Pagina 2 di 2

Re: Storia dell'abito religioso SMOM

MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2015, 17:46
da Alessio Bruno Bedini
Corteo funebre dell'arcivescovo di Wesmintser Cardinale Griffin a Londra nel 1956.
In questo caso non dovrebbe trattarsi di professi ed è interessante notare che la croce dei cavalieri era piena.

Immagine

Re: Storia dell'abito religioso SMOM

MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2015, 17:48
da Tilius
nicolad72 ha scritto:1) Trattasi di foto di un ritratto.
2) hai preso l'unica decorazione melitense che tanto allora quanto ora è priva di gigli

Confermo tanto il punto (1) (é una foto di un dipinto) quanto il punto (2) (la croce che pende dal collare del gran maestro é una delle pochissime insegne moderne a conservare la croce originale senza gigli fra i bracci)... :roll:

Re: Storia dell'abito religioso SMOM

MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2015, 18:01
da nicolad72
Alessio Bruno Bedini ha scritto:Corteo funebre dell'arcivescovo di Wesmintser Cardinale Griffin a Londra nel 1956.
In questo caso non dovrebbe trattarsi di professi ed è interessante notare che la croce dei cavalieri era piena.

Immagine


Anche di questa immagine si era già discusso sul forum

Re: Storia dell'abito religioso SMOM

MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2015, 18:08
da Alessio Bruno Bedini


Si ricordo.

aristarco ha scritto:Se non sbaglio, la cocolla che indossano i quattro cavalieri del SMOM è del tipo allora in uso, in cui la croce era di foggia più grande, non gigliata e uguale per tutti (tranne i donati), distinguendosi le categorie di appartenenza attraverso la sola decorazione da collo. Alcuni confratelli, soprattutto di origine britannica, portano ancora oggi una cocolla con croce dello stesso formato (ma vuota all'interno). Anche gli spagnoli hanno conservato, nell'abito, la caratteristica croce di formato più grande, piena. Qualcuno ha maggiori informazioni su questa vecchia foggia dell'abito corale del SMOM?


Nessuno però ha fornito altre informazioni.
Avevi annunciato l'acquisto del libro ABITI, UNIFORMI E DECORAZIONI DELL'ORDINE DI MALTA dicendo che ci avresti aggiornato ma poi non lo hai più fatto..

Re: Storia dell'abito religioso SMOM

MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2015, 18:11
da nicolad72
Non me l'hanno venduto.
Non l'ho acquistato...
Scrissi più e-mail all'editore mai che si fosse degnato di rispondermi... se a lui non interessava vendere a me non interessava comprare....

Ma ancora attento una tua risposta... cosa vuoi dimostrare?

Re: Storia dell'abito religioso SMOM

MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2015, 18:13
da Delehaye
e qui c'è un'altra utile discussione: viewtopic.php?f=2&t=13245#p155871

che riporta tra l'altro:

Sagittario ha scritto:Desiderando approfondire la mia conoscenza in merito, ho reperito in rete questa foto che ho provveduto leggermente a modificare per ottenere i tre "tipi" di abiti da chiesa SMOM che ho modo di vedere nel corso di alcune SS. Messe.
Immagine
Il primo è quello da Cavaliere di Grazia e Devozione, e gli altri due ?


nicolad72 ha scritto:L'immagine è sicuramente ante 1997.
Il primo è abito da cavaliere di obbedienza, (oggi si specifica anche la classe di provenienza, all'epoca no e l'onorificenza era uguale per tutti, ma solo chi proveniva dalle classi di di onore e devozione o grazia e devozione poteva divenire cavaliere d'obbedienz)
Il secondo è un Donato di Giustizia, classe incorporata tra i cavalieri d'obbedienza nel 1997 (un ex cavaliere di Grazia Magistrale, requisito per divenire donato di Giustizia, oggi Cavaliere di Grazia Magistrale in Obbedienza).
Il terzo è un cavaliere di Grazia Magistrale.

Re: Storia dell'abito religioso SMOM

MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2015, 18:35
da T.G.Cravarezza
Signori,
pur apprezzando tutti gli interessanti contributi (compreso quello sulla croce piena e senza gigli che io, personalmente, ripristinerei), vorrei ricordare l'obiettivo di questa discussione che è stato un po' travisato di "periodo storico". Infatti io volevo analizzare l'abito dei membri SMOM (cavalieri, ovviamente professi vista l'epoca, e donati) dalle origini al 1800, cioè quando indossavano l'abito "quotidianamente" e non solo durante le celebrazioni liturgiche come oggi. Quindi, fatte salve le armature e gli accessori da battaglia, vorrei capire quale fosse l'abito quotidiano dei membri dell'Ordine, se vi fossero delle regole a riguardo sulla foggia, sull'uso... e se fosse prevista anche un'insegna metallica (e da quando).
Grazie

Re: Storia dell'abito religioso SMOM

MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2015, 18:46
da Pantheon
Quali arcani dovrebbe svelare la più volte citata pubblicazione 'Abiti...' ?
Magari potrebbe avanzarne altri.... [dev.gif]
Fatemi sapere...;-)

Re: Storia dell'abito religioso SMOM

MessaggioInviato: martedì 17 marzo 2015, 18:50
da Delehaye
Immagine
L'abito da chiesa dei cavalieri di Malta con la croce bianca e la spada appesa alla mappa del rosario.
Il personaggio che lo indossa è il conte Agostino Morando, antenato del conte Gian Giacomo Morando Bolognini, restauratore del castello.