Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: Antonio Pompili, mcs

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda bardo » giovedì 21 ottobre 2010, 0:52

Mons. Albert Malcolm Ranjith Patabendige Don, Arcivescovo di Colombo (purtroppo lo stemma è alquanto sfuocato):
Immagine

un saluto ;)

Luca
Tempus loquendi, tempus tacendi.

Associazione Storico-Culturale RiminiSparita
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1442
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Tilius » giovedì 21 ottobre 2010, 1:25

Guido5 ha scritto:Cari amici,
per coloro che, più o meno “nuovi” del forum, si chiedono perché mai sostengo che il “Moro di Frisinga”, riprodotto nello stemma dell'Arcidiocesi di München und Freising (e, quindi, in quello di Papa Benedetto XVI e dei suoi predecessori e successori in quella sede episcopale), è san Maurizio, ecco un particolare della «Disputa di Sant'Erasmo e San Maurizio»

Immagine

(e la figura rappresentata è appunto san Maurizio), un quadro dipinto fra il 1517 e il 1523 da Matthias Gruenewald e conservato nella “Vecchia Pinacoteca” di Monaco di Baviera.
Da un'intervista di Maria Loredana Pinotti con S. Em. il Card. Andrea Cordero Lanza di Montezemolo, riporto un breve periodo: «Il Santo Padre mi chiese cosa avevano fatto i suoi predecessori. Io risposi che si erano regolati a seconda dei casi e lui mi confermò di voler tenere nel suo stemma papale i simboli della diocesi di Monaco e Frisinga. Poiché i simboli erano 3, suggerii di non farlo inquartato, ma interzato in cappa. Al mattino seguente, dopo una notte di lavoro, gli portai 8 bozzetti dai quali ne scelse subito uno. Poi apportai qualche piccola variante (la corona marchionale settecentesca su quel moro che era San Maurizio del IV secolo la corressi in forma più semplice). Parlando oltre allo scudo anche della composizione degli elementi dello stemma, il Papa mi disse di non volere più mettere la tiara che ricordava troppo i poteri civili e desiderava invece restare ai simbolismi ecclesiastici».
L’intervista è stata pubblicata sul n. 28 di "Il Mondo del Cavaliere" (ottobre-dicembre 2007) e un brano più ampio è a http://iagiforum.info/viewtopic.php?f=15&t=6177&p=87718.%20http://iagiforum.info/viewtopic.php?f=15&t=6177&p=87718.

Ciao a tutti!
Guido5


Sua Eminenza Reverendissima ha ogni diritto di maturare ed esternare le sue convinzioni.
Nonostante l'alto parere da Te citato, caro Guido, nel mio piccolo (ed anzi piccolissimo) rimango assolutamente possibilista, non avendo ancora riscontrato elementi tali da far propendere la decisione in direzione di una specifica fra le molte ipotesi possibili, tutte suggestive, tutte plausibili e del pari tutte non dimostrabili.

La pala del Grúnewald che ami citare (Monaco di Baviera, Alte Pinakothek) venne commissionato per la cittadina di Halle (sulla Saale) in Sassonia (!) dal cardinale Alberto di Brandeburgo (un Hohenzollern!, ritratto nel medesimo quadro nei panni di sant'Erasmo, sulla cui veste, in basso, stanno gli stemmi delle tre diocesi rette dal cardinale: Magonza, Magdeburgo, Halbertstadt, nessuna delle quali sta in baviera, né oggi né allora) nel 1517.
In situ entro il 1525.
Solo nel 1540 trasferita ad Aschaffenburg (oggi Baviera nordoccidentale, ma all'epoca parte del territorio elettorale di Magonza), ed infine, nell'800, alla "Pinacoteca degli Antichi" di Monaco.
Ergo i legami storici del quadro con Monaco/Frisinga sono meno che labili.

Sono inesistenti.

Immagine
Maurizio Tiglieri
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 12343
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 21 ottobre 2010, 1:49

Credo che la presente discussione possa allargarsi a molti altri argomenti, non fosse altro per il fatto che il moro di Frisinga - seppure sarà conservato - lo osserveremo in uno soltanto dei molti stemmi dei cardinali di prossima creazione.
Vorrei chiudere la questione con una semplice constatazione: se diverse possono essere le ipotesi legate alle origini di questa figura araldica, una è l'interpretazione che ne offre l'Autore dello stemma papale a proposito delle intenzionalità simboliche legate allo stesso stemma.
Si tratta di due piani di osservazione semplicemente diversi. Non credo ci sia molto da aggiungere circa questo punto.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3501
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 21 ottobre 2010, 18:39

Qualche altro stemma degli eletti cardinali?
Ne aggiungo un altro io, uno solo per ora. Lo stemma di un altro porporato americano, ma non Arcivescovo diocesano, bensì impegnato nel servizio della Santa Sede come Prefetto del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica: Raymond Leo Burke.
Questa è la versione del suo stemma al tempo del suo ministero episcopale nella Arcidiocesi di San Louis, nel Missouri.
Immagine
Solito discorso per gli stemmi di vescovi diocesani americani: a destra l'arma della diocesi, a sinistra l'arma personale del presule.
Da notare che qui - caso non comunissimo ai giorni nostri - l'arma personale è un'arma di famiglia e non uno stemma creato ex-novo.
Chiaramente lo stemma del Card. Burke (salvo modifiche) sarà costituito solo dalla sua arma personale, dotata degli ornamenti cardinalizi.
Qualche collega può sottoporci altri stemmi?
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3501
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Guido5 » giovedì 21 ottobre 2010, 22:10

Cari amici,
sul forum cattoliciromani.com ho trovato, inedito qui, soltanto lo stemma di mons. Ravasi.

Immagine

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5041
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Antonio Pompili » giovedì 21 ottobre 2010, 22:32

Mi pare che ne avessimo già parlato. Ecco la discussione:
viewtopic.php?f=1&t=5068&hilit=stemma+ravasi
Ma hai fatto benissimo a presentarcelo, caro Guido, e te ne sono grato, perchè possiamo vederlo con l'esattezza dei suoi smalti.
Infatti nella vecchia discussione avevamo a disposizione solo un'immagine scannerizzata in modo poco felice.
Indipendentemente dalla resa grafica (sulla quale non è mio interesse pronunciarmi), devo dire - come forse feci già in passato - che si tratta di una bella composizione, equilibrata e perfettamente leggibile. Ben espressiva della finezza culturale che si può riscontrare tanto limpidamente in Mons. Ravasi.
Il motto poi è più che in linea con la sua nota preparazione in campo esegetico e biblico-teologico, e con il suo noto impegno nella diffusione della conoscenza della Sacra Scrittura e di tutte le sue ricchezze.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3501
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Guido5 » lunedì 25 ottobre 2010, 14:35

Cari amici,
dalla redazione del "Bollettino Salesiano" ricevo questa immagine - evidentemente ripresa da uno stampato - dello stemma del futuro cardinale Angelo Amato:

Immagine

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5041
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda nicolad72 » lunedì 25 ottobre 2010, 15:40

Un'occasione per modificare quel delfino... troppo "naturale" e poco araldico, magari guizzante, seguendo nella sua forma fisica quella delle stelle male ordinate....

... solo questione di "stile" araldico e non di scelta degli elementi...
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10411
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Guido5 » martedì 26 ottobre 2010, 19:32

Caro Nicola,
pensi a qualcosa del genere, con un delfino più "araldico" ma diverso da quel mostro squamato che si vede di solito?

Immagine

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5041
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 27 ottobre 2010, 15:31

Veramente pensavo proprio al mostro squamato.. ma un po' curvo posto in orizzontale e non in verticale come nel tuo disegno... ma è una mera questione di armonia tra la postura dell'animale e dele stelle... tutto li...
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10411
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Antonio Pompili » mercoledì 27 ottobre 2010, 15:59

In effetti la posizione del delfino disegnato da Guido è quella più comune, potremmo dire ordinaria del delfino.
Quanto al delfino rappresentato nelle sue forme realistiche, questo va blasonato al naturale.
Anch'io preferisco in linea generale il delfino nello stile più propriamente araldico. Ma non trovo poi tanto male che in uno stemma di nuova creazione il delfino possa essere al naturale. Se non altro perchè potrà da tutti (anche da chi non ha dimestichezza col bestiario araldico) essere riconosciuto per quello che è.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3501
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda nicolad72 » mercoledì 27 ottobre 2010, 21:17

In riferimento alla variante disegnata da Guido5 se il delfino fosse girato di 90° in senso antiorario (per chi guarda) si inserirebbe meglio in maniera più armonica nel contesto dello scudo...
Nicola Ditta
Avatar utente
nicolad72
Moderatore Forum Ordini Cavallereschi
 
Messaggi: 10411
Iscritto il: lunedì 30 ottobre 2006, 18:29
Località: Imperia

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Antonio Pompili » mercoledì 27 ottobre 2010, 22:58

Da uno stemma col delfino passiamo a uno stemma con l'ambiente vitale del delfino, il mare.
E' lo stemma (versione al tratteggio) di Mons. Francesco Monterisi, Arciprete della Basilica Papale di San Paolo Fuori le Mura.
L'autore dello stemma è senza dubbio il Cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo, al quale l'eletto Cardinale Monterisi succede come Arciprete della Basilica Ostiense.
Immagine
Il blasone (completo di smalti) dovrebbe essere:
D'oro, al monte di tre cime all'italiana d'argento, sostenuto dal mare d'azzurro; cappato abbassato ricurvo di rosso: a destra una stella di 8 raggi, a sinistra un elmo chiuso, il tutto d'argento.
Motto: FORTITUDO MEA DOMINUS
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3501
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda adj » mercoledì 27 ottobre 2010, 23:21

Antonio Pompili ha scritto:
Il blasone (completo di smalti) dovrebbe essere:
D'oro, al monte di tre cime all'italiana d'argento, sostenuto dal mare d'azzurro; cappato abbassato ricurvo di rosso: a destra una stella di 8 raggi, a sinistra un elmo chiuso, il tutto d'argento.

Data l'assenza di una puntinatura chiaramente individuabile, che il campo sia d'oro è dedotto dal fatto che il monte è d'argento (ma allora potrebbe valere anche l'opposto) o ci sono altri elementi a suffragarlo?
adj
 

Re: Concistoro per la creazione di nuovi cardinali

Messaggioda Guido5 » mercoledì 27 ottobre 2010, 23:33

Cari amici,
faccio un passo indietro e accontento Nicola. In effetti il disegno appare più equilibrato ma più vicino alla posizione che il delfino aveva nell’iconografia greca, dove di solito portava un uomo sul dorso.

Immagine

L'iconografia cristiana ha impiegato il delfino per rappresentare l'anima che arriva al porto della salvezza attraverso le acque marine dell' esistenza oppure per raffigurare Cristo, in particolare crocefisso se attorno a un’ancora.

Ciao a tutti!
Guido5
Guido Buldrini - Fides Salvum Fecit
Guido5
Amministratore
 
Messaggi: 5041
Iscritto il: mercoledì 4 maggio 2005, 16:16
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti