Stemma indefinibile

Per discutere sull'araldica / Discussions on heraldry

Moderatori: mcs, Antonio Pompili

Stemma indefinibile

Messaggioda Mark » giovedì 21 ottobre 2021, 18:25

Un saluto a tutti e grazie per avermi accettato.
Vi mostro la foto di uno "stemma" posto sopra un arco d'ingresso alla città di Atri (TE).
Pare che all'ammodernamento dell'arco in questione nel XVI SEC vi sia stato riposizionato lo stemma che era presente sulla porta precedente del XIV SEC.
Vi prego di aiutarmi a capire a chi apparteneva questo stemma, grazie.
Allegati
IMG-20211021-WA0008.jpg
Mark
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2021, 21:15

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda Romegas » giovedì 21 ottobre 2021, 19:26

Direi uno stemma angioino, ovvero di quei sovrani che regnarono a Napoli dal sec. XIII al sec. XV.
Sub hoc signo militamus
Sol per difesa io pungo
(Contrada Sovrana dell'Istrice)
Initium sapientiae timor Domini
(Sal. 111,10)
Socio A.I.O.C.
Socio I.A.G.I.
Romegas
 
Messaggi: 5079
Iscritto il: sabato 10 marzo 2012, 0:15
Località: Roma

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda bardo » giovedì 21 ottobre 2021, 21:23

Buonasera,
credo che lo stemma principale sia quello di Ladislao d'Angiò-Durazzo (1377-1414), re di Napoli dal 1386 al 1414.

un saluto,
Luca
Tempus loquendi, tempus tacendi.
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda Antonio Pompili » venerdì 22 ottobre 2021, 0:36

Verosimilmente si tratta dello stemma di Re Ladislao.

Potrebbe essere in teoria anche quello del padre, Carlo III di Napoli, soprattutto se lo scudo appena più piccolo rappresentato al di sotto fosse un seminato di gigli. Purtroppo è corrotto e non leggibile, a parte alcune piccole figure nel capo che sembrerebbero proprio dei gigli. Fosse così potrebbe essere lo stemma della Regina consorte di Carlo d'Angiò Durazzo, Margherita di Durazzo (ovvero lo stemma paterno di lei).

Ma vedo più probabile l'attribuzione a Ladislao.

In un caso o nell'altro lo stemma più piccolo posto al di sotto potrebbe essere - sempre se vedo bene e nel capo ci sono (ancora) dei gigli - un primo esempio della stemma civico di Atri, con lambello e gigli nel capo. Forse sul resto della superficie dello scudo non sarebbero assenti gigli perché consunti ma perché piuttosto vi era riportata la scritta HATRIA, comunque non leggibile oggi? E forse qualche traccia di lettera di tale scritta potrebbe intravedersi aguzzando la vista? Difficile a dirsi in assenza di un'immagine a più alta definizione.

Per ora un caro saluto di benvenuto a Mark!
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3677
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda mcs » venerdì 22 ottobre 2021, 13:32

Stemma sul sepolcro di Ladislao d'Angiò-Durazzo nella chiesa di San Giovanni a Carbonara di Napoli.
Allegati
IMG_20211022_132826.jpg
MARIA CRISTINA SINTONI
"Un vaso rotto crudo si può riformare, ma il cotto no"
Leonardo da Vinci
Avatar utente
mcs
Moderatore Forum Araldica
 
Messaggi: 1888
Iscritto il: lunedì 22 dicembre 2003, 19:45
Località: Romagna

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda egometta » venerdì 22 ottobre 2021, 14:58

Antonio Pompili ha scritto: lo stemma più piccolo posto al di sotto potrebbe essere - sempre se vedo bene e nel capo ci sono (ancora) dei gigli - un primo esempio della stemma civico di Atri, con lambello e gigli nel capo. Forse sul resto della superficie dello scudo non sarebbero assenti gigli perché consunti ma perché piuttosto vi era riportata la scritta HATRIA, comunque non leggibile oggi? E forse qualche traccia di lettera di tale scritta potrebbe intravedersi aguzzando la vista? Difficile a dirsi in assenza di un'immagine a più alta definizione.

La foto ha definizione sufficiente, e ingrandendo si vedono chiaramente i gigli in capo e si 'legge' anche il residuo di hATRIA in banda
egometta
 
Messaggi: 263
Iscritto il: martedì 25 dicembre 2012, 1:39

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda Mark » venerdì 22 ottobre 2021, 18:23

Quindi lo scudo in alto sarebbe di Ladislao d'Angiò Durazzo, lo scudo di mezzo dovrebbe essere della città di Atri (faccio fatica a capire, mi sembra di vedere una banda che scende da sx a dx anche se molto alta rispetto allo stemma di Atri).
Il terzo stemma? Ci sono 5 palle? C'entrano qualcosa i Medici fiorentini? Ultima domanda: tutto il disegno sopra lo stemma in alto (testa di cane, corona, elmo ecc) significa qualcosa?
Mi scuso anticipatamente per la mia ignoranza e vi ringrazio.
Mark
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2021, 21:15

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda bardo » venerdì 22 ottobre 2021, 22:51

Buonasera,
non si tratta di una testa di cane, ma collo e testa di un elefante (con tanto di proboscide e zanne ben evidenti), cimiero adottato da re Ladislao ed ereditato dal padre Carlo III.

un saluto,
Luca
Tempus loquendi, tempus tacendi.
Avatar utente
bardo
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: martedì 23 marzo 2010, 1:45
Località: Rimini

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda Mark » sabato 23 ottobre 2021, 11:54

bardo ha scritto:Buonasera,
non si tratta di una testa di cane, ma collo e testa di un elefante (con tanto di proboscide e zanne ben evidenti), cimiero adottato da re Ladislao ed ereditato dal padre Carlo III.

un saluto,
Luca

Grazie non ci sarei mai arrivato.
Non esiste qualche foto/rappresentazione?
Mark
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2021, 21:15

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda Mark » sabato 23 ottobre 2021, 11:58

Mark ha scritto:Quindi lo scudo in alto sarebbe di Ladislao d'Angiò Durazzo, lo scudo di mezzo dovrebbe essere della città di Atri (faccio fatica a capire, mi sembra di vedere una banda che scende da sx a dx anche se molto alta rispetto allo stemma di Atri).
Il terzo stemma? Ci sono 5 palle? C'entrano qualcosa i Medici fiorentini? Ultima domanda: tutto il disegno sopra lo stemma in alto (testa di cane, corona, elmo ecc) significa qualcosa?
Mi scuso anticipatamente per la mia ignoranza e vi ringrazio.

Lo stemma più piccolo e più in basso con le biglie?
Comunque volevo ringraziare tutti coloro che sono intervenuti, siete stati gentilissimi.
Mark
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2021, 21:15

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda marcello semeraro » sabato 23 ottobre 2021, 12:47

Certamente si tratta dello stemma di Ladislao. Per rafffronti, cfr. quello presente sulla torre del palazzo Pappacoda a Napoli, esaminato dal grande araldista Laurent Hablot: https://books.openedition.org/efr/7170?lang=en (fig. 5).

L'articolo di Hablot, peraltro, è molto utile per l'attribuzione degli altri stemmi.
URIA MATER
Avatar utente
marcello semeraro
 
Messaggi: 1223
Iscritto il: sabato 5 aprile 2014, 15:39
Località: Oria

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda Antonio Pompili » sabato 23 ottobre 2021, 22:23

egometta ha scritto:
Antonio Pompili ha scritto: lo stemma più piccolo posto al di sotto potrebbe essere - sempre se vedo bene e nel capo ci sono (ancora) dei gigli - un primo esempio della stemma civico di Atri, con lambello e gigli nel capo. Forse sul resto della superficie dello scudo non sarebbero assenti gigli perché consunti ma perché piuttosto vi era riportata la scritta HATRIA, comunque non leggibile oggi? E forse qualche traccia di lettera di tale scritta potrebbe intravedersi aguzzando la vista? Difficile a dirsi in assenza di un'immagine a più alta definizione.

La foto ha definizione sufficiente, e ingrandendo si vedono chiaramente i gigli in capo e si 'legge' anche il residuo di hATRIA in banda

Saranno i miei occhi che non vedono bene allora. Se non altro l'intuito ha supplito, Grazie per la conferma.
ImmagineQUI FACIT VERITATEM VENIT AD LUCEM (Gv 3,21a)
TU SCIS QUIA AMO TE (Gv 21,17b)
Avatar utente
Antonio Pompili
Amministratore
 
Messaggi: 3677
Iscritto il: mercoledì 21 marzo 2007, 17:23
Località: Roma

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda egometta » domenica 24 ottobre 2021, 17:32

Mark ha scritto:Il terzo stemma? Ci sono 5 palle? C'entrano qualcosa i Medici fiorentini?

Medici sicuramente no. Se vedo bene, almeno l'ultimo bisante della prima riga è (era) caricato di un giglio
egometta
 
Messaggi: 263
Iscritto il: martedì 25 dicembre 2012, 1:39

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda Mark » domenica 24 ottobre 2021, 21:22

Io non ci riesco a vedere il giglio sul bisante.
Mark
 
Messaggi: 6
Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2021, 21:15

Re: Stemma indefinibile

Messaggioda Tilius » lunedì 25 ottobre 2021, 22:12

Mark ha scritto:Io non ci riesco a vedere il giglio sul bisante.

Nemmeno io, se non la consunzione corrosa e variamente lacunosa che c'è anche sulle altre palle (in numero di 5, l'ultima in basso pare non esserci mai stata, data la superifice liscia e regolare)
Маурицио Тигльери
Immagine
Avatar utente
Tilius
Amministratore
 
Messaggi: 13015
Iscritto il: mercoledì 25 aprile 2007, 19:35
Località: Gefürstete Grafschaft Tirol

Prossimo

Torna a Araldica / Heraldry



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 14 ospiti