile si, d'altronde la giornata è di 24 ore per tutti).
stessa cosa per l'appartenenza a più ordini militanti: in cosa un "civile" italiano differisce da un militare? il cittadino non ha obbligo di fedeltà alla repubblica? ricordo che l'art. 54 della costituzione è valido per tutti [angel]
Accademista
 
Messaggi: 366
Iscritto il: domenica 24 maggio 2009, 12:54

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » venerdì 25 giugno 2021, 18:44

Accademista ha scritto:Egregio Dott. Bedini,
io rimodulerei i due punti/quesiti da lei posti estendo la stessa domanda anche ai c.d. "civili" (non vedo perchè un militare non potrebbe impegnarsi veramente in due ordini ad esempio e un civile si, d'altronde la giornata è di 24 ore per tutti).
stessa cosa per l'appartenenza a più ordini militanti: in cosa un "civile" italiano differisce da un militare? il cittadino non ha obbligo di fedeltà alla repubblica? ricordo che l'art. 54 della costituzione è valido per tutti [angel]


Certo! La buona norma "uno e basta" sarebbe per tutti!

Ammetterà però che di solito gli amici militari hanno più "fame" di Ordini Cavallereschi rispetto a noi civili.. ;)
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7097
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Accademista » venerdì 25 giugno 2021, 19:04

Alessio Bruno Bedini ha scritto:
Accademista ha scritto:Egregio Dott. Bedini,
io rimodulerei i due punti/quesiti da lei posti estendo la stessa domanda anche ai c.d. "civili" (non vedo perchè un militare non potrebbe impegnarsi veramente in due ordini ad esempio e un civile si, d'altronde la giornata è di 24 ore per tutti).
stessa cosa per l'appartenenza a più ordini militanti: in cosa un "civile" italiano differisce da un militare? il cittadino non ha obbligo di fedeltà alla repubblica? ricordo che l'art. 54 della costituzione è valido per tutti [angel]


Certo! La buona norma "uno e basta" sarebbe per tutti!

Ammetterà però che di solito gli amici militari hanno più "fame" di Ordini Cavallereschi rispetto a noi civili.. ;)



no. sono soltanto più visibili [dev.gif] rigiro la frittata, probabilmente se fanno parte di più ordini è perchè sono più vicini a quel mondo (in quanto a onore e disciplina per esempio) del "civile" medio e possono permettersi di oblare di più rispetto alla media. ma qui usciamo molto fuori topic visto che non è un forum sui militari né è corretto dar sempre a loro colpe, sbavature, comportamenti inopportuni etc =D

per la norma, sono carismi diversi, e non vedo perchè debbano essere mutuamente esclusivi.

spero di aver messo un po' più di benzina =D buona estate!
Accademista
 
Messaggi: 366
Iscritto il: domenica 24 maggio 2009, 12:54

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda nicolad72 » sabato 26 giugno 2021, 10:59

Alessio Bruno Bedini ha scritto:Insomma se proprio vogliamo essere pignoli chi giura "di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservarne la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina e onore tutti i doveri del mio stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni" non potrebbe prestare altri giuramenti di fedeltà.... non si possono servire due padroni! ;)

La Costituzione non vieta, e le leggi consentono... direi che vi è piena osservanza!
Ripeto... di cosa stiamo parlando? Queste sono discussioni da "sesso [scusate oggi qualcuno vorrebbe che si dicesse genere] degli angeli" che nel migliore dei casi non portano da nessuna parte, nel peggiore potrebbero attivare un processo di revisione, rivisitazione, ideologizzazione e altre tragedie simili come sta succedendo, appunto, tra sesso e genere, con il solo risultato di modificare niente di meno che l'antropologia umana.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 11034
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Militari e "cavalierati"

Messaggioda Alessio Bruno Bedini » sabato 26 giugno 2021, 12:49

Vero! Sono discorsi da spiaggia che lasciano il tempo che trovano... e infatti da sotto l'ombrellone oggi rispondo ;)

Più che di legge, nessuna norma lo vieta, io parlerei di opportunità.
Non sempre infatti ciò che non è vietato espressamente è anche opportuno.

Domenica scorsa a Messa c'erano ad esempio diverse persone in bermuda e maglietta.
Nessuno ha detto loro nulla, vieppiù che abito in una località marina dove è già iniziata la stagione estiva.
Anzi la mentalità comune è "meglio alla messa in bermuda che a casa".
Eppure continuo a ritenere non opportuno un simile abbigliamento per partecipare alla Santa Messa.

Allo stesso modo continuo a ritenere inopportuno, ad esempio, che un ministro della Repubblica possa ricevere un'onorificenza da un pretendente al trono d'Italia, anche se ciò non è vietato dalla legge.
Immagine
Avatar utente
Alessio Bruno Bedini
Moderatore Genealogia, Manifestazioni e Bibliografia
 
Messaggi: 7097
Iscritto il: martedì 21 settembre 2004, 21:47
Località: Cittadino del Mondo

Prossimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti