sigillo su reliquia

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

sigillo su reliquia

Messaggioda egometta » martedì 10 maggio 2022, 19:50

Buonasera. La pietra che secondo la tradizione costituì l'ultimo cuscino di sant'Antonio di Padova nel suo soggiorno a Camposanpiero, prima di morire nel viaggio di rientro a Padova, è conservata come una reliquia nel tesoro del locale Santuario antoniano, e come tale reca anche il sigillo di autentica, con arma episcopale (ma più probabilmente cardinalizia) di cui mi chiedono l'identificazione. Personalmente non la riconosco, ma certamente nel forum ci sarà qualcuno che sarà in grado di farlo alla prima occhiata.
Accollato in punta mi pare di intravedere qualcosa che potrebbe avere la forma del pendente del collare dell'Annunziata, ma non si riconosce bene e potrei sbagliarmi.
Aggiungo che secondo le fonti locali la documentazione per l'autentica è stata fornita ai tempi del vescovo F.S. Dondi Orologio, quindi 1807-1819. Grazie per ogni risposta e chiarimento che vorrete darci.
Immagine
Immagine
egometta
 
Messaggi: 300
Iscritto il: martedì 25 dicembre 2012, 1:39

Re: sigillo su reliquia

Messaggioda bardo » mercoledì 11 maggio 2022, 1:20

Buonasera,
dovrebbe trattarsi dell'arma del vescovo Modesto Farina (1771-1856), successore di Francesco Scipione Dondi dall'Orologio.
La decorazione accollata allo scudo dovrebbe quindi essere quella dell'Ordine della Corona ferrea.

Immagine

Immagine

un saluto ;)
Luca
Tempus loquendi, tempus tacendi.
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: sigillo su reliquia

Messaggioda egometta » mercoledì 11 maggio 2022, 9:33

Ottimo, grazie, vedo che la fiducia era ben riposta.
E prendo atto che Modesto Farina non è presente nella serie degli stemmi vescovili in curia, fatto curioso ma che forse si spiega alla luce del personaggio controverso...
egometta
 
Messaggi: 300
Iscritto il: martedì 25 dicembre 2012, 1:39

Re: sigillo su reliquia

Messaggioda egometta » lunedì 30 maggio 2022, 14:19

Mi correggo perché era scorretta l'informazione iniziale ricevuta: la pietra-reliquia non è del santuario antoniano di Camposanpiero ma di quello dell'Arcella (in origine monastero clariano di S. Maria della Cella di Capodiponte, poi della Beata Elena Enselmini e ora convento ofm conv e parrocchia di S. Antonino), cioè sarebbe proprio il 'cuscino' di s. Antonio morente, donato a inizio '800 dalla badessa della Bià Lena Elisabetta Speroni. E adesso che non la si cercava più è emersa spontaneamente (e casualmente) una conferma all'identificazione dello stemma del sigillo, dal ppt di una conferenza di di tutt'altro argomento di sabato scorso:
Immagine
egometta
 
Messaggi: 300
Iscritto il: martedì 25 dicembre 2012, 1:39


Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti