Triregno

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Messaggioda fra' Eusanio da Ocre » martedì 6 marzo 2007, 17:04

Guido5 ha scritto:... e delle figure araldiche dello stemma non vogliamo parlare?

Perchè no? :wink:

Su due dei tre cuori fiammeggianti non ho dubbi: Gesù e Maria; il terzo, con quelli che sembrano gigli in sbarra, potrebbe essere Giuseppe.

Sì, condivido.

Dunque la prima partizione sembra rappresentare la sacra Famiglia; sulla seconda non ho idee.


La bordura caricata da otto figure, o meglio da due serie di quattro figure identiche ed alternate fra loro, fa pensare ad abitudini araldiche ispaniche.

Il che ben s'adeguerebbe alla "naturalità" delle Sacre figure nel 1°.

Bene :D vale
fraeusanio@live.it
---
Detestabile è la falsa umiltà (Sant'Agostino, Esposizione sul Salmo 118, 2)
Chiedete a Icaro se con i copiaincolla Immagine si arriva in cielo
Avatar utente
fra' Eusanio da Ocre
 
Messaggi: 12913
Iscritto il: mercoledì 7 maggio 2003, 21:14

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » lunedì 12 marzo 2007, 21:00

Stando alla Catholic Encyclopedia on line lo stemma dovrebbe riferisi a quello di un Patriarca di Lisbona (di fine ottocento immagino).
A questo indirizzo
http://www.newadvent.org/images/07243apx.jpg
è raffigurata infatti la tavola originale con lo stemma in oggetto e completa di didascalia che recita senza dubbio alcuno: "stemma del Patriarca di Lisbona".
FJVT
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda Andrea Conti » lunedì 12 marzo 2007, 21:25

giuseppe.q ha scritto:Se non erro il Patriarca di Lisbona aveva anche diritto alla Sedia Gestatoria... :shock: :roll: :wink:

Buona serata

Giuseppe


Pare anche a me di aver letto qualcosa di simile. E mi pare che fosse stato concesso anche l'uso dei flabelli. Tuttavia se non ricordo male :? , la Sedia accompagnava il Patriarca (cioè lo seguiva o lo precedeva) ma il Patriarca non vi si sedeva, cioè non poteva esservi trasportato, come invece avveniva per il Santo Padre.

Andrea Conti
__________________
FULGOR NON TERRET
Avatar utente
Andrea Conti
 
Messaggi: 187
Iscritto il: sabato 13 maggio 2006, 21:00
Località: Siena

Messaggioda Guido5 » martedì 13 marzo 2007, 0:06

Complimenti, FJ!
Devi avere un formidabile "database" se non sei arrivato per caso allo stemma riprodotto sulla "Catholic Encyclopedia". Tuttavia, non so bene perché, ma ho l'impressione che gli stemmi riprodotti lì siano di fantasia oppure generici, come quello episcopale di Augsburg.
Voglio aggiungere che il Patriarcato di Lisbona ha tuttora la tiara nelle proprie insegne
Immagine
come si può rilevare dal suo sito Internet.

Ciao a tutti!
Guido5
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5042
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » martedì 13 marzo 2007, 11:34

Caro Guido,

hai ragione la sensazione di uno stemma di fantasia sussiste, la seconda partizione di quello stemma ha un "sapore" vagamente anglosassone che stona di molto con la prima evidentemente religiosa.
Solo ritrovando gli stemmi dei patriarchi tra fine '800 e primi '9 se ne potrebbe avere conferma o no.

Tuttavia per il Patriarca di Lisbona ora il problema non si porrebbe più visto che il Romano Pontefice ha rinunciato a raffigurare sul suo stemma la millenaria tiara sostituita dalla futuribile "mitra spaziale" montezemoliana e quindi... :wink:

FJ
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda giuseppe.q » martedì 13 marzo 2007, 23:31

Franz Joseph von Trotta ha scritto:... visto che il Romano Pontefice ha rinunciato a raffigurare sul suo stemma la millenaria tiara sostituita dalla futuribile "mitra spaziale" montezemoliana e quindi... :wink: FJ


Caro amico,
anche se il Sommo Pontefice ha voluto adottare la "mitra spaziale", il Triregno rimane sempre l'emblema ufficiale della Chiesa Cattolca.

Basta guardare queste immagini:

Immagine

Stemma ufficiale della Santa Sede

Immagine

"Quarto" della Bandiera della Guardia Svizzera

Immagine

Stemma pontificio nei giardini vaticani

A mio avviso l'insigne e glorioso Triregno non decadrà mai.

Buona serata. :wink:

Giuseppe
DATUM IN NOSTRO PALATIO VICTORITI
Avatar utente
giuseppe.q
 
Messaggi: 328
Iscritto il: lunedì 14 agosto 2006, 16:22
Località: Sardegna - Abruzzo

Messaggioda Guido5 » mercoledì 14 marzo 2007, 4:20

Caro Giuseppe,
permettimi di precisare che quello che definisci "Stemma ufficiale della Santa Sede" è in realtà solo una libera interpretazione dello "Stemma ufficiale dello Stato della Città del Vaticano", pubblicato su "Acta Apostolicae Sedis" del 26 novenbre 2000 assieme alla "Legge fondamentale"
Immagine
Lo stemma, descritto "Chiavi decussate sormontate del Triregno in campo rosso", l'ho affiancato al "Sigillo ufficiale", anch'esso con il Triregno.

A FJ vorrei far notare che la «futuribile "mitra spaziale" montezemoliana» è identica a quella che portava Paolo VI il giorno della chiusura del Concilio ecomenico Vaticano II l'8 dicembre 1965, cioè oltre 41 anni fa, e immortalata su un francobollo riprodotto anche in questo "forum".

Ciao a tutti!
Guido5
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5042
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » mercoledì 14 marzo 2007, 10:39

Caro Guido,

la tua notizia mi conferma nella mia idea: proprio in quegli anni nasceva la fantascienza come genere letterario, cinematografico, stilistico ed immaginifico di massa... tutto torna dunque!

La scomparsa dell'uso araldico della tiara nello stemma pontificio ha prodotto i seguenti risultati: ha spezzato una tradizione iconografica quasi millenaria - così granitica e consolidata che Heim diceva che proprio per questo nessuno si era mai sognato di doverla codificare. Non ha, al momento, introdotto alcuna norma certa che disciplini ora e per l'avvenire l'aspetto dello stemma di un Pontefice, e, proprio per questo, si può supporre che in un lontanissimo futuro, si potrà ricorrere nuovamente all'estro dei consiglieri araldici e cerimoniali del momento.

FJVT
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda Guido5 » mercoledì 14 marzo 2007, 13:56

Caro FJ,
mi sembra che il PH della tua risposta sia un po' sotto il 7, quindi leggermente acido (non però nei miei riguardi). La mia osservazione non voleva riaprire una polemica ma solo puntualizzare che il disegno della mitra non è "montezemoliano" quanto a originalità.
Visto che siamo in ballo, però, tanto vale ballare. Mi sembra ovvio che la decisione di non mettere il triregno in uno stemma che, tutto sommato, rimane "personale" sia stata presa un pochino più in alto e per motivi teologicamente intuibili: il Papa è tale solo perché è Vescovo di Roma.
Paolo VI, ultimo ad esserne coronato (1963), non solo fece dono ai poveri di quello regalatogli dai milanesi, ma ne abolì l'uso e, infatti, soppresse anche la carica e la denominazione di "Custode dei sacri triregni" (1968).
Preciso anche che nella forma attuale il triregno ha 500 anni perché solo con Giulio II (1503-13) appare sormontato dal bottone e dalla crocetta.

Ciao a tutti!
Guido5
Ultima modifica di Guido5 il mercoledì 14 marzo 2007, 15:23, modificato 1 volta in totale.
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5042
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Messaggioda giuseppe.q » mercoledì 14 marzo 2007, 15:21

Guido5 ha scritto:Caro Giuseppe,
permettimi di precisare che quello che definisci "Stemma ufficiale della Santa Sede" è in realtà solo una libera interpretazione dello "Stemma ufficiale dello Stato della Città del Vaticano", pubblicato su "Acta Apostolicae Sedis" del 26 novenbre 2000 assieme alla "Legge fondamentale"


Chiedo venia. Mi sono sbagliato prima nel citare lo stemma della Citta del Vativano. Ho fatto confusione scusate :(
Per la Mitra usata da Papa Paolo VI credo che non fosse proprio uguale a quella che ha usato Benedetto XVI nel suo stemma.
Se non ricordo male vi era disegnata una croce e, agli angoli inferiori vi erano rappresentati i simboli dei 4 Evangelisti: 2 nella parte anteriore e 2 in quella posteriore.

Credo fosse questa qui:

Immagine

Buon pomeriggio a tutti. :wink:

Giuseppe
DATUM IN NOSTRO PALATIO VICTORITI
Avatar utente
giuseppe.q
 
Messaggi: 328
Iscritto il: lunedì 14 agosto 2006, 16:22
Località: Sardegna - Abruzzo

Messaggioda Guido5 » mercoledì 14 marzo 2007, 15:46

Caro Giuseppe,
no, la mitra non è quella che dici (e che è stata usata spesso anche da Giovanni Paolo II) bensì quella qui riprodotta Immagine
Come ho detto se n'è già parlato sul "forum", esattamente a http://www.iagiforum.info/viewtopic.php?p=18153&#18153, anche se si è scritto che l'immagine si riferiva all'apertura (e non alla chiusura: "peractum", portato a termine) del Concilio.

Ciao a tutti!
Guido5
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5042
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Messaggioda giuseppe.q » mercoledì 14 marzo 2007, 16:41

Caro Guido,
grazie per il chiarimento.
Non avevo mai visto questa mitra sulla testa di un Pontefice.

Buona giornata. :wink:

Giuseppe
DATUM IN NOSTRO PALATIO VICTORITI
Avatar utente
giuseppe.q
 
Messaggi: 328
Iscritto il: lunedì 14 agosto 2006, 16:22
Località: Sardegna - Abruzzo

Messaggioda Reginella » mercoledì 14 marzo 2007, 17:25

Finchè si parla di tiare mi tocca stare zitta per manifesta ignoranza :lol: , ma in quanto a Ph vorrei portare un piccolissimo contributo:
"Fa più una goccia di miele di un barile d'aceto", by San Filippo Neri.
Complimenti Guido, le tue confutazioni sono sempre di una eleganza limpidamente cartesiana.
Mi sono meno chiari altri comportamenti ma tant'è, basta un poco di aria pulita a disperdere certi fumi caliginosi! :D
MCM

"Non ristare!"
“SINT VT SVNT AVT NON SINT”
Avatar utente
Reginella
 
Messaggi: 904
Iscritto il: lunedì 2 ottobre 2006, 14:27
Località: Modena

Messaggioda Franz Joseph von Trotta » mercoledì 14 marzo 2007, 17:33

Guido5 ha scritto:Caro FJ,
mi sembra che il PH della tua risposta sia un po' sotto il 7, quindi leggermente acido (non però nei miei riguardi). La mia osservazione non voleva riaprire una polemica ma solo puntualizzare che il disegno della mitra non è "montezemoliano" quanto a originalità.
Visto che siamo in ballo, però, tanto vale ballare. Mi sembra ovvio che la decisione di non mettere il triregno in uno stemma che, tutto sommato, rimane "personale" sia stata presa un pochino più in alto e per motivi teologicamente intuibili: il Papa è tale solo perché è Vescovo di Roma.
Paolo VI, ultimo ad esserne coronato (1963), non solo fece dono ai poveri di quello regalatogli dai milanesi, ma ne abolì l'uso e, infatti, soppresse anche la carica e la denominazione di "Custode dei sacri triregni" (1968).
Preciso anche che nella forma attuale il triregno ha 500 anni perché solo con Giulio II (1503-13) appare sormontato dal bottone e dalla crocetta.

Ciao a tutti!
Guido5



Caro Guido,

eh si, che ci vuoi fare: il piatto mi sembra talmente indigesto che non l'ho ancora digerito, hai ragione :D !

Se si ritiene come base l'uso della tiara come oggetto reale, allora neppure di scudi veri i papi non ne hanno mai imbracciati, ricordiamo comunque che allo stesso Paolo VI si deve la "De Romano Pontifici eligendo", promulgata il 1.X.1975, che nel cerimoniale per l'incoronazione del Pontefice prevede l'imposizione della tiara, triregno che fu preparato ancora dai cerimonieri pontifici nel 1978 per Giovanni Paolo I, ma dall'allora Maestro delle cerimonie Mons. Virilio Noè eliminato. Tuttavia allo stesso Giovanni Paolo II fu ancora regalata una tiara dagli Ungheresi nel 1981.

Rilevo che la mitra da te segnalata NON È quella sullo stemma di Benedetto XVI mancando in questa il tratto superiore che rende una chiara croce papale a tre bracci quella di Paolo VI.

Detto questo, non voglio tornare su una questione già dibattuta ma ti segnalo, da lettore curioso e attento quale sei - così come a Giuseppe -sul sito SISA un interessante scritto del Vice presidente Maurizio Bettoja
http://www.socistara.it/
(studi)
che sottolinea autorevolmente alcuni punti deboli nella composizione di questo stemma.

Resta comunque tutta l'incertezza assoluta di come dovrà essere d'ora in avanti lo stemma ("personalizzato" ogni volta si può supporre) di un Romano Pontefice.

Ciao,

FJ
«Ich bin das Wilde, Dumpfe, das man schlug,
Das man erschlagen, weil es fremd und stumm…»
G. Kolmar
Avatar utente
Franz Joseph von Trotta
 
Messaggi: 1664
Iscritto il: martedì 2 dicembre 2003, 13:57

Messaggioda Reginella » mercoledì 14 marzo 2007, 17:46

Franz Joseph von Trotta ha scritto:eh si, che ci vuoi fare: il piatto mi sembra talmente indigesto che non l'ho ancora digerito, hai ragione :D !

Resta comunque tutta l'incertezza assoluta di come dovrà essere d'ora in avanti lo stemma ("personalizzato" ogni volta si può supporre) di un Romano Pontefice.

FJ


Ossantapaletta, ma allora è una faccenda seria, non basta un poco d'aria fresca....qui ci vuole un alka-seltzer! :lol: o magari un po' di Nocino? 8)
In quanto allo stemma dei futuri Papi spero avranno il diritto di sceglierselo come vorrano, anche nei significati simboli di eventuali variazioni:
in duemila anni sembra se la siano sempre sbrigata abbastanza bene direi e se dovesse essere questa la loro preoccupazione più grave... ben venga!
Ultima modifica di Reginella il mercoledì 14 marzo 2007, 17:49, modificato 2 volte in totale.
MCM

"Non ristare!"
“SINT VT SVNT AVT NON SINT”
Avatar utente
Reginella
 
Messaggi: 904
Iscritto il: lunedì 2 ottobre 2006, 14:27
Località: Modena

PrecedenteProssimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti