Capranica del Grillo Parentela Scarlatti

Per discutere sulla storia di famiglia e sulla genealogia / Discussions on family history and genealogy

Moderatori: Alessio Bruno Bedini, Messanensis, GENS VALERIA

Capranica del Grillo Parentela Scarlatti

Messaggioda Maria Luisa Alasia » martedì 10 aprile 2007, 0:25

Gentilissimi,
Ho ricevuta questa e-mail che cerca aiuto....

Sto scrivendo un libro su Adelaide Ristori e suo marito Giuliano Capranica del Grillo. In una lettera del padre di Giuliano, Bartolomeo, ho trovato citato un conte Aluffi. Mi piacerebbe sapere che collegamento parentale c'era tra lui i Capranica del Grillo e gli Scarlatti. Cordiali saluti

Io ho risposto che delle Alasia furono mezzo soprano e che forse qualche Aluffi musicista avessero qualcosa da fare con i Capranica del Grillo tramite il teatro Capranica a Roma.
Se voi trovate qualcosa......

Io trovo solo questo...
S.E. il Marchese e Barone Prof. Avv. Aldo Pezzana Capranica del Grillo Scarlatti

Vigna del Grillo Scarlatti si estendeva tra Via Mafalda di Savoia e via di San Filippo Martire, lungo l'antico vicolo di San Filippo sul monte omonimo.
L’edificio, tuttora esistente di fronte a villa Polissena, ospita un istituto religioso.
All’inizio del novecento era proprietà Felicetti, come si può ancora leggere sul portone dell’ingresso principale in via Mafalda di Savoia.
Dai Felicetti, nel 1920, il giardino della villa fu lottizzato per costruire il quartiere di villini e palazzine tra via Salvini, via A. Ristori, via E. Duse, via Moretti e via Bellotti-Bon.
Su piazza Bligny troviamo un resto della vigna isolato: un cancello d’ingresso, ascrivibile ai primi del ‘900 con la denominazione Villa San Filippo.



http://www.sardimpex.com/Files/CHIGI.htm

CHIGI ALBANI DELLA ROVERE
. Principe N.H. Don Giovanni (* 1813 + Roma
10-5-1872), Nobile Romano, Patrizio Veneto e
Patrizio Genovese, Presidente del Rione della
Regola a Roma, Luogotenente Colonnello del
Corpo dei Vigili di Roma.
= Roma 7-6-1857 Caterina dei Marchesi Capranica
del Grillo Scarlatti, Patrizia Romana (+ post
1877/ante 1884).
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Messaggioda Davide Shamà » mercoledì 11 aprile 2007, 21:59

Cara Maria Luisa,
le manderò delle copie di volume riguardanti questa famiglia. E' troppo lungo da trascrivere. Ci sono tutti i dati che aiutano a capire il cambiamento del cognome,

Cordialità,

Davide
Davide Shamà
 

Messaggioda Davide Shamà » mercoledì 11 aprile 2007, 22:06

per quanto riguarda gli Scarlatti, due righe riprese dal solito Amayden:

Nobile famiglia fiorentina stabilita a Roma nel XVII secolo. Filippo nel 1698 fu dei caporioni, Giuseppe lo fu nel 1726 e Augusto nel 1777.
Arma: inquartato nel 1° e nel 4° d'argento allo scaglione di rosso, accompagnato da tre stelle dello stesso,, due in capo ed una in punta; nel 2° e 3° di rosso al leone d'argento.
Davide Shamà
 

Messaggioda Maria Luisa Alasia » mercoledì 11 aprile 2007, 22:49

Carissimo Davide,
controllero' il contenuto, nel mentre avevo notato che si parlo' di quetsa famiglia nel nostro Forum nel 2003.
http://www.iagiforum.info/viewtopic.php?t=26&start=15
ove si nota la parentela ecc.
Grazie Maria Luisa
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Messaggioda Maria Luisa Alasia » mercoledì 11 aprile 2007, 23:05

Caro Davide, grazie delle pagine scannerizzate sono arrivate molto chiare, passero l'info alla Sign.ra.

Naturalmente nel mentre io al solito mio ricercavo di tutti.. spero sara' utile... a qualcuno...


Questo dal nostro Foum...

Solo oggi ho conosciuto questo forum e il titolo "Concesso un nuovo titolo al Marchese del Grillo" ha subito catturato la mia attenzione. Voglio precisare subito che Onofrio del Grillo, quello cui si riferisce la storica Valentina Gallo, ossia l’Onofrio del folklore romano e non l’Onofrio nonno personaggio amatissimo del folklore fabrianese, non dilapidò in fretta l’eredità di suo zio Bernardo. Forse condusse una vita dispendiosa, a differenza dello zio, ma non dilapidò minimamente i vasti possedimenti che aveva a Fabriano e a Gubbio.
Le vaste proprietà fabrianesi ed eugubine dei Del Grillo furono vendute dopo la morte di Onofrio dalla figlia Virginia e dopo la morte di questa dal suo erede universale e nipote cugino (parente di quinto grado per linea collaterale di madre): Giuliano Capranica (Del Grillo Scarlatti).
Non ritengo corretto affermare che la famiglia di Onofrio aveva problemi economici. Almeno così non traspare nei nostri Archivi, anzi i lasciti dei frutti di alcune proprietà del padre Bernardo Giacinto e del nonno Onofrio (quest’ultimo fu uno dei fondatori del teatro di Fabriano) a favore di istituzioni religiose locali fanno supporre il contrario.
Comprendere la discendenza di una famiglia da una descrizione e non dalla rappresentazione grafica dell’albero genealogico è sicuramente più difficile, ma provo ugualmente.
Giovanni del Grillo, vivente a Firenze nel 1325, ebbe tre figli: Donato, ambasciatore della repubblica fiorentina presso la Santa Sede nel 1344; Vanni, magistrato dell’arte della lana e Giusto, ambasciatore della repubblica fiorentina in Lombardia. La discendenza che a noi interessa è quella di Vanni.
La prima successione cronologica della Casata è la seguente: Vanni, Bernardo (Gonfaloniere di Giustizia nel 1395), Giovanni, Pietro, Raffaello, Bartolomeo e Pier Francesco (magistrato di Collegio nel 1546) il quale ebbe a sua volta quattro figli: Raffaello, Bartolomeo, Stefano e Bernardo.
A noi interessa la discendenza di Stefano e Bernardo.
Stefano del Grillo (+1649) sposò Clelia Morelli, nobile fiorentina, ed ebbe tre figli: Cosimo, Pietro Francesco e Filippo Ambrogio.
Cosimo (1623-1711), patrizio romano, priore dei capi rione (1671), Scrittore Apostolico, si unì in matrimonio con la perugina Francesca della Penna del conte Grifone che gli portò in dote i feudi di S. Cristina, di Portule e di Torricella (tutti e tre nel territorio di Gubbio). Cosimo richiese ed ottenne da papa Clemente X, con chirografo del 14 settembre 1672, che il feudo di S. Cristina venisse eretto a marchesato e Portule a viscontea con amplissima formula di trasmissibilità.
Cosimo trasmise per testamento tutti i suoi titoli al nipote cugino Bernardo. Attenzione! Lasciò parte della sua eredità ed i suoi titoli al nipote cugino Bernardo (parente di quinto grado) non allo zio Bernardo.
La famiglia Del Grillo, tra la fine del sec. XVI e l’inizio del sec. XVII, per ragioni d’interesse e per ragioni matrimoniali, si stabilì a Fabriano e a Roma.
Bernardo, zio di Cosimo e fratello di Stefano (padre di Cosimo), sposò Francesca Peroli, nobile fabrianese, ed ebbe quattro figli: Pietro Francesco Maria, Onofrio, Tommaso Domenico e Orsola.
Pietro Francesco Maria sposò Caterina Vallemani, nobile fabrianese, dalla quale ebbe Bernardo (erede di Cosimo). Bernardo di Pietro Francesco Maria del Grillo fu il II marchese Del Grillo, II marchese di S. Cristina di Gubbio e Scrittore Apostolico.
Bernardo, che visse la bellezza di cento anni (1657 –1757), lasciò l’eredità al nipote cugino Onofrio. Attenzione! Lasciò, anche lui, al nipote cugino (parente di quinto grado) Onofrio e non, badate bene, allo zio Onofrio.
Suo zio Onofrio, fratello di Pietro Francesco Maria (quest’ultimo padre di Bernardo II marchese Del Grillo), si unì in matrimonio con la nobildonna fabrianese Beatrice Vallemani, dall’unione nacquero: Tommaso Nicolò, Bernardo Giacinto, Stefano e Francesca.
Bernardino Giacinto, nato nel 1674, Scrittore Apostolico, sposò nel 1710 Maria Virginia Possenti, nobile fabrianese. Dall'unione nacque Onofrio (1714 – 1787) che ereditò dallo zio cugino (parente di quinto grado) Bernardo.
Onofrio fu il III marchese Del Grillo, III marchese di S. Cristina di Gubbio. Si unì in matrimonio nel 1757 con Faustina Capranica di Camillo, patrizio romano coscritto. Da questa unione nacque Virginia (1758 – 1831). Virginia fu la IV marchesa Del Grillo e la IV marchesa di S. Cristina di Gubbio. Sposò nel 1783 il barone Augusto Scarlatti, del barone Pompeo e della contessa Maria Anna di Valvasson, il quale la lasciò, per testamento, erede del nome e del patrimonio Scarlatti.
Virginia, che non ebbe figli, con testamento del 1° agosto 1831, lasciò erede universale il nipote cugino Giuliano Capranica, con l’obbligo di assumere il nome, l’arma ed i titoli dei Del Grillo e degli Scarlatti.
Non sto ora a descrivere l’albero genealogico dei Capranica, ma Maria Adelaide è l’attuale VII marchesa Capranica e VIII marchesa Del Grillo Scarlatti. Suo figlio Francesco Maria è l’erede dei titoli di VIII marchese Capranica, IX marchese Del Grillo Scarlatti, IX marchese di S. Cristina, V marchese De Luca Resta e III barone Pezzana.
Personalmente mi sto adoperando, essendone stato il promotore, per far concedere la Cittadinanza Onoraria di Fabriano alla marchesa Maria Adelaide Capranica Del Grillo (Scarlatti) in Pezzana.
Per concludere, mi farebbe piacere inviare al sig. Michele M. Tuccimei di Sezze un mio modesto studio sui marchesi Del Grillo, di cui una copia è già in possesso del dott. Pier Felice degli Uberti, ma purtroppo non conosco il suo indirizzo.


http://209.85.165.104/search?q=cache:0R ... cd=9&gl=us

http://books.google.com/books?id=k_EQAA ... xoIb5fHRIc

http://books.google.com/books?id=FfwQAA ... nBlIlKJtOw


http://paragon.it/almanacco.php?Giornat ... =4&Mese=12

4 Dicembre 1703, Martedì
muore a Napoli soprano Anna Maria Scarlatti-Astroluco-Barbapiccola

http://209.85.165.104/search?q=cache:_O ... d=19&gl=us

Notizia intorno alli Sig.ri Baron Gio. Batta Federigo Scarlatti et Abb.te Pompeo suo Fratello...[in seguito alla Regina di Polonia li febraro 1699].
Extent 2 leaves

http://romasegreta.it/s.eustachio/teatrovalle.htm

Come abbiamo già accennato, il palazzo ospita il bellissimo Teatro Valle (situato in via del Teatro Valle 23) realizzato per volere di Camillo Capranica, che continuava così la tradizione di amore per il teatro iniziata circa 50 anni prima dal nonno Pompeo nel palazzo di famiglia in piazza Capranica. Il teatro, nato come teatro privato di famiglia, fu inaugurato il 7 gennaio 1727 con la tragedia Matilde del Pratoli: una pianta a ferro di cavallo, 5 ordini di palchi e un loggione ed una platea con panche. Nel 1822 il governo pontificio impose alla famiglia Capranica Del Grillo la riedificazione dell'antico teatro ligneo in muratura, per ovvi motivi di sicurezza:


History of My Life: Giacomo Casanova, Chevalier de Seingalt
http://books.google.com/books?id=8ZewYH ... g4XDsB3IvM

Dramma Per Musica: Italian Opera Seria of the Eighteenth Century
http://books.google.com/books?id=dnmRGa ... _gk4ckZdro

http://209.85.165.104/search?q=cache:D2 ... d=57&gl=us

Vescovo Giuseppe Aluffi
http://books.google.com/books?q=aluffi& ... s&as_brr=1
Acidiacono clerico Aluffi Anno 1177
http://books.google.com/books?vid=0t3s_ ... i&as_brr=1


Aluffi ed Alasia involti con Don Bosco
http://www.donboscoland.it/articoli/pri ... 16&ID=3550
http://www.sdb.org/bs/1887/188703.htm

http://www.google.com/custom?hl=it&clie ... di2q7p1n7g


Alasia
http://www.google.com/custom?cx=0108309 ... le-coop-np

Castelli Teresa vedova Alasia
http://www.google.com/custom?q=castelli ... di2q7p1n7g

A presto Maria Luisa Grazie!
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Messaggioda Maria Luisa Alasia » mercoledì 11 aprile 2007, 23:10

E quest'altro.....

http://209.85.165.104/search?q=cache:D2 ... +7971+(BAV)&hl=en&ct=clnk&cd=1&gl=us


Page 1
Ex MS Vat. Lat. 7971 (BAV)
Fol. 1
Volume in foglio grande nell’archivio di Casa Incoronati contenente l’albero di casa
Capranica (trascrizione del 1734 = fol. 29)
1. Stefano fu padre di Niccolò e nonno de’ cardinali
2. Niccolò fu figliolo di Stefano
1
Fol. 2
3. Matteo (fratello di Niccolò nr. 2)
--------
4. Giuliano figlio di Niccolò (nr.2)… fratello delli Cardinali Domenico e Angelo e
apparisce dalla disposizione che fece il card. Angelo del palazzo di Capranica rogato da
Giovanni de Signorilibus 20 Junii 1478 fol. 164 in Arch. Cap.° e dat testamento del card.
Domenico e dalla Costituzioni del Collegio Capranica quando parlano delle
presentazioni delli scolari.
5. Antonio fratello de’ cardinali e apparisce dall’iscrizione posta dal card. Angelo in S.
Marco.
Fol. 3


http://www.araldicavaticana.com/c006.htm

6. Angelo figlio di Nicolò creato cardinale da Pio II. Fu prima arcivescovo di
Manfredonia, nell’aprile 1438 e nel maggio 1447 fu trasferito ad Ascoli e nel 1450 a Rieti
e nel 1460 al cardinalato e fu vescovo di Palestrina e legato di Bologna. In Bologna nel
1464 edificò in S. Petronio a destra dell’altare maggiore una cappella di S. Rocco. Fece i
sepolcri al card. Domenico alla Minerva e all’arcivescovo di Benevento suoi fratelli in S.
Marco. Assegnò al collegio Capranica la casa che abitano li scolari ed altre case,
ritenendo per sé e per la famiglia Capranica il palazzo lasciato dal card. Domenico.
Morì in Roma nel 1478. Sep(olto) alla Minerva.
7. Bartolomeo, figlio di Nicolò, fu perciò fratello dei cardinali.
Fol. 4

http://www.art-prints-on-demand.com/a/p ... prani.html

8. Domenico cardinale. Nacque in Roma 31 mag. 1398, morì 14 settembre 1458. Fece
testamento rogato da Antonio di Simone Bartoli registrato nell’archivio del Salvatore a
fol. 193. Lasciò erede Angelo suo fratello vescovo di Rieti. I frati della Minerva gli
concessero la cappella dell’Annunziata poi dedicata a S. Caterina di Siena, oggi (1734
ndr) del Rosario, per gli atti di Paolo Antonio de Marscianis. Nell’anno 1426 fu
governatore di Forlì e nelle porte di essa città si veggono le armi della famiglia
Capranica. Il card. Domenico e Angelo vescovo di Rieti donano a Giuliano Capranica
1
Il padre dei cardinali

Page 2
(nr.4) vari beni con proibizione di venderli per istrumento rogato da Lorenzo de Paoli
28 marzo 1449. Vescovo di Fermo. Fu sommo penitenziere come dal libro degli
Anniversari del Salvatore.
9. Paolo figliolo di Nicolò fratello dei cardinali. Martino V lo trasferì dalla chiesa
ebroicense alla beneventana… Domenico Capranica cardinale assegna li frutti di una
sua vigna per compimento di dote di detta cappella.
10. Giovanni fratello dei cardinali
Fol. 5
11. Girolamo figlio di Giuliano n° 4 e vescovo di Fermo, creato 1 luglio 1453 per
rinunzia del card. Angelo (?) o piuttosto Domenico (?)
12. Paolo figlio di Giuliano n° 4
13. Giovambattista figlio di Giuliano (n° 4)
2
. Vescovo di Fermo
Fol. 6
14. Jacobella figlia di Giuliano n° 4
15. Angelo figlio di Gio. Battista n. 13… Angelo insieme con Giuliano (n.17) suo fratello
accompagnarono con altri gentiluomini romani il duca Valentino…
16. Paolo vescovo di Nusco
17. Giuliano di Gio. Battista n° 13
Fol. 7
18. Stefano di Gio. Battista n.° 13
19. Antonio di Gio. Battista (n. 13)
20. Flavia di Giuliano n.° 17
21. Niccolò
3
figlio di Antonio (n.5) fratello dei cardinali. Fu vescovo di Fermo
22. Pietro, canonico di S. Pietro
23. Tommasa… figlia di Antonio (n. 5)
Fol. 8
24. Antonio di Giovanni n.° 10
25. Maurizio di Antonio n.° 24… fu anche arciprete di S. Maria in Aquiro
2
Nel luglio del 1478 viene menzionato come rettore del collegio Capranica Johannes de
Capranica (Estratto del testamento/donazione del card. Angelo Capranica – giugno-
luglio 1478, in BAV MS 7971 fol. 39 : Domino Johanni de Capranica rectori eiusdem
Sapientiae presenti et stipulanti pro dicto loco et scholaribus eiusdem nunc absenti). Si
tratta di lui o di Giovanbattista, figlio di Antonio, nipote di Giovanni, fratello del card.
D. Capranica, che nel 1470 era canonico di S. Maria Maggiore e nel 1479 vescovo di
Fermo oppure di altro membro di nome Giovanni (come il fratello del card. Domenico,
Giovanni morto già avanti il 1458) della famiglia Capranica non menzionato?
3
Nipote del card. D. Capranica é menzionato più volte nelle Costituzioni del Collegio
Capranica con il titolo di protonotario apostolico.Fu rettore dello Studium urbis romano.

Page 3
Fol. 9
26. Giovanbattista di Antonio del quondam Giovanni fratello dei cardinali n.° 24. Fu
protonotario apostolico e fatto vescovo di Fermo adì 6 agosto 1479
4
ed ivi per essere
andato in casa di una donna fu gettato morto dalla finestra. Fu ancora canonico di S.
Maria Maggiore nell’anno 1470.
27. Niccolò di Antonio n.° 24 Canonico di S. Pietro. Fu vescovo di Nicastro e
Governatore di Rimini. L’inventario de’ suoi beni é negli atti di Sabba Vannuzio 12
settembre 1617 in Arch. Cap.° Protestò a nome di tutta la famiglia Capranica per
l’eredità del Palazzo Capranica contro il Governatore e Senatore di Roma che erano
presenti nella piazza Capranica… Ebbe quattro figli bastardi Prospero, Ippolito, Tiberio
e Fabio… ebbe ancora una figlia detta Giuliana… Intervenne Niccolò alla pace fatta tra
Colonnati e gli Orsini…
Fol. 10
28. Pietro di Antonio (n.24)
29. Stefano di Antonio (n.24)
30. Antonia di Antonio (n. 24) e Benedetta
31. Caterina di Antonio (n.24) e Benedetta
Fol. 11
32. Jacobella di Antonio (n. 24) e Benedetta
33. Giulia di Pietro (n. 28)
34. Pomponio di Pietro (n.29)
35. Cesare di Pietro (n.28) cedè le ragioni sopra l’eredità di Mons. Nicolò (n.27) vescovo
di Nicastro a Stefano Capranica suo fratello… L’anno 1519 di maggio andò a Pitigliano
ove fece un duello con Gio. Tommaso di Ser Battista da Tolentino. Rimasero feriti a
morte ambedue e dopo pochi giorni morirono, Cesare fu sepolto nellla chiesa di S.
Francesco de’ frati mendicanti e della cappa, ch’egli portava di damasco bianco se ne
fece un portamento all’altare maggiore. Così atestò Girolamo Petruccioli arciprete di
Pitigliano con fede del dì 23 gennaio 1581.
Fol. 12
36. Stefano di Pietro (n.28)… Fu priore de’ Caporioni nel trimestre di gen. feb.° e marzo
1526 e poi conservatore nel trimestre di genn.° feb. e marzo 1533.
37. Antonio di Pietro (n.28)… Comprò parte di una casa posta nel rione di Colonna nella
piazza di S. maria in Aquiro da Stefano suo fratello
4
Nel dicembre del 1478 é ancora vescovo di Fermo, Nicolò (n.2) già protonotario
apostolico, figlio di Giuliano e nipote del card. D. Capranica. Pochi mesi prima, nel
luglio del 1478 era ancora vescovo di Fermo Girolamo, figlio di Giuliano, fratello di
Antonio, il padre di Niccolò. Giuliano e Antonio sono fratelli dei cardinali Domenico e
Angelo.

Page 4
Fol. 13
38.Diana di Pietro (n. 28)
39. Claudia di Stefano (n.36)
40. Gentilesca di Stefano (n. 36)
Fol. 14
41. Jacoma di Antonio (n.37) e Alfonsina
42. Dionisio di Bartolomeo (n.7) fu cavaliere e priore della religione di Malta
43. Agabito di Bartolomeo (n.7)… scrittore apostolico… i guardiani del Salvatore
vendono al nob. uomo Agabito del quondam Bartolomeo Capranica una parte del
Castello di Pratica, rogato Giovanni d’Angelo Vallatai 21 (fol. 15) settembre 1444, riferito
in un estratto dell’Agricolture in Causa Romana Confinium a fol. 95 usque ad 107, sotto
li 3 luglio 1440 Rmus D. Dominicus (n.8) et Angelus (n.6) Archiepiscopus Sipontinus uti
heredes quondam Pauli (n.9) Archiepiscopi Beneventani quondam Antonii(n.5) et
quondam Bartholomei (n.7) assignant et concedunt quedam bona in Vrbe et terra marini
d. Agabito (n. 43) quondam d. Bartholomei (n.7) de Capranica… Ebbe sei figli. Fu
conservatore nel ottobre nov. e dec. 1459. Comprò la sesta parte della metà della Terra di
Pratica confinante pro indiviso con l’altre cinque parti che erano già del medesimo
Agabito 17 ottobre 1442…
44. Jacobella di Bartolomeo n 7
Fol. 16
45. Jacobella di Agabito n. 43
46. Petronilla di Agabito n. 43
47. Bartolomeo di Agabito n. 43 come dalla disposizione del card. Angelo circa il
Palazzo e dalle costituzioni del Collegio. Fu capitano di 70 uomini d’arme, morì in una
battaglia presso Fossombrone combattendo per il duca Valentino, come narra il
Guicciardino libro V verso il fine dell’anno 1562.
Fol. 17
48. Domenico di Agabito (n.43)… Fu canonico di S. Maria Maggiore
49. Paolina di Agabito n. 43
50. Cecilia di Agabito n. 43
51. Cristina di Bartolomeo (n. 47)
52. Camillo di Bartolomeo (n.47)… Fu conservatore 18
Fol. 18
53. Lavinia di Camillo (n.52) monaca in S, Lorenzo in Panisperna
54. Girolama di Camillo (n. 52)
Fol. 19
55. Andrea di Camillo (n.52)

Page 5
56. Bartolomeo di Camillo (n.52) Fu canonico di S. Pietro e poi vescovo di Cardinola.
Giulio III lo fece collettore generale nel regno di Napoli come dal Breve originale in casa
spedito li 7 luglio 1550. Intervenne al concilio di Trento
57. Laura di Camillo (n.52)
58. Giulia di Camillo (n.52)
59. Angelo di Camillo (n. 52) … Fece donazione del castelllo di Capranica a favore di
mons. Bartolomeo vescovo di Cardinola suo fratello
Fol. 20
60. Domenico di Camillo (n.52)
61. Costanza di Camillo (n.52)
62. Ersilia di Camillo (n.52)
63. Lucrezia di Camillo (n.52)
Fol. 21
64. Porzia di Camillo (n.52)
65. Faustina di Angelo (n.59)
66. Livia di Angelo (n.58) moglie di don Michele Bonelle nipote di S. Pio V… e fratello
del card. Alessandrino
Fol. 22
67. Ortenzia di Angelo (n.59)
68. Paolo di Angelo (n.59)… Fu prima canonico di S. Pietro e ne prese possesso ai 24
agosto 1561 essendo stato fatto coadiutore del vescovo di Candinola suo zio… poi fu
referendario… Clemente VIII lo mandò nunzio a Firenze. Aveva vari beni di chiesa tra
quali la badia di S. Nazario e Celso di Milano. Ebbe ancora la cappellania di S. Marco…
la ritenne fino al 1595 2 decembre nel qual giorno la rinunziò a Bartolomeo (n.74) figlio
di Domenico (n. 60)
69. Bartolomeo di Angelo (n.59)… Fu Caporione di S. Eustachio… poi Conservatore
Fol. 23
70. Porzia di Angelo (n.59)
71. Ottavio di Angelo (n.59)
72. Drusilla di Angelo (n.59)
Fol. 24
73. Andrea di Domenico (n.60)
74. Bartolomeo di Domenico (n.60) e Isabella… Morì in Nepi nel 1606 sotto il dì (sic). Il
suo cadavere fu portato a Roma e sepolto alla Minerva. Bartolomeo era stato battezzato
in S. Eustachio ai 24 marzo 1576, compare il card. Farnese e commare Madonna Livia
Incoronati Frangipani
75. Angelo di Domenico (n.60) e di Isabella Celsi

Page 6
76. Carlo di Andrea (n.73) e di Settimia Giustini nacque in Cavi, battezzato in S. Stefano
di detto luogo li 19 mag. 1613… Fu caporione de’ Monti… Fu governatore di Ravenna
per breve d’Innocenzo X
Fol. 25
77. Giacinto di Andrea (n.73) e di Drusilla Spada battezzato in Capranica di Sutri li 30
marzo 1605
78.Drusilla di Giacinto (n.77) e di Isabella morì in età infantilel’anno 1639, sepolta alla
Minerva
79. Camillo di Ottavio (n.71) e di Giulia Alveva
Fol. 26
80. Asdrubale di Ottavio (n.71) e di Giulia Alberi, battezzato in S. Eustachio 26 Nov.
1578. Fu canonico di S. Giovanni in Laterano. Morì il 1° aprile 1638.
81. Drusilla di Ottavio (n.71) e di Giulia Alveva
82. Giulia Carevina di Camillo (n.79) Capranica e di Lucrezia Cecchini nata 8 mag.
1615… si fece monaca
83. Virginia di Camillo (n.79) e Lucrezia nata li 25 agosto 1616… si fece monaca
84. Anna di Camillo e Lucrezia Cecchini nata 24 gen.° 1627… monaca
85. Luigi di Camillo (n.79) e di Ersilia Jassi nato 24 luglio 1630… Fu caporione di Trevi…
1646 poi della Pigna nel 1649 e poi di Ripa… Morì li 6 marzo 1686. Sepolto alla Minerva
nella cappella di casa.
86. Drusilla di Camillo (n.79) e di Ersilia Jassi nata 19n giugno 1635
Fol. 27
86. Lorenzo di Camillo (n.79) e di Ersilia Jassi nato 10 agosto 1637
87. Luigi di Camillo e (n.79) Lucrezia Cecchini nato li 19 settembre 1627. Sepolto alla
Minerva con Lucrezia sua madre morta nello stesso giorno.
88. Domenico di Bartolomeo (n.60) e di Dionova Celsi
89. Bartolomeo Girolamo del quondam Bartolomeo (n.60) e di Dionova Celsi,
battezzato in S. Marco 4 ottobre 1606
Fol. 28
90. Angelo di Bartolomeo (n.89) e di Dionova nato in Nepi 8 giugno 1604… Si fece
gesuita 3 mag. 1627.
91. Costanza di Bartolomeo (n.89) e di Dionova nata in Nepi, battezzata 9 nov. 1605
Monaca di S. caterina di Siena ove fu priora
92. Dionova di Bartolomeo (n.89) e di Maria Celsi
93. Costanza Faustina di Bartolomeo (n.89) e di Lucrezia Maddaleni in Roma nata e
battezzata in s. marco 14 aprile 1651
94. Giacinto Ortenzio di Bartolomeo (n.89) e Lucrezia nato 8 aprile 1660
95. Agnese di Bartolomeo (n.89) e Lucrezia
96. Angelo di Bartolomeo (n.89) e Lucrezia

Page 7
97. Giuliano di Bartolomeo (n.89) e Lucrezia nato e battezzato 26 ottobre 1648. Padrino
il card. Colonna e la sig.ra D. Anna Colonna. Ebbe per moglie Laura Rondanini.
98. Maria Isabella di Bartolomeo (n.89) e Lucrezia
99. Domenico Francesco Gaetano Ignazio nato li 26 febbraio da Bartolomeo (n.89) e
Lucrezia nel 1659
Fol. 29
100. Dionova Maria di Bartolomeo (n.89) e Lucrezia
101. Pompeo di Bartolomeo (n.89) e Lucrezia
102 Ortenzio di Bartolomeo (n.89) e Lucrezia
103. Porzia di Bartolomeo (n.89) e Lucrezia Maddaleni
104. Camillo di Giuliano (n.97) e di Laura Rondanini nato 6 marzo 1686
105 Bartolomeo con sette altri fratelli e tre sorelle primogenito di Camillo (n.104) e di
Maria Vittoria
1734 (anno della redazione dei dati genealogici)
Maria Luisa
Ultima modifica di Maria Luisa Alasia il mercoledì 11 aprile 2007, 23:13, modificato 1 volta in totale.
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Messaggioda Maria Luisa Alasia » mercoledì 11 aprile 2007, 23:12

Spero di non avere abusato lo spazio.. se necessario lo rimuovo.
Grazie Maria Luisa
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Messaggioda Maria Luisa Alasia » domenica 15 aprile 2007, 22:33

Gentile Davide,
grazie del Bis, avevo conservato le due pagine, chissa' dove Boh! ho inviato alla nostra scrittrice. Grazie da noi due, Maria Luisa
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Messaggioda Davide Shamà » domenica 15 aprile 2007, 23:41

Maria Luisa Alasia ha scritto:Gentile Davide,
grazie del Bis, avevo conservato le due pagine, chissa' dove Boh! ho inviato alla nostra scrittrice. Grazie da noi due, Maria Luisa


Cara Maria Luisa, di niente! Mi saluti la sua amica, sono felice di essere stato utile.
Davide Shamà
 

Messaggioda Maria Luisa Alasia » lunedì 16 aprile 2007, 0:27

Gentile Davide
ho ricevuta richiesta di passarle questa lettera...
Penso che voglia sapere di Onofrio del Grillo di Fabriano....
Io ritrovo i Capranica anche a Perugia...

Cara Maria Luisa, ti trascrivo una lunghissima nota del mio libro, che
vorrei comunicassi a Davide Shamà.
"In una lettera di Bartolomeo Capranica a Giuliano (Roma, 12 luglio
1861)
questi gli parlava dei lavori che si andavano facendo nella chiesa di
San
Carlo ai Catinari e del restauro delle celebri pitture del Domenichino
nella
volta e con altre del Cochetti e con la ripulitura delle bellissime
dorature
e incrostatura di tutto il tempio di belli marmi. I proprietari delle
Cappelle erano stati invitati a partecipare alle spese. Giuliano,
proveniente dall'eredità Cavallerini era proprietario della più bella
di
tutte, dedicata al fondatore dei Padri Barnabiti, il beato Alessandro
Sauli
con una bell'arma della Casa del Grillo. Mancava della ballatoia in
marmo,
che le altre avevano. Bartolomeo aveva pensato, per rimborsare della
spesa
il patrimonio, 1° di avanzare istanza alla Congregazione della Santa
Visita
per ottenere che un piccolo legato di uno scudo l'anno sopra questa
cappella, che da trent'anni non veniva pagato, potesse ritenersi per la
spesa; 2° vendere la Cappella del Grillo in S. Andrea delle Fratte,
trasportando poi i cadaveri dei del Grillo e degli Scarlatti in quella
di
San Carlo. Aveva poi trovato nell'Archivio della casa Scarlatti che
Giuliano
poteva rivendicare il possesso una cappella nella chiesa di San
Giovanni
dei Fiorentini. Se questo diritto era ancora valido, gli consigliava di
vendere anche questa. Non entrava nella proprietà di una terza
cappella
nella Chiesa di Gesù e Maria che quei padri avevano venduto al conte
Cini
insalutato ospite e che il conte Aluffi non aveva creduto di
rivendicare.
Giuliano gli rispose (Ginevra, 27 luglio 1861) che se lui riteneva che
ciò
fosse bene per il decoro del nome che portava, avrebbe seguito il suo
consiglio. In quanto a lui e alla sua famiglia volevano essere sepolti
dove
stava sua madre, il suo Virginio, la sua Elena, Annetta e Giuseppe."
La madre gi Giuliano era Flaminia principessa Odescalchi.
Io non sono tanto interessata alla ramificazione del suo albero
genealogico,
ma qualche volta mi viene una certa curiosità. P.e. perché il famoso
Onofrio
non era quello del folklore romano
, visto che Giuliano eredita delle
cappelle funebri a Roma? Nelle lettere tra lui e suo padre Bartolomeo
si
parla spesso di proprietà presso Fabbriano e Perugia, che erano legate
a
fidecommessi, mi pare di ricordare proprio con le suore.
L'archivio arrivato a Genova è molto corposo, riguarda la famiglia, ma
soprattutto il Teatro di Prosa. La parte legata al Teatro lirico, che
forse
è quello che ti interessa, mi pare sia finita al Burkardo di Roma. Ha
il
sito non mi ricordo se come Burkardo o come Biblioteca SIAE.

A quando puo'...
Maria Luisa
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Messaggioda Roberto Filo della Torre » giovedì 31 maggio 2007, 22:19

Gentile Signora,
sicuramente potrà trovare quello che cerca sul ldo
Cordialmente
Roberto Filo della Torre
Roberto Filo della Torre
 

Messaggioda dora » lunedì 2 luglio 2007, 11:40

Nel mio paese c'è uno stadio intitolato ai De Luca Resta e nei pressi dello stesso ci sono delle proprietà che in passato sono appartenute a questa famiglia. Mi piacerebbe conoscere i legami che uniscono i De Luca Resta alla città di noci in provincia di bari. Qualcuno sa darmi informazioni??
grazie, a presto.
dora
 
Messaggi: 2
Iscritto il: sabato 30 giugno 2007, 16:48

Messaggioda Davide Shamà » giovedì 5 luglio 2007, 1:43

dora ha scritto:Nel mio paese c'è uno stadio intitolato ai De Luca Resta e nei pressi dello stesso ci sono delle proprietà che in passato sono appartenute a questa famiglia. Mi piacerebbe conoscere i legami che uniscono i De Luca Resta alla città di noci in provincia di bari. Qualcuno sa darmi informazioni??
grazie, a presto.


questo post non c'entra niente con la discussione, dovrebbe aprire un topic specifico sui De Luca Resta.
Davide Shamà
 

x Maria Alasia

Messaggioda malgoth » giovedì 26 luglio 2007, 13:53

Gent.ma Maria se fossi interessata all'atto di battesimo di un fratello del Pier Francesco del Grillo (Magistrato nel 1546), mandami in MP la tua email così te lo mando in allegato...

Ciao,

Cris
malgoth
 
Messaggi: 344
Iscritto il: sabato 14 aprile 2007, 20:06

Messaggioda Maria Luisa Alasia » martedì 7 agosto 2007, 18:00

Roberto Filo della Torre ha scritto:Gentile Signora,
sicuramente potrà trovare quello che cerca sul ldo
Cordialmente
Roberto Filo della Torre


Gentile Roberto,
scusi il ritardo per forza maggiore sono stata lontana dal computer....
Che' cosa e' IDO?
Grazie Maria Luisa
Alasia Maria Luisa alasia44@yahoo.com 3 Edson Lane Old Brookville,N.Y. 11545 516-759-4392
Maria Luisa Alasia
 
Messaggi: 1311
Iscritto il: venerdì 31 gennaio 2003, 0:15
Località: New York Stati Uniti

Prossimo

Torna a Storia di Famiglia e Genealogia / Family History and Genealogy



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 13 ospiti