Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Per discutere sugli ordini cavallereschi e le onorificenze/ Discussions on orders of chivalry and honours

Moderatori: Mario Volpe, nicolad72, Tilius

Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda Guido5 » martedì 16 ottobre 2012, 13:55

L'odierno (16 ottobre 2012) "Bollettino quotidiano" della Sala stampa della Santa Sede pubblica (in italiano e in inglese) la seguente

PRECISAZIONE DELLA SEGRETERIA DI STATO IN MERITO AGLI ORDINI EQUESTRI

La Segreteria di Stato, a seguito di frequenti richieste di informazioni in merito all'atteggiamento della Santa Sede nei confronti degli Ordini Equestri dedicati a Santi o aventi intitolazioni sacre, ritiene opportuno ribadire quanto già pubblicato in passato:

Oltre ai propri Ordini Equestri (Ordine Supremo del Cristo, Ordine dello Speron d'Oro, Ordine Piano, Ordine di San Gregorio Magno e Ordine di San Silvestro Papa), la Santa Sede riconosce e tutela soltanto il Sovrano Militare Ordine di Malta —ovvero Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta— e l'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, e non intende innovare in merito.

Tutti gli altri Ordini —di nuova istituzione o fatti derivare da quelli medievali— non sono riconosciuti dalla Santa Sede, non potendosi questa far garante della loro legittimità storica e giuridica, delle loro finalità e dei loro sistemi organizzativi.

Ad evitare equivoci purtroppo possibili, anche a causa del rilascio illecito di documenti e dell'uso indebito di luoghi sacri, e ad impedire la continuazione di abusi che poi risultano a danno di molte persone in buona fede, la Santa Sede conferma di non attribuire alcun valore ai diplomi cavallereschi e alle relative insegne che siano rilasciati dai sodalizi non riconosciuti e di non ritenere appropriato l'uso delle chiese e cappelle per le cosiddette "cerimonie di investitura".
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5127
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda Morello » martedì 16 ottobre 2012, 14:50

Ho avuto modo anch'io stamani di leggere il comunicato. Io non sono mai intervenuto in discussioni, spesso troppo polemiche, sugli altri Ordini Cavallereschi. Ovviamente la Santa Sede non si riferisce ad Ordini Nazionali vigenti o Dinastici legati a Sovrani Regnanti credo. Se io sono decorato dell'OMRI e della Legion d'Onore e sono un Diplomatico Italiano che partecipa ad una Cerimonia Liturgica Solenne potrò indossare tali onorificenze sul frac. Ma se sono decorato dell'Ordine Costantiniano e/o Mauriziano, posso portare queste onorificenze durante una Celebrazione in una Chiesa. Ovvero posso indossare onorificenze non riconosciute dalla Santa Sede?
Inoltre - lungi da me ogni intenzione polemica - scusate la franchezza, di fronte alla Santa Sede che da decenni ribadisce sempre gli stessi concetti a riguardo, come sono spiegabili le Cerimonie Liturgiche con la presenza visibilissima di membri degli Ordini Dinastici?
Insomma, se io sono Commendatore di Grazia dell'Ordine di San Pancrazio legato al defunto Regno di Slavonia o di Frentania, meritevole associazione caritatevole e benefattrice, posso presenziare col mio mantello fucsia con tanto di Croce di Lorena color giallo paglierino ad una Cerimonia Liturgica?

Grazie mille.



Morello


IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1053
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda Tilius » martedì 16 ottobre 2012, 15:20

Precisazione alquanto perentoria.

Non vengono menzionati gli Ordini Equestri di Merito degli Stati con cui la Santa Sede intrattiene relazioni diplomatiche (ordini che sono sullo stesso piano degli Ordini cavallereschi di Merito della Santa Sede).
Ma é anche vero che a nessuno di questi Ordini di Merito verrebbe mai in mente di richiedere l'utilizzo di una chiesa cattolica per le proprie cerimonie.

Che il tutto si debba intendere come una interpretazione restrittiva dell'ormai nota circolare CEI?
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12601
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda T.G.Cravarezza » martedì 16 ottobre 2012, 15:37

Forse hanno letto il mio intervento riguardo la nota della CEI in cui richiedevo l'invio di una "nota di spiegazione della nota" [yikes.gif] perchè la precedente poteva dare adito a due possibili interpretazioni.
A questo punto ritengo non ci possano essere dubbi: la precedente nota CEI deve essere interepretata in senso restrittivo come avevo proposto io. Questo non significa che non si possa indossare la rosetta dell'OSSML o del Costantiniano o dell'OMRI se si varca la soglia di una chiesa, ma semplicemente che la Santa Sede "non ritiene appropriato" l'uso delle chiese e delle cappelle per cerimonie proprie di ordini non riconosciuti (tra quelli riconosciuti, oltre SMOM e OESGG, ritengo ovvio che siano da considerarsi gli ordini di Stati sovrani, ma come scritto da Tilius difficilmente l'OMRI organizza una cerimonia in "uniforme" in una chiesa per la consegna dei diplomi).

Molto forte anche il passo in cui la Santa Sede "conferma di non attribuire alcun valore ai diplomi cavallereschi e alle relative insegne che siano rilasciati dai sodalizi non riconosciuti". Insomma, i parroci ormai non hanno più scusanti.

Ovvio che tale dichiarazione, insieme alla precedente nota CEI, pone un forte problema riguardo gli ordini dinastici (SMOCG, OSSML...): non possono e non devono essere paragonati ai fantaordini templari et similia, ma la dichiarazione e la nota CEI, a questo punto, non lasciano dubbi, soprattutto per quanto riguarda le investiture, in quanto un conto è la semplice partecipazione ad una santa Messa o una processione magari con il mantello (molte associazioni di fedeli usano come segno distintivo un mantello senza definirsi "ordine") ed un altro è organizzare una investitura ufficiale.
Il problema è che nel momento in cui si accetta l'investitura dell'OSSML, con quale scusa il vescovo può negare l'investitura dell'ordine di San Pancrazio martire se questi magari gli porta addirittura una sentenza del tribunale italiano che lo qualifica come tale? L'unica possibilità è una dischiarazione della Santa Sede in cui si conferma il riconoscimento degli ordini dinastici, altrimenti, stante le cose nell'attuale situazione, anch'essi sono da inserirsi nel calderone di tutte le organizzazioni non riconosciute.
Tomaso Giuseppe Cravarezza
---------------------------------
"Vince te ipsum"
Avatar utente
T.G.Cravarezza
Amministratore
 
Messaggi: 6537
Iscritto il: sabato 11 gennaio 2003, 22:49
Località: Torino

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda Luca Luigi Valdesi » martedì 16 ottobre 2012, 15:48

T.G.Cravarezza ha scritto:L'unica possibilità è una dischiarazione della Santa Sede in cui si conferma il riconoscimento degli ordini dinastici, altrimenti, stante le cose nell'attuale situazione, anch'essi sono da inserirsi nel calderone di tutte le organizzazioni non riconosciute.



Penso che da oggi SMOCSG, OSSML e Santo Stefano non potranno fare più nulla: è la fine del periodo delle incertezze e l'inzio di un nuovo corso.

Questo sarà il tempo degli Ordini Equestri Laici.
Luca Luigi Valdesi
 
Messaggi: 62
Iscritto il: domenica 18 marzo 2012, 0:01

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda gnr56 » martedì 16 ottobre 2012, 17:40

La posizione della CEI sulle investiture mi sembra chiara, ma non mi sembra si esprimano divieti alle celebrazioni eucaristiche da parte di sacerdoti ecclesiatici degli Ordini nè mi sembra si esprimono divieti alla partecipazione di appartenenti agli stessi, non a titolo privato, a cerimonie religiose.

O non ho capito nulla?
gnr56
 
Messaggi: 1254
Iscritto il: giovedì 11 giugno 2009, 16:53

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda pierfe » martedì 16 ottobre 2012, 18:41

Guido5 ha scritto:L'odierno (16 ottobre 2012) "Bollettino quotidiano" della Sala stampa della Santa Sede pubblica (in italiano e in inglese) la seguente

PRECISAZIONE DELLA SEGRETERIA DI STATO IN MERITO AGLI ORDINI EQUESTRI

La Segreteria di Stato, a seguito di frequenti richieste di informazioni in merito all'atteggiamento della Santa Sede nei confronti degli Ordini Equestri dedicati a Santi o aventi intitolazioni sacre, ritiene opportuno ribadire quanto già pubblicato in passato:

Oltre ai propri Ordini Equestri (Ordine Supremo del Cristo, Ordine dello Speron d'Oro, Ordine Piano, Ordine di San Gregorio Magno e Ordine di San Silvestro Papa), la Santa Sede riconosce e tutela soltanto il Sovrano Militare Ordine di Malta —ovvero Sovrano Militare Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Gerusalemme, di Rodi e di Malta— e l'Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, e non intende innovare in merito.

Tutti gli altri Ordini —di nuova istituzione o fatti derivare da quelli medievali— non sono riconosciuti dalla Santa Sede, non potendosi questa far garante della loro legittimità storica e giuridica, delle loro finalità e dei loro sistemi organizzativi.

Ad evitare equivoci purtroppo possibili, anche a causa del rilascio illecito di documenti e dell'uso indebito di luoghi sacri, e ad impedire la continuazione di abusi che poi risultano a danno di molte persone in buona fede, la Santa Sede conferma di non attribuire alcun valore ai diplomi cavallereschi e alle relative insegne che siano rilasciati dai sodalizi non riconosciuti e di non ritenere appropriato l'uso delle chiese e cappelle per le cosiddette "cerimonie di investitura".


L'International Commission for Orders of Chivalry - ICOC dall'inizio della mia presidenza ha sempre sostenuto quanto è stato pubblicato.
La Santa Sede non può controllare da dentro quello che avviene in organizzazioni cavalleresche seppure legittime ma che non hanno più legami con la Santa Sede ormai da secoli, e dico chiaramente che fa bene.
Sinceramente poi non vedo proprio perchè prendersela tanto calda è sempre stato così dal 1935, anche se molti non l'hanno voluto vedere o peggio hanno fatto finta di non vederlo.
La Santa Sede è la padrona indiscussa degli Ordini che si dicono cattolici e provenienti da bolle dei Romani Pontefici quindi agisce come meglio crede.
Questo non vuol dire che non si possano fare messe con la partecipazione di un gruppo di membri di ordini non riconosciuti, elegante sarebbe per rispetto non effettuare investiture ma consegnare i diplomi anche in pubblico ma non in Chiesa.
Il mantello è un abito consono ad una cerimonia religiosa e quindi si può continuare ad usarlo durante la messa.
Pensateci bene si fanno messe per i caduti delle associazioni di caduti, di soci di associazioni (per esempio AIOC e IAGI), per membri della Croce Rossa ecc...
Si possono richiedere giorni d'indulgenza al Penitenziere Apostolico per i membri di un gruppo "cavalleresco" e via dicendo...
Ora che tutti è di nuovo chiarito per favore cerchiamo di essere onesti e non si facciano interpretazioni diverse, ma purtroppo vedrete che fra poco ci saranno i soliti che diranno che l'ordine che loro sostengono non fa parte della restrizione e così via.
Pier Felice degli Uberti
Pier Felice degli Uberti
Sine virtute nulla nobilitas
pierfe
Presidente IAGI
 
Messaggi: 2225
Iscritto il: domenica 12 gennaio 2003, 2:11
Località: Bologna

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda gnr56 » mercoledì 17 ottobre 2012, 10:27

Pierfe scrive "...La Santa Sede non può controllare da dentro quello che avviene in organizzazioni cavalleresche seppure legittime ma che non hanno più legami con la Santa Sede ormai da secoli, ...."

Domando come, attualmente, la Santa Sede "controlla da dentro" le due organizzazioni cavalleresche che riconosce e tutela ovvero la SMOM e l'OESSG?
gnr56
 
Messaggi: 1254
Iscritto il: giovedì 11 giugno 2009, 16:53

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda Morello » mercoledì 17 ottobre 2012, 10:40

Per quanto concerne l'OESSG, si tratta di un Ordine di Sub-collazione pontificia, che un tempo ha avuto anche Sommi Pontefici come Gran Maestri. Inoltre, attualmente, il Gran Maestro è nominato dal Sommo Pontefice ed è un Cardinale di S.R.C, il Gran Priore è il Patriarca Latino di Gerusalemme ed ogni Luogotenenza e Delegazione ha un Priore (nel primo caso spesso un Porporato, nel secondo caso spesso un Arcivescovo o Vescovo).
L'OESSG è quindi un Ordine "per e nella" Chiesa Cattolica.

Cordialmente.


Morello


__________________________
IN IVSTITIA ET PACE PROBITAS
Morello
 
Messaggi: 1053
Iscritto il: lunedì 19 settembre 2005, 8:42

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda Tilius » mercoledì 17 ottobre 2012, 10:58

E la nomina del Gran Maestro SMOM prevede come passaggio imprescindibile il placet di Sua Santità.
Ergo...
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12601
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda gnr56 » mercoledì 17 ottobre 2012, 11:21

Ma anche i Consiglieri Ecclesiastici dello SMOCSG, nelle due obbedienze, sono nominati dal Santo Padre e vengo rinominati da Sua Santità ogni cinque anni.

Mi par di comprendere, da quel che scrivete, che tale circostanza non abbia la stessa valenza e lo stesso peso che possa avere nello SMOC e nell'OESSG.

Mi spiegate perchè questo aspetto ha o avrebbe un valore minore?
gnr56
 
Messaggi: 1254
Iscritto il: giovedì 11 giugno 2009, 16:53

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 17 ottobre 2012, 11:29

A me non risultata... mi indichi negli AAS dove è pubblicata la nomina.
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10636
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda Tilius » mercoledì 17 ottobre 2012, 11:34

La nomina del Gran Maestro SMOM - che è un religioso - prevede come passaggio imprescindibile il placet di Sua Santità, il quale nomina anche un Cardinale patrono per l'Ordine.
...
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12601
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda Luca Bracco » mercoledì 17 ottobre 2012, 11:49

gnr56 ha scritto:Ma anche i Consiglieri Ecclesiastici dello SMOCSG, nelle due obbedienze, sono nominati dal Santo Padre e vengo rinominati da Sua Santità ogni cinque anni.


A me non risulta proprio.
Luca Bracco
Luca Bracco
 
Messaggi: 989
Iscritto il: giovedì 2 novembre 2006, 12:43
Località: Sanremo

Re: Vaticano: Segreteria di Stato e Ordini equestri

Messaggioda gnr56 » mercoledì 17 ottobre 2012, 12:07

Dal sito del Costantiniano (Francia)

" Il 1 novembre 2003, Solennità di tutti i Santi, il Servo di Dio, Papa Giovanni Paolo II nominò Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Mario Francesco Pompedda Consigliere Ecclesiastico della Reale Deputazione dell’Ordine Costantiniano, per il periodo canonico di cinque anni.
La decisione del Santo Padre fu comunicata all’allora Gran Maestro, S.A.R. il Principe Ferdinando di Bordone delle Due Sicilie, e all’Em.mo Cardinale Gran Priore, di venerata memoria con una lettera da parte dell’Em.mo Cardinale Segretario di Stato, recante il numero di Protocollo 542.191"


Lo prevede lo Statuto dell' Ordine (Francia)

Capitolo V
Cariche e Dignità

Articolo III
Il Gran Maestro secondo la consuetudine può chiedere al Santo Padre la nomina presso l’Ordine di un Cardinale Protettore, il quale rappresenta i legami di tradizionale filiale devozione che unirono sempre la Sacra Milizia alla Chiesa e l’indipendenza di essa da qualsiasi altra potestà.

Può nominare un Gran Priore dell’Ordine che dovrà ottenere dalla Sede Apostolica il “placet” e che svolgerà le mansioni descritte nell’Articolo V e nel Capitolo VII.


Potrà altresì designare un Prelato, Assistente Spirituale dell’Ordine.


del pari lo prevede Il Capitolo V, art III dello Statuto dell'Ordine (Spagna)
gnr56
 
Messaggi: 1254
Iscritto il: giovedì 11 giugno 2009, 16:53

Prossimo

Torna a Ordini Cavallereschi, Onorificenze e Sistemi premiali/ Orders of Chivalry & Honours



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti