Stemma Marescotti

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Stemma Marescotti

Messaggioda Bulgarello » martedì 5 maggio 2009, 15:18

Salve, nella chiesa del mio paese, Parrano, ho trovato questo stemma che si riferisce alla famiglia Marescotti, chi mi potrebbe aiutare a descriverlo? Magari avanzando anche una ipotesi cromatica? garzie in anticipo.

http://lucafilippetti.wordpress.com/2009/05/03/famiglia-marescotti-parrano-tr/


Luca
Bulgarello
 
Messaggi: 8
Iscritto il: martedì 30 dicembre 2008, 21:30

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Antonio Pompili » martedì 5 maggio 2009, 16:35

Gentilissimo,
prima di tutto benvenuto nel forum!
In secondo luogo posso dire che questo stemma si può identificare probabilmente con quello della famiglia Marescotti originaria di Bologna, un ramo della quale si trapiantò in Modena prima del XV secolo, mentre un altro si trapiantò in Roma al tempo di Paolo III. G.B. Di Crollalanza, nel suo Dizionario Storico-Blasonico dà questa descrizione dell'arma: "Fasciato di rosso e d'argento di sei pezzi, alla pantera rampante al naturale attraversante sul fasciato".
L'Amayden ne La storia delle famiglie romane parla anche di un capo con l'aquila, che sembra identificabile con quello dello stemma lapideo proposto: "Capo d'oro caricato di un'aquila coronata di nero".
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3444
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Bulgarello » martedì 5 maggio 2009, 17:00

Carissimo,
grazie per il caloroso benvenuto e per la gentile risposata!
Ho trovato anche un cardinale Marescotti (http://it.wikipedia.org/wiki/Galeazzo_Marescotti), come potrai tu constatare lo stemma cardinalizio è molto simile a quello da me citato.

Un cordiale saluto
Bulgarello
 
Messaggi: 8
Iscritto il: martedì 30 dicembre 2008, 21:30

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Guido5 » martedì 5 maggio 2009, 17:14

Cari amici,
anche il Ceramelli Papiani ha tre stemmi Marescotti, ma di uno soltanto c'è l'immagine, questa:

Immagine

che viene così blasonata: "Inquartato: nel 1° e 4° d'oro, all'aquila dal volo abbassato di nero, coronata del campo; nel 2° e 3° d'argento, a due fasce di rosso e al gattopardo rampante attraversante d'oro, il tutto abbassato sotto il capo d'Angiò".
Altri due blasoni sono: "D'oro, all'aquila dal volo abbassato di nero, coronata del campo" e "D'oro, all'aquila dal volo spiegato di nero, coronata del campo, e caricata in cuore di uno scudetto d'azzurro, sovraccaricato della fascia d'argento accompagnata da tre crescenti montanti dello stesso, 2.1".

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5012
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Bulgarello » martedì 5 maggio 2009, 17:31

Grazie Guido5 per le preziose informazioni, mi rimane il dubbio tra gattopardo o pantera rampante. La suddivisione in quattro dello stemma ha in araldica un significato particolare oppure no? Nel senso, uno stemma quadruplo riflette una maggiore importanza famigliare che uno doppio, come in questo caso?

Scusate per la mia ignoranza ma da poco mi sono avvicinato a questa affascinante materia.
Bulgarello
 
Messaggi: 8
Iscritto il: martedì 30 dicembre 2008, 21:30

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Antonio Pompili » martedì 5 maggio 2009, 17:42

Sì, la versione presentata da Guido corrisponde verosimilmente con quella riportata dalla Cronologia delle famiglie nobili di Bologna di Pompeo Scipione Dolfi (1670): "la sua arma è una Tigre d'oro rampante, in un campo di fascie rosse, e d'argento, con sopra i Gigli, inquartata con l'Aquila Imperiale".
I blasoni - e ciò non deve destare meraviglia (non si può pensare all'uniformità del linguaggio blasonico tra autori molto diversi tra loro, e distanti l'uno dall'altro per periodo storico e ambiente geo-politico) - riportano definizioni diverse del felino (pantera, tigre, gattopardo). E l'arma è diversamente partita.
Cetamente lo stemma di partenza è il fasciato attraversato dal felino, poi aggiunto dell'aquila, probabilmente di derivazione imperiale, e/o del capo d'Angiò.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3444
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Sarlo » martedì 5 maggio 2009, 17:52

Bulgarello ha scritto:Grazie Guido5 per le preziose informazioni, mi rimane il dubbio tra gattopardo o pantera rampante. La suddivisione in quattro dello stemma ha in araldica un significato particolare oppure no? Nel senso, uno stemma quadruplo riflette una maggiore importanza famigliare che uno doppio, come in questo caso?


Ciao Bulgarello.

L'inquartato (cioè la divisione dello scudo in 4 parti) non ha maggior valore del partito (suddivisione verticale in 2). Non è connesso nessun concetto particolare di valore alle partizioni.
.SARLO di DRUA.

Immagine
Avatar utente
Sarlo
 
Messaggi: 95
Iscritto il: venerdì 3 novembre 2006, 22:04

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Antonio Pompili » martedì 5 maggio 2009, 19:22

Vero!
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3444
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Bulgarello » mercoledì 6 maggio 2009, 9:49

Grazie a tutti!!
[cheers.gif] brinderò per voi!
Bulgarello
 
Messaggi: 8
Iscritto il: martedì 30 dicembre 2008, 21:30

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Antonio Pompili » mercoledì 6 maggio 2009, 10:02

Prosit! :D
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3444
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma Marescotti

Messaggioda Lotustella » giovedì 28 ottobre 2010, 18:44

certa della Vostra competenza, recupero questa discussione sullla fam. Marescotti per avere notizie più approfondite su quella senese (e magari lo stemma se non è uguale a quello bolognese da Voi inserito):
MARESCOTTI dei Grandi di Siena e dei Gentiluomini
Conti Patrizi Senesi
•Carlo di Ludovico Capitano del popolo 1727
•Cesare Alemanno Capitano del popolo 1621
•Domenico di Aldello Capitano del popolo 1715
•Francesco di Ludovico Capitano del popolo1629
•Giuseppe di Cesare Capitano del popolo 1675
•Ludovico di Francesco Capitano del popolo1677
•Marco Emilio Capitano del popolo 1673
•Orlando Capitano del popolo 1631

Blasonatura: Scudo accartocciato:d'oro,all'aquila spiegata di nero, membrata, rostrata e coronata del campo.

grazie! [clover.gif]
Sapiente è colui che sa di non sapere. - Socrate -
Avatar utente
Lotustella
 
Messaggi: 13
Iscritto il: venerdì 29 gennaio 2010, 15:52


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti