Pagina 1 di 4

Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: lunedì 20 dicembre 2010, 10:49
da Greyhame
Buongiorno,

Ho trovato su internet un sito di recente costruzione legato all'Ordine dell'Aquila della Georgia, non so se si e' gia' fatto in passato riferimento a quest'Ordine ma noto che nell'Organigramma pubblicamente visionabile ci sono pure personaggi italiani di rilevo legati allo SMOC Madrid (credo):

http://www.royalhouseofgeorgia.ge/es/or ... ciones.php

E' stato forse incluso nella lista dal MAE come Ordine autorizzabile?

Saluti.

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: lunedì 20 dicembre 2010, 12:01
da adj
Nella lista ICOC è incluso nell'ultima sezione (Other institutions of chivalric character), sotto la voce New chivalric institutions founded by the head of a formerly reigning dynasty. L'Ordine è Ortodosso.

Si può discutere, e si è discusso anche in questo forum, se chi è a capo di una dinastia ex-regnante possa istituire nuove organizzazioni cavalleresche.
La stessa "Casa Reale" ha istituito ex-novo un altro Ordine nel 2009, l'Ordine della Corona (http://www.royalhouseofgeorgia.ge/es/corona_orden.php). Il rischio che si abbia una proliferazione incontrollata è anch'esso reale. ;)

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: lunedì 20 dicembre 2010, 14:27
da aristarco
lasciando perdere la profusione di titoli nobiliari, trattamenti di eccellenza, gran croci (sembrano superare, in consistenza numerica, tutti gli altri ranghi; di qualche recente conferimento, poi, veramente non riesco a cogliere la ragione), mi ha lasciato sorpreso la presenza d'una delegazione indipendente anche per la Sicilia, a fronte dell'esistenza d'un rettore e d'un vice-rettore per l'Italia. Mi piacerebbe conoscere le ragioni di questa singolare decisione, visto che nulla di simile accade altrove (a prescindere dall'organigramma negli USA). Qualcuno può soddisfare questa mia curiosità?

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: lunedì 20 dicembre 2010, 16:02
da nicolad72
Greyhame ha scritto:E' stato forse incluso nella lista dal MAE come Ordine autorizzabile?


Non esiste alcuna lista ufficiale del MAE degli autorizzabili... comunque la Repubblica italiana non autorizza al porto le insegne di questa istituzione della Casa reale Georgiana, anzi non la prende neppure in considerazione, poiché, il MAE considera (per scelta meramente politica e pratica) solo gli ordini dinastici (quali ordini non nazionali) degli stati pre-unitari esistenti sulla penisola italiana.

aristarco ha scritto:Qualcuno può soddisfare questa mia curiosità?


Non capisco se sia una domanda o una provocazione... la risposta mi appare ovvia visto che si è parlato più volte in questo forum (e sovente con toni molto accesi) dell'anomala proliferazione in Italia di associazioni più o meno cavalleresche...

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: lunedì 20 dicembre 2010, 17:05
da aristarco
Non capisco se sia una domanda o una provocazione... la risposta mi appare ovvia visto che si è parlato più volte in questo forum (e sovente con toni molto accesi) dell'anomala proliferazione in Italia di associazioni più o meno cavalleresche...


se Nicolad72 avesse letto con più attenzione il mio quesito, avrebbe capito che la mia domanda riguardava (e riguarda) la ragione per cui si è scelto di costituire una delegazione a sè stante in Sicilia, quando ne esiste una già in Italia: questo mi incuriosisce.
Anche se non amo i proverbi, rilevo, ahimè, che chi mal intende, peggio risponde...

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: lunedì 20 dicembre 2010, 17:23
da Antesterione
Non conosco la ragione, ma mi viene in mente che la stessa cosa è stata fatta all'interno dell'O.T., con nascita di apposito baliaggio siciliano non troppo tempo fa, nell'OESSH una Luogotenenza a parte (denominata "Luogotenenza Italia Sicilia"), SMOM: Gran Priorato di Napoli e Sicilia ecc.

Una tendenza all'autonomia, probabilmente dettata dall'inevitabile cultura insulare e dalla forte identità storica regionale.

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: lunedì 20 dicembre 2010, 17:31
da aristarco
Non conosco la ragione, ma mi viene in mente che la stessa cosa è stata fatta all'interno dell'O.T., con nascita di apposito baliaggio siciliano.
Una tendenza all'autonomia, probabilmente dettata dall'inevitabile cultura insulare della regione (?).


Ringrazio Antesterione per la sua interpretazione.
Anch'io ho pensato al caso dell'O.T., scelta che è motivata da ragioni storiche e culturali (credo gà dibattute su questo forum) che mi paiono non potersi richiamare per il caso di un'associazione a statuto cavalleresco fondata da un principe georgiano.

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: martedì 21 dicembre 2010, 11:46
da nicolad72
aristarco ha scritto:se Nicolad72 avesse letto con più attenzione...


Ho letto con attenzione quanto hai scritto e ho risposto al tuo messaggio per andare oltre alla tua domanda estendendone (con fini marcatamente retorici) la portata... ma evidentemente non hai colto.


aristarco ha scritto:che chi mal intende, peggio risponde...

su questo ti devo dare ragione.

Anche se da quanto avevi scritto successivamente (che ho letto prima del tuo messaggio di risposta al mio) mi aveva dato l'ipressione che avessi inteso dove volevo arrivare
aristarco ha scritto:Anch'io ho pensato al caso dell'O.T., scelta che è motivata da ragioni storiche e culturali (credo gà dibattute su questo forum) che mi paiono non potersi richiamare per il caso di un'associazione a statuto cavalleresco fondata da un principe georgiano.

Ma prendo atto di aver sbagliato anch'io!

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: martedì 21 dicembre 2010, 15:27
da aristarco
Carissimo Nicolad72, pur avendo forti riserve su questa organizzazione e sulla piega che ha assunto di recente, la mia domanda non voleva essere uno stimolo (o, come tu hai scritto, una provocazione) a biasimare il proliferare di associazioni più o meno cavalleresche (invettive che per taluni resterebbero semplicemente flatus vocis), ma una richiesta di spiegazione su una distribuzione territoriale piuttosto curiosa, spiegazione che se fornita magari dagli interessati avrebbe determinato un successivo giudizio. Qualcuno ha già offerto la sua interessante interpretazione ma forse chi potrebbe veramente illuminarci preferisce tacere (o non ci ha ancora letto).
Per il resto, concordo su quasi tutto ciò che scrivi su questo forum...

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: martedì 21 dicembre 2010, 23:26
da AIKIDO77
e perché mai, l'ICOC è stata fin troppo chiara catalogandola come: istituzione a carattere Cavalleresco, come del resto il Sao Miguel de Ala ed altre...
Non capisco quale sia la natura delle Sue riserve

A quale piega poi si riferisce?... [hmm.gif]

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: mercoledì 22 dicembre 2010, 0:00
da aristarco
Gentile Aikido77, credo di essere stato fin troppo chiaro, anticipando già gran parte delle mie riserve.
Si legga i ruoli, i titoli nobiliari, i trattamenti, osservi la galleria delle fotografie e mi dica se non le sorgono, quantomeno, dubbi.
Nel SMOM, per esempio (parlo perchè è il contesto che meglio conosco), usiamo attribuire il trattamento di "Sua Eccellenza" a determinate categorie di membri (argomento oggetto di numerose discussioni su questo sito), non certo a tutti i cavalieri di gran croce.
Un ordine, un'istituzione cavalleresca si qualificano anche attraverso la lettura dei ruoli. E parliamo di un'organizzazione che opera prevalentemente in un regno, la Spagna, dove la nobiltà - tutto sommato - gode ancora di una qualche forma di tutela giuridica e culturale.
Suvvia, certe titolature fanno davvero sorridere, così come il constatare che i decorati di gran croce superano la somma dei decorati di tutti gli altri ranghi equestri...

Quanto poi a questo passaggio del suo intervento
e perché mai, l'ICOC è stata fin troppo chiara catalogandola come: istituzione a carattere Cavalleresco, come del resto il Sao Miguel de Ala ed altre...

non capisco proprio il nesso esistente col resto della discussione: in particolar modo, quel "perchè mai".
Stiamo discutendo di "organizzazione territoriale" non dei criteri di inclusione dell'associazione nell'elenco da Lei citato.

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: mercoledì 22 dicembre 2010, 11:40
da AIKIDO77
aristarco ha scritto:Gentile Aikido77, credo di essere stato fin troppo chiaro, anticipando già gran parte delle mie riserve.
Si legga i ruoli, i titoli nobiliari, i trattamenti, osservi la galleria delle fotografie e mi dica se non le sorgono, quantomeno, dubbi.
Nel SMOM, per esempio (parlo perchè è il contesto che meglio conosco), usiamo attribuire il trattamento di "Sua Eccellenza" a determinate categorie di membri (argomento oggetto di numerose discussioni su questo sito), non certo a tutti i cavalieri di gran croce.
Un ordine, un'istituzione cavalleresca si qualificano anche attraverso la lettura dei ruoli. E parliamo di un'organizzazione che opera prevalentemente in un regno, la Spagna, dove la nobiltà - tutto sommato - gode ancora di una qualche forma di tutela giuridica e culturale.
Suvvia, certe titolature fanno davvero sorridere, così come il constatare che i decorati di gran croce superano la somma dei decorati di tutti gli altri ranghi equestri...

Quanto poi a questo passaggio del suo intervento
e perché mai, l'ICOC è stata fin troppo chiara catalogandola come: istituzione a carattere Cavalleresco, come del resto il Sao Miguel de Ala ed altre...

non capisco proprio il nesso esistente col resto della discussione: in particolar modo, quel "perchè mai".
Stiamo discutendo di "organizzazione territoriale" non dei criteri di inclusione dell'associazione nell'elenco da Lei citato.


Gentile Sig. Aristarco, il trattamento di Eccellenza- come precisato dal Presidente Degli Uberti in altra discussione analoga- negli Ordini non militanti, trova valenza solo all’interno dell’istituzione, per cui di nessuna rilevanza esterna- poiché non rilevante per il diritto pubblico-. Per quanto riguarda i ruoli, in effetti ho notato anch’io che le Gran Croci superano numericamente tutti gli altri ranghi, ma a questo non saprei dare risposta, anche perché, a parte qualche illustre personaggio, non conosco molti degli altri insigniti. Per quanto riguarda poi l'organizzazione territoriale- come per altre caratteristiche-, non dimentichiamo che si tratta di un Ordine di radici e tradizioni storiche ben diverso da molti altri, per cui quello che a noi potrebbe apparire anomalo, per loro potrebbe essere prassi. Il riferimento ICOC era solo una precisazione, ossia che di istituzione legittima comunque si tratta, diversamente non credo l’ICOC l’avrebbe censita, a meno che non voglia perdere di credibilità, non le pare?

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: mercoledì 22 dicembre 2010, 14:19
da aristarco
Gentile AIKIDO77, tutti noi possiamo fondare un'associazione e prevedere, a statuto, che i membri ad un certo livello siano stilati (o si chiamino tra loro) Eccellentissimo Signore, o Sua Eccellenza, o ancora Illustrissimo Signore. Siamo liberi di operare questa scelta, che - per la sua indubbia "autoreferenzialità" - ci condannerebbe inevitabilmente al ludibrio.
Analoghe considerazioni per i titoli nobiliari.
Lei continua a chiamare "ordine" un'associazione che aspira ad essere un ordine ma che non lo è e che promette ai suoi associati dignità equestri: forse, nell'improbabile ipotesi di una restaurazione monarchica in Georgia (ammesso che il presidente di questa associazione, che per convenzione chiamiamo "gran maestro", sia il prescelto per regnare costituzionalmente su questa nazione),il monarca potrebbe mantenere in tutto o in parte le sue promesse, forse...
La pregherei di chiarire un passaggio della chiosa del Suo intervento: il concetto di "istituzione legittima".
Si tratta di una legittimità storica? Giuridica?
Il termine "legittimo" si presta a fraintendimenti, specie se applicato agli argomenti di cui stiamo dibattendo.

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: mercoledì 22 dicembre 2010, 14:36
da spinnaker
Chiedo scusa se mi intrometto nella discussione, ma non riesco a trovare la parte del Registro ICOC, dove si parla dell'Ordine dell'Aquila della Georgia?!?!

Potete aiutarmi, sicuramente sono troppo scarso...... [sweatdrop.gif] [sweatdrop.gif] [sweatdrop.gif] [sweatdrop.gif]

Re: Ordine Aquila della Georgia

MessaggioInviato: mercoledì 22 dicembre 2010, 14:42
da Tilius
Siamo in due.
Sul sito viene solo accennata l'aggiunta delle "organizzazioni di ispirazione cavalleresca" (Londra, 2000), ma sulla lista online non sono presenti.

[hmm.gif]

http://www.icocregister.org/premesse.htm

Il nuovo Registro 2002 sarà diverso dai precedenti per impostazione e completerà la materia non trattata in accordo ai princìpi di Edinburgo del 1962, includendo gli ampliamenti decisi nelle successive riunioni, ovvero: le Corporazioni Nobiliari (Vienna e Monaco 1970), le Altre Corporazioni Nobiliari (Washington 1984), le Decorazioni Ecclesiastiche (Dublino 1998), le Organizzazioni di ispirazione e di natura cavalleresca (Londra 2000) e le Organizzazioni derivate da Ordini o sistemi premiali di Stati non più esistenti (Casale Monferrato 2001).